Oggi Moscovici bastona l'Italia. Ma lui sforava il 3% del deficit

Il Commissario Ue bacchetta l'Italia sul deficit, ma con lui la Francia sforava il 3%. E si giustifica: "Eravamo in difficoltà"

Una vecchia legge della politica non risparmia neppure i piani alti dell'Europa: quando un eletto entra nel Palazzo, pare assumerne le caratteristiche, come se l'aria infestata del potere in qualche modo modificasse il modo di pensare. Fino a trasformare il più rivoluzionario dei combattenti in un perfetto burocrate.

Ricordate il Matteo Renzi "ganzo", la camicia bianca sbottonata e le brillanti comparsate in tv? Dimenticatelo: il passaggio a Palazzo Chigi l'ha reso meno rottamatore e più rottamato. Una trasformazione. Lo stesso si può dire di Pierre Moscovici, oggi rigido bastonatore dell'Italia per le "deviazioni significative", ma che in passato criticava i tecnocrati ortodossi di quella Commissione di cui ora è autorevole esponente.

Anno Domini 2012. Moscovici, il socialista francese di 61 anni che vede il Belpaese infestato di "piccoli Mussolini", viene nominato ministro delle Finanze della Repubblica guidata da Francois Hollande. Mica roba da poco. Peccato che a quel tempo Parigi aveva lo stesso vizietto che oggi il Moscovici-euroburocrate contesta al governo italiano: per ben 10 anni la Francia ha sforato il 3% del rapporto tra deficit/pil in violazione palese delle regole Ue, eppure nessuno si è stracciato le vesti come succede oggi per il 2,4% ipotizzato dall'esecutivo nel Def. Condizioni economiche diverse? Forse. Ma predicare bene e razzolare male non è mai buona cosa. Soprattutto in politica.

In realtà non c'è da stupirsi se con Moscovici alla guida delle Finanze, l'Eliseo si sia sbilanciato sul bilancio. In fondo l'ex ministro sosteneva le stesse tesi di Di Maio: "Vogliamo ridurre il deficit, ma a un ritmo compatibile con la crescita e l'occupazione", ripeteva. Socialista e da sempre contrario all'austerità cara alla Germania, è diventato Commissario al Bilancio Ue nonostante la pubblica avversione di Angela Merkel. Il suo motto si narrava fosse "meno austerità e più investimenti" anche se lui la considera una "contrapposizione artificiosa": "Non c'è crescita senza lotta all'indebitamento - disse a Repubblica nel 2014 - ma non c'è diminuzione del debito senza crescita". Per digerire la nomina di un politico favorevole alla "flessibilità", la Cancelliera impose due nomine di peso a lei gradite. Do ut des. Nessuno però aveva fatto i conti con la trasformazione in corso d'opera del politico di origini rumene, che quando si trovò alla soglia della Commissione subito sostenne di non voler "rinunciare al rigore di bilancio".

E pensare che solo un anno prima, quando Bruxelles bacchettava la Francia per il deficit oltre il 3% e una spesa pubblica eccessiva, in alcuni virgolettati riportati dal NYT, l'allora ministro delle Finanze usava parole di fuoco contro la "visione generale nella Commissione europea che è neoliberista o ortodossa". "Io sono un socialista, un socialdemocratico! - sbottò - In Francia abbiamo elezioni, abbiamo scelte politiche e stiamo difendendo la nostra strada". Tradotto: gli elettori ci han votato e facciamo ciò che ci chiedono. Sembra di sentire Salvini.

Qualcuno glielo ha fatto notare durante la conferenza stampa di ieri sulla bocciatura della manovra italiana e Moscovici si è arrampicato sugli specchi. "Erano affermazioni da campagna elettorale", ha provato a difendersi ricordando di aver comunque ridotto da ministro "il deficit sia strutturale che contingenziale" perché "persuaso che il debito pubblico sia nemico dell'economia e della popolazione". Per Moscovici tuttavia gli sforamenti francesi erano accettabili perché "eravamo in crisi e crescita debole". Come a dire: la nostra difficoltà va bene, i vostri 5 milioni di poveri no.

Che magnifico camaleonte. Solo cinque anni fa il "problema" dell'Europa era l'essere "percepita come punizione" e non come aiuto per gli Stati. Aveva ragione. Peccato che dopo il suo sbarco a Bruxelles le cose non siano cambiate molto, visto il boom dei partiti che il Nostro definisce "populisti". Lui invece è un'altra persona. E l'austerità che tanto condannava ora la chiede all'Italia.

Commenti

VittorioMar

Mer, 24/10/2018 - 12:21

...eravamo in Crisi ..una Risposta che più STUPIDA non poteva dare....e si è SQUALIFICATO DA SOLO...INCOMPETENTE !!

steluc

Mer, 24/10/2018 - 12:26

Ma a che canaglie ci siamo messi in mano?? impunito mentitore seriale congenito , in primavera cacciamo lui e tutta la sua genìa , tutto sto casino per un deficit ampiamente sotto il 3 , questo è un attacco politico, la manovra non sarà granchè , viste le reazioni tanto vale fare tutto e subito, altro che dialogo.

Nick2

Mer, 24/10/2018 - 12:28

Alla fine sforeremo del 5%, altro che 2,4! Si possono fare interventi a deficit per favorire lo sviluppo, non per solleticare la pancia a vecchi e malavitosi. Siamo il paese con età media più elevata al mondo e, mentre tutti alzano l’età pensionabile, noi la abbassiamo. Siamo il paese con il maggior debito pubblico dell’Occidente e ci inventiamo un reddito di cittadinanza completamente a debito. Siamo un paese in mano alle mafie, con la maggior evasione fiscale e corruzione d'Europa e noi, con la pace fiscale, favoriamo mafiosi ed evasori. Siamo il paese che in Europa spende meno per ricerca e scuola, ed abbassiamo ulteriormente i fondi a loro destinati. Questa finanziaria è una follia. Ce lo urlano da tutto il mondo, da destra, dal centro, da sinistra, ma noi non ci vogliamo credere, ci fidiamo di chi ci dice che siamo vittime di un complotto: l’Europa, il mondo intero, le élite, le multinazionali, i mercati contro il popolo italiano e il suo eroico difensore, Salvini.

glasnost

Mer, 24/10/2018 - 12:28

E' ora di cacciare questi ridicoli ed arroganti personaggi. Amici Italiani lottiamo per la nostra indipendenza dai domini stranieri!!

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mer, 24/10/2018 - 12:40

il cambiamento di opinione e questa nuova inflessibilità saranno mica state determinate dagli insulti platealmente ricevuti dall'italia? costruire i rapporti tra paesi sulla base degli insulti personali ai leader a noi più vicini economicamente e geograficamente non ci porterà molto lontano.

ulio1974

Mer, 24/10/2018 - 12:41

...ma esiste ancora il sogno - forse utopico - della generazione Erasmus di 20 anni fa, in una Europa libera,aperta, sociale, faro di umanitá per il mondo intero?? penso di no, alla fine ognuno è perso dentro ai fatti suoi.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 24/10/2018 - 12:42

Il problema è: se le regole c'erano anche prima perchè non sono state fatte rispettare?

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 24/10/2018 - 12:44

MoscoWC?

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Mer, 24/10/2018 - 12:44

solo un colpevole puo` dare una risposta come moscovici. Figlio delle truffe francesi, non ha titoli per dirci cosa e come farlo. Sparira` fra poco come neve al sole.

ghorio

Mer, 24/10/2018 - 12:45

La Francia e la Germania, a suo tempo, hanno superato il 3 per cento. Sono cose risapute:solo che è stata una vicenda chiusa. Adesso il problema è uno solo: bisogna cambiare i trattati, altrimenti bisogna rispettare le regole. E' inutile fare sterili polemiche riempendosi la bocca di slogan elettorali.

schiacciarayban

Mer, 24/10/2018 - 12:46

Non è preoccupante cosa dice l'Europa, è preoccupante la manovra in sè, che non è nè carne nè pesce, di tutto un po', nessun investimento per lo sviluppo, praticamente soldi buttati, con l'unico obiettivo di mantenere assurde promesse, che poi comunque sono mantenute solo in minima parte. Quindi scontenta tutti, Europa compresa.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 24/10/2018 - 12:46

MoscoWC dice ora che le sue esternazioni d'allora "Erano affermazioni da campagna elettorale" - Dovrebbe essere esonerato dall'incarico per eccessiva idiozia.

jaguar

Mer, 24/10/2018 - 12:56

Pessima giustificazione che fa capire l'ignoranza di questo personaggio.

ulio1974

Mer, 24/10/2018 - 12:59

@ Nick2 Mer, 24/10/2018 - 12:28: perchè ascoltare i consigli della fatina buona, del grillo (quello buono)e di babbo geppetto quando possiamo fidarci ciecamente del gatto e della volpe?!?!?? spiegamelo.

Ritratto di angie14

angie14

Mer, 24/10/2018 - 13:00

UN BACIONE a Pierre Moscovici, a Tajani ed anche Dombrovskis! oggi, Orgogliosa di essere ITALIANA!

leopard73

Mer, 24/10/2018 - 13:01

Fuori da questo giro vizioso di speculatori dove conta solo il dio soldo che sanno solo imporre la loro prepotenza ed e in questi ambienti dove cova la mafia imponendo miliardi di euro di multe. CIARLATANI sarete presto disoccupati ricordatevelo che tutti siamo utili ma nessuno indispensabile.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 24/10/2018 - 13:30

Nick2, ridurre i budget scolastici paga. Come vede dai commenti sul Giornale, piu` il popolino e` ignorante e piu` e` facile da manipolare da parte di altri ignoranti che si atteggiano a governanti.

SpellStone

Mer, 24/10/2018 - 13:49

qui si scoprono gli altarini.... e cosi' il burocrate ha fatto il bricconcello col 3%

Malacappa

Mer, 24/10/2018 - 13:50

E basta con sto fenomeno toglieteli il fiasco

Libertà75

Mer, 24/10/2018 - 13:51

@nick2, come fai ad arrivare al 5%? Mi sembri quell'analfabeta funzionale di pravda che critica chi pensa essere meno intelligente di lui, ma con le figuracce che quotidianamente fa, giusto elkid può sbeffeggiare

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 24/10/2018 - 13:55

angie14 - Lei e` orgogliosa di essere italiana oggi che l'Italia delinque...Un popolo di navigatori, delinquenti...

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mer, 24/10/2018 - 14:14

nick2 e pravda99, il primo, solito infiltrato mondialista che con enunciati pre-confezionati e continuamente ripetuti (bugia > pretesa verità) crede di convincere che babbo natale esiste. Il secondo, il solito comunista saccente che crede di essere in visione panoramica ed essenziale delle faccende di un Paese che in realtà odia, sfruttandone ipocritamente le risorse (come moscowc).

ziobeppe1951

Mer, 24/10/2018 - 14:16

bolscevico...il popolino ignorante è sempre più facile da manipolare col 6 politico...ne hai fatte di scorpacciate

Nick2

Mer, 24/10/2018 - 14:38

Cala il PIL, Libertà75. Cala il PIL...

Ritratto di angie14

angie14

Mer, 24/10/2018 - 14:46

@pravda99 se questo è il suo concetto di violenza, mi spieghi, se ne è capace, qual'è il suo concetto di democrazia. Per quanto mi concerne, per la prima volta mi sento rappresentata e tutelata. ah, per concludere, la democrazia sta anche e soprattutto nel rispettare quel che gli italiani hanno scelto!

Emigrante75

Mer, 24/10/2018 - 14:50

Concordo con Nick2 e vorrei aggiungere che il problema non è il 2,4% ma piuttosto il fatto che nella manovra non c'è nulla che possa aiutare veramente lo sviluppo economico ma solo delle prebende, a carico di chi lavora e paga le tasse, per accontentare gli elettori nullafacenti e evasori. Povera Italia!

Libertà75

Mer, 24/10/2018 - 15:11

Voglio ricordare a tutti, compresi i frustrati, che questa manovra non è una manovra di sviluppo territoriale, è una manovra meramente indirizzata alla ripresa della domanda interna e alla riduzione del tasso di disoccupazione. Se, i tanti troll che commentano sono così razzisti da volere meno lavoratori, il problema è insito proprio in loro che odiano il prossimo e lo vogliono povero per sbeffeggiarlo. Tutto il resto è noia

unosolo

Mer, 24/10/2018 - 15:22

il governo attuale ,forse , doveva mettere in prima riga " chiedo solo flessibilità e in cambio riapro x sbarchi e accoglienza " forse dico , avrebbero accettato anche il doppio di sforamento , praticamente se ti sottometti e rinunci alle esportazioni accettando importazioni coatte allora ti danno quello che vuoi , esempi ne abbiamo con ultimi due governi spalleggiati dai garantisti di FI.

Cletessa1012

Mer, 24/10/2018 - 15:24

Salvini-DiMaio sostengono di eseguire il programma di governo per cui sono stati eletti. Reddito di cittadinanza + flat tax. Ma non dicono che alle elezioni erano l'uno contro l'altro, con programmi opposti. Il popolo non li ha votati per governare assieme, e guarda caso anche in trentino si sono presentati con due coalizioni diverse. Questo e' l'ennesimo inciucio fatto per di piu' da incompetenti che per mantenere le promesse ai loro elettori, in realta' non li stanno rispettando affatto. Non mi sembra che chi ha votato salvini (al nord) volesse il reddito di cittadinanza e chi ha votato Di Maio desiderasse la flat tax. Ed e' chiaro a tutto il mondo finanziario che le due manovre assieme non sono compatibili a meno che indebitare l'italia (e dunque gli italiani), per cui la borsa italiana sta andando a rotoli perche nessuno vuole tenere titoli di aziende che dovranno pagare debiti per rimborsare le manovre scellerate a cui stiamo assistendo.

Marioga

Mer, 24/10/2018 - 15:34

Siamo in un Paese indebitato fino al collo, che continua a voler fare debiti e non vuole saperne di fare sacrifici, che fa una manovra senza senso fatta di sole spese assistenziali, quasi niente tagli agli spereri, nessuna riforma strutturale, disoccupazione sempre alle stelle e opere pubbliche bloccate. Beati quelli che pensano che sia sempre colpa degli altri che ce l'hanno con noi.

schiacciarayban

Mer, 24/10/2018 - 15:35

Noto che coloro contro la manovra parlano con i fatti e con cognizione di causa, metre coloro che la supportano parlano solo a frasi fatte senza un minimo argomento valido. Questo vorrà pur dire qualcosa...

accanove

Mer, 24/10/2018 - 16:08

schiacciarayban@ sen on togli dalle tasche degli italiani con qualche formuletta da prrestigiatore fatta di notte (Governo Amato) 40 miliardi quest'anno, 45 l'anno prossimo e avanti così dalla situazione non ne usciamo, lo possiamo fare in un solo modo,aumentando il giro d'affari di tutte l'economia che grava sul mercato nazionale (quella export sa difendersi da sola), quindi mettendo nelle mani degli italiani più denaro perchè lo spenda, perchè aumentino i consumi ed il volume di fatturato delle aziende interne con il ritorno in termini di liquidità, occupazione, tasse etc. Questo il governo vuol fare andando contro una filosofia di rigore imposta dall'entourage tedesco che fino ad oggi ha giovato solo alla loro economia. Praticamente voglio modificare la filosofia del rigore che non ha avuto successo nel 90% dei paesi UE.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 24/10/2018 - 16:22

Le regole Ue sono sempre state rispettate da tutti gli stati membri? Posso fare l'elenco di quelli che hanno sforato questo limite del 3% (insulso, creato in un quarto d'ora da Dominique de Villepin e Guy Abeille: «Parametro deciso in meno di un'ora, senza basi teoriche»). Se il capo della Deutsche Bank è arrivato a dire che abbiamo dato tantissimo e non si può andare avanti in questo modo, se ad altri si permettono comportamenti che a noi vengono negati con scuse paradossali, allora questa Ue è meglio che venga "riscritta" altrimenti ognuno farà i propri comodi prevaricando sugli altri stati.

accanove

Mer, 24/10/2018 - 16:47

.... non sostengo che i giallo-verdi siano delle cime però una cosa è palese, il sistema economico UE come concepito non funziona, impoverisce il 90% dei paesi a favore di pochissimi degli altri, la UK lo ha capito e sta tentando di uscirne. Noi particolarmente esposti finiremo al disastro economico forse peggiore della Grecia in un lento impoverimento. Un tentativo di cambiare la situazione senza gravare sulle già esauste tasche degli italiani e senza uscire dal sistema è se non altro plaudibile e sostenibile. Non so se funzionerà ma le opzioni sono poche, morire subito o in una lenta agonia, ora, questo governo si è ribellato al sistema ed una mina nella granitica diga tedesca la stiamo mettendo.

Libertà75

Mer, 24/10/2018 - 17:10

@nick2, la prima manovra espansiva che fa calare il PIL, o tu non hai mai studiato economia in vita tua o ti piace mentire perché ti hanno detto di farlo e non hai neanche capito che lo stai facendo.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 24/10/2018 - 17:12

angie14 - Scusi, di quale concetto di violenza parla ora? Io dico che sentirsi orgogliosa di essere italiana perche' l'Italia sta oggettivamente sbagliando, infrangendo regole che ha sottoscritto, la dice lunga su di lei e su quelli come lei che oggi si rallegrano di questa caduta nell'abisso. E non metta in mezzo la democrazia, anche Mussolini e Hitler avevano un enorme seguito popolare. La democrazia parte dalla Costituzione e dal rispetto delle leggi. Che oggi sono state calpestate da questo governo. E badi bene: NON ho fatto nessun apprezzamento sul contenuto della finanziaria: mi dia atto almeno di questo.

Papilla47

Mer, 24/10/2018 - 17:26

Erano altri tempi. Ma poi chi è che non cambia quando sale in cattedra e pensa di essere un tantino sotto Dio ma in continuo divenire. Che centra se quando ero giovane ero anche irruente ora sono grande e sono pacato. C'era una volta e non c'è più. ahahah

accanove

Mer, 24/10/2018 - 17:27

..e non mi è dato ancora di capire perchè quando quella ristretta cerchia di paesi privileggiati voleva o doveva sfondare contro le regole (e lo hanno fatto più volte) nessuno alzava voce ed ora invece che lo vogliamo noi con un misero 2,4% siamo sotto attacco, non dalla maggioranza, ma proprio da quei paesi ai quali è stato concesso questo sfondamento......

Nick2

Mer, 24/10/2018 - 17:41

Libertà75, calerà la fiducia, caleranno i risparmi delle fasce più deboli, caleranno gli investimenti, le grandi opere già sono ferme, la domanda interna, come non è ripresa con gli 80 euro di Renzi, a maggior ragione non riprenderà con il reddito di cittadinanza che andrà a chissà chi (e non certo a 6 milioni di persone). Se non aumenta la domanda interna, puoi mandarne in pensione anche 1 milione, che verranno sostituiti, se va bene, al 20%. Tutto il mondo dice che questa manovra è folle. Ma voi amanti del felpato andate testardi per la vostra strada, come quell’automobilista, in viaggio sull’autostrada. Il programma musicale che sta ascoltando si interrompe per un avviso importane: ATTENZIONE, ATTENZIONE, UN PAZZO STA GUIDANDO CONTROMANO SULL’A1 ALL’ALTEZZA DI FIRENZE! E questo, zigzagando fra le macchine esclama: “Altro che uno, qui i pazzi sono centinaia!”

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mer, 24/10/2018 - 18:10

Moscovici bastona l'Italia. Ma lui sforava il 3% del deficit? SIIIII ma con il placido degli Italiani di sinistra e destra , mentre prodi e Co. si facevano dare regali,berlusconi pensava alla Ruby in tanga. Lui invece deve fare e lo fá cosa dice Macron , Moscovici é un soldato dei rothschild come lo sono oettinger e il resto della commisiioen soldati di sion.

Libertà75

Mer, 24/10/2018 - 18:12

@nick2, fai solo chiacchiere, devi spiegare come fa a calare la fiducia, i risparmi, e gli investimenti... E' come se io dicessi che la pressione dei tasti che fai digitando sciocchezze sia in grado di generare vibrazioni che dall'altra parte del mondo producono (congiuntamente alle vibrazioni di altri tuoi simili) uno Tsunami. Prova a ricostruire un pensiero logico partendo da cause ed effetti, non da sentenze tutte tue. A giugno gridavate alla distruzione di posti di lavoro e ad agosto la disoccupazione è calata.

Libertà75

Mer, 24/10/2018 - 18:15

@pravda, quindi fammi capire, se il voto premia il csx è democrazia, se premia il cdx è derivata nazi-fascista? Quindi tu ammetti di essere contro la democrazia? Tanto ti basta per farti tornare sui banchi di scuola ad imparare un po' di educazione civica e di rispetto verso il prossimo. Per quanto riguarda le elezioni, ti rammento che un certo Renzi, non eletto, ha scalato un partito, cacciato un politico (eletto) e preso il suo posto. Ti basta? Vuoi chiedere scusa agli italiani o continuare ad offendere le persone con la tua (?) preparazione culturale?

accanove

Mer, 24/10/2018 - 18:28

Nick2..... la pazzia come la chiami tu l'hanno fatta prima altri paesi quando ne ebbero bisogno, quando esattamente come noi necessitavano di non uccidere il mercato interno a causa del rigore, lo sta facendo orain questi giorni la Francia con un 2,8%. Ma mi rendo conto leggendo te ed altri che se uno non vuol essere salvato meglio lasciarlo annegare.

giovaneitalia

Mer, 24/10/2018 - 19:28

Moscovici, tu e i tuoi compagni di merenda avete i mesi contati. Dimettetevi.

Ritratto di tangarone

tangarone

Gio, 25/10/2018 - 09:20

A parte che i francesi sono un popolo un po' particolare, che per me sarebbe meglio non esistesse, e quindi lungi da me difendere questi anti-italiani, ma una cosa vorrei dirla. Forse che quando la Francia sfiorava il 3% non aveva comunque 2400 miliardi di debito?