Ora il M5S punta a Palazzo Chigi: ​"Siamo l'alternativa di governo"

L'esultanza sul blog di Grillo: "Svolta epocale". E, dopo il botto alle comunali, preparano l'assalto al governo. A novembre il candidato premier

Virginia Raggi e Chiara Appendino aprono "la nuova era" del M5S. I pentastellati conquistano Roma e Torino, portando in Campidoglio la prima donna sindaco della Capitale e recuperando nel capoluogo piemontese gli oltre dieci punti di svantaggio presi al primo turno da Piero Fassino. "Le elezioni di ieri segnano una svolta epocale", si legge nell'analisi sui ballottaggi affidata ad un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo. "È il cambio di passo del M5S - si legge nel post - riconosciuto dai cittadini come una forza di governo affidabile e capace di esprimere candidati validi e competenti".

Una gruccia per gli abiti, un "appendino", appesa al davanzale della finestra della stanza in albergo. Come se fosse una bandiera. Grillo continua a giocare con il cognome del neo eletto sindaco di Torino, in attesa della festa, a porte chiuse, convocata per stasera al teatro Flaiano. I Cinque Stelle si godono la vittoria a tappeto e gli altri partiti, Pd in testa, fanno i conti con il risultato dei ballottaggi. "Ci sono vincitori e vinti - si legge sul blog del comico genovese - persone, idee e valori che hanno vinto e che hanno perso. Una cosa su tutte emerge dai dati - continua il post - l'unica alternativa valida di governo, capace di vincere in maniera netta con un'unica voce e senza imbarcare la qualunque è il M5S". Nell'articolo dal titolo Chi ha vinto e chi ha perso, ora tocca a noi, i grillini elencano tutte le "vittorie" che hanno portato i Cinque Stelle a conquistare soprattutto Roma e Torino e le "sconfitte" degli altri partiti e dei "media di regime". "Hanno vinto i cittadini che vogliono cambiare questo Paese a partire dalla priorità assoluta - si legge nel post - ha vinto il M5S perché si è presentato dappertutto come un'unica forza solida, compatta e coerente e nonostante una campagna denigratoria orchestrata dal Pd ed eseguita dai media".

Il M5S cavalca l'onda del voto e a novembre sarà già pronto a incoronare il candidato premier che sfiderà Matteo Renzi nella corsa a Palazzo Chigi. C'è un timing ai piani alti del Movimento che, dopo la vittoria della Raggi e il risultato inatteso della Appendino, si fa di ora in ora sempre più concreto. Nei giorni scorsi, spiegano fonti grilline all'Adnkronos, il ragionamento nel direttorio e tra i 5 Stelle più vicini all'organismo voluto da Grillo e Casaleggio era di indicare il candidato premiernon più tardi di novembre. "Anche perché - questa la convinzione ereditata da Gianroberto Casaleggio - l'anno prossimo si torna al voto e i 5 Stelle non vogliono farsi trovare impreparati, bensì giocare d'anticipo". Il M5S, insomma, ci crede. E ci crede Luigi Di Maio, dai più considerato, di fatto, candidato in pectore.

La sfida per l'aspirante inquilino grillino a Palazzo Chigi si giocherà in Rete ma rischia, tuttavia, di aprire una vera e propria resa dei conti. Non tutti, soprattutto al Senato, gradiscono infatti l'ascesa del giovane vicepresidente della Camera. Ma quella è un'altra partita. Ora per il M5S ci sono le vittorie di Roma e Torino.

Commenti
Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 20/06/2016 - 15:39

La dimostrazione che siamo caduti dalla padella alla brace. Forse dalla brace anche se bruciacchiati, riusciremo ancora a scappare. Si sa che le bruciature sono lunghe da guarire e lasciano il segno. Ma quel segno ci ricorderà di non cadere negli stessi errori e che le ideologie portano vento tempestoso e generano uragani di forza M5S. Ci vuole buon senso, quel sano buon senso che a Milano in pochi hanno percepito nel candidato Stefano Parisi che segue una linea tutta sua basata su conoscenza, preparazione, pazienza, diplomazia, volta a modificare, con il buon senso sopra citato, le aberrazioni dei tempi che corrono. Mi auguro che Parisi metta in piedi un’opposizione degna della sua classe e che arrivi a guidare la Nazione.

linoalo1

Lun, 20/06/2016 - 15:41

Ma certo!!Magari facciamo Grillo,Premier!!!Perlomeno,tutto il Mondo continuerà a ridere!!Prima con Renzi e poi con il Comico(?) Grillo!!!!

luciano32

Lun, 20/06/2016 - 15:52

Questi sono convinti veramente digovernare un paese con un deficit che fa paura, giustizia a rilento per non dire altro, invasione di clandestini delinquenza normale e religiosa presente, ma rimpiazzare marino e fassino in un momento di rabbia ha datoloro alla testa???

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 20/06/2016 - 16:02

E perchè non anche candidati alla presidenza degli Stati Uniti? Calma e gesso.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 20/06/2016 - 16:36

luciano32,Di certo ha dato loro alla testa,ora stanno preparando il Primo Ministro,siamo all'avanspettacolo puro,purtroppo sulla nostra pelle,nello sfascio totale del Paese dove il nuovo assiso sul trespolo quirinalizio ogni tanto sospira e ci ammorba di stupidaggini.Ora Roma e Torino risorgeranno dalle loro cloache grazie ai clown i quali ci faranno sapere su facebook l'avanzamento lavori mensile,schierando clandestini,finti profughi,drogati ecc.tutti desiderosi di prendere il tanto agognato rimborso mensile,e dove chiederanno un like. Mi fermo.Già.hanno vinto i grillini,talpe in campana.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 20/06/2016 - 16:48

Calma, piano, non abbiate fretta. Cari grillini, prima dovete fare un po' di gavetta, di pratica; dovete imparare a fare danni nei Comuni, poi a fare danni nelle Regioni, e poi, dopo aver fatto anni di pratica ed essere diventati esperti nell'arte della corruzione, delle tangenti, del malgoverno, del peculato, dell'interesse privato in atti d'ufficio, dell’assegnazione degli appalti agli amici, sarete pronti per andare a Palazzo Chigi e fare danni all'intera Nazione.

Poles

Lun, 20/06/2016 - 16:56

Che schifo povera Italia!!!

VittorioMar

Lun, 20/06/2016 - 17:22

.....dopo questi risultati elettorali,a chi conviene votare con "L'ITALICUM" ???

giuseppe1951

Lun, 20/06/2016 - 17:39

Il 70% degli Italiani vi daranno il voto in caso di elezioni politiche, qua non vi è alcun dubbio, il vero problema sarà come governare con questa magistratura! Vi faranno fare la fine di Berlusconi.

giuseppe1951

Lun, 20/06/2016 - 17:41

Mi fà piacere che Raggi e Appendino faranno il sindaco, ma attenzione createvi un cerchio ben stabile di difesa perchè sarete attaccate tutti i giorni dalla magistratura che ora Renzi scatenerà.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 20/06/2016 - 17:43

Giusto l'entusiasmo, ma c'è ancora molta strada da fare. Comunque la strada è stata aperta dal fanciullone fiorentino, quello amico dei banchieri, che ci ha dato una splendida occasione per rovesciare il governo attraverso il voto previsto in ottobre in merito alla squallida riforma della Costituzione. Non riusciranno a farla passare neppure se ci fosse il nulla osta di Grillo e degli sparuti avanzi della destra, che non ci sarà mai.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 20/06/2016 - 17:45

che i candidati eletti siano validi e competenti e la da vedersi

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 20/06/2016 - 18:23

ammazza come rosicano i tifosi dei pregiudicati.

ectario

Lun, 20/06/2016 - 18:30

I NO tutto, i centri sociali, i talebani di estrazione comunista al governo del paese? Brrrr!!! Sappiano codesti, che l'onestà, tanto sbandierata e tutta da provare nel tempo, è un obbligo non un valore per chi si propone di amministrare una nazione: perseguitare un popolo con le loro fisse di decrescita, fare niente o male seppur in modo onesto è disastroso quanto rubare. Incompetenti ragazzetti presuntuosi al potere, che vogliono fare esperienza a spese degli italiani. Gli "dei" hanno proprio abbandonato questa terra.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 20/06/2016 - 23:41

Finora hanno dimostrato di essere solo una copia conforme a coloro che criticano. Tempo al tempo e vedremo se c'è stato solo un cambio di cialtroneria.

Iacobellig

Mar, 21/06/2016 - 06:09

QUESTO MI SEMBRA UN PO' TROPPO. HANNO VINTO NON CON SOLI PROPRI VOTI, MA SOLO PERCHÈ MOLTI NON HANNO VOLUTO CHE VINCESSE LA SINISTRA.

acam

Mar, 21/06/2016 - 07:22

-2,3*10^12 lo sapranno interpretare, lo sapranno analizzare, lo sapranno distribuire, lo sapranno mettere a regime, individuare i capitoli di uscita per evitare che il 2.3 arrivi a 3. se non scende il debito pro capite, può salire il reddito? Famosi premi Nobel no sanno da che parte cominciare, difatti nessuno da una ricetta le variabili sono troppe, come faRà di Maio a rimediare quando sicuramente non sarà aiutato dagli amministratori sottoposti? boooh...

Beaufou

Mar, 21/06/2016 - 08:31

"È il cambio di passo del M5S riconosciuto dai cittadini come una forza di governo affidabile e capace di esprimere candidati validi e competenti". Dubito che i grillini leggano correttamente i risultati elettorali. I due sindaci di Roma e Torino, semmai, sono per tanta gente un test per vedere cosa sanno fare, dopo le non convincentissime prove di Pizzarotti e Nogarin. Ma il motivo principale per cui sono stati eletti è stata, a mio parere, l'avversione trasversale per i loro competitori PD.