Pd, la minoranza diserterà la direzione. Speranza: "Scissione già in atto"

Continua la pantomima del Pd. Tutti in campo per evitare la scissione. Ma non ci sono margini. E la minoranza va fino in fondo: bersaniani via dalla direzione di domani

"Niente è ancora consumato". Ma i segnali che arrivano dalla minoranza piddì continuano a indicare la via della scissione. "Di fatto c'è già stata", chiosa Roberto Speranza deciso a non partecipare alla direzione del partito di domani. Lo stesso faranno gli otto componenti dell'area bersaniana, anche se Nico Stumpo bolla come "prematura ogni considerazione" sulla formazione di nuovi gruppi parlamentari. "Non voglio costruire un progetto ridotto - mette in chiaro Enrico Rossi - una 'Cosa rossa' un po' nostalgica, ma uno schieramento ampio di centrosinistra e di sinistra".

A un giorno dalle dimissioni di Matteo Renzi e a meno di ventquattr'ore dalla direzione, le possibilità che la guerra tra maggioranza e minoranza possa ricomporsi sembrano ridotte al lumicino. E se Michele Emiliano, Roberto Speranza e Enrico Rossi proseguono sulla propria strada, Andrea Orlando cerca un'intesa con altri esponenti del partito per presentare una candidatura alternativa a quella di Renzi e lancia contemporaneamente l'ennesimo appello all'unità: "Le responsabilità le abbiamo tutti. La scissione è sbagliata e aiuterebbe la destra", dice il guardasigilli che non esclude poi la possibilità di candidarsi se questo servisse per impedire fughe dal partito e precisa di non lavorare per "riorganizzare nuove correnti di cui non si sente il bisogno". Anche Cesare Damiano, dopo le dure parole usate ieri in assemblea nei confronti di Renzi e del gruppo dirigente, cerca di convincere i colleghi di partito a non lasciare "la ditta" e a proseguire la battaglia dall'interno per "coagulare un campo di forze progressiste e riformiste che si riconoscono nei valori del socialismo".

Dall'esterno Enrico Letta guarda intanto "attonito al cupio dissolvi del Pd". "Mi dico che non può finire così. Non deve finire così", scrive su Facebook l'ex presidente del Consiglio mandando agli ex compagni di partito un invito alla "generosità e alla regionevolezza". Parole al vento, almeno per ora. Perché Enrico Rossi conferma le proprie intenzioni. "Stavo pensando di rispedire la tessera alla mia sezione", afferma il governatore, perché "in questo partito" considerate le parole pronunciate ieri da Renzi "non c'è spazio". Non ha ancora deciso se domani sarà al Nazareno, invece, Emiliano.

Il presidente della Puglia ha trascorso a Roma la sua giornata, tra una lunga riunione al Mise sull'Ilva e "continui" contatti con Rossi e Speranza. "Ogni ragionamento viene condiviso - spiegano i suoi - rimane la volontà di andare avanti insieme". Il governatore della Toscana si fida ma non troppo e "chiama" alla coerenza il collega pugliese. "Io mi auguro che con Emiliano si possa andare avanti, poi sta a lui prendere decisioni e assumersi responsabilità - dice - Ieri abbiamo firmato un documento che dice che Renzi ha provocato la scissione. Io penso che bisogna essere conseguenti". Lo "sceriffo", che ieri in direzione aveva spiazzato tutti con il suo accorato e sentimentale appello all'unità, rimane, dei tre, il più disposto a restare.

Commenti

Libertà75

Lun, 20/02/2017 - 17:54

alea iacta est

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 20/02/2017 - 18:00

Ma certo! Minacciano, urlano, sbraitano, provano a contarsi, poi, alla fine, quando qualcuno fa' loro notare che dividersi significherebbe terminare il governo e la legislatura, col rischio di non ri-vincere le prossime elezioni e magari (orrore!) di non essere rieletti nella grande mangiatoia, allora diventano tutti più ragionevoli e si convincono che, in fondo, il ragazzo di Rignano è una brava persona. Quante decine di volte hanno fatto lo stesso al momento di votare una fiducia? I "ribelli" si auto-convinceranno che gli hanno fatto paura e che alla prossima sarà più cauto e che per stavolta può bastare così. Naturalmente è tutto il contrario e non oso pensare quale prosopopea metterà insieme il nostro pinocchietto, una volta superato questo scoglio... Sì, perché, alla fine, lo supererà!

Tarantasio.1111

Lun, 20/02/2017 - 18:01

AVEVA RAGIONE IL CARO SCRITTORE GIORNALISTA PANSA quando asseriva che: I comunisti da sempre si eliminano tra di loro chiamandosi traditori a vicenda, ad uno ad uno si sono sempre eliminati così. Anche l'ultimo rimasto, guardandosi allo specchio, non trovò di meglio che dirsi: e si spara (minor dei mali).

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 20/02/2017 - 18:03

L'unica cosa che potrebbe fare il "Rottamator" per restituire un po' di dignità al Pd, dopo che lo ha ben bene traviato con la combriccola della leopolda e i consensi di irresponsabili militanti senza cervello, è quella di non ripresentarsi come candidato segretario. Un gesto di umiltà che comunque il personaggio-galletto, ovvero pseudo-compagno e affiliato allo Junker-group, non farà... mai. Fanno invece bene i dissidenti a lasciare lui e il perdente-masochista professor Letta.

Ernestinho

Lun, 20/02/2017 - 18:06

Ma chi se ne fregaaaaa!

mariobaffo

Lun, 20/02/2017 - 18:09

Che sia la volta buona fuori tutti i Kamikaze, ed un nuovo partito

geronimo1

Lun, 20/02/2017 - 18:10

Ma qui mica stiamo a PETTINARE LE BAMBOLE!!!!!!!! Facciamo sul serio, qui....!!!!!! La SCISSIONE l' ha voluta LUI, mica NOI...!!!!!!! Non sai piu' se e' Bersani o Crozza...!!!!!!! E poi, scusate, il PAESE e' il congresso PD?????????????????????? Mi pare che non si parli d' altro...??????? Ricordo che se Renzi ha preso il 40% del 40% di affluenza, ha in realta' preso il 16%...!!!!!!! Egli altri a casa od al mare, come raccomandava Bettino...!!!!!!! Ben lontano comunque dal 33% di Berlinguer nel 1989 con affluenze del 92%...i KOMUNISTONI (ma quelli DOC , quelli che sognavano la Russia....) superavano il 30%, il piu' grosso partito comunista di Occidente...!!!!!!!

MEFEL68

Lun, 20/02/2017 - 18:12

Per paura dell'auto-distruzione, si affannano, forse a parole, per SALVARE il PD. Ma ci fosse uno che è uno che spenda una sola parola per SALVARE gli Italiani. Dopo questa sceneggiata, qualsiasi formazione politica non potrà essere peggiore del PD. A lui preferisco partiti come quello dei Pensionati, dell'Amore o della Bistecca.

Duka

Lun, 20/02/2017 - 18:12

QUESTO E' UN PARTITO DELINQUENZIALE CHE AL POSTO DI PENSARE AI PROBLEMI DEL PAESE PENSA ALLE PROPRIE TASCHE ORA CHE LA BANCA DI "FAMIGLIA" E' FALLITA.

schiacciarayban

Lun, 20/02/2017 - 18:18

La vera faccia della sinistra, finalmente! Stai a vedere che gli unici seri sono, come ho sempre pensato, quelli di destra.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Lun, 20/02/2017 - 18:24

Il famoso SMACCHIATORE non è riuscito a smacchiare il GIUAGUARO... ma potrebbe smacchiare il PINOCCHIO. Vai, BERSANOV! Per una volta, fai vedere che non sei un vecchio rincitrullito ma che c'hai ancora le palle!!!!!

cotia

Lun, 20/02/2017 - 18:26

co' sti canti e co'ì sti soni ci hanno rotto i ... piedoni.Basta me so' stufato de dì che nun se ne pò più. Voi del giornale, per favore, nun je date più spazio, se no ce continueranno a farceli a pezzi!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 20/02/2017 - 18:30

ma che ve lo dico a fare? siete sempre stati perdenti! soltanto che non vi rendete conto, e continuate pure a criticar e insultare berlusconi? ma chi vi crede piu? :-)

PaoloCa.

Lun, 20/02/2017 - 18:38

ma chi se ne importa della scissione del PD..... io voglio tornare a votare e eleggere chi mi pare a mè .... e non è il pd

istituto

Lun, 20/02/2017 - 18:41

Leggetevi l'articolo di oggi sulla Nuova Bussola Quotidiana on

cicero08

Lun, 20/02/2017 - 18:43

più che va fino in fondo direi... va a fondo

vaigfrido

Lun, 20/02/2017 - 18:49

Non ci vuole una grande intelligenza per capire che il PD (vuoto contenitore inventato solo in funzione antiberlusconiana ) sarebbe arrivato alla resa dei conti ... i comunisti sono sempre dei trinariciuti ideologicamente ciechi e accecati e rifiutano ogni tentativo di rinnovamento . Sono prigionieri della loro stupida e fuori luogo ideologia

istituto

Lun, 20/02/2017 - 18:49

Leggetevi l'articolo in merito a questa storia sulla Nuova Bussola Quotidiana on-line. Lo fanno perché una volta rieletto Segretario del PD, Renzi li tromberebbe dalle liste elettorali per le prossime elezioni. Così facendo invece hanno una base teorica del 10% di consensi rafforzata con l'alleanza con Sinistra Italiana. E quindi sarebbero eletti alle prossime elezioni (con la nuova formazione da loro creata) mantenendo quindi le poltrone in Parlamento. È SOLO una questione di poltrone. Punto.

27Adriano

Lun, 20/02/2017 - 18:59

Si sgozzano come maiali, dopo aver depredato le banche, distrutto l'economia e ridotto l'Italia in miseria. Che spettacolo ripugnante (regia di re Giorgio)! Che Partito Delinquenziale!

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 20/02/2017 - 19:06

Certo che fa ridere vedere come godano i berluschini, quando anche se si dividesse in quattro o cinque, il PD avrebbe piu` voti di FI. Ecco come e` ridotta la destra...Dai, siete impareggiabili! Avanti al Centro contro gli Opposti Estremismi! HA HA HA

Anonimo (non verificato)

Keplero17

Lun, 20/02/2017 - 19:13

Attualmente ci sono le ong finanziate da Soros e compagnia che con 13 navi e un aereo vanno a prendere i Migranti in acque libiche, non barche, navi, così il flusso non si interrompe neanche in inverno. Non sono affatto una risorsa perché a differenza di quanto dice Bergoglio il lavoro non c'è a meno di non pagare gli operai come in Cina o in Romania da300 a 400 al mese, e infatti la non ci vanno. Finiscono quindi sulle spalle degli italiani nel frattempo svolgono lavori socialmente utili come spacciatori di sostanze stupefacenti, amministratori di p...ane, mendicanti, eccetera, con un coto preventivato di 4 miliardi che finiscono nelle tasche delle coop che assumono dipendenti che poi votano a sinistra. Quindi a noi delle loro beghe di spartizione del denaro pubblico non ce ne può importare di meno.

Ritratto di Farusman

Farusman

Lun, 20/02/2017 - 19:17

Vietato esultare! Se il PD si frantuma vincono i Grillini:dalla padella alla brace. A meno che FI non decida di fare da supporto a Renzi. Ancora peggio.

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 20/02/2017 - 19:19

Vi ricordate lo sguardo letta renzi ... e prima d'alema ochetto ...tra prodi e "l'armata brancaleone" PD PARTITO di DEMOLITI AUOTO demoliti ..... Questi vogliono solo il potere ..... la sinistra non esiste PIU', solo nei sogni dei nostalgici....

sparviero51

Lun, 20/02/2017 - 19:24

BENE,FORESE È LA VOLTA BUONA CHE CI TOGLIAMO DEFINITIVAMENTE I COMUNISTI DAI "00" !!!

sparviero51

Lun, 20/02/2017 - 19:26

BENE,FORSE È LA VOLTA BUONA CHE CI TOGLIAMO DEFINITIVAMENTE I COMUNISTI DAI "00" !!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 20/02/2017 - 19:39

Prima litigano, poi si votano a vicenda. Purchè mantengano la cadrega. Degli Italiani? Che frega a loro!

tofani.graziano

Lun, 20/02/2017 - 19:55

Geronimo I- come come Berlinguer nel 1989 prese il 33%, sapevo che mangiavano i bambini favorivano la povertà ma non che riuscissero anche a resuscitare perchè a me risultava che la suddetta persona sia deceduta intorno all'83/84 però dato che questi sono antropologicamente superiori, tutto puo' essere

lucas2

Lun, 20/02/2017 - 20:17

Più che una scissione sarà una banale uscita di qualche "compagno" che darà vita a un gruppetto pronto a correre in soccorso di Renzi ogniqualvolta ci sarà il rischio di far vincere "le destre". Il caso Sala a Milano è emblematico, tante grida e poi con la coda tra le gambe tutti a votare quellochei fino al giorno prima si è dipinto come satana in persona. Dignità zero.

Ritratto di ammazzalupi

Anonimo (non verificato)

nunavut

Lun, 20/02/2017 - 20:59

in questi tempi leggo il libro:Francesco Cossiga con Paquale Chessa,durante la lettura molto spesso mi sono reso conto che se una pagina accolla certe idee innovative a qualcuno due pagine dopo quasi le demolisce. La storiografia della politica Italiana é stata scritta e realizzata solo nell'intento di COMANDARE e non per il benessere della PATRIA E DEI CITTADINI.SIA DC CHE PCI,PSI E ALTRI,come precetto ebbero tutti il precetto "ora pro nobis",certamente chi più chi meno ai posteri l'ardua sentenza.

giova64

Lun, 20/02/2017 - 22:07

Identificati i tre evasi dal carcere di Sollicciano: Bersani, Rossi e Speranza. E nessuno li cerca!

curatola

Lun, 20/02/2017 - 22:39

faranno marcia indietro l'ultimo momento per amore degli elettori. Se fondano qualcosa di nuovo staranno appiccicati ai dem pronti a rientrare.

Iacobellig

Mar, 21/02/2017 - 05:58

RENZI IL BUFFONE INCAPACE HA FALLITO E QUINDI È BENE CHE SI FACCIA DA PARTE O MEGLIO SPARISCA!