Nozze gay, la Chiesa teme i giudici: pronto il tacito via libera alla legge

La paura di Vaticano e Cei è il dilagare di sentenze favorevoli alle unioni civili. Ok al ddl Cirinnà senza scomunicare il premier

Roma - Lo hanno capito in pochi, anche nel fronte degli ultrà cattolici, Ncd in testa, che si battono strenuamente in Senato per impedire il varo delle unioni gay. Ma a volere, e in fretta, quella legge è proprio la chiesa cattolica, a cominciare dalla Cei.

Paradossale? Neppure tanto: ai piani alti del Pd confidano infatti che dalla segreteria di Stato vaticana e dalla Conferenza episcopale è arrivato al governo un via libera segreto ma chiarissimo: fate la legge e fatela in fretta, è il succo del messaggio, e noi eviteremo scomuniche fragorose. «Non è una nostra priorità», si è limitato a dire il segretario Cei Galantino, senza minacciare guerre di religione. Sono due infatti i problemi che allarmano il Vaticano ben più del disegno di legge Cirinnà: il primo è tutto interno, e riguarda la mobilitazione anti-gay culminata nella piazza del Family Day. Lì erano radunati tutti i movimenti ecclesiali conservatori e nemici giurati della chiesa di Bergoglio, considerata troppo aperturista sui temi sociali. Movimenti che hanno fatto della battaglia campale contro la legge che introduce il modello tedesco (promosso dalla Cdu, va ricordato) di unioni gay il cavallo di Troia per assediare e mettere in difficoltà l'attuale guida della Chiesa. Più andrà avanti lo scontro in Parlamento e la polemica pubblica, più i pittoreschi Neocatecumenali e compagnia cantante avranno visibilità e voce, rafforzando la loro opposizione interna al Papa.

Il secondo ordine di problemi che spinge le gerarchie cattoliche a considerare come un male minore il riconoscimento delle coppie omosessuali è invece assai più «laico», e riguarda il dilagare di pronunce giudiziarie sulla questione, ultima in ordine di tempo la sentenza della Corte europea dei diritti dell'Uomo che ha condannato l'Italia per violazione dei diritti di alcune coppie gay. «Si sta aprendo una cataratta giurisprudenziale che va necessariamente e precipitosamente nella direzione del riconoscimento del matrimonio same sex », dice il sottosegretario Ivan Scalfarotto, reduce dal digiuno per accelerare l'approvazione della legge. «E non può essere altrimenti in una Ue che garantisce la libera circolazione dei cittadini, e quindi anche delle coppie sposate, e in cui l'Italia è ormai l'unico grande paese senza matrimonio gay: prima o poi anche la Consulta, che già con la sentenza del 2014 ha ingiunto al parlamento di riconoscere con “estrema sollecitudine” i diritti delle coppie, tornerà ad intervenire». Lo conferma anche il costituzionalista Stefano Ceccanti, ex parlamentare Pd: «La Corte costituzionale, di fronte ad una perdurante incapacità legislativa, potrebbe cambiare giurisprudenza e dare un'interpretazione evolutiva che apre al matrimonio gay». La grande paura della Chiesa è questa: che per impedire una legge assai più blanda di quelle in vigore in molti paesi si precipiti, a colpi di sentenze, verso la totale equiparazione matrimoniale. Ecco perché, con o senza i voti di Ncd, la legge sulle unioni gay è destinata a passare a settembre, con tanto di adozioni interne alla coppia. E senza rischi di scomunica per il cattolico premier Renzi.

Commenti

Totonno58

Mer, 29/07/2015 - 08:55

Premesso che è assolutamente positivo che si applichi la formula "libera Chiesa in libero Stato" e Papa Francesco, FINALMENTE, sta guidando il Vaticano in tal senso, perchè, gent.le Cesaretti, parla di NOZZE GAY?!?!?Ha un suo disegno di legge in tal senso che supera il ddl Cirinnà?!?!?

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mer, 29/07/2015 - 09:18

Alfano fa finta di opporsi ma ingoierà l'ennesimo rospo, andrà a pregare in chiesa davanti al Gesù appeso alla falce e martello, il simbolo DOC dei cattocomunisti. La Chiesa ha seminato Il vento anti cdx ed ora raccoglie la tempesta della sinistra al potere, ben le sta, Famiglia Cristiana sttarà brindando con lo spumante Brut et Cattiv.

corto lirazza

Mer, 29/07/2015 - 09:42

evidente conflitto di interessi

19gig50

Mer, 29/07/2015 - 09:44

"Prima che il gallo canti, mi rinnegherai tre volte"… la chiesa per i suoi sporchi interessi è disposta ad andare contro la morale cristiana.

Nonlisopporto

Mer, 29/07/2015 - 09:52

dopo la moda dei migranti anche quella dei froci

rossini

Mer, 29/07/2015 - 09:57

A questo punto si è ridotta la Chiesa Cattolica. Ad aver paura dei Magistrati cattocomunisti. Preferiscono una legge piuttosto che le loro pazzesche sentenze. Ben gli sta. Piano piano, complici i Magistrati Italiani, i valori cattolici saranno sovvertiti e sostituiti magari con quelli islamici. La Chiesa si sta scavando la fossa con le sue mani. Il Crocifisso sovrapposto alla Falce e Martello descrive bene la situazione. Toglietegli l'otto per mille. Forse il digiuno farà rinsavire Papa Bergoglio, Cardinali, Vescovi e Preti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 29/07/2015 - 10:00

La compassione,il rispetto che posso provare per una persona "diversamente sessuale",sfuma in irritazione,quando il fatto viene vissuto dall'altro come fatto di cui essere "orgoglioso",e con la pretesa di vedere la sua sessualità,quasi come una opportunità persa per i "normali".Come per dire:"...tu non sai cosa ti perdi ad essere "normalmente sessuale",...vedi io come sono contento,e che cose "intelligenti" dico?!! In natura, un maschio ed una femmina,formano una "coppia"!!...Poi,se non si vogliono "sposare"(in Chiesa o in Municipio),o in alternativa,non vogliono firmare una "accordo" davanti ad un Notaio(cosa possibilissima e di basso costo),SONO FATTI LORO.....Il resto è solo "propaganda" per sdoganare,e trasformare la "orgogliosa" posizione dei gay(orgogliosa di che cosa??...),come una bella,disinvolta prospettiva,alternativa di vita,"arida" in partenza(nel vero senso della parola)!!!

faberlonc

Mer, 29/07/2015 - 10:17

Totonno, come fa a ritenere che la Chiesa oggi sia libera? In realtà è diventata schiava dello spirito del mondo e versa in coma vegetativo grazie a un clero apostata e pusillanime. Per giunta il suo capo, apostata pure lui e che lei non perde occasione di elogiare, le sta dando il colpo di grazia. Basterebbe leggersi il Catechismo della chiesa cattolica per rendersi conto di quello che dico.

ales_6312

Mer, 29/07/2015 - 10:24

anche se con rincrescimento, ammetto di aver fatto bene a dare quest'anno il mio 8 x 1000 alla Chiesa ortodossa. ormai i vescovi bisogna colpirli nell'unica cosa che conti per loro sperando che, vedendo che perdono più dei 30 denari guadagnati per vendere ancora Nostro Signore, rinsaviscano...

java

Mer, 29/07/2015 - 10:31

in una notizia di oggi, delle musulmane hanno picchiato una ragazza in bikini, a quando i nostri amici musulmani cominceranno a esercitare la loro persuasione con i diversamente sessuali?

Totonno58

Mer, 29/07/2015 - 10:36

faberlonc...la Chiesa deve essere libera perchè l'annuncio del Vangelo, l'amore per i poveri non possono diventare schiavi, come dice lei, della politica, della voglia di uscire sulla pagine dei giornali quando si parla di argomenti pruriginosi, con il rischio di vedere politici con tre famiglie da mantenere che si accodano per difendere la sacralità del matrimonio in cambio "del voto cattolico"(ecco l'orticaria)...con Francesco questa farsa è finita, "il tempo si è fatto breve", si dia a Cesare quel che è di Cesare ed a Dio quel che è di Dio!

buri

Mer, 29/07/2015 - 10:41

come sempre ci accodiamo alle mode importate ed ai diktat di Bruxelles che pretende anche di imporci una morale, e ci prepariamo a diventare un paese di sodomiti dove gli eterosessuali saranno presto segnati a dito, speriamo che non ci siano i campi di rieducazione

maurizio50

Mer, 29/07/2015 - 10:58

Vogliamo a riguardo sentire l'opinione dell'autorevole Card. Bagnasco, sempre pronto a dissertare su tutti i temi della politica italiana, ma che, sugli argomenti che scottano, è più muto di una tomba!!!!!!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 29/07/2015 - 10:59

...e subito dopo adozioni ai gay. Che tristezza!

tonipier

Mer, 29/07/2015 - 11:11

" L'EPOCA DEL DOMINIO DEI GIUDICI" Certo che tema i giudici, se dovessero questi, entrare dalla porta principale delle varie,varie, varie, varie DIOCESI...sono sicuramente convinti che troverebbero solo melma. ( COME AL SOLITO,MEGLIO EVITARE UNO SCONTRO FRONTALE)

Tuthankamon

Mer, 29/07/2015 - 11:25

Se fanno questo, NON è la Chiesa, sono degli uomini che INDEGNAMENTE rappresentano la Chiesa. Dei poveri mentecatti, disgrazia delle loro famiglie e della Chiesa che dovrebbero tutelare e governare!!!

faberlonc

Mer, 29/07/2015 - 12:14

Totonno, d'accordo con lei sui motivi dell'orticaria. Per nulla d'accordo sul giudizio sull'operato di questa chiesa e del vescovo di Roma. La pastorale non può essere svincolata dal dogma e dalla dottrina, la misericordia non può essere svincolata dalla giustizia e dalla condanna dell'errore e del peccato (compresa la pratica omosex o l'adulterio), l'amore per i poveri e gli emarginati non può fare a meno del proselitismo per la salvezza delle anime. La chiesa se è ancora cattolica dovrebbe fare quello che ha professato fino al magistero di Pio XII. Altrimenti non chiamiamola più cattolica.

Totonno58

Mer, 29/07/2015 - 12:46

faberlonc....io sono cattolico praticante, come lei, ed onestamente mi sembrerebbe un grande spreco, da parte della Chiesa, accanirsi per un decreto che è poco più di un certificato di residenza!:)

ineon91

Mer, 29/07/2015 - 14:25

E' scandaloso come il giornale sia l'unico sito di news che non moderi i commenti che incitano alla violenza. Come quello del gran maleducato java qui sopra.

Tuthankamon

Ven, 31/07/2015 - 10:05

ineon91 ... cos'ha detto java di coì' violento??