Ora non fateci sentire in colpa per quei morti

Gli immigrati vorrebbero essere accolti in strutture belle e attrezzate. Ma se in Italia si sta male, perché vengono qui?

Certi naufragi, ormai all'ordine del giorno, non aiutano gli italiani a rinfrancarsi il morale. Il bollettino quotidiano degli annegati in Mare nostrum è raggelante anche per chi si sia cucito addosso un abito di cinismo. Personalmente, quando in tivù scorrono le immagini di uomini, donne e perfino bambini tratti in salvo dalle onde, devo deglutire per non farmi sorprendere dalla strozza. Tutti abbiamo un cuore, talvolta malandato. E ci chiediamo cosa potremmo fare per evitare il ripetersi scoraggiante di tante tragedie, tutte uguali.

Data l'inesistenza di una soluzione radicale, chiunque - politici, opinionisti, militari, vigili urbani e avventori del bar Commercio - si esercitano in proposte, comprese le più stravaganti: dal blocco navale (dove?) alla distruzione dei barconi in procinto di salpare, e mi fermo qui per pudore. Da anni siamo alle prese col problema e non siamo mai riusciti a passare dalle parole ai fatti, se si escludono i respingimenti maroniani, efficaci sino a che non abbiamo avuto l'idea astuta di dichiarare guerra alla Libia e di far secco Gheddafi, l'unico che tenesse in pugno (di ferro) la situazione.

Adesso addirittura Matteo Renzi si è accorto della necessità di intervenire e ha pensato di neutralizzare gli scafisti, uno dei quali - per sottolineare la sciatteria della nostra burocrazia - è sopravvissuto all'affondamento di un battello e si è scoperto essere un rifugiato in Italia, con regolare permesso di soggiorno. Invece di lavorare, si arricchiva quale trasportatore e trafficante di esseri umani. Un mestiere redditizio. A costui che punizione infliggeremo? Tre settimane di carcerazione preventiva, poi la libertà provvisoria, quindi chi si è visto si è visto. Solidarietà, generosità e ospitalità sono i sostantivi più abusati nella presente congiuntura. Costa poco apparire buoni, ancor meno buonisti. Ma i connazionali costretti a dividere il poco che hanno con una massa crescente di immigrati, prevalentemente islamici, dopo un periodo di sopportazione cominceranno a protestare e faranno la figura dei cattivoni o dei leghisti salviniani, che è anche peggio.

Naturalmente la predica non muta mai: accogliere i disperati, dare da bere agli assetati e da mangiare agli affamati. Ogni tanto rispolveriamo il Vangelo, i cui principi ci convincono in teoria; in pratica però preferiamo che ad applicarli siano gli altri, il popolo che mugugna e spesso impreca perché prima dell'invasione campava male e ora non campa più. Pretendere da un Paese in bolletta, ricco solo di disoccupati e di sottopagati, che sia pronto a soccorrere migliaia di africani e similari, e a farlo senza brontolare, è assurdo.

I benpensanti di sinistra e i cattolici di facciata guardano con disprezzo a chi non tollera i rom e i clandestini. Basta leggere i giornali e seguire la tivù per comprendere che i padroni dell'informazione e gli inquilini del Palazzo, oltre a dire che ha ragione il Papa nel predicare che bisogna aiutare i poveracci, non sanno fare alcunché: sono impotenti, hanno il terrore di cadere nel politicamente scorretto. I commenti degli editorialisti inducono i lettori o gli ascoltatori a coltivare sensi di colpa. Il cittadino medio è colto dal dubbio: non sarà che sono egoista perché non cedo una stanza del mio appartamento a una famigliola di colore? Ingenuità beata. Bergoglio e Mattarella hanno sbarrato la porta delle loro nobili dimore. Già. Sentirsi in colpa sta diventando il denominatore comune della nostra gente. Se poi si aggiungono le critiche all'Italia piovute da ogni parte (dall'Europa inerte agli indignati Stati Uniti), c'è da perdere la trebisonda.

Gli stessi immigrati si innervosiscono facilmente: lamentano un trattamento poco riguardoso nei loro confronti. Ambirebbero a essere accolti in strutture più attrezzate, belle, capaci di fornire cibo di qualità. Magari hanno pure ragione dato che a gestire l'accoglienza sono cooperative (mafiose?) abili nella speculazione sui poveracci. Tutti ci sgridano e noi ci scusiamo balbettando. Forse sarebbe sufficiente dire: cari amici, se in Italia si sta tanto male, perché venite qui?

Al governo suggeriamo di fare un salto in Spagna, che è più vicina all'Africa dell'Italia, o in Australia (di tradizione culturale anglosassone), per verificare quale sia il metodo migliore allo scopo di non farsi assaltare dai profughi. Spagna e Australia infatti non sono mete gradite a costoro. Perché? Aprire gli occhi.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 22/04/2015 - 16:44

Bravo Feltri! concordo ovviamente con le sue parole, ma le dirò che anch'io un po' mi sento in colpa. La mia colpa, come quella di tutti gli altri Italiani è di coglionaggine reiterata e aggravata, senza attenuanti. Io però, se mi danno del "Leghista Salviniano" o del "Fascista" non solo no mi offendo, ma ringrazio sentitamente. Cordiali saluti, Direttore!

linoalo1

Mer, 22/04/2015 - 16:49

Evidentemente,a casa loro erano abituati meglio!Questi Immigrati,sono solo degli ingrati!Forse,nella loro infinita ignoranza,non hanno capito cosa è successo nel Mondo negli ultimi anni!Viste le lamentele,viene spontaneo chiedersi:che siano Comunisti?

magnum357

Mer, 22/04/2015 - 17:06

Vengono qui semplicemente perchè i komunisti offrono tutto dal vitto e alloggio 4-5 stelle con fitness, piscina, vista mare e monti, ricarica cellulare pocket money !!!! In più hanno l'esenzione dalla galera per qualsiasi reato commettano !!!!

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 22/04/2015 - 17:10

Caro Direttore, analisi come sempre corretta, tuttavia mi permetto di far notare che la gente normale é ormai stufa di tutto questo andazzo anti-italiano e non intende piú accollarsi falsi sensi di colpa. Il pericolo é che tutta la rabbia compressa si trasformi in una nuova notte di S. Bartolomeo....!! Cordiali saluti !

Squalo2

Mer, 22/04/2015 - 17:25

Questa è ne più ne meno una occupazione strisciante!Quando decideranno di agire,per tutti noi,saranno cavoli amari.Grazie a quelli che fanno elemosina con i quattrini degli altri.

montenotte

Mer, 22/04/2015 - 17:30

Perché qui non c'è lavoro ma sopra tutto, vengono qui perché si viene mantenuti a vita a spese nostre. Chiamati stupidi

ben39

Mer, 22/04/2015 - 17:42

Il Santo Padre fa il suo dovere di pontefice moderno consono al Vangelo del 'porgere l'altra guancia', ma l'Italia e l'Europa non sono lo Stao Pontificio, che tra l'altro in passato ordiva le crociate preventive anti invasione dei musulmani. Questa in atto è una nuova guerra dell'Islam (paesi del golfo, Turchia e Iran, tutti uniti) all'Occidente che vuole conquistare con mezzi inumani proclamando il Grande Califato entro il 2030, usando la vetusta tattica militare greca del Cavallo di Txxxa: i soldati entrati nel cavallo si trasformano in nemici assassini e vittoriosi... Per quanto riguarda la solidarietà fraterna verso i deboli e i rifugiati, bisognerebbe dire che individualmente si soccorre e si aiuta il bisognoso, perché la nostra coscienza cristiano umanista ce lo impone ( mentre quella isalmica no), ma spalancare le porte di Txxxa ai Greci, senza nenache un cavallo di legno, mi sembra un segno di ingenuità e non di cattiveria.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mer, 22/04/2015 - 17:45

Certo, ci sono tante case che si possono fare, per aiutarli. Addittivare tutto il cibo, loro destinato, con congrui quantitativi di anticioncezionali, ad esempio. Cosa che dovevamo fare, da anni, ad ogni invio viveri. Limitare la "pressione", insomma. Agli scaldabagni mettiamo il "termostato", altrimenti scoppierebbero tutti.

mila

Mer, 22/04/2015 - 17:45

@ danutaki -La nuova Notte di S.Bartolomeo non ci sara', perché gli Italiani non hanno le armi.

vince50

Mer, 22/04/2015 - 17:53

Perché vengono qui?capirlo è di una facilità disarmante.Perchè la fama(per adesso e prossimamente fame)è nota a tutti.Perchè siamo invertebrati,marionette,gente senza palle e incapaci di farci rispettare.E come se non bastasse,diamo la massima disponibilità accoglienza mantenimento ben sapendo che non potranno lavorare e quindi mantenuti a vita.Però probabilmente rappresentano futuri votanti a favore dei soliti noti,ciò che conta è che siano mantenuti da tutti per garantire il futuro politico dei rossi.

pinopalazzi

Mer, 22/04/2015 - 17:54

Eg. Dott. Feltri concordo con la sua disamina, aggiungerei pero' che questi signori mangiano 3 volte al giorno, (moltissimi nostri concittadini non riescono a farlo nemmeno una volta) moltissimi concittadini non hanno una casa in cui stare (il ministro dell'interno obbliga i sindaci a trovarne per i clandestini), hanno telefoni e pretendono le carte pagate ma chi devono chiamare visto che fuggono da guerre come dicono loro? Detto queste poche cose le devo fare una bella ammenda, Lei che è' un giornalista dovrebbe ben conoscere la nostra lingua, ma dimostra di non capirne le parole. Tre parole : SONO UNA RISORSA. Quando molti più' in alto di me o di Lei dice questo Sa bene a cosa si riferiscono, noialtri Lei compreso non capisce = Soldi moltissimi soldi per loro e le loro congreghe sia politiche che ecclesiastiche. Quindi prepariamoci al peggio.

pinopalazzi

Mer, 22/04/2015 - 18:03

Chiedo scusa ma devo aggiungere ancora una cosa. In India abbiamo in ostaggio due nostri soldati ancora non si decidono su cosa incriminarli, ( dicono loro ) forse hanno sparato a due pescatori, ma non abbiamo potuto vedere nulla di quanto dicono. I TG delle 13 hanno fatto sapere che i signori scafisti hanno dovuto avere l'interrogatorio di garanzia con tanto di avvocato di ufficio pagato da noiiiii e domani ancora un interrogatorio davanti al GIP sempre con l'avvocato. Abbiamo poi sentito che fumavano droga quindi di sicuro non capaci di intendere e volere, ergo tra 10 giorni al massimo saranno liberi. Siamo la barzelletta del mondo.

pinopalazzi

Mer, 22/04/2015 - 18:03

Chiedo scusa ma devo aggiungere ancora una cosa. In India abbiamo in ostaggio due nostri soldati ancora non si decidono su cosa incriminarli, ( dicono loro ) forse hanno sparato a due pescatori, ma non abbiamo potuto vedere nulla di quanto dicono. I TG delle 13 hanno fatto sapere che i signori scafisti hanno dovuto avere l'interrogatorio di garanzia con tanto di avvocato di ufficio pagato da noiiiii e domani ancora un interrogatorio davanti al GIP sempre con l'avvocato. Abbiamo poi sentito che fumavano droga quindi di sicuro non capaci di intendere e volere, ergo tra 10 giorni al massimo saranno liberi. Siamo la barzelletta del mondo.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 22/04/2015 - 18:11

Articolo da condividere in toto. Personalmente, se mi dessero del fascista, mi sentirei onorato.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 22/04/2015 - 18:12

Infatti non è proprio il caso di sentirsi in colpa, e perché mai. Non si può continuare per generazioni ad insegnare a pescare a chi di impugnare la canna da pesca non ne vuole sapere.

damicodatri

Mer, 22/04/2015 - 18:19

Grande Feltri come sempre!I nostri politici sanno fare solo discorsi demagogici e non sanno che pesci pigliare.Anch'io mi faccio la stessa domanda:ma se in Italia sono trattati male(!), che ci vengono a fare?C'è la Grecia, la Spagna, Marbella, Majorca etc,etc, che andassero là!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 22/04/2015 - 18:19

Stavolta d'accordo con Feltri al 100%, soprattutto sulla Libia. Eppure, ancora ieri sul Corrierone, un giornalista che passa per genio per aver applicato per primo il termine casta ai politici parlava di "sciagurato patto con Gheddafi". Sciagurato perché? Perché con lui i profughi non partivano (e non annegavano)? E ricordiamo, visto che ci siamo, chi è responsabile di aver trascinato l'Italia nella sciagurata avventura libica che ha portato alla caduta e al linciaggio del colonnello: presidente della repubblica Napolitano (che osò parlare di risorgimento libico), PdC Berlusconi (che lasciò fare per debolezza), ministro degli esteri Frattini (sperava in una ricompensa che non ha avuto: la segreteria Nato), ministro della difesa Ignazio La Russa... La colpa del disastro, purtroppo, non è solo di Renzi e di Half-ano.

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 22/04/2015 - 18:23

@ mila.....all'epoca solo asce e pugnali....e tanta rabbia repressa !!

eloi

Mer, 22/04/2015 - 18:24

Nel loro paese per mangiare si dovevan buscare lòa pagnotta lavorando. Qua si la buscano giocando a calcetto nelle corti degli alberghi. Non pretenderanno mica che abbiano anche spettatori paganti?

kayak65

Mer, 22/04/2015 - 18:26

Io che non voto sinistra sono con la coscienza a posto. non credo che i caproni rossi possano dire lo stesso. sempre che ne abbiamo una

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 22/04/2015 - 18:29

Che stiano a casa loro e non vengano a rompere. La colpa è dei compagni i quali li incitano, dicendo loro : "tu hai dei diritti quindi falli valere"

maryforever

Mer, 22/04/2015 - 18:37

VENGONO IN ITALIA PERCHE' SONO BEN ACCOLTI.PERCHE' NON SBARCANO IN GRECIA, SPAGNA, TURCHIA???????

onurb

Mer, 22/04/2015 - 18:40

Non mi sento affatto in colpa: i buonisti ipocriti e politicamente corretti possono dire ciò che vogliono; ciò che dicono non mi potrebbe interessare di meno. Non capisco perché gli Italiani dovrebbero sentirsi in colpa. Vengono spolpati dal governo mediante una tassazione che è da record mondiale, anche per soccorrere tutti questi cosiddetti migranti. Quindi gli Italiani in tutto questo andirivieni non ci guadagnano nulla. Chi ci guadagna sono proprio i buonisti, e perciò li chiamo ipocriti, che sulla pelle dei "migranti" fanno affari d'oro: più che con la droga. I "migranti" viaggiano a loro rischio e pericolo e devono essere informati che non sono graditi. Anche gli Italiani hanno fatto gli emigranti, ma non avevano la Marina USA o di qualche altra nazione che li andava a prelevare in mezzo al mare. Viaggiavano a spese proprie fino a destinazione e là si sottoponevano disciplinatamente a tutti i controlli stabiliti dalle autorità locali.

maryforever

Mer, 22/04/2015 - 18:45

PER TOMARI. Essere fascisti e' un onore perche' quella parola sottintende ordine,al contrario di essere pidioti, cioe' confusione.

maryforever

Mer, 22/04/2015 - 18:47

PER TOMARI. Essere fascisti e' un onore perche' quella parola sottintende ordine,disciplina, lealta'.

timoty martin

Mer, 22/04/2015 - 18:49

Personalmente non sento di dovermi ne scusare e nemmeno di sentirmi colpevole. Di che? Mi rammarico di appartenere ad un Paese il cui governo non ha saputo essere lungimirante e capire in quale guaio si è messo. Mi rammarico di avere governanti incapaci e chiacchieroni. I lamenti degli immigrati? non li voglio ne sapere ne sentire. Non sono contenti, tornino a casa propria anche a nuoto. Ma almeno stiano zitti.

NON RASSEGNATO

Mer, 22/04/2015 - 19:01

Caro Feltri, io non mi sento assolutamente in colpa nel non voler mantenere questi bei giovanottoni dalle spalle larghe che ci prendono per fessi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 22/04/2015 - 19:03

Sentirmi in colpa? Neanche per idea! Sono solo molto arrabbiata per il fatto che subiamo passivamente questa situazione vergognosa.

zzr1400

Mer, 22/04/2015 - 19:16

Il conformismo e l'ipocrisia della stragrande maggioranza dei media italiani è incredibile,quando esponenti della lega hanno cominciato a parlare di fermare i barconi dei clandestini quasi davano ad intendere che si parlasse di affondarli con le persone dentro!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 22/04/2015 - 19:19

Da bagnino ho soccorso decine di persone, a volte rischiando la mia incolumità come può capitare a chi è del mestiere, nello stesso ambito ho incontrato molte persone che si erano procurati svenimenti, infarti, ferite e la principale causa dei loro malanni e dei pericoli accorsi è la noncuranza dei rischi, seguita da imprudenza e imperizia. Dei morti in mare quindi, per quanto non faccia mancare una preghiera per loro, me ne frego, hanno scelto male dove andare. Su come vengono accolti invece mi incaxxo e vorrei vedere gli albergatori in galera. Risulta evidente che le spedizioni siano organizzate criminali e quindi, così come chi gode di una situazione creata da mafiosi, sono complici diretti o indiretti. Mi incaxxo perché vedo orde di nxxxi a prendere il sole fuori da qualche alberghetto fallito in valli di confine sperdute, dove i giovani di ogni origine è senza lavoro, e sussidiaria con 30 denari al giorno vitto e alloggio a sfregio dei poveri.

Aristofane etneo

Mer, 22/04/2015 - 19:26

Un sentito "vaffa" a chi vorrebbe farmi sentire in colpa per quei poveretti ai quali il destino cinico e baro ha impedito di godere di vitto, alloggio e cure mediche a gratis del Paese di Bengodi dove regna sovrana la ferocia dei "Buoni della Terra".

Opaline67

Mer, 22/04/2015 - 19:26

Per me essere chiamata leghista o salviniana é un onore ed in colpa non mi ci sento neppure remotamente

Aristofane etneo

Mer, 22/04/2015 - 19:31

Umana commiserazione per i morti, disprezzo per i farabutti della Terra che dissanguano noi Italiani con il loro buonismo e tanta simpatia per quel giovane del mio paese (sulle falde dell'Etna)che, infreddolito, se non riusciva a vendere i carciofi che aveva nella moto ape quel giorno avrebbe mangiato solo carciofi.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mer, 22/04/2015 - 19:39

perchè sanno che siete dei fessi.Vengono lì.

Giovanni2.1

Mer, 22/04/2015 - 19:49

Pare che in seguito alle decisioni della UE i clandestini verranno rispediti in libia, e qui la vedo dura convincerli.

Prameri

Mer, 22/04/2015 - 19:51

Bravo Feltri! Sono il Vaticano e il Quirinale a doversi sentire in colpa perché stanno innescando una prossima guerra fra poveri, anzi stanno aiutando la penetrazione del nemico sia civile che religioso. Come giudicheranno i futuri cristiani il clero presente che svende o meglio dà via la tradizione cristiana in omaggio solo alla carità impossibile del salvare il mondo? Il primo dovere dei cristiani era annunciare Cristo non accettare in casa la rigidissima religione musulmana. Al tempo di Gesù Cristo l'oriente era pieno di lebbrosi. Cristo avrebbe potuto soccorrerli tutti ma non l'ha fatto: non era quello il suo compito. (continua)

Prameri

Mer, 22/04/2015 - 19:52

La legge dice ama il tuo prossimo come te stesso non più di te stesso. Amarlo più di se stesso significa suicidarsi. Il vaticano si sta suicidando ma non ci crede e non se ne accorge. E consiglia il suicidio all'Italia e alla Grecia. Lo stesso vale per il Quirinale o ciò che rappresenta l'élite. Il Quirinale non dovrebbe ogni tanto aprire le porte ai visitatori, ma dovrebbe mettere a disposizione le sue stanze ogni sera agli italiani che, senza lavoro e senza casa, dormono per terra nelle strade, nelle stazioni, negli aeroporti. Dopo potrebbe permettersi di essere generoso col 'prossimo'.

simonemartini

Mer, 22/04/2015 - 20:20

Condivido in pieno. Una cosa è certa chi ci governa odia gli italiani!

michetta

Mer, 22/04/2015 - 20:30

Caro Feltri, dovresti conoscere le lingue varie, che questi invasori parlano (RIFIUTATI DAI PAESI VICINI AI LORO, ricordiamolo sempre!) per poter ripetere, queste raccomandazioni a loro, personalmente! Che tu le scriva su questo foglio, va bene, ma come si suol dire, SFONDI UNA PORTA APERTA! Tutti noi Italiani, auspichiamo, da sempre ormai, che la nostra DIFESA, ci difenda e non che offra passaggi ai clandestini e possibili terroristi, facilitando il lucro delle varie Onluis, Caritas ed amici dei vari Pd, Sel, Boldrini ed opportunisti vari, esistenti su questa nostra cara Penisola. GO SALVINI, GO !!!!!!

salvatore40

Mer, 22/04/2015 - 20:37

Io penso che ognuno debba fare il suo mestiere.Purtroppo siamo inceppati dall'ipocrisia e dall'incoerenza.Per esempio,in Siria si battono in guerra civile piissima il musulmano Assad e i musulmani Isis. E Allah dove sta? Perché le religioni non si mobilitano tutte per proclamare la cosa più semplice :chiudiamo per un anno moschee,chiese e sinagoghe. Vediamo se va meglio per l'umanità! Solo provare. Dio ci guarda tutti. Anche i barconi in fondo al mediterraneo.

bruno.amoroso

Mer, 22/04/2015 - 21:11

se nei CIE si sta così bene mi chiedo che aspettate a mandarci i vostri figli!

giovannibid

Mer, 22/04/2015 - 21:11

la colpa non è del POPOLO ITALIANO ma dei governati INCAPACI INCOMPETENTI E VIGLIACCHI

forbot

Mer, 22/04/2015 - 21:27

Vedrete, prima o poi, tutti questi morti li caricheranno sul groppone agli italiani. Infatti ci diranno; se avessimo detto, o " fatto capire," subito che l'accoglienza non l'avremmo fatta, es: come la Spagna, tutta questa gente poteva essere ancora viva sapendo che non venivano accolti. Non capisco perchè in Africa, che è così vasta, non ci sia un posto dove sistemare tutta questa gente in fuga dalle guerre e inviargli gli aiuti necessari sulla loro terra. Avremmo evitato sicuramente gli inevitabili problemi che sorgeranno per la ns. poca lungimiranza.

marcs

Mer, 22/04/2015 - 21:33

Io, oltre che sentirmi in colpa in quanto abitante di Gaia (per gli ignoranti Gaia è il nostro pianeta), mi vergogno di essere italiano, ma vorrei che tutti sapessero che i lettori di questo obbrobrio chiamato "il giornale" non rappresentano né me né la maggioranza degli italiani. Vorrei inoltre chiedere scusa ai migranti per le parole indegne della Putt...santanchè e dell'ignorante nullafacente Salvini. Saluti comunisti

opinione-critica

Mer, 22/04/2015 - 22:56

L'Europa ha deciso che l'Italia deve essere un paese dove poter scaricare la feccia del mondo, i partiti al governo non contestano in Europa ma fanno gli elemosinanti, in questo modo si ingraziano quelli che contano, chi conta può eliminare chi non è d'accordo sulla loro linea politica; il caso Berlusconi è uno degli esempi più lampanti.

michetta

Gio, 23/04/2015 - 12:13

La foga ed il livore, con i quali, il nominato MARCS, maledettissimo comunista e schifosissimo essere che vegeta su questa TERRA, dimostra, che non e', ne' puo' essere accomunato a NESSUNO di quelli che, su questa TERRA, ci vivono e lavorano per il bene del PROSSIMO e della TERRA stessa! Ovviamente, e' bene ricordare al rosso MARCS, che il PROSSIMO e' in primis la famiglia, poi gli amici, poi, i compaesani e concittadini, indi i corregionali e connazionali! E siccome, dopo tutta questa gente, dovrei aver speso tutto quello che possiedo, mi dici come caxxo farei a mantenere anche i tuoi amici che vengono dal nordafrica, senza che nessuno li abbia invitati? Forse tu possiedi una Onlus? Ci lucri sopra? Mbe', sappi che da questo momento, non versero' nemmeno piu' l'8 x mille per i tuoi amici cari.....