Ora Di Maio infiamma lo scontro: "La prescrizione? La ama il Cav"

Il vicepremier va all'attacco e ribadisce la linea dura sullo stop alla prescrizione: "Per la compravendita di senatori Berlusconi è stato prescritto otto volte, ricordate?"

"La prescrizione? La ama il Cavaliere". L'attacco al leader di Forza Italia arriva in una diretta su Facebook da Luigi Di Maio, che difende lo stop della norma dopo il primo grado di giudizio. Riforma che sta spaccando il governo e infiamma lo scontro.

"Silvio Berlusconi per la compravendita dei senatori - ricordate? - è stato prescritto 8 volte", accusa il vicepremier grillino, "Stiamo parlando di questa gente qui, questi amano la prescrizione".

Poi torna a richiamare Matteo Salvini al rispetto degli accordi presi a maggio, prima della formazione del governo: "È nel contratto di governo, un contratto a cui noi siamo leali come M5S e su cui non ho ragione di dubitare sulla lealtà di tutto il governo, perché quel contratto, se portato a compimento, cambierà l'Italia e io non vedo l'ora di farlo", dice Di Maio, "Sono sicuro che sulla prescrizione raggiungeremo il miglior l'accordo possibile per gli italiani all'interno della legge anticorruzione".

Ma il "capo politico" del Movimento 5 Stelle ribadisce la natura giustizialista e "manettara" della compagine grillina: "La riforma della prescrizione è nel dna del M5S", sottolinea, "Ci batteremo affinché possa arrivare in Aula settimana prossima. Significa fermare furbetti. Basta impunità. Noi pensiamo che la prescrizione e il suo blocco, dopo la condanna in primo grado, sia sacrosanto. Ed è sacrosanto perché oggi l'accesso alla giustizia è diventata anche una questione di soldi e chi ha più soldi può arrivare ad un processo più lungo".

Commenti
Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 07/11/2018 - 13:33

Caro bamboccio di maio, il problema non è la prescrizione, che è un diritto di qualsiasi cittadino, ma i processi che durano decine di anni. Vai dal ministro bonafede, tuo amichetto, e digli di sollecitare i parrucconi giudici e magistrati affinchè si adeguino ai parametri europei.

Tranvato

Mer, 07/11/2018 - 13:40

Inutile, il concetto che arrestando i termini di prescrizione dopo il 1° grado di giudizio i tempi della giustizia diventeranno infiniti, questo concetto non gli entra in testa! Se, malauguratamente, dovesse passare la norma da lui tanto voluta, allora si che nessun povero diavolo potrà impegnarsi economicamente in processi "sine die"! E' un po' il modo di ragionare di quello che, per fare un dispetto alla moglie, si tagliava i testicoli!

frapito

Mer, 07/11/2018 - 13:41

.... e meno male che c'era la prescrizione!!! Altrimenti saremmo ancora alla prima volta!!!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 07/11/2018 - 13:43

La prescrizione va ridotta e non prolungata. Va dimezzata. E che la magistratura lavori di più. Altre sono le modifiche che possono rendere la giustizia decente.

agosvac

Mer, 07/11/2018 - 13:50

Di Maio proprio non riesce a capire che eliminare la prescrizione è ciò che vogliono i magistrati nulla facenti. Quelli che fanno durare i processi eternamente. Se oggi certi magistrati fanno durare i processi più di 10 anni, senza la prescrizione li farebbero durare più di 30 anni perché solo così potrebbero poi lamentarsi che sono troppo pochi per sostenere l'onere dei processi. In fondo la magistratura è un'organizzazione che tende alla conservazione di sé stessa ed alla sua riproduzione: più sono meglio è per loro!!! Invece di togliere la prescrizione sarebbe necessario togliere potere ai magistrati facendo una sana e totale riforma della magistratura.

cardellino

Mer, 07/11/2018 - 13:55

Povero Di Maio, qualche cosa vuole portarla a casa pure lui. Ma mi sa che mister ex felpa lo lascia nudo. Vediamo se il venditore di bibite chiede un'altra fiducia e se il leoncavallino gliela concede.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 07/11/2018 - 14:10

Se Di Maio parla così allora vuol dire che vuole fare una legge "contra personam", così come Silvio di diede da fare a suo tempo in alcuni casi in senso contrario. In questo caso, se Di Maio avesse taciuto e lavorato per una risoluzione equa di questo tema, avrebbe dimostrato maggiore equilibrio, meno astio che solitamente imbarbarisce la politica.

stef1600

Mer, 07/11/2018 - 14:19

Tutti hanno diritto ad un processo in tempi accettabili. Anche i colpevoli. E' giusto condannare una persona, che so, a 3 anni dopo un processo che ne dura 15? Che ne resta della vita di questa persona? Se dopo 10 anni da quando è iniziato un processo arriva la prescrizione, è giusto che così sia e ci si dovrebbe semmai interrogare sul perché un processo dura tanto ed eventualmente riformare le regole. E poi per i reati più gravi la prescrizione non esista già ora.

frabelli1

Mer, 07/11/2018 - 14:36

A questo punto voglio una prescrizione con tempi più stretti. Se i pm non vogliono far cadere in prescrizione si diano da fare, lavorino di più.

frabelli1

Mer, 07/11/2018 - 14:37

Se questa oscenità dovesse passare con l'appoggio della Lega, questo partito NON AVRÀ MAI PIÙ il mio voto

greg

Mer, 07/11/2018 - 14:38

che bischero di bamboccio: DI MAIO, DI PEJO e di più

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Mer, 07/11/2018 - 15:03

Chiunque, anche senza una laurea in legge, capisce che assicurare dei tempi ragionevoli ai processi è un sacrosanto diritto!!!! Si devono responsabilizzare e far lavorare i giudici!!!!

FrancoS73

Mer, 07/11/2018 - 15:09

Non SOLO ... anche RENZI - Meloni &. "Confraternita: Avvocati-Giudici" Ribadisco . Va Bloccata all'Atto del rinvio a Giudizio!!

FrancoS73

Mer, 07/11/2018 - 15:13

E' Amata ance da Avvocati - Giudici - e Renziani !

cotia

Mer, 07/11/2018 - 15:15

ma questi ce fanno o ce sono proprio tanto. Una volta avremmo detto poveracci nun capisono, ma oggi i poveracci siamo noi che purtroppo abbiamo messo questi ignoranti a gestire le nostre cose e la nostra esistenza . Spero e mi auguro che la lega faccia un gesto di orgoglio e li mandi tutti a farsi fott.... e rialzi così, nel parlamento, il livello di qualità intellettuale e di competenza facendoci tornare a votare.

Alessio2012

Mer, 07/11/2018 - 15:16

LA PRESCRIZIONE ESISTE PERCHE' I GIUDICI COMUNISTI NON HANNO NIENTE IN MANO, E PER NON ASSOLVERE PREFERISCONO PRESCRIVERE. SE LA TOGLI A BERLUSCONI GLI FAI UN FAVORE...

onurb

Mer, 07/11/2018 - 15:30

Oh Gigi, per fortuna che c'è la prescrizione. Diversamente un mio collaboratore, accusato da una signora di averle spappolato un molare con un pugno sferratole mentre era nel mio ufficio (accusa del tutto inventata per spillare soldi: € 50.000, la richiesta), avrebbe rischiato di finire in carcere ingiustamente. La mia testimonianza è avvenuta dopo 11 anni dai fatti inventati, quando ormai era intervenuta la prescrizione, senza che il giudice e l'avvocato della signora se ne fossero resi conto.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 07/11/2018 - 16:02

Già, compravendita da sinistra verso cdx...Però dal cdx a sinistra voi lo avete chiamato "ripensamento democratico". In quel caso, la magistratura è stata ben lontana dall'intervenire!

Ritratto di DAVIDEMODENA

DAVIDEMODENA

Mer, 07/11/2018 - 16:12

Ma a pensare che dietro tutto cia sia una manina di un magistrato che ha il nome che inzia per D e finisce per O?Secondo me se chiedete ai grillini quali sono i tempi della prescrizione l'80% non lo sa.

Rinascimento33

Mer, 07/11/2018 - 16:22

Non stimato Ministro Di Maio, non credo che al Sig Berlusconi Silvio necessiti la prescrizione dei reati dal momento che per l'età che ha (82 anni mi sembra...) non avrà alcun rischio di finire sotto processo giudiziario in Italia ma bensì è più probabile che debba finire sotto un "processo celeste" al cospetto di angeli, Santi e Giudice Divino. Se ne faccia una ragione di ciò! Per quanto concerne tutti gli altri cittadini italiani e non, Lei deve CAPIRE che il potere giudiziario è in mano alle Istituzioni e se esse non sono in grado di effettuare tre gradi di giudizio nei tempi adesso in essere, è bene che facciano tutti festa!!!!! Lei incluso se non lo capisce!!!!

Ritratto di DAVIDEMODENA

DAVIDEMODENA

Mer, 07/11/2018 - 16:31

IO PENSO CHE DIETRO A TUTTO CI SIA LA MANINA DI UN MAGISTRATO CHE HA IL NOME CHE INIZIA PER D E FINISCE PER O.SE IL DIRETTORE IN UNA TRASMISSIONE TV TROVA UN GRILLINO CHE PROVI A CHIEDERGLI I TERMINI DI PRESCRIZIONE,SECONDO ME ALMENO L'80% DI LORO NON LO SA

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

jonnytno

Mer, 07/11/2018 - 16:51

I processi vanno fatti per cose serie e non artefatte poi devono durare il tempo necessario ma mai per anni . DI MAIO FATTENE UNA RAGIONE TU NON SEI NEPPURE DEGNO DI NOMINARE CERTE PERSONE PRIMA LAVORA PRODUCI E NON ANDARE A SBAFO

Alessio2012

Mer, 07/11/2018 - 17:57

IL CAV MANCO TI CONSIDERA, BAMBOCCIO!

filgio49

Mer, 07/11/2018 - 18:18

Vai a cagare dimaio...cosa centra ancora Berlusconi!!Hai per caso paura di lui? Perché non vai a tirare in ballo anche Stalin, Napoleone, Hitler ecc.ecc. forse anche loro amavano la prescrizione..informati!!!

gianfri46

Mer, 07/11/2018 - 19:04

Ma perché il " bibitaro " non studia … L'ex magistrato Nordio dice che l'80 % delle prescrizione avviene prima del primo giudizio quindi lavori perchè questo non avvenga …. Bonafede ( bono questo..) accelleri tutte le attività che precedono il primo giudizio ….Manca proprio il buonsenso… E poi tira ancora in causa Berlusconi ….Proprio non sa a che santo attaccarsi...

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 07/11/2018 - 19:13

Inutile e dannoso...Parla ma farebbe meglio a rimanere zitto. Simpatico come un dente cariato, utile come un flato a stomaco vuoto...E.A.

carpa1

Mer, 07/11/2018 - 20:29

Finchè non si rivoltano come un calzino P.A ed istituzioni tutte non si andrà mai da nessuna parte dal momento che il PCI, poi DS, poi PDS, poi PD con tutte le sue frange del caso come centri sociali e simili, ha occupato, e neanche troppo occultamente, tutti i gangli dello stato. Una bella pulizia è ciò che serve prima ancora di qualunque altro provvedimento se vogliamo che sortiscano l'effetto voluto. E' ora di finirla col politically correct e pensare invece a riprendere in mano le redini del paese. Questo serve per eliminare la corruzione tipica dei paesi socio-comunisti instauratasi in Italia..