Petrolio, il pm Woodcock: "Così funziona il sistema"

Henry John Woodcock, il pm anglonapoletano, con tre diverse inchieste (2001; 2004; 2008) puntò il mirino sugli "gli affari petroliferi" in Basilicata portando alla luce un sistema di corruzione

Henry John Woodcock, il pm anglonapoletano, con tre diverse inchieste (2001; 2004; 2008) puntò il mirino sugli "gli affari petroliferi" in Basilicata portando alla luce un sistema di corruzione. In un colloquio con La Stampa, ripercorre quegli anni e spiega: "La corruzione e la collusione tra potere economico, potere politico e frange deviate di istituzioni dello Stato costituiscono il modus operandi ordinario nel settore degli appalti delle opere pubbliche. Il flusso di denaro pubblico rappresenta l'occasione di corruzione e di arricchimento illecito a favore di imprenditori senza scrupoli, faccendieri e funzionari pubblici corrotti".

E ancora: "Gli affidamenti degli appalti da parte del colosso petrolifero francese Total erano "pilotati e predefiniti negli esiti dai protagonisti del 'comitato d'affarì costituito, appunto, dal management di 'Total Italià, da imprenditori, da pubblici ufficiali, politici e faccendieri, 'istituzionalmentè deputati a mediare un numero indeterminato di transazioni illecite".

Commenti

gigetto50

Lun, 04/04/2016 - 12:28

.....e allora perché non ha indagato gia' da tempo?

accanove

Lun, 04/04/2016 - 13:58

...o quest'"uccello di legno" vede lontano e non riesce a gestire i capi d'accusa, o stravede (lontanissimo). Mr.Flop come viene chiamato Woodcock, ha una lunghissima serie di non luogo a procedere ed assoluzioni perchè il fatto non sussiste (pagine di questo giornale 02/03/2013). Mi piacerebbe capire quale delle due gli si confà

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 04/04/2016 - 16:47

Woodcock, non sei mai stato CORRETTO, se c'è qualcosa su Berlusconi vai a trovare qualsiasi appiglio per portarlo in Tribunale. Ma per andare contro le LOBBI di questo paese, non chiudi solo gli OCCHI, ma anche le ORECCHIE. Hai parte in CAUSA?.

killkoms

Lun, 04/04/2016 - 18:13

gallo di legno(o qualcos'altro!)'un nome,una garanzia!