Pd, i primi voti dei circoli incoronano Zingaretti: Martina lontano 13 punti

I risultati parziali del voto dei circoli Pd confermano le previsioni della vigilia. Zingaretti è al 48,5 per cento, con Martina staccato di 13 punti (35,3 per cento). Gli altri candidati: Giachetti 12,8, Boccia 2,3, Saladino 0,67 e Corallo 0,63

Zingaretti davanti a tutti, con Martina staccato di 13 punti percentuali. È il risultato parziale del voto alle primarie Pd degli iscritti ai circoli, reso noto in mattinata dagli uffici dell'organizzazione del partito e riferito ai voti espressi fino a domenica 20 gennaio. "Gli iscritti interessati al voto sono stati pari al 46.5% della platea congressuale - si legge nella nota diffusa da Gianni Dal Moro, presidente della Commissione nazionale per il Congresso - con l'affluenza degli aventi diritto del 51,05%, pari a 93 mila votanti".

I risultati parziali di ogni candidato sono nel ordine: Zingaretti 48,5%, Martina 35,1%, Giachetti 12,8%, Boccia 2.3%, Saladino 0,67% Corallo 0,63%. Gli iscritti relativi ai congressi svolti e pervenuti alla Commissione fino alle ore 18 di lunedì 21 gennaio sono stati nelle diverse regioni: Valle d'Aosta 29.75%; Piemonte 68.29%; Liguria 64.10%; Lombardia 82.37%; Veneto 45.87%; Friuli V.G. 74.39%; Trentino 24.41%; Alto Adige 73.08%; Emilia Romagna 61.28%; Toscana 82.38%; Marche 59.32%; Umbria 23.40%; Lazio 87.79%; Molise 24.47%; Abruzzo 29.75%; Campania 12.87%; Puglia 17.78%; Basilicata 42.15%; Calabria 24.29%; Sardegna 14.83%; Sicilia 7.43%. Dati che spiegano come i militanti Pd più attivi siano stati quelli toscani e lombardi, mentre i siciliani hanno vinto la palma di più "pigri".

"I dati comunicati sono stati riconosciuti all'unanimità dalla commissione. L'approvazione definitiva con relativa certificazione avverrà al termine delle convenzioni e resi ufficiali alla convenzione nazionale. La stessa commissione vista la difficoltà manifestata da diversi circoli a terminare la propria fase di convenzione, ha deciso all'unanimità di prorogare la votazione nei circoli fino a domenica 27 gennaio", precisa la nota del Pd. Ma ciò che conta è il netto vantaggio del governatore laziale Zingaretti che, qualche giorno fa, era stato attaccato dalla corrente facente riferimento a Martina che gli chiedeva di chiarire se, in caso di vittoria, fosse intenzionato a mantenere il doppio incarico di segretario del partito e presidente di regione. Nelle stesse ore, un sondaggio di Youtrend dava Zingaretti avanti a tutti con il 46,3% dei consensi: previsione confermata e migliorata dai dati reali.

Commenti

DRAGONI

Mer, 23/01/2019 - 10:44

UNA FACILE VITTORIA SU UN CONCORRENTE INESISTENTE,

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 23/01/2019 - 12:31

Non capisco cosa hanno sempre da ridere durante le trasmissioni televisive questi Pidioti.Pure Bersani fa lo stesso.Regards

Ritratto di L'Informista

L'Informista

Mer, 23/01/2019 - 12:34

E' un'ottima notizia. Una nuova primavera ed il PD deve ripartire da qui. Da questa vittoria, che sarà una vittoria interna, ma èl'unica che questo partito ormai è in condizione di garantirsi. E quindi, dopo il successo delle primarie, vedere di organizzare una gara sociale di sci alpino, un concorso canoro aperto solo ad elettori Pd, tornei di dama e scacchi, per celebrare nuovi successi.