Poletti: "Sgradevole tirarmi in ballo"

Il ministro del Lavoro prova a difendersi: "Ero il presidente della Lega delle cooperative"

S'indigna e prova a difendersi Giuliano Poletti, ministro del Lavoro "pizzicato" nel 2010 a tavola con l'allora sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’ex ad dell’Ama Panzironi, il dimissionario assessore alla casa Ozzimo e il capo della cooperativa sociale 29 giugno Salvatore Buzzi, tutti indagati nell'inchieste sull'associazione mafiosa infiltrata negli enti locali della Capitale. 

"È sgradevole essere tirato ancora in ballo", ha detti il ministro a il Messaggero, "Allora ero il presidente della Lega delle cooperative e se fai il presidente delle Coop o di Confindustria e della Confartigianato o di qualsiasi associazione di qualche rilievo, è ovvio che partecipi a tante iniziative e incontri tante persone. Se hai un ruolo pubblico, inevitabilmente partecipi a migliaia di incontri e di certo non puoi conoscere tutti quelli che aderiscono alla stessa iniziativa".

Insomma, nessuna preoccupazione di essere coinvolto: "Non ho fatto nulla con nessuno e non ci possono essere, e non ci sono, corresponsabilità di alcun tipo. Buzzi lo conoscevo in quanto presidente o vicepresidente della più importante cooperativa sociale di Roma. È ovvio che sia andato alla sua assemblea di bilancio e che abbia partecipato a delle sue iniziative. Ma la cosa è nata e finita lì. Buzzi non è una persona che ho frequentato in altre occasioni". 

Commenti

torquemada63

Gio, 04/12/2014 - 13:37

ma sciur poletti, come fa il presidente delle cooperative a non sapere cosa fanno nelle sue cooperative, nelle quali tra l'altro ha un incarico, ma suvvia smettiamola, le cooperative sono una mafia, e le mafie non si fanno la guerra, quindi basta cialtronate siete ladri come anzi più degli altri, e per di più sulla pelle della povera gente che sfruttate.

Ritratto di laghee100

laghee100

Gio, 04/12/2014 - 13:39

i soliti bugiardi !!!!!

summer1

Gio, 04/12/2014 - 13:44

"Buzzi lo conoscevo in quanto presidente o vicepresidente della più importante cooperativa sociale di Roma". No ministro è sgradevole lei a dire questo, se Buzzi aveva quel incarico così importante Lei sapeva!

CARLINOB

Gio, 04/12/2014 - 13:47

Poletti : perchè dici che sei innocente dovremo crederti perchè? Fate sempre finta vdi niente : voi non sapevate niente ! Allora o seite dei deficienti per cui usurpavate gli incariche , o eravate collusi , tutti collusi : politici italiani che si salvano si e no 25 30 persone in tutto . Dimettiti ! Figurarsi , incollati alla poltrona come siete .

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/12/2014 - 14:09

Sgradevole vederlo, indipendentemente da Alemanno e Panzironi.

elalca

Gio, 04/12/2014 - 14:13

sgradevole tirarmi in ballo???????? ma questo è proprio cretino, è disdicevole che lui fosse in compagnia di malfattori, magliari e delinquenti. e non dica che non sapeva! mi piacerebbe vedere i c/c suoi e dei familiari passati al setaccio

Gioa

Gio, 04/12/2014 - 14:29

sto paoletti con la sua "faccetta" angelica....chi io?..."io non c'ero e se c'ero dormivo sonni profondi". BUONANOTTE PAOLETTI....ORA VEDRAI CHE "DA SOLO" DORMIRAI MEGLIO, MA PRIMA ERI IN COMPAGNIA: PRESIDENTE DELLA LEGA DELLE COOPERATIVE. PER NON SAPERE NULLA, VORRA' DIRE CHE HAI FATTO IL PRESIDENTE E DELAGATO UNICO DI TE STESSO. LE COOPERATIVE ERANO RAPPRENSENTATE DA TE SOLO?...ORA PAOLETTI ANCHE POLTRONE FITTIZZIE!!. E' IL MASSIMMO....

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/12/2014 - 14:37

Sarebbe "gradevole" se per correttezza politica si dimettesse dal governo. Ma se ne guarderà bene, del resto era solo una cena con alcuni presunti delinquenti, fino a prova contraria naturalmente.

accanove

Gio, 04/12/2014 - 14:55

mi viene spontanea una domanda: è solo fuori dai sinistrati che il termine "cooperativa rossa" significa mafia e malaffare? Sono anni che si citano le coop rosse come malesempio ed il suo presidente si difende col non c'ero e se c'ero dormivo?

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 04/12/2014 - 15:28

Il motto NON POTEVA NON SAPERE VALE SOLO PER BERLUSCONI, PER POLETTI PRESIDENTE DELLE COOP ROSSE QUESTO MOTTO NON VALE.LUI NON SAPEVA NIENTE, CI ANDAVA A PRANZO MA PARLAVANO DI.....? CON QUESTI EX COMUNISTI NON VALGONO LE LEGGI CHE VALGONO PER TUTTI

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Gio, 04/12/2014 - 18:32

Credo che il signor Ministro più che indignato, sia preoccupato che Pappone, dove aver fatto 13 al Totocalcio, cambi nome in Pepito Sbazzeguti e se la fili....

Giorgio5819

Gio, 04/12/2014 - 21:15

Dice che è sgradevole il compagno ! Urca, magari dice anche che lui " poteva non sapere"! Se a quella allegra tavolata fosse stato fotografato un certo Silvio, sarebbe stato processato per direttissima e condannato in 48 ore, buffoni !

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Ven, 05/12/2014 - 08:26

Ci credo. E' sgradevole essere tirato in ballo. Anche essere scoperti dalla polizia a commettere un reato non deve essere troppo gradevole. Ma questo è il clima che si è voluto creare in Italia. Pensi Signor Ministro, c'è anche chi: per avere invitato, insieme ad altri, delle belle ragazze a cena a casa sua è stato mandato sotto processo per sfruttamento della prostituzione. E pensi che, ad una bella ragazza, bastava partecipare ad una di quelle cene per essere definita puttana. Ma non si preoccupi, Vendola docet, andare a cena con il giudice che dovrà giudicarti non è reato, e se sei di sinistra non è neanche sconveniente.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Ven, 05/12/2014 - 09:29

Non si preoccupi signor Ministro. Vendola docet, essere fotografato con qualcuno, magari qualcuno che deve giudicarti, non è inopportuno e se sei di sinistra neanche disdicevole. Infatti per lei è sgradevole essere tirato in ballo. Ad Alemanno? "gli sta bene".