Padoan: "Manovra in regola con l'Ue". Ma la Uil minaccia sciopero

Il ministro dell'Economia: "Domani legge di Stabilità al Quirinale". Il sindacato: "Sblocco contratti statali o in piazza senza rispettare vincoli"

Domani mattina la legge di stabilità arriverà al Quirinale. Lo assicua Pier Carlo Padoan che a In mezz’ora difende la sua manovra e sostiene di non temere bocciature: "I colleghi europei mi hanno detto che andiamo nella direzione giusta", ha spiegato, "Il deficit-pil continua a scendere, l’obiettivo strutturale continua a migliorare. Il programma delle riforme è importante. Noi pensiamo di essere assolutamente in regola".

Per quanto riguarda le norme per il lavoro, poi, il ministro dell'Economia assicura che con le nuove misure potrebbero crearsi 800mila nuovi posti di lavoro. "Potremmo sbagliarci per difetto", ribadisce a Lucia Annunziata ricordando che lo sgravio triennale sui contributi riguarderà tutti i nuovi contratti a tempo indeterminato fino a 1200 euro netti. Anche per quanto riguarda i fondi pensione Padoan non ha dubbio: l’adeguamento della tassazione è inferiore ad altre categorie, ma "si collega a una filosofia di adeguare il trattamento ai valori medi europei".

Intanto la Uil è già sul piede di guerra. "I contratti collettivi di lavoro del pubblico impiego sono fermi al 2010. Ebbene, se lo Stato non rispetta gli accordi, anche noi ci sentiamo sciolti dal rispetto di quegli stessi accordi e, dunque, non terremo più conto dei limiti previsti per gli scioperi nel settore", minaccia il segretario generale aggiunto, Carmelo Barbagallo.

"Il paese è bloccato da due decenni", replica a distanza Padoan. "La responsabilità è di tutti, anche dei sindacati. Il paese va sbloccato. Abbiamo fatto sgravi fiscali, ora le imprese ne traggano le conseguenze investendo e creando occupazione".

Intanto anche il Garante per gli scioperi avverte la Uil: "La dichiarazione non può essere produttiva di effetti, salvo cadere nell’illegittimità, che l’Autorità non esiterebbe a sanzionare", dice il presidente Roberto Alesse, "Non rispettare l’accordo significa non rispettare gli utenti, danneggiandoli".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 19/10/2014 - 16:36

"I colleghi europei mi hanno detto che andiamo nella direzione giusta". Basterebbe già solo questo "riconoscimento" della UE per far venire i brividi lungo la schiena... Ma il poverino è troppo abelinato per "darsela".

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 19/10/2014 - 16:57

Questo è un'altro fallito come martimer, tutto ciò che NON andava fatto lo ha fatto e ora proprio come mortimer vede anche la luce in fondo al tunnel, senza rendersi conto che è solo il treno che arriva, purtroppo lui farà in tempo a scansarsi, mentre noi no! D'altra parte questi buoni a nulla sono stati messi la dal peggior presidente della repubblica di sempre, per far fallire l'Italia, mica per salvarla.

Ettore41

Dom, 19/10/2014 - 17:01

Si bravi fate sciopero che cosi' il PIL aumentera' nel 2050.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 19/10/2014 - 17:09

""Il paese è bloccato da due decenni"(facciamo tre), replica a distanza Padoan. "La responsabilità è di tutti, anche dei sindacati. Il paese va sbloccato"...(E fin qui,ci siamo)...."Abbiamo fatto sgravi fiscali, ora le imprese ne traggano le conseguenze investendo e creando occupazione"....E qui non ci siamo,perchè avete fatto in pratica NIENTE,il solletico,ad un malato terminarle,in coma,quando ci sarebbe voluta una scossa da 20.000 VOLT!!!

Ritratto di Maximilian47

Maximilian47

Dom, 19/10/2014 - 18:11

Dopo 60 anni di manovre e finanziarie " contro il popolo " se ne aggiunge un'altra che sembra fatta apposta per compiacere l'europa dei trattati capestro, delle finanze speculative e dei banchieri. Non c'è traccia che vada nella direzione giusta, ovvero uno Stato che obbedisce alla sua Costituzione, uno Stato che riconosce la sovranità al popolo e che di conseguenza promuova il benessere di cittadini e imprese. Questo Stato continua le politiche di rapina e di saccheggio delle misere buste paga, 1000 operai al giorno vanno a casa senza speranza di un futuro ..... ai 9 milioni di morti di fame se ne aggiungerano presto 12 quando le " riforme " doneneranno ai nuovi pensionati meno del 50% del loro stipendio attuale .... uno stato così va smantellato e ricostruito cominciando ad eliminare l'orrendo carrozzone delle regioni vero pozzo di San Patrizio del debito sovrano .... prima si comincia a mandare a casa la casta e la classe imprenditoriale più arraffona d'europa meglio è!

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Dom, 19/10/2014 - 18:46

800 000 posti di lavoro? .....eh no caro Padoan, allora voto per Berlusconi ....lui ci aveva promesso un milione.

nerinaneri

Dom, 19/10/2014 - 18:52

...'il paese e' bloccato da due decenni'...quindi, 20 anni fa...mi viene in mente qualcuno...che l'abbia detto apposta?

beale

Dom, 19/10/2014 - 19:18

posti di lavoro..........pubblici!!!!!!!

manolito

Dom, 19/10/2014 - 19:33

800 MILA POSTI DI LAVORO????MA DOVE LI TROVA --AH FORSE COME FORESTALI ,,NE ABBIAMO UN GRAN BISOGNO,--OPPURE COME STATALI SONO SOLO 4 -5 MILIONI DI CUI CHI LAVORA Sarà IL TRENTA PER CENTO--COSTORO NON HANNO IL MINIMO SENSO DI Responsabilità---PERò NON SONO STATI ELETTI---

celuk

Dom, 19/10/2014 - 20:08

800 mila? forse si vergognava di parlare di un milione...

jeanlage

Dom, 19/10/2014 - 20:28

Un bello sciopero del pubblico impiego. Qualcuno ha calcolato quanto lo Stato guadagnerà in mancati stipendi non guadagnati per ogni giorno di sciopero di questa massa di parassiti?

francesco57

Dom, 19/10/2014 - 21:58

Secondo me si creano molto più di ottocentomila posti di lavoro, solo che il ministro non ha specificato dove. Di sicuro non qui in Italia.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Dom, 19/10/2014 - 22:03

ladri ingannatori, prima di fare qualsiasi manovra dovreste prima di tutto diminuire le spese dello stato, diminuire i parlamentari, le auto blu e tutti gli spechi di camera, senato e presidenza della repubblica. poi passare a tagliare gli sprechi di regioni, eliminare tutti gli enti inutili, eliminare le pensioni d'oro, eliminare le pensioni false e cosi' via......

emilio ceriani

Lun, 20/10/2014 - 00:59

Se cresce il volume degli scambi a livello mondiale significa che la produzione è aumentata. Se da noi è diminuita significa che qualcun altro ha prodotto al posto nostro. Quindi è un problema di competitività. Nell'attività imprenditoriale per essere competitivi bisogna ridurre i costi complessivi. I nostri governanti invece prima aumentano le entrate (imposte) poi concedono sgravi all'attività produttiva per cercare di migliorarne la competitività. E' come se parte delle imposte che paga un lavoratore vengono ritornate al datore di lavoro perché mi consenta di poter lavorare. Questo non è una riduzione dei costi ma un trasferimento degli stessi a carico del lavoratore che ha pagato le imposte. Bisogna invece ridurre la spesa pubblica e dove fosse difficile ridurla bisogna renderla produttiva.

Iacobellig

Lun, 20/10/2014 - 07:35

...manovra in regola con ENTRATE INCERTE E TUTT'ALTRO CHE SICURE! Non prendano in giro gli italiani.

gigggi

Lun, 20/10/2014 - 08:11

L'economista delle mie balls......leva a me per dare a mio fratello per ridarle a me e ancora a mio fratello...ma che università ha frequentato.... lui e tutti gli economisti come lui cha da 20 anni non riescono NON DICO a trovare una soluzione ...ma almeno qualche pannicello caldo........

Gianfranco Rebesani

Lun, 20/10/2014 - 08:46

Mi sbaglio o è il Padoan che nelle sue precedenti "profezie" ,perchè di queste si tratta,non di previsioni basate su dati concreti,non ne aveva imbroccata una ?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 20/10/2014 - 09:00

800 mila posti di lavoro precedenza ai poveri fuorilegge extracomunitari voi a guardare

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 20/10/2014 - 09:12

Invito per i demenziali e parassitari Sindacati italioti: Mi raccomando, gli scioperi dovete indirli solo di venerdì, altrimenti rischiate di avere adesioni insignificanti!

paco51

Lun, 20/10/2014 - 09:34

Forse ma in America ! Il ministro secondo me ha qualche problema; E' euforico in modo superiore a Silvio il che è tutto dire! Ma chi assume più , neanche se lo paga per intero il governo! Solo l'idea di dover discorrere con i sindacati ti fa cascare le p...e, senza parlare poi delle altre incombenze. d'ora in poi solo appalti di servizi e basta! se non va così basta del tutto!

paco51

Lun, 20/10/2014 - 09:36

E' ora di licenziare i dipendenti pubblici, facciamo un 50% tanto per iniziare. forse allora le cose cambieranno un poco. Altrimenti nulla cambia!

Mechwarrior

Lun, 20/10/2014 - 09:48

su su dimezzare salari e stipendi, si sa che gli italiani guadagnano troppo ;-P

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Lun, 20/10/2014 - 10:10

L'Italia non potrà mai raggiungere un rispettabile livello di crescita se oltre ai dovuti, essenziali tagli al costo della politica ed una graduale ma drastica riduzione fiscale non provvederà in tempi brevi a ridurre la soffocante, inammissibile, controproducente demenziale burocrazia. Certi sindacati naturalmente dovrebbero essere aggiornati o azzittiti, sono rimasti indietro di almeno mezzo secolo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 20/10/2014 - 12:23

manolito dove li trova? con i barconi che arrivano ogni giorno?