Il Pd fa saltare il taglio agli stipendi della casta E Grillo chiama la piazza

Trucco dei dem per rinviare il varo a dopo il voto. Il leader M5S: tutti a Montecitorio

Lo stipendio dei parlamentari? Tagliamolo a metà. I rimborsi spese? Riduciamo pure quelli. La proposta di legge grillina, prima firmataria Roberta Lombardi, risparmio previsti 61 milioni di euro, è bella, tanto bella che andrà in aula presto, prestissimo. Anzi subito, lunedì. E altrettanto subito, forse lunedì stesso, s'incaglierà nel complesso meccanismo procedurale, perché l'ufficio di presidenza della Camera ha messo in calendario il testo ma non gli emendamenti. Il provvedimento, sembra scontato, dovrà perciò tornare in commissione, ricominciando tutto da capo come nel gioco dell'oca. Se ne riparlerà tra diverse settimane, comunque dopo il referendum del quattro dicembre. Sospirone nel Pd: la campagna di Renzi è salva, la legge non farà ombra alla riforma costituzionale. Beppe Grillo però sta preparando una clamorosa contestazione. «Lunedì venite tutti a Montecitorio», scrive sul suo blog. Si prevede clima da stadio.

I Cinque Stelle parlando di truffa, di melina, di bizantinismo: anticipare la discussione della legge per bruciarla, o per lo meno rimandarla, è una mossa da raffinati mandarini. Mercoledì sera a favore dell'immediata calendarizzazione hanno votato tutti, tranne M5S e Sinistra italiana, ma il bersaglio è il Pd, il vero beneficiario della situazione. «La casta - si legge in una nota dei grillini in commissione Affari Costituzionali - è compatta contro i tagli degli stipendi. Il loro gioco è chiaro, lunedì tenteranno di rimandare il testo in commissione e di rinviare il tutto alle calende greche, magari dopo il referendum costituzionale del 4 dicembre».

Al Nazareno l'imbarazzo si mischia al sollievo per aver, forse, disinnescato una mina pericolosa. Come si fa a non appoggiare una norma che riduce gli stipendi dei parlamentari da dieci a cinquemila euro? E come si fa ad appoggiarla, senza che se la intestino i grillini e senza depotenziare il referendum? Il rinvio è l'unica soluzione.

Certo, ci sarà un prezzo da pagare già da lunedì, quando gli spalti della Camera saranno pieni di attivisti pentastellati. Il Pd è «atteso al varco», come scrive ancora M5S. «Vogliamo proprio vedere con che faccia continuerà a parlare di risparmi quando, con un solo voto, si potrebbero far risparmiare ai cittadini 61 milioni di euro, ben quattro in più rispetto a quelli provenienti dalla riforma Boschi, approvando una semplice legge ordinaria. Il 24 ottobre li aspettiamo perché saranno costretti a gettare la maschera». Si prevede un clima da stadio.

«Anche voi vogliamo tagliare - dice il pd Francesco Sanna - ma non possono dire votate la nostra proposta o niente, accettino di ragionare con noi. O è solo un'iniziativa anti-referendum?». Per il centrista Gianfranco Librandi «la politica diventerebbe un'attività per ricchi, l'unico strumento per ridurre i costi è la riforma costituzionale». «Noi - aggiunge il dem Matteo Richetti - avevamo fatto delle proposte, sono loro che sfuggono al confronto sui rimborsi e sulla diaria». Secondo la Lega «M5S fa propaganda per nascondere i soldi di Di Maio». E Roberto Brunetta Fi, suggerisce l'equiparazione dello stipendio dei parlamentari a quello documentato nel 730 al momento dell'insediamento.

Ma Grillo sente l'odore del sangue e ha già chiamato alla mobilitazione generale per «stanare» Renzi. «I parlamentari sono sempre pronti a approvare leggi che mettono le mani nelle tasche dei cittadini ma quando si chiede di mettere le mani nelle loro tasche voltano le spalle».

Commenti
Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 21/10/2016 - 08:48

Questa é demagogia; la proposta di brunetta pare la più logica anche se, per me, il primo taglio deve essere quello della diaria; quest'ultima permette di fare spese inutili a carico del cittadino del cittadino. Vedi le missioni della boschi in giro per il mondo.

Ritratto di .abdullàllà...

.abdullàllà...

Ven, 21/10/2016 - 08:51

i PDokki ed i loro compari di CASTA non rinunceranno MAI ad un euro dei loro privilegi, al contrario per gli italioti BANCOMAT DI REGIME prosegue la SPENNING reviù

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 21/10/2016 - 08:58

Tagliare gli stipendi di parlamentari,per poi continuare con TUTTE le cariche Pubbliche,i famosi "barbieri",gli usceri,i magistrati,generali,presidenti vari,etc.etc.,riportando il TUTTO a livelli,di Stati "normali",non mi sembra una cattiva idea....

cgf

Ven, 21/10/2016 - 09:19

memoria corta per Francesco Sanna. O votate così o niente è come è passatala la legge Costituzionale per la quale c'è il referendum il 4 dicembre.

Ritratto di nando49

nando49

Ven, 21/10/2016 - 09:26

E' più semplice "tagliare" ai pensionati e lavoratori dipendenti. Per la casta solo "diritti acquisiti".

giovanni PERINCIOLO

Ven, 21/10/2016 - 09:28

Strano, oggi concordo pienamente con i grillini! Non durerà certo il mio consenso ma devo ammettere che ogni tanto una cosa seria esce pure dalle loro testoline!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 21/10/2016 - 09:30

Perché pensavate davvero che i pdioti facciano gli interessi del Popolo???Illusi

gaetano52

Ven, 21/10/2016 - 09:54

al signor perinciolo. sarai piu che strano ma che dico strano, straniero quando governeranno i 5 stelle. vi roderete tanto da rimanere senza denti. gaetano52

veronica01

Ven, 21/10/2016 - 10:02

Ma, aspettiamo a vedere che cosa si inventeranno. Certamente è più facile andare in tutte le televisioni e raccontare alla gente che votando sì si diminuiscono le spese. Questo si può ottenere senza stravolgere la costituzione italiana, che toglie sovranità al popolo. Stiamo a vedere fino a che punto sono disposti ad arrivare con le loro menzogne.

tatoscky

Ven, 21/10/2016 - 10:18

I pidioti non si smentiscono, per loro privilegi e bella vita, per noi pecoroni, tantissimi immigrati, possibilmente criminali, da mantenere e rispettare. Ma andate all'inferno a bruciare in eterno.

moshe

Ven, 21/10/2016 - 10:43

komunista, tu lavora, io magno !

roseg

Ven, 21/10/2016 - 10:45

E NONOSTANTE CIò I SUDDITI ITAGLIANI CONTINUANO A VOTARE pd E AL REFERENDUM MI RACCOMANDO...VOTATE SI. MASOCHISTI!!!!!!!

Ritratto di laghee100

laghee100

Ven, 21/10/2016 - 11:20

GIORDANO BRUNO Chiedere al potere di riformare il potere ..... Che ingenuità! Giordano Bruno. 1548 - 1600

BENNY1936

Ven, 21/10/2016 - 11:25

Lasciateli far melina fin che possono. Il popolo dei tartassati dalle tasse, quello delle pensioni congelate, ecc. ecc. ecc. , se non sarà del tutto rintronato dal football e dalle canzonette, a suo tempo saprà per chi non votare.

VittorioMar

Ven, 21/10/2016 - 11:38

...altro motivo per dire "NO" al Referendum!!

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 21/10/2016 - 12:43

Il taglio degli stipendi dovrebbe essere solo il primo passo, tanto per far vedere un pò di buona volontà e di equità. Grillo fa bene a dare voce a questo problema. Il PD che si proponeva "rottamatore" di fatto è diventato protettore delle "Caste". Grillo ora chieda a tutti i partiti e sindacati cosa ne pensano in proposito magari con dibattiti pubblici.

venco

Ven, 21/10/2016 - 14:02

Sapere tutti che da quando siamo nell'euro gli stipendi di politici, burocrati, magistrati, ministeriali e anche cariche medie dello Stato sono quadruplicati, si gli stipendi di questi sono quadruplicati, invece nel privato sono rimasti fermi o addirittura adesso calano.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Ven, 21/10/2016 - 14:13

Ma dai!. Quelli di FI e circondario sono sicuramente d'accordo per tagliarsi le prebende.

unosolo

Ven, 21/10/2016 - 14:40

terzo post , ladri ci si nasce , mi riferisco agli attuali dirigenti del PD e del governo , paghiamo salati tributi , lo sanno , eppure si mantengono tutti i loro " diritti acquisiti" cioè rubati al popolo che paga per avere servizi e ci alzano le prestazioni sanitarie con TIKET , che maggiormente colpiscono malati e pensionati , i loro diritti ? senza code , senza prenotazioni e il meglio di tutto , stipendi che mai fuori avrebbero e si attaccano alle poltrone come sanguisughe . ladri.

unosolo

Ven, 21/10/2016 - 14:43

proprio in questi giorni sappiamo come usano i nostri soldi alcuni politici , tra stipendi e rimborsi superano stipendi di grandi manager di private aziende , vi pare che rinuncerebbero al benessere di cui si sono appropriati ? fuori del parlamento ? morirebbero di fame , ladri.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 21/10/2016 - 14:51

Dall'articolo: "Mercoledì sera a favore dell'immediata calendarizzazione hanno votato tutti, tranne M5S e Sinistra italiana, ma il bersaglio è il Pd, il vero beneficiario della situazione." ..... sorry ma non l'ho capita. Se l'oggetto della disputa è che il provvedimento è stato calendarizzato subito e monco per affossarlo, perché i cattivi sono solo quelli del PD e non tutti quelli che hanno votato perché andasse così?

petra

Ven, 21/10/2016 - 14:58

#Ogni tanti anche i 5S propongono qualcosa di sensato, ma c'è chi ha la forza necessaria per fermarli.

gedeone@libero.it

Ven, 21/10/2016 - 15:06

I grillini, oltre a questo, facciano la proposta di tagliare anche i super stipendi dei magistrati e gran commì di Stato, compresa la Rai, poi vediamo come va a finire. Non esiste solo la casta dei politici, le caste sono diverse.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 21/10/2016 - 15:55

@gedeone@libero.it:...certo,il limitarsi ai parlamentari,è a dir poco riduttivo.Occorre "stanare" i pariti contrari al "ripulisti" sugli stipendi,prebende varie,in TUTTO il settore Pubblico!!!

Ritratto di mambo

mambo

Sab, 22/10/2016 - 00:48

ogni volta che si toccano i loro interessi personali, i Democratici ex comunisti, diventano capitalisti.