Papà Renzi nega tutto "Marroni? Gli chiesi solo la statua della Madonna"

Nell'interrogatorio ha ammesso i contatti con l'ad di Consip ma ha smentito pressioni

Due pm a testa, in una sorta di confronto a distanza tra le due verità. Il giorno in cui Tiziano Renzi sfila in procura a Roma per difendersi dall'accusa di aver «trafficato» influenze insieme a Carlo Russo, nell'interesse di Alfredo Romeo che puntava ai ricchissimi appalti Consip, si apre con la ricomparsa di Henry John Woodcock. Il pm napoletano va in trasferta a Firenze col collega romano Mario Palazzi per raccogliere a verbale proprio la versione di Russo, nelle stesse ore in cui il papà dell'ex premier viene sentito nella capitale dall'aggiunto Paolo Ielo e dalla pm partenopea Celeste Carrano. L'idea degli inquirenti è di cristallizzare le dichiarazioni dei due indagati senza contaminazioni, e evidenziando eventuali incongruenze tra le testimonianze. «Andiamo a lavare i panni in Arno», ha scherzato Woodcock entrando in caserma. Ma il tentativo affonda quasi subito, quando Russo si avvale della facoltà di non rispondere.

A Roma, invece, va in onda la difesa a tutto tondo di Renzi senior, al grido di «abuso di cognome». Accompagnato dal suo avvocato Federico Bagattini, il babbo del rottamatore arriva in procura dribblando cronisti e telecamere intorno alle 15. E ai pm racconta la sua storia, che non ha quasi nulla in comune con il teorema della procura o con le testimonianze finite fino a ieri nel fascicolo d'indagine. Nega tutto. Mai presi soldi, giura. Mai conosciuto «il signor Romeo», mai incontrato «il signor Verdini», mai messo piede in Consip, mai fatti affari con i protagonisti veri o presunti dell'indagine. Mai saputo nulla dei «pizzini», semmai «chiedete a chi li ha scritti», dice. Ammette solo di aver conosciuto Luigi Marroni, l'ad della Consip, piazzato in quell'incarico dall'esecutivo del figlio Matteo.

Non un dettaglio. Perché Marroni ai pm ha raccontato di aver incontrato Tiziano un anno fa, a marzo 2016, in piazza Santo Spirito, a Firenze. In quell'occasione secondo il dirigente il papà del premier gli avrebbe chiesto di «accontentare» le richieste dell'amico Carlo Russo, persona di «sua fiducia» che proprio Renzi senior avrebbe presentato all'amministratore delegato in una precedente occasione. Ieri il babbo di Rignano ha confermato la data e il luogo dell'incontro, non certo il tema trattato. «L'ho visto solo per ribadire una vecchia richiesta, fatta quando Marroni era assessore alla Sanità in Toscana», mette a verbale Renzi senior. Che giura di aver domandato al manager pubblico solo di intercedere per aiutare un'associazione di volontariato fiorentina a «piazzare» una statuetta della Madonna di Medjugorje nel cortile dell'ospedale pediatrico Meyer nel capoluogo toscano. Insomma, la versione del diavolo e quella dell'acqua santa: difficile farle combaciare. Infatti a qualcuno degli inquirenti presenti scappa, in una pausa dell'interrogatorio, un giudizio un po' sommario sulla qualità della testimonianza di Renzi («Finora ha detto solo sciocchezze»). D'altra parte se il babbo del rottamatore rivolta le dichiarazioni di Marroni come un calzino, il suo avvocato taglia corto: le parole dell'Ad, per lui, «sono del tutto piene di inverosimiglianza». Inverosimile, per Renzi, è anche il pranzo nella «bettola» romana tra lui, Romeo e Russo di cui ha parlato il dem campano Alfredo Mazzei.

Agli inquirenti però il catenaccio di Tiziano Renzi non convince. Non collima con le convinzioni della procura. Anche con quelle intercettazioni di Romeo, che valuta prima come versare soldi sul conto di Russo senza dare nell'occhio, ossia «sotto la mattonella», e poi chiede all'imprenditore di Scandicci se «il dottore ha gradito l'atto». Frasi che per i pm sono da mettere in relazione con flussi di denaro. Ma appunto, per Renzi senior non esistono né i soldi né Romeo.

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 04/03/2017 - 08:39

Certo che deve essere proprio religioso.

paolonardi

Sab, 04/03/2017 - 09:11

Non c'e' problema: il GIP sentenziera' il non luogo a procedere per assenza di prove certe.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 04/03/2017 - 09:53

Strano, che le PROVE CERTE, le trovano solamente, quando di fronte a loro hanno persone per bene, persone oneste che non avrebbero mai fatto del male a nessuno, mentre per delinquenti come Renzi padre, che non è alla sua prima marachella, CON MOLTA PROBABILITÀ LO LASCERANNO IN LIBERTÀ PER MANCANZA DI PROVE??? """IL TUTTO, PERCHÈ SUO FIGLIO, Renzi È UN PEZZO GROSSO DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO, IL PCI"""!!! (La statuetta della madonna?????????????????????)

semprecontrario

Sab, 04/03/2017 - 10:04

quanto vogliamo scomettere che finirà a raralicci e vino? eh gip?

avallerosa

Sab, 04/03/2017 - 10:21

Tale padre tale figlio bugiardi fino al midollo. Ma davvero c'è ancora qualcuno che crede a costui?

Maura S.

Sab, 04/03/2017 - 10:22

Una madonna...........si va.... quanto deve pregare per riscattarsi?

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 04/03/2017 - 10:27

semprecontrario 10:04 - Specie se il capo cordata è tale Henry John Woodcock.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 04/03/2017 - 10:29

Cio' che mi rende dubbioso é la presenza di un certo Henry John Woodcock..... possibile che ne imbrocchi una???

maricap

Sab, 04/03/2017 - 10:45

La Madonna di Medjugorje. Ihihihih

VittorioMar

Sab, 04/03/2017 - 10:46

....COMINCIA A SGONFIARSI LA MONGOLFIERA ???

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 04/03/2017 - 10:54

Voi avete prove della sua colpevolezza? portatele a chi di dovere altrimenti basta illazioni a buon mercato e prese per i fondelli. Quando c'era di mezzo il "ghe pensi mi" mi sembra che avevate tutt'altro tenore, nonostante le prove a suo carico esistessero e se è salvo lo deve solo alle leggi ad personam e alle svariate prescrizioni conseguenza delle leggi.

un_infiltrato

Sab, 04/03/2017 - 10:55

'A maronne t'accumpagne Tizià. Ma addirittura mettere in campo la statua della Madonna, pur di saltarci fuori. Ma questa gente ci ha presi per imbecilli?

Ritratto di zreppy

zreppy

Sab, 04/03/2017 - 10:58

Io gli credo. Metterei la mano sul fuoco assieme ai pizzini!.. Ha domandato al manager pubblico Marroni solo ed esclusivamente di intercedere per aiutare un'associazione di volontariato fiorentina a «piazzare» una statuetta della Madonna di Medjugorje nel cortile dell'ospedale pediatrico Meyer nel capoluogo toscano. Nient'altro. Renzi babbo ha la faccia pulita e l'Anima come Renzi figlio. Talis pater = talis filius. Innocentissimi sono. E i maggissdrati debbono credergli e arghiviare tutto. E non c'è dubbio che lo faranno. Viva la madonnina di Medjugorie !!! Ma che Marroni questi calunniatori ...

unosolo

Sab, 04/03/2017 - 11:03

in fondo l'avvocato , lo sappiamo tutti , dice di negare sempre tutto anche se preso in fragranza di reato , quindi solo dicendo di essere ignaro e che non sia lui il personaggio chi metterebbe la mano sul fuoco ? le poltrone occupate servono ? certo che servono ,

Ritratto di nordest

nordest

Sab, 04/03/2017 - 11:16

Tra qualche giorno i giudici gli chiederanno scusa per aver disturbato il papà di Pinocchio.

27Adriano

Sab, 04/03/2017 - 11:41

Egregio Sig. Tiziano, senza dubbio i tuoi giudici devono credere alla versione. La Madonna fa miracoli. Ne abbiamo tanto bisogno, pure noi. ..Scommetto che il basamento della statua della Vergine che stavi chiedendo a Marroni era stracolmo di "intercessioni" in biglietti da 100 Euro.

tonipier

Sab, 04/03/2017 - 11:46

" I CRITERI DI SELEZIONE DEI GIUDICI" Il prestigio della funzione giurisdizionale è stato largamente compromesso non soltanto dall'esempio di corruzione che la degenerazione sindacalpartitocratica ha diffuso in tutti i settori della vita sociale, ma anche dai criteri di selezione dei magistrati.

Triatec

Sab, 04/03/2017 - 12:04

Sono un brav'uomo. Innocente come Cristo. Volevo solo mettere una statuetta della Madonna nel cortile del Meyer. Come si fa a non credergli!!

Triatec

Sab, 04/03/2017 - 12:18

Rflessiva??? La poco riflessiva si ricorda che quando c'era di mezzo il "ghe pensi mi" avevamo commenti tutt'altro tenore, dimenticandosi il tenore dei commenti di quelli che volevano Berlusconi in galera, addirittura prima del processo. Avevamo sempre i cani alle calcagna, Oggi la lepre siete voi!! Corri, corri, veloce corri.

Tarantasio

Sab, 04/03/2017 - 12:45

poco importa come finirà sul piano giudiziario... una intera classe dirigente è già stata giudicata impresentabile e scaduta !! ...t

Maura S.

Sab, 04/03/2017 - 13:13

x riflessiva. = ma quanto buonismo per il padre dell'ex parolaio come tanta cattiveria riguardo a Belusconi. My dear lady, or may be getleman????, gli italiani non sono così stupidi come voi credete, ultimamente forse sono stati negativi nel prendere certe situazioni in mano, ma il vento cambia e penso che oramai una buona parte di loro sono veramente incazzati.