Orlando convince i cattolici, l'ex premier trema

Dopo Cuperlo il Guardasigilli incassa l'ok di lettiani e Fioroni. E pure la Cirinnà è tentata

All'assemblea di Sinistradem a Roma Gianni Cuperlo annuncia l'appoggio ad Andrea Orlando per la segreteria Pd. Orlando canta Bella Ciao, ma cita anche Papa Francesco e parla di un «Partito democratico e popolare». Il ministro della Giustizia dice di «essere di sinistra, ma di voler rappresentare tutto il Pd». E si propone, ancora una volta, come un candidato «inclusivo». Spiega Cuperlo: «Andrea è l'unico in grado di mettere in sicurezza il partito». Per la messa in sicurezza dei democratici c'è bisogno di un raggruppamento ampio, che comprenda anche l'anima cattolica e popolare del Pd. Gianni Cuperlo, i Giovani Turchi e tutta la sinistra non scissionista non bastano. Le voci di un soccorso bianco si rincorrono, sempre più insistenti: «La candidatura di Orlando si sta allargando a un fronte di estrazione popolare - dice un autorevole cuperliano - c'è una parte degli ex popolari che ha sempre mal digerito Matteo Renzi».

E circola il nome di Beppe Fioroni, che a breve potrebbe annunciare il suo sostegno al Guardasigilli. L'ex ministro della Pubblica Istruzione nell'ultimo governo Prodi era l'unico contrario in Direzione (fine febbraio del 2014) all'entrata del Pd nel Pse. Una svolta considerata dall'ex Ppi «un errore grave». Ora, invece, la possibile corsa insieme al «togliattiano» Orlando. Lo smottamento dei cattolici verso il ministro della Giustizia sarebbe particolarmente forte sulla città di Roma, con l'ex vicesindaco e ex deputato Enrico Gasbarra, pure lui di provenienza popolare, pronto a convergere sul Giovane Turco. Anche se le adesioni «non dovrebbero arrivare in blocco, ma con una serie di dichiarazioni singole e a titolo personale». Arriva così anche l'endorsement della giachettiana Ileana Argentin: «Ho informato Roberto Giachetti della mia scelta di sostenere Orlando, ma lui non mi ha risposto». E Fioroni? «Sta venendo con noi». Dalla Margherita, con trascorsi nei Giovani Popolari, arrivano i lettiani Marco Meloni e Alessia Mosca.

Mentre AreaDem di Dario Franceschini è sempre terremotata. La scelta ufficiale è quella di appoggiare Renzi, ma i franceschiniani sono una pattuglia dai numeri importanti, formata sia da ex Ds sia da ex Margherita, e non tutti sono convinti del sostegno all'ex premier e segretario uscente. Alcuni Giovani democratici sono tormentati e non sanno se puntare su Renzi o su Orlando. Dice uno di loro: «Emiliano continua a essere debole nella struttura del partito, lo stesso discorso vale per la giovanile, sostanzialmente divisa a metà tra Orlando e Renzi, con il primo in costante ascesa». Tra i transfughi di area moderata, invece, gira anche il nome di Nello Formisano, con trascorsi nella Margherita e nell'Idv. Monica Cirinnà cattolica non è ma di certo era renziana: «Non ho ancora deciso chi appoggiare» glissa, ma il sostegno a Matteo Renzi non è più una cosa scontata. Tra i toscani con Orlando c'è il senese Aldo Berlinguer, figlio di Luigi, ex assessore regionale esterno nella Basilicata del renziano Marcello Pittella, e già consigliere Mps. Il cuperliano Andrea De Maria, deputato di Bologna, annuncia con entusiasmo il supporto al ministro della Giustizia da parte del sindaco del capoluogo emiliano Virginio Merola, un altro che nel 2013 aveva scelto Renzi. Tra gli obiettivi della mozione del Giovane Turco c'è quello di «cambiare tutte le regole interne del Pd, a partire dalle primarie aperte ai non iscritti, ma per farlo bisogna vincere il congresso». Nell'attesa, Orlando sfoglia la Margherita.

Commenti

tonipier

Dom, 05/03/2017 - 09:58

"EMERGERE EMERGERE EMERGERE" In tutte le epoche sotto tutte le latitudine ci sono stati, ci saranno sempre i traditori...che vorrebbero emergere. Quando una nazione od un popolo dispone di una minoranza capace di reimpugnare la fiaccola degli ideali civici e della dignità etnica, le epoche di decadenza che inficiano la sua vita e la sua storia sono destinate a concludersi, ad esaurirsi per cedere il posto all'imperio del nuovo ordine, del nuovo corso storico.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 05/03/2017 - 10:33

Si trema con l'87% che lo voterebbe!!!Di Sanzo si contenga. pensi un poco al suo cdx che ormai non esiste più.

elpaso21

Dom, 05/03/2017 - 10:44

Ma perchè Renzi dovrebbe tremare, non si era dimesso?

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 05/03/2017 - 10:57

si trema con l'85%, lo avete scritto voi non io e basta censure

edo1969

Dom, 05/03/2017 - 11:24

il pd è morto

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 05/03/2017 - 11:51

Questo lo scrivevo il 2 gennaio scorso. Nessuno dice che nel pd c'é la vera guerra: quella dei komunisti con i cattocomunisti. Bisogna ricordare che il pd era in origine formato dai komunisti al 17% (nazionale) e la margherita all' 8% (nazionale). Un democristiano (margherita) che tiene il comando nel partito non é digerito dai compagni. Una volta risolta questa guerra con i giusti equilibri di forza, il PAGLIACCIO sparirà e tutto rientrerà nella norma; cioé il pd a comando komunista .

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 05/03/2017 - 12:06

@riflessiva: L' 85% del nulla! Cioè = Zero.

unosolo

Dom, 05/03/2017 - 12:31

poverina , è sempre qui a lamentarsi , quale motivo avrà ? pagata per lamentarsi sicuramente ma come mai se non piacciono articoli e chi li mette in discussione non sloggia dai suoi editori amici e compagni ? li non danno spazio a lamentele il regime lo vieta,.

treumann

Dom, 05/03/2017 - 12:33

Scusatemi ma, senza parteggiare per Renzi, io sono cattolico ma non mi riconosco affatto in Orlando, pur avendo per lui il massimo rispetto. Ci sono troppi aspetti della linea politica, ed anche della persona, che non mi convincono. E' lecito il dissenso, o no?

vinvince

Dom, 05/03/2017 - 13:00

Basta parlare della sinistra, la rovina dell'Italia !!! Liberiamo la nazione da questa gente !!! Dalla magistratura politicizzata, dalle ideologie gender , dai loro intrallazzi a 360'gradi ... BASTA !!!'

ghorio

Dom, 05/03/2017 - 13:07

In soccorso di Renzi poi arrivano gli elettori dell'area di centrodestra, magari mobilitati da Forza Italia. Solo in Italia succedono queste cose sulle primarie: lo abbiamo visto nella lotta tra Bersani e Renzi.IN ogni caso in questo periodo la visibilità del Pd è enorme, anche se si guardano bene di discettare e confrontarsi sui problemi degli italiani.

dietelmo

Dom, 05/03/2017 - 15:05

A cominciare i cattolici non dovrebbero lasciarci convincere da queste sirene rosse. Sono sempre comunisti e li dimostrano anche con le loro leggi cosiddette "progressiste" cioè contrarie alla morale cattolica. Bindi, Alfano, Prodi, Formigoni e chi più ne ha più ne metta, tutti venduti all'altare della poltrona rossa.

Tobi

Dom, 05/03/2017 - 15:35

e se i cattolici si lasciano convincere dai diavoli (travestiti da belle personcine), siamo messi proprio bene!

Ritratto di giordano49

giordano49

Dom, 05/03/2017 - 15:47

l'ex premier trema ! (renzino il clandestino. MAI riconosciuto dal POPOLO SOVRANO ) sente un'aria malsana ! Continuano gli esodati nel PD ! avanti il prossimo...prego mettersi in fila ...!!!! tocca a.......(segue) ! ognuno ha quel che si merita !alleluia..!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Dom, 05/03/2017 - 16:59

ma che la smettano gli ex democristiani e i cattolici di tenere bordone ai komunisti marxisti provenienti dalla vecchia scuola di partito di via delle frattocchie!!!

tonipier

Dom, 05/03/2017 - 16:59

" IN ITALIA NON TREMA NESSUNO SONO TUTTI SOTTO COPERTURA" Solo il cittadino rischia per d'avvero in questo Stato di m....