Pensioni, 6 miliardi in 3 anni: dal prestito per uscire prima alla quattordicesima

Faccia a faccia tra governo e sindacati. Si delinea la riforma del sistema previdenziale. Ecco cosa cambia

Sei miliardi in tre anni per le pensioni. All'indomani del via libera all'aggiornamento del Documento di economia e finanza (Def), il ministro del Lavoro Giuliano Poletti incontra i rappresentanti sindacali e presenta le cifre della riforma del sistema previdenziale.

"Il governo - ha assicurato Poletti - lavora per trovare la massima condivisione possibile". La portata della riforma è sicuramente è più "pesante" rispetto alle indiscrezioni degli ultimi giorni, che parlavano di 1,5 miliardi euro, ma inferiori rispetto a quanto chiesto dai sindacati che pretendevano due miliardi e mezzo all’anno. "Le misure non dipendono dalla trattativa con Bruxelles", ha assicurato Matteo Renzi spiegando che il governo intende muoversi a "piccoli passi". Il governo ha presentato ai sindacati un verbale di cinque cartelle che sintetizza i vari quesiti affrontati nel confronto sulle questioni previdenziali. Il cuore della riforma è il cosiddetto Ape, il prestito che permette ai lavoratori di uscire prima dal lavoro fino ad un massimo di tre anni e sette mesi. "In pensione - ha detto il premier ai microfoni di Rtl - si può andare prima rispetto alle regole della legge Fornero e accettando una piccola penalizzazione dello stipendio, non gratis".

Per le pensioni minime, invece, il governo conta di garantire "una sorta di quattordicesima". "Riusciremo a dare qualche soldo in più", ha detto Renzi. L'idea è di corrisponderla a quei pensionati che hanno un reddito personale complessivo fino a mille euro al mese. La platea dei beneficiari passerebbe così da 2,1 milioni a 3,3 milioni. Nei prossimi incontri governo e sindacati si sono impegnati a proseguire il confronto su adeguatezza delle pensioni dei giovani, previdenza integrativa, perequazione dei trattamenti pensionistici e separazione tra previdenza e assistenza. "Ora l'attenzione è sulle misure che possono avere i seguito nella legge di bilancio - ha assicurato Poletti - poi riapriamo il confronto".

Commenti

conviene

Mer, 28/09/2016 - 16:18

Fosse vero!!! I corvi dovrebbero chiedere scusa per tutta la vita. E finalmente il disco rotto di salvini" Fornero Fornero Fornero"( A PROPOSITO NON L'HO SENTITO A DIRE UN ASOLA VOCALE O CONSONANTE SUL REFERNDUM DEI SUO ICOMPARI TICINESI. lui è NON è UN LEONE è UNA PUZZOLA ,) che mi ha rotto i timpani cesserebbe. Questo governo alle parole preferisce i fatti. Ma vediamo la Camusso, che non ha mai firmato un accordo. Anche se ai tempi di Berlusconi la concertazione era stata cancellata

VittorioMar

Mer, 28/09/2016 - 16:45

.......le Banche vi stanno aspettando avidamente con la bava alla bocca,per "FREGARVI" poveri pensionati, stritolati tra GOVERNO...SINDACATI....E BANCHE!!!!...come sara triste la vostra fine!!

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 28/09/2016 - 17:02

Beh dai un Governo abusivo che va avanti a colpi di minchiate giornaliere dal 22 febbraio del 2014. E gli imbecilli come conviene a far da claque... ma noi ci ricorderemo di tutto... degli uni ma, soprattutto, degli altri.

bruno1959

Mer, 28/09/2016 - 17:03

per conviene dato l'orario in cui hai scritto quell'ammasso di strafalcioni senza senso....deduco che ti sei scolato qualche ettolitro di vino a pranzo!!!! La prossima volta fai passare la sbornia prima di tentare a scrivere!!!!!

Libertà75

Mer, 28/09/2016 - 17:04

@conviene, allora poiché quanto espone non è vero, mi aspetto delle scuse verso tutte le persone intelligenti che ha offeso. L'Ape non è altro che un prestito bancario per uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. In realtà è un regalo al sistema bancario (che non corre rischi perché garantito dall'INPS) che concede un prestito il quale sarà rimborsato in 20 anni. Dopo una vita a pagare contributi, tocca anche pagare una banca per andare in pensione, ma domanda intelligente, perché devo pagare una banca se comunque è lo Stato a garantire? Vuoi vedere che la sinistra odia i pensionati e ama la finanza?

63FRANCK

Mer, 28/09/2016 - 17:07

conviene datti una calmata, la Fornero mi ha portato i contributi a 44 anni per la pensione. Calcoli fatti dEll'inps dava 62% ultimo stipnedio. Dal 2020 ci volgiono 68 anni altrimenti paghi una penale dal 1 al 2% agni anno prima. Ho iniziato a 19 anni con 44 anni di lavoro meno la penalità di 5 anni vado con il 55% 1000 euro/mese. Il prestito per andare dove? a ramengo? conviene aridatti una calmata

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 28/09/2016 - 17:08

ecco perchè questo paese è allo sbando. perchè ci sono i conviene che credono alle favole acomuniste

ILpiciul

Mer, 28/09/2016 - 17:09

Conviene verificare prima di esprimersi. Io e altre persone siamo state FREGATE 6 volte colla pensione e se vuole glielo dimostro. Anzi, no, sono stufo di spiegare, il mio e di altri, caso. Ad ogni modo, ora ho 41 anni e mezzo di contributi versati, no lavoro, no pensione esaurito mobilità; esodato per riduzione personale da crisi ed iniziato a lavorare a 15 anni non compiuti. Occorre aggiungere altro? E la forte fumatrice Camusso aveva detto che 40 era un numero "magico", se lo rammenta? Poi l'abbiamo vista beatamente sorridente e pacioccona alla mensa del padre, Monti. Avrà inciuciato?

idleproc

Mer, 28/09/2016 - 17:13

I maligni dicono che i "sindacati" non aspettano altro che diventare finanziarie e gestire fondi pensione, altri maligni dicono che coi soldi delle pensioni e capitali a garanzia accumulati e svenduti, si è fatto e si fa altro. Altri ancora, sempre maligni, dicono che si vanno a finanziare le banche coi soldi dei pensionati indebitanto pure i figli se schiattano prima. Siamo pieni di maligni. Talmente maligni che sono convinti che li credano fessi.

marcomasiero

Mer, 28/09/2016 - 17:34

questo "governo" di LADRI PATENTATI riesce a fare diventare prestito soldi versati dai cittadini durante una vita e di LORO legittima proprietà !!! altro che prestito !!! LADRI !!! voi e le vostre amiche banche e i sindacati !!!

bundos

Mer, 28/09/2016 - 17:41

io non ho intenzione di fare alcun prestito, con gli interessi pure- ma allora l'inps perchè non mi rida indietro tutti i contributi versati in 40 anni ,rivalutati al 3%, in fondo sono miei e dovrei usufruirli come meglio credo, cash naturalmente. dimenticavo che siamo in unione sovietica europea

conviene

Mer, 28/09/2016 - 17:49

X bruno1959 Ha perfettamente ragione, per gli errori di scrittura imperdonabili. Scrivere mentre si è impegnati succede questo. Comunque oltre ad essere donna sono astemia da sempre. mi fanno schifo anche i cioccolatini con liquore. Senza rancore.

unosolo

Mer, 28/09/2016 - 18:11

hanno fatto tanti debiti che seguitano a farlo , imprese devono avere 60 miliardi e questi ancora cercano altri da spendere , se non paghi distruggi imprese , ladri.

Ernestinho

Mer, 28/09/2016 - 18:12

Non c'è da fidarsi dello stato (in minuscolo). Parlo per esperienza personale: mia moglie, dopo aver stipulato un contratto direttamente con lo stato versando dei contributi volontari, con precise regole di pensionamento al momento, è stata rapinata dallo stesso perché dovrebbe riscuotere la pensione, forse, a 68 anni (per ora)!

Giorgio1952

Mer, 28/09/2016 - 18:16

Loudness per essere "un governo che va avanti a colpi di minchiate giornaliere dal 22 febbraio del 2014", ne ha fatta di strada! Essendo oltretutto illegittimo e non eletto da nessuno, non so se siano più imbecilli i sostenitori o quelli che stanno all'opposizione e si logorano perché non hanno il potere, come disse il buon Andreotti. Io mi indigno piuttosto che al tavolo delle trattative siedano personaggi come Barbagallo, che andava in crociera con i soldi del sindacato, il suo predecessore Epifani andò in pensione moltiplicando enne volte gli ultimi stipendi per garantirsi una rendita da nababbo, interrogato sulla questione rispose che era tutto a norma di legge! Questi fanno gli interessi dei lavoratori secondo lei?

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 28/09/2016 - 18:29

Delinquenti. Paghi una vita e devi farti il mutuo per andare in pensione. Solo criminali comunisti potevano pensare una porcata truffa del genere.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 29/09/2016 - 00:25

Ma cosa se ne fanno di sei miliardi se, di fatto, chi vuole andare in pensione prima se la deve pagare da sè, e con gli interessi per giunta? Perché non vanno a chidere indietro qualcosa a quei milioni di pensionati baby, la maggior parte dei quali ancora in vita, che pesano sull'inps per otre cinquant'anni della loro vita? Una mia compagna di scuola è andata in pensione a 35 anni, e di quarantenni pre-pensionati ne conosco a dozzine. Loro però non hanno pagato una lira a nessuna banca! Questo governo è ancora più immondo di quello monti-fornero... e ce ne vuole!

peppino51

Gio, 29/09/2016 - 06:40

Ho scoperto chi è CONVIENE, per quello che parla così.

peppino51

Gio, 29/09/2016 - 06:43

Altro grossa presa per il culo di Renzi, non darà un soldo a nessuno, ma se mancano addirittura i fondi per la raccolta di neri, come farà a pagare le pensioni, e poi, fra poco ci sarà l'assalto delle coop rosse che chiedono di essere pagati.

rossini

Gio, 29/09/2016 - 07:50

Poiché per i migranti spendiamo 3 miliardi all'anno, se non fossimo così stupidi da gettare dalla finestra questa enorme somma di denaro, ai 6 miliardi in 3 anni, per le pensioni avrebbero potuto essere aggiunti altri 9 miliardi raggiungendo così un totale di 15 miliardi in 3 anni. È chiaro il ragionamento?

Libertà75

Gio, 29/09/2016 - 12:15

@giorgio52, quindi se un partito di sinistra bastona pensionato, operati e povera gente è colpa del sindacato e non propria? Bel ragionamento... mi faccia indovinare, è colpa di Berlusconi se dopo la sua cacciata la disoccupazione è passata dall'8% al 13%? e tuttora un 12% certo?