"Ora difendiamo i nostri confini". L'Ue trova l'intesa sui migranti: gli hotspot attivi entro novembre

L'Ue ritrova compattezza: la protesta del blocco dei Paesi dell'Est rientra. Trovato l'accordo sui centri di registrazione. Stanziati nuovi fondi

Alexis Tsipras finisce sulla graticola al summit straordinario dei leader Ue. Che rimproverano alla Grecia di non registrare le migliaia di immigrati che attraversano la frontiera. Da qui la neccessità di fissare una data certa per l'attivazione degli hotspot. "Entro fine novembre", spiega il presidente del consiglio Ue Donald Tusk. Dopo lo strappo dei Paesi dell’Est sui 120mila profughi da redistribuire, l'Unione europea prova a ricompattarsi sulla necessità di riportare le frontiere esterne sotto controllo.

Il vertice apre la strada a un piano comune per far fronte alla peggiore crisi migratoria degli ultimi decenni. Persino i premier di Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria e Romania, che lunedì hanno votato contro il meccanismo di ridistribuzione, non hanno alzato nuovi muri. "L’atmosfera è stata migliore delle mie attese. Sono soddisfatto", puntualizza il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker. E Tusk parla di "momento simbolico" perché si è messo fine "al gioco rischioso del biasimo reciproco". "L’ondata più grande di profughi deve ancora arrivare - continua Tusk - ed è chiaro a tutti che non possiamo continuare come prima con porte e finestre aperte". E l'Ue pensa alla creazione di guardie di frontiera.

Per far fronte all'emergenza, arriva il sostegno economico ai Paesi più esposti all'ondata. I fondi a disposizione però non bastano. E Bruxelles ha richiamato i partner comunitari a mettere sul piatto "denaro fresco". Ai Paesi sono stati chiesti 500milioni di euro per il trust fund per la Siria. L'Italia vi contribuirà con tre milioni di euro, mentre la Germania con cinque. Altri 1,8 miliardi di euro saranno stanziati per il "Fondo per l’Africa", mentre saranno rimpolpati gli stanziamenti dei Paesi, "drasticamente ridotti nel 2015", per le agenzie che si occupano degli immigrati come il World food program e l’Unhcr affinché tornino ai livelli del 2014.

Commenti

Fjr

Gio, 24/09/2015 - 08:48

Invece il PD cosa fa?Da' la cittadinanza a tutti, belli e brutti, è il più' asino dei loro, il Choukino ,esulta.

HappyFuture

Gio, 24/09/2015 - 08:49

L'Europa dell'ipocrisia e della falsità! Chiamateli "campi di concentramento", "hot spots" (al plurale, perchè senz'altro ce ne saranno più di uno!) Il lupo perde il pelo, ma non il vizio..... di sopraffare gli uomini....

Massimo Bocci

Gio, 24/09/2015 - 08:53

I confini??? Dell'impero meticcio!!!

honhil

Gio, 24/09/2015 - 09:18

"L’ondata più grande di profughi deve ancora arrivare - continua Tusk - ed è chiaro a tutti che non possiamo continuare come prima con porte e finestre aperte". Finalmente il buonsenso ha vinto. Finalmente l’Europa ha capito che c’è in atto un’invasione. Finalmente l’accoglienza boldriniana senza se e senza ma è stata archiviata. Finalmente i paesi e le città potranno ritornare ad essere vivibili. Finalmente gli italiani si riapproprieranno delle strade e delle piazze e dei giardini e parchi dei loro paesi e delle loro città. Il buonsenso degli italiani ha vinto, dunque. Ma, come spesso succede nella vita, mischiando le carte pro domo sua, a cantare vittoria è Alfano l’africanizzatore.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/09/2015 - 09:18

scappano dalla guerra oppure scappano per non fare la guerra? Certi Paesi della Siria non c'è la guerra, perchè non si armano e difendono la loro terra? Cosa facciamo, la svuotiamo tutta? Nessuno che vuol stare con Assad? Durante la seconda guerra mondiale i giovani che cercavano di scappare venivano fucilati.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 24/09/2015 - 09:32

Ma quale intesa, questi non sanno nemmeno di cosa parlano, pensano solo a finanziare nuove iniziative strampalate e fasulle per fingere di occuparsi del problema. La soluzione non è quella di creare centri di registrazione in casa nostra, ma quella di fermare l'invasione afro/musulmana alla partenza. La soluzione è solo una: non devono arrivare in Europa, a costo di usare la forza. Punto. Il resto sono balle da incapaci, traditori della patria e venditori di fumo come il nostro piazzista toscano. Questa invasione mette in pericolo l'intera economia e la stabilità sociale dell'Europa e, come tale, siccome mina alla radice la nostra sicurezza, è un autentico atto di guerra. Ed alla guerra si risponde con atti di guerra, non con centri di accoglienza. Buffoni.

little hawks

Gio, 24/09/2015 - 09:33

C'è un vero pericolo che incombe: lo jus soli! Mentre ci trastulliamo in amenità varie gli invasori entrano in Italia e noi ci prepariamo a dare loro ogni diritto. Ai teorici della politica un augurio: di capire i pericoli che ci sovrastano in tempo per prendere seri ed efficaci provvedimenti, perché quando le teste cominceranno a rotolare anche da noi, allora sarà troppo tardi.

ArturoRollo

Gio, 24/09/2015 - 09:35

Invece di descriverli come "HOTSPOTS" (Punti Caldi) dovreste definirli per quello che realmente sono : CAMPI di RIFUGIATI. Siccome in ITALIA arrivano in massima parte West Africani (dalle sponde Libiche): Sierraleonesi, Liberiani, Senegalesi, Burkinabe', Ghanesi, Maliani, Ivoriani, Nigeriani...allora stiamo parlando NON di Rifugiati ma di Clandestini in cerca di condizioni di vita migliori. In verita' anche voi del GIORNALE siete allineati al Regime Mediatico ecco perche' cercate di "confondere le acque". L'attuale "Governo" in Italia, legifera senza avere avuto il supporto e la legittimazione delle Urne: e' tutto illegale. L' EUROPA li lascia fare perche' esso, "Il Governo Italiano", fa come dice l' EUROPA.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 24/09/2015 - 09:41

E' inutile che da giorni ci sia lo spot per il libro di Magdi Allam "Islam, siamo in guerra", se poi si fa passare questa notizia dell'intesa come se fosse una cosa seria, come se davvero sia una soluzione. O Allam racconta balle su una guerra che non c'è, oppure è la stampa che continua a raccontare balle. Io credo più ad Allam che ai buffoni di Bruxelles che ci stanno portando alla rovina completa.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 24/09/2015 - 10:01

hotpost attivi entro novembre. Gli ungheresi hanno tirato su un muro per km in una settimana. Entro novembre saranno entrati una marea di profughi, che non lavoreranno mai e saranno tutti a carico nostro e non dei buonisti. Continuo a dire , MALEDETTI. Mandateli in miniera se vogliono rimanere. Perchè non si integrano tra loro sciiti e sunniti ed altre etnie, invece di venire a farci la morale.

ILpiciul

Gio, 24/09/2015 - 10:20

Arturo rollo:ha centrato il problema sopratutto nella seconda parte dell'articolo. Per me lettore del Giornale fin dagli anni '70 constatare ciò è veramente sconfortante ed allarmante.

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 24/09/2015 - 10:50

Chissà perché a conclusione di ogni vertice si mostrano tutti soddisfatti, tutti contenti dei risultati ottenuti grazie al "positivo" incontro appena concluso. L'unica cosa evidente è che la fuffa abbonda, la confusione è grande e la situazione è grave ma non seria.

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 24/09/2015 - 10:53

Juncker, non hai mai BRILLATO di INTELLIGENZA sei LIMITATO. Non si deve trovare intesa per parcheggiare migranti in campi ecc. Si deve capire chi sta dietro a questa invasione. Parecchi personaggi del MONDO POLITICO dicono che tutto questo è manovrato dalla TURCHIA, per dare una SEGNALE all'EUROPA e all'AMERICA che si muovano a TOGLIERE di mezzo SADAT. ERDOGAN è una persona VISCIDA, va a cena con PUTIN e fa i suoi affari e pretende che altri facciano PULIZIA di quello che a lui non piace. APRI gli OCCHI JUNCKER non bere senza mangiare, mangia poi BEVI.

HappyFuture

Gio, 24/09/2015 - 12:19

@alejob, c'è da riporre tutta la nostra fiducia in ERDOGAN! Chi meglio della Turchia conosce i polli di quel pollaio, del suo pollaio. Dall'impero Ottomano che la Turchia conosce con "chi" tratta nella zona. Che l'UE stia lontano dalla zona! Meglio che le mani ce le mettino loro, i Turchi, che chiunque altro!

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 24/09/2015 - 12:28

Difendere i confini di un paese significa bloccare l'invasione che è in atto.Non mi sembra che le cose stiano andando in questo senso.La situazione del nostro paese pagherà a caro prezzo l'accoglienza di tutti,anche quelli che non ne hanno diritto.Ma i politici al governo vivono su altro pianeta e le conseguenze le pagheranno i cittadini delle periferie.

Blueray

Gio, 24/09/2015 - 12:44

Su cosa hanno trovato l'accordo? Sugli hotspot, sulle guardie di frontiera (che faranno come Triton), sul dare soldi ai Paesi più esposti all'immigrazione(al fine di farne venire ancora di più), e sul rimpolpare gli stanziamenti per le agenzie che si occupano degli immigrati (veri e propri supporter e favoreggiatori dell'immigrazione clandestina). D'altra parte se Juncker si è detto soddisfatto, ciò significa che il livello della presa per i fondelli è elevatissimo! Com'è evidente non c'è una sola misura vera di contrasto al fenomeno. Da questi summit, peraltro inutili, si capisce quanto l'Europa sia incapace di fare alcunché tranne ripetere la solita tiritera ora condita con qualche retorica dichiarazione di intenti. A Tusk vorrei dire: se non porti la soluzione del problema fai anche tu parte del problema

restinga84

Gio, 24/09/2015 - 12:55

@ArturoRollo.Buongiorno,Lei scrive: Forse.Per il mio lavoro di tecnico viaggio sovente in Africa e,in alcuni stati da Lei accennati,il lavoro non manca,anzi.In Liberia,Nigeria,Senegal,Gana nelle fabbriche che visito a periodi mi dicono che hanno scarsita` di personale operaio e chegli operai preferiscono andare in Europa (Eden) ove le rimunerazioni sono molto,ma molto,al disopra delle locali.Mi dicono,sempre nei paesi da me vitati,che coloro che emigrano sono persone che hanno avuto o hanno problemi con la giustizia locale o avventurieri in cerca di nuove emozioni confortati anche, dalla benevola accoglienza,che viene a loro riservata,dalle autorita` italiane.I nostri indigenti governanti, purtroppo, sono persone che non conoscono altro che,obbedire alla direttive che le vengono impartite dalla EU (Germania,Inghilterra e Francia) e null`altro.Comunque,a mio giudizio ed esperienza il problema dell`O

HappyFuture

Gio, 24/09/2015 - 13:05

@Giano: "Io credo più ad Allam che ai buffoni di Bruxelles che ci stanno portando alla rovina completa." Guardi che Allam e quei buffoni di Bruxelles, vanno nella stessa direzione. Magdi segue pedissequamente lo spin che proviene dalla UE; ma lo segue anche "il Giornale" e i devoti suoi giornalisti!

HappyFuture

Gio, 24/09/2015 - 13:10

@nando49 Guardi che Napolitano c'ha azzeccato quando ha detto che bisogna essere grati all'UE che non siamo nella 3za guerra mondiale. E l'invasione dei migranti è la cosa meno peggio e più vicina alla 3za guerra mondiale. Meno peggio i migranti, teniamoceli.

Ritratto di Quasar

Quasar

Gio, 24/09/2015 - 13:14

Ma I BRUXELLIANI PARLANO DI CREARE LE GUARDIE DI FRONTIERA. NOI CITTADINI CREDEVAMO CHE LE FRONTIERE ESTERNE AVESSERO GIA' LE GUARDIE. INFATTI SE ARRIVIAMO IN SHENGHEN DALLA CROAZIA CHE NON E' SHENGHEN CI SONO PROPRIO LE GUARDIE ED IL CONTROLLO DEI DOCUMENTI AL CONFINE. QUESTI BRUXXELLIANI SONO PROPRIO DEGLI ALIENI STRAPAGATI PER NON PENSARE.

restinga84

Gio, 24/09/2015 - 13:18

@Arturo Rollo............seguito precedente......mia personale esperienza in varii Stati africani.Il problema migratorio che attualmente coinvolge l`EU tutta, e`il BOMERANG delle potenze straniere colonialiste che tutto hanno arruffato e,asportando quanto di loro interesse lasciando, nella miseria assoluta,tutti i paesi africani da loro dominati per decine anni.La saluto.

handy13

Gio, 24/09/2015 - 13:36

...i casi sono due,....o noi italiani (a governo sinistroso), NON siamo capaci di rispettare le norme,.....oppure l'europa ci ripaghi i danni che ci ha provocato NON difendendo x mesi i confini,...nel primo caso basta votare DX alle prossime,..nel secondo aspettiamo un bell'assegno da Juncker..

restinga84

Gio, 24/09/2015 - 13:36

@Arturo Rollo.Buongiorno,Lei scrive:.......periodo non apparso???? deve leggersi Lei scrive:Clandestini in cerca di condizioni di vita migliori.Forse. Per il mio ...ecc.......Scusomi per l`incoveniente in cui il mio spot e`occorso.La saluto.

petra

Gio, 24/09/2015 - 14:04

"E l'Ue pensa alla creazione di guardie di frontiera". Pensa che ti ripensa...

risorgimento2015

Gio, 24/09/2015 - 15:32

Ma tutti questi "CAPATAZ" europei nessuno dice STOP.. STOP.. ALT .. CHIUSO , nessuno entra piu`? E questo che vogliamo sentire.Perche ormai la corda e tesa al Massimo.

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Gio, 24/09/2015 - 18:21

Poca roba. Non sono seri. Queste misure andavano fatte 5 anni fa. Che cosa sono 120.000? Come portare tutta questa marea di gente indietro? Aumenteranno le tasse ancora perche chi paga? Una massa di defficenti con quell'ubricone Junkerk. Cxxxi amari per i popoli euruopei, spece quelli piccoli. Choukino esulta perche sta realizzando il sogno della vita....metterla in cxxo agli italiani.

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Gio, 24/09/2015 - 18:34

ma quali hot spot? Questa gentaglia di BRuxelles ci prende per il cxxo, ma noi....nulla di nulla nessuno muove un dito.