Piccoli uomini non crescono

Nell'uovo di Pasqua della politica ci sono sorprese da fare invidia a quelle Kinder. Ecco come stanno le cose

Nell'uovo di Pasqua della politica ci sono sorprese da fare invidia a quelle Kinder. Sentite come stanno le cose in vista delle imminenti elezioni regionali. In Liguria ci saranno due liste del Pd: una ufficiale e una composta dagli sconfitti alle primarie (Cofferati e compagni), armate l'una contro l'altra. In Puglia si sta andando verso due liste di Forza Italia, la prima dei fittiani, la seconda con i berlusconiani. In Veneto ci saranno due Leghe, quella di Salvini e quella del dissidente Tosi, a contendersi gli stessi voti. Quel che resta del partito di Alfano batte tutti e si fa addirittura in tre (quindi poco più del numero dei suoi elettori), manco fosse la trinità: il padre sta al governo con il Pd di Renzi, il figlio in Campania pare appoggerà il candidato di Forza Italia (quindi contro Renzi) e lo spirito santo in Veneto voterà per Tosi (quindi contro Renzi e contro Forza Italia). E tutto questo solo per stare alle questioni macroscopiche.

Proviamo a metterci nei panni di un povero disgraziato che, nonostante tutto, avrebbe ancora la voglia e la forza di recarsi alle urne. Mettiamo che questo signore, nella sua ingenuità, faccia un ragionamento banale: se sono liberale e conservatore voterò Forza Italia o Lega, se progressista, Pd. Col piffero. Se il malcapitato non si mette a studiare a tempo pieno giornali, siti politici e forse anche gli aggiornamenti della Treccani, il suo voto dato in buonafede potrebbe finire tranquillamente al nemico. Perché il programma di Fitto è distruggere Berlusconi (cioè Forza Italia), quello di Cofferati è uccidere Renzi, Tosi punta solo a fare perdere Salvini e Alfano la darebbe alla qualunque pur di continuare a mangiare gratis. La rivolta di questi colonnelli, che in alcuni, non conoscendoli, aveva accesso speranze, si sta trasformando nella primavera araba della politica italiana: un inutile bagno di sangue, un fallimento nel quale il dopo è molto peggio del prima. Uomini modesti (altrimenti sarebbero stati loro i leader invece che seconde file) ai quali un elettorato appena cosciente e decente dovrebbe semplicemente voltare le spalle. Buona Pasqua a tutti.

Commenti

Sabino GALLO

Dom, 05/04/2015 - 15:56

L'analisi è semplice e le conclusioni sono giuste! I risultati sono prevedibili : a) affluenza minima alle urne ; b) un bel regalo agli avversari, anche se sono egualmente divisi e potenzialmente perdenti! Agli elettori non resta che fare una scelta : ridere o piangere!

INGVDI

Dom, 05/04/2015 - 16:36

In questa disamina si salvano solo Berlusconi e Renzi. Sallusti un auspicio a formare il Partitone Unico? Un appunto: non sono i progressisti a votare PD ma gli opportunisti, oltre che i beoti che amano i loro aguzzini.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 05/04/2015 - 17:47

Berlusconi(ancora lui l'unico politico serio) l'aveva detto tanto tempo fa se non votate me votate PD e non disperdete i voti in partitini che non valgono una cicca ma si vede che gli italiani non capiscono una mazza o almeno buona parte di loro

lupo1963

Dom, 05/04/2015 - 17:56

A me dispiace che Salvini si sia alleato con FI. Preferivo perdere in alcune regioni ma contare i suoi voti e convincere finalmente Berlusconi a ritirarsi dalla politica .Ci vuole una destra cazzuta ed in mano a gente giovane.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 05/04/2015 - 18:00

Caro amico, dimentica che tutto questo è possibile grazie ad una carta/cost che si sta rivelando per quel che è, un risarcimento bellico. Si chiama senza vincolo di mandato l'articolo che consente questa barbarie. Chiaro chiaro. Quindi, predica la carta spudorata, mi faccio votare nel partito dei gialli e porto il mio voto in quello dei bianchi contro i quali han votato quelli che han votato il mio partito. Che mi ha nominato e messo una poltrona sotto il cxxo.. Bondi continua a prendere i soldi del parlamento pur essendo lontano da chi lo ha messo in lista e nominato. E dagli elettori che lo hanno votato. Se questa non è truffa.....

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 05/04/2015 - 19:17

Caro Sallusti, quando il nostro Presidente accetta queste (CACATE) è meglio che dia le DIMISSIONI, perchè non è in grado di frenare la BABILONIA POLITICA. Quello di prima, parlava TROPPO e entrava ovunque, questo non parla per niente e lascia fare tutto quello che quattro SPUDORATI, vogliono fare per i comodi loro. Avevano ragione gli INGLESI a dire, ancora negli anni settanta, che gli Italiani, DEVONO annusare solo la MxxxA che gli viene PRESENTATA.

moichiodi

Dom, 05/04/2015 - 20:04

Pasquali vaneggiamenti.siamo oltre la frutta.

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 05/04/2015 - 20:13

Il peccato originale di Sallusti e` nell'assunto: "Se sono liberale e conservatore voterò Forza Italia o Lega". In cosa esattamente FI e Lega incarnano il liberalismo o il conservatorismo? Quale film ha visto, o non ha visto, Sallusti, per attribuire a queste due armate brancaleone tali patenti nobili? La Lega peraltro sarebbe molto offesa da tale affermazione, loro sono tutto meno che conservatori (almeno a parole, visto che poi nella sostanza si sono crogiolati nella stessa melma della prima repubblica che dicevano di combattere). Quanto a FI, mi sembra che abbiano sempre interpretato liberalismo come liberta` di delinquere, di evadere le tasse, di frodare il fisco, di essere amiconi di dittatori sanguinari: si`, sono proprio "liberali". (Io mi chiedo sovente: ma Sallusti scrive cose del genere perche' ci crede veramente, o perche' sa che puo` comunque gabbare la sua platea acritica con qualunque panzana?)

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 05/04/2015 - 20:16

Almeno quelli dell'ISIS sono sinceri: te lo dicono subito che se ti acchiappo dopo averti perforato il retto ti taglio il collo più chiari di così lo sai che loro ti ammazzano quanto prima al contrario i nostri emeriti arruffapopolo ti menano come un can per l'aia e poi dopo che ti hanno fottuto il voto si ciucciano la pensione dopo cinque anni di fre_gnacce e pantomime sugli scranni iperventilati per non fondere le emorroidi salvo assenze inopinate. L'anarchia al confronto è una allegra rimpatriata di goliardici compagni di università ... quelle di altri tempi si intende.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 05/04/2015 - 20:36

Visto l'andazzo generale alle famose uova di cioccolato della Ferrero dovrebbero cambiare il nome in KILLER.

fisis

Dom, 05/04/2015 - 22:46

A me invece le cose sembrano piuttosto semplici: sono per un aumento della tassazione, dell'immigrazione clandestina, a favore di questa unione europea? allora voto a scelta tra Pd, Sel, Ncd e partitini vari di centro. Viceversa, sono contro l' aumento della tassazione, contro l'immigrazione clandestina, contro questa unione europea, a favore dell'integrità territoriale e della sovranità nazionale? allora voto Salvini o Meloni. Non prendo in considerazione i pagliacci inconcludenti "five star", che credono nelle scie chimiche, nelle sirene e simpatizzano per l'Isis. Ah! dimenticavo, FI: non pervenuta.

VittorioMar

Lun, 06/04/2015 - 00:26

In questo momento di confusione generale e del tutti contro tutti,queste elezioni saranno un disastro completo.Chi vuole questo caos?E'creato di proposito?A chi fa comodo?Chi vuole bloccare la legislatura?Quali interessi si stanno salvaguardando?Quando ci sono molte domande non ci sono risposte!

Ritratto di gianpaolo.barsi

gianpaolo.barsi

Lun, 06/04/2015 - 01:25

E i 5stelle, continuiamo ad ignorarli, come fanno gli struzzi?

INGVDI

Lun, 06/04/2015 - 08:37

Ho letto su Libero le intenzioni di voto in veneto: Zaia e Moretti sono quasi appaiati intorno al 38%. Mi sono chiesto come sia possibile che tanti idioti veneti votino PD, cioè per i loro aguzzini.

INGVDI

Lun, 06/04/2015 - 08:43

Le considerazioni di fisis le dovrebbero fare tutte le persone dotate di un minimo di buon senso. Purtroppo, guardando i sondaggi, sembrano essere la minoranza in questo Paese votato all'autodistruzione.

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Lun, 06/04/2015 - 09:37

Qui a Novi Ligure siamo stupiti di votare per le regionali in Liguria ! fino a pochi giorni fa eravamo piemontesi

Atlantico

Lun, 06/04/2015 - 10:58

In Italia in troppi vaneggiano di 'liberalismo' intendendolo come la libertà di fare il ca22o che ti pare. Ma andate a scopare il mare !

Zizzigo

Lun, 06/04/2015 - 11:40

Di nani ne abbiamo troppi... dove sta Biancaneve?

Zizzigo

Lun, 06/04/2015 - 11:44

Quando gli annunci delle prostitute sono più interessanti, onesti e veritieri di quelli dei politici... meglio andare a puxxxne!

MEFEL68

Lun, 06/04/2015 - 12:19

@@@ Il peccato originale di Sniper sta nella miope faziosità politica. Mentre attribuisce ogni sorta di malaffare alla destra, trascura sfacciatamente ciò che sta succedendo alla sinistra. Scandali che ormai non fanno più neanche notizia; faide interne tanto che ai comunisti di sinistra, si affiancano i comunisti di destra, ecc.. L'unica cosa che accomuna la sinistra è l'interpretazione della parola "DEMOCRAZIA" che per loro significa "Ognuno è libero di pensarla come NOI". Chi non si adegua non ha diritto di parola (vedi il tritacarne a Berlusconi o le contestazioni a Salvini).Potrei continuare...

MEFEL68

Lun, 06/04/2015 - 12:22

Come sempre l'analisi di Sallusti è concisa e precisa. L'unica cosa che mi permetterei di aggiungere è che tutto questo significa che gli italiani (o meglio i nostri politicastri)non sono ancora maturi per una democrazia chiara e solida come succede mondo occidentale.

Vero_liberista

Lun, 06/04/2015 - 12:31

Al netto degli insulti gratuiti e fesserie degli stalinisti autoproclamatisi esperti di liberalismo quali Moichiodi, Sniper ed Atlantico, La vera questione è che la contrapposizione oggi non è tra destra, centro e sinistra, ma tra liberali e statalisti, entrambi di destra, centro, e sinistra; quindi tra nemici e difensori delle mille caste statali e pubbliche; quindi tra l’Italia che produce, lavora e vive credendo in se stessa e quella opportunista, fancazzista, paraculata, vigliacca, ipocrita, falsa che sa che senza rendite, garantismi e privilegi automatici non potrebbe né saprebbe esistere. Oggi il 70% dell’elettorato in pubblico si professa sostenitore della prima Italia, poi nel voto sostiene per opportunismo la seconda. Ed è perfettamente rappresentato da Renzi, dal Alfano e Casini e dal Berlusconi post ’94. Il restante elettorato non vota o vota per protesta. Le cose cambieranno solo quando gli Italiani cambieranno testa e voto dimostrando vera sete di liberalismo.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 06/04/2015 - 16:26

sniper da brava ZECCA IN MALAFEDE ha dimenticato la piu' grande forza "politica" di ladri, papponi, mafiosi, trafficanti di uomini e .."organi" di prostitute e spazzatura..cioe' la SINISTRA..

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 06/04/2015 - 18:06

Dr. Sallusti, anche se "il malcapitato", come dice lei, si mettesse a studiare a tempo pieno solo giornali, non capirebbe niente comunque o finerebbe anche in questo caso sulla falsa strada, visto che voi giornalisti non siete, nemmeno stavolta, corretti nel dire le cose come stanno e lo portereste a sbagliare nel giudicare al momento di votare. Per esempio, dire da parte sua che "il programma di Fitto è distruggere Berlusconi (cioè Forza Italia)" è sbagliato, perché diffamatorio nei confronti di Fitto innanzi tutto. E poi, Fitto non ha bisogno nemmeno di distruggerlo Berlusconi, in quanto costui si è distrutto da sé, tradendo gli elettori e il loro volere e distruggendo così anche Forza Italia, nei quattro anni di appoggio incondizionato ai governi sinistri, non eletti da nessuno, che ci sono stati dal 2011 ad oggi, con Renzi. Berlusconi ormai non fa altro da anni. Dopo qualsiasi campagna elettorale, prende i nostri voti e li regala alla sinistra. E' ormai i-naf-fi-da-bi-le!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 06/04/2015 - 18:29

Bel commento, sig. "fisis"!

gedeone@libero.it

Lun, 06/04/2015 - 18:38

Cecchino, come sempre hai sbagliato bersaglio. Tutto ciò hai detto si attaglia perfettamente al tuo partito di ladri e papponi impuniti.

VittorioMar

Lun, 06/04/2015 - 18:48

molti di questi "uomini"come li chiama Lei,non hanno la qualtà necessaria "il Carisma"e non ci sono luoghi dove poterlo acquistare!!!

moichiodi

Lun, 06/04/2015 - 19:27

@vero_liberista. dato che mi ha citato, mi dice se si può fare un articolo in questo modo?: "Proviamo a metterci nei panni di un povero disgraziato(?!) che, nonostante tutto, avrebbe ancora la voglia e la forza di recarsi alle urne. Mettiamo che questo signore, nella sua ingenuità, faccia un ragionamento banale: "se sono liberale(!?) e conservatore(!!) voterò Forza Italia o Lega, se progressista(!?), Pd. Col piffero(!?). Se il malcapitato(!!) non si mette a studiare a tempo pieno giornali(con un articolo come questo cosa ci ricaverebbe?, siti politici e forse anche gli aggiornamenti della Treccani(!!), il suo voto dato in buonafede potrebbe finire tranquillamente al nemico(!?!?!?!?!?)." se non sono vaneggiamenti questi.........

DALLA SCUDERIA

Lun, 06/04/2015 - 19:39

Semplicemente perfetto.

Vero_liberista

Lun, 06/04/2015 - 20:31

@Moichiodi, io l'articolo di Sallusti lo condivido in pieno forse perchè lo ho capito senza dover fare la vivisezione a parole e virgole; forse perchè racconta la semplice lampante verità che sta sotto agli arzigogoli della politica; forse perchè il fatto che uno voti un'idea politica per poi vedere il suo voto usato a sostegno dell'esatto opposto di ciò che aveva votato e senza il suo consenso (lo chiamano "assenza del vincolo di mandato","parlamentarismo" ecc. ecc.) è quello che da decenni l'elettore italiano (specie di centrodestra) sperimenta sulla sua pelle. Ma lei li chiami pure vaneggiamenti, se questo la aiuta a stare meglio. Io, come Sallusti, da liberale, oggi vedo solo due possibilità. Lega(Liberalismo parziale in salsa federale e anti-questaEuropa) o astensione. Comunque ho apprezzato la moderazione del suo ultimo post. Saluti.

robytopy

Lun, 06/04/2015 - 21:25

Uomini modesti (altrimenti sarebbero stati loro i leader invece che seconde file) ai quali un elettorato appena cosciente e decente dovrebbe semplicemente voltare le spalle. abbbbbbasssssso i leader EVVVVVVVIVVVVVVA GLI UOMINI MODESTI

robytopy

Lun, 06/04/2015 - 21:35

ma invece di scrivere tutte queste cose inutili perchè non ci dice Sig. Sallusti quello che interessa veramente agli italiani. Quali sono i programmi di Fitto e quelli di Berlusconi Quelli di Tosi e di Salvini Quelli di Renzi e Cofferati

robytopy

Lun, 06/04/2015 - 21:35

ma invece di scrivere tutte queste cose inutili perchè non ci dice Sig. Sallusti quello che interessa veramente agli italiani. Quali sono i programmi di Fitto e quelli di Berlusconi Quelli di Tosi e di Salvini Quelli di Renzi e Cofferati

robytopy

Lun, 06/04/2015 - 21:37

ma anche quelli di Zaia e della Moretti

Ritratto di Mike0

Mike0

Mar, 07/04/2015 - 10:00

@fisis concordo quasi in tutto! Se FI si schiera con Salvini e Meloni in modo plateale buttando fuori i casinisti strappavoti di sinistra, anche FI può essere in corsa. Basta essere chiari!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 07/04/2015 - 10:21

il problema politico italiano di oggi e' l'assenza totale di un alternativa di cdx.Sallusti fa un giro di parole e personaggi fin troppo largo che elude la questione principale ovvero,il csx ha il suo leader e la sua maggioranza politica con consenso elettorale,il cdx non ha ne leader,ne piu' un identita',figuriamoci il consenso.Forse dopo la batosta delle regionali il quadro sara' piu' chiaro anche a chi oggi si illude.

Paparosso

Mar, 07/04/2015 - 10:44

Ho solo una nota personale : se quel signore fa il ragionamento che gli affibia Sallusti ( "se sono liberale e conservatore voterò Forza Italia o Lega, se progressista, Pd" ) vuol dire che non capisce nulla di politica. 1. FI è liberale quanto lo è il partito di Putin ( che voi siete riusciti a fare credere a una fetta di popolazione che FI è un partito liberale è semplicemente un inganno perpetrato nel tempo ) 2. Il Pd è progressista e di sx quanto Putin 3. Risultato = Il Pd di Renzi e FI sono la stessa cosa , tant'è che almeno il 15% degli elettori di B. ora votano Renzi Sallusti Lei può dire quello che vuole , poi però ci sono i fatti che puntualmente la smentiscono. Lei è un bravo scrittore di gialli e intrighi politici ma non un giornalista politico

Paparosso

Mar, 07/04/2015 - 10:46

Ho solo una nota personale : se quel signore fa il ragionamento che gli affibbia Sallusti ( "se sono liberale e conservatore voterò Forza Italia o Lega, se progressista, Pd" ) vuol dire che non capisce nulla di politica. 1. FI è liberale quanto lo è il partito di Putin ( che voi siete riusciti a fare credere a una fetta di popolazione che FI è un partito liberale è semplicemente un inganno perpetrato nel tempo ) 2. Il Pd è progressista e di sx quanto Putin 3. Risultato = Il Pd di Renzi e FI sono la stessa cosa , tant'è che almeno il 15% degli elettori di B. ora votano Renzi Sallusti Lei può dire quello che vuole , poi però ci sono i fatti che puntualmente la smentiscono. Lei è un bravo scrittore di gialli e intrighi politici ma non un giornalista politico

Paparosso

Mar, 07/04/2015 - 10:50

Agrippina forse non ha capito lei !!! Renzi facendo le stesse politiche di Berlusconi ( sono parole di Silvio non mie ) si è preso più della metà degli elettori di Berlusconi. Renzi è il vero liberale liberista altrochè progressista socialdemocratico !!!! Gli elettori di sx plagiati e innamorati del simbolo , rimangono lì ingannati da Renzi......quindi Renzi si è preso gli elettori di B. per coerenza e si è tenuto gli elettori di sx per ignoranza = 40%

Paparosso

Mar, 07/04/2015 - 11:03

Ho solo una nota personale : se quel signore fa il ragionamento che gli affibbia Sallusti ( "se sono liberale e conservatore voterò Forza Italia o Lega, se progressista, Pd" ) vuol dire che non capisce nulla di politica. 1. FI è liberale quanto lo è il partito di Putin ( che voi siete riusciti a fare credere a una fetta di popolazione che FI è un partito liberale è semplicemente un inganno perpetrato nel tempo ) 2. Il Pd è progressista e di sx quanto Putin 3. Risultato = Il Pd di Renzi e FI sono la stessa cosa , tant'è che almeno il 15% degli elettori di B. ora votano Renzi Sallusti Lei può dire quello che vuole , poi però ci sono i fatti che puntualmente la smentiscono. Lei è un bravo scrittore di gialli e intrighi politici ma non un giornalista politico

damicodatri

Mar, 07/04/2015 - 12:39

Italiani, una volta per tutte dimostriamo che non vogliamo + subire questi politici, andassero a lavorare ma sul serio!Non andiamo a votare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

gesmund@

Mar, 07/04/2015 - 13:39

La "primavera raba della politica italiana" è più a destra che a sinistra, dove vale sempre il motto: il Partito, giusto o sbagliato che sia, è sempre il Partito. La sinistra puo' partire divisa ma poi, ai ballotaggi, si ricompatta sempre e vince, magari con lo 0,000001%. Solo un Berlusconi al 100% potrebbe ricompattare la destra, come ha sempre fatto. A sinistra hanno subito capito che il Nemico da abbattere era solo e soltanto Silvio. E ci sono (quasi) riusciti: purtroppo ormai è molto indebolito e non esiste nessuno con le sue capacità politico-organizzative a destra, dove non esiste una ideologia - per fortuna - ma solo persone.

INGVDI

Mar, 07/04/2015 - 15:06

Sono in molti quelli che non hanno capito che Renzi è un comunista vestito da democristiano. Fa una politica di sinistra, edulcorata dal buonismo cattolico, accentratrice dei poteri, politica che soffoca l'iniziativa privata e sta distruggendo il tessuto economico fatto di piccole e medie industrie, di artigiani, di commercianti, di professionisti senza tutela statale. La vergogna sta nel fatto che Berlusconi ha avallato tutto ciò, a danno dei propri elettori. Che il 70% dell'elettorato voti per i partiti di sinistra sta a indicare a quale livello di percezione della realtà si trova.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mar, 07/04/2015 - 18:27

Sniper la demenza non e' un reato dacci dentro .

Joe Larius

Mer, 08/04/2015 - 12:25

Riassunto: mettere d'accordo la sessantina di milioni di partiti che rallegrano la nostra scena politica piû che impossibile è inutile.