La plastic tax è pronta. Ecco quanto pagheremo

1,1 miliardi nel 2020 e 1,8 nel 2021: è quanto il governo intende ricavare dalla tassa sugli imballaggi. E se gli imprenditori minacciano di lasciare l'Italia, i consumatori hanno poco da ridere: la plastic tax costerà loro un euro al kg

"La plastic tax? Fermeremo tutti gli investimenti. E stiamo pensando di spostare la nostra sede all'estero". Il grido di dolore di qualche giorno fa di Alberto Bertone, patron di Acqua Sant'Anna, era più che giustificato. Specie ora che il governo ha finalmente diffuso i numeri ufficiali della manovra. Nonostante le proteste di Matteo Renzi, il governo ha inserito nel testo della legge di bilancio 2020 la tassa sugli imballaggi. Un balzello da cui i giallorossi intendono ricavare circa 3 miliardi di euro in due anni, precisamente 1,1 miliardi nel 2020 e 1,8 nel 2021, oltre alle annunciate - e confermate - strette su bevande zuccherate ed auto aziendali.

Ma la tassa più dannosa per l'economia italiana rischia di essere quella sugli imballaggi, criticata addirittura da Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia Romagna dove si concentra il principale distretto del settore. La plastic tax rischia di essere un massacro per tutti: Stato, imprese e cittadini. A pagarla, però, sarebbero soprattutto i consumatori, su cui andrebbe a scaricarsi gran parte del peso del nuovo balzello della sinistra.

Secondo una stima di Libero, le famiglie italiane andrebbero incontro a un aggravio di spesa pari a 1 euro per ogni chilogrammo di contenitori acquistati al supermercato. Prendendo a modello un nucleo familiare composto da quattro persone - padre, madre e due figli - nel cestino dei rifiuti si accumulano bottiglie di acqua minerale (ovviamente di plastica) per 600 grammi la settimana, a cui corrispondono 60 centesimi di plastic tax.

È questa una delle principali voci di costo per le famiglie, a cui aggiungerne altre come vaschette di formaggio spalmabile, capsule di caffè, tè, cioccolato in polvere, detergenti per lavastoviglie, lavatrice e l'igiene della casa... Tutti prodotti che, salvo rarissime eccezioni, non si possono acquistare sfusi, ma solo in contenitori di plastica. Con gli involucri che contengono sostanze chimiche inevitabilmente più pesanti per garantirne la conservazione oltre che una maggiore resistenza agli urti accidentali.

Sommando le varie voci, con l'eventuale introduzione della plastic tax si arriverebbe a 3 euro a settimana circa per ogni famiglia, per un totale annuale di quasi 155 euro. Questo senza considerare gli oggetti che si comprano una tantum, come arredi da giardino, sedie, tavoli, cornici dei quadri, strumenti da cucina e così via. Insomma, la spesa complessiva potrebbe essere ancora più elevata. E i consumatori già tremano.

Commenti
Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 10/11/2019 - 11:45

Invece di ridurre le spese della macchina statale pesano su Imprese e Cittadini; sono da mandar a casa direttamente senza sconti. Forza Italia. Shalòm.

scorpione2

Dom, 10/11/2019 - 12:25

GLI IMPRENDITORI MINACCIANO DI LASCIARE L'ITALIA? POSSONO SOLO PORTARE VIA I SOLDI, CERTAMENTE NON POSSONO PORTARSI VIA LE FONTI. CxxxxxxI

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 10/11/2019 - 12:41

ma coma fa una parte degli Italiani a votare ancora questi mentecatti?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 10/11/2019 - 12:47

Io sarei contento che nei centri commerciali si usassero le cisterne o contenitori giganti dove la gente premunita di bottiglie e sacchetti, acquisti i prodotti sciolti. Alla Coop esiste da anni, ma caspita invece di costare meno costa di più, ed allora!?

Giorgio Rubiu

Dom, 10/11/2019 - 12:51

La Plastic Tax farà perdere, alla sinistra, l'amministrazione regionale di Emilia-Romagna. Le industrie emiliane, sia quelle che lavorano la plastica che quelle che lavorano "con" la platica come, ad esempio, le molteplici industrie bolognesi che inventano e costruiscono macchine per confezionare sotto vuoto i cibi per i supermercati, lo hanno detto chiaro e tondo. Inoltre il rincaro fiscale di "soli" 4 centesimi a bottiglia, considerando che l'acqua minerale in bottiglietta costa solo 30 centesimi, costituisce un aumento fiscale del 15%!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Dom, 10/11/2019 - 12:57

Il plastic free è un processo ormai irreversibile. A casa mia beviamo acqua di rubinetto, per la scuola vanno bene le borracce, siamo passati dalle merendine al panino imbottito (con somma gioia dei miei figli), lo yogurt lo facciamo in casa (o meglio, si fa da sé), il latte lo compriamo in cartone, i formaggi, i salumi e la carne li compriamo freschi, le uova me le porta una mia collega dentro portauova di carta, il caffè lo compriamo macinato fresco alla torrefazione (molto più profumato e meno caro delle cialde, a lavoro comunque si usano cialde di carta). Usiamo sempre meno plastica, mangiando meglio e risparmiando parecchio: il plastic-free è una grossa opportunità di risparmio per le famiglie e favorisce il “chilometro zero”.

agosvac

Dom, 10/11/2019 - 13:44

Di sicuro gli utenti pagheranno, ma pagheranno molto di più le aziende interessate che, guarda caso, sono in gran parte in Emilia Romagna! Vedo sempre più a rischio il PD in Emilia Romagna: di fronte ai soldini il partito passa in secondo ordine!!!

titina

Dom, 10/11/2019 - 13:58

Devono pur pagare il reddito di cittadinanza e i vari bonus. Furbi: non si può sfuggire a questa plastica per ragioni ben spiegate nell'articolo. In compenso non comprerò più bevande zuccherate, purtroppo per la plastica è inevitabile. Vedrò su internet se si possono preparare detersivi a casa da soli.

Giori43

Dom, 10/11/2019 - 18:00

E' il prezzo (modestissimo) da pagare per diventare adulti. Dopo aver già felicemente sommerso il mondo di plastica, ohibò ci siamo accorti che è già entrata nella nostra dieta. Mi viene in mente quello che disse un capo indiano: "quando l'uomo avrà mangiato l'ultimo pesce, e l'ultima patata, si accorgerà che il danaro non si mangia". Al posto di "il danaro" mettiamoci pure "la plastica". Non è una tassa della sinistra, è una tassa del buon senso sull'idiozia suicida dell'uomo.

cir

Dom, 10/11/2019 - 20:24

Giori43 Dom, 10/11/2019 - 18:00 . verissimo ,prova a dirlo ai sostenitori delle multinazionali tipo Salvini...

cir

Dom, 10/11/2019 - 20:26

Adriano Romaldi ..ma va al diavolo , salam aleikum !!