Pontida, Bossi e Maroni ​assenti per la prima volta

Per la prima volta in assoluto Bossi e Maroni assenti a Pontida. Ma Salvini li ringrazia dal palco: "Non finirò mai di ringraziare chi mi ha dato il coraggi per cominciare"

È successo per la prima volta. A Pontida, vestita di blu e non puù del verde padano, c'era solo Matteo Salvini. Il segretario del nuovo corso leghista non era accompagnato dai suoi predecessori. Nè Maroni, né Bossi si sono presentati sul prato della città bergamasca per ascoltare il lungo discorso del ministro dell'Interno che ha parlato di immigrazione, legge Fornero, visione europea della Lega e rigetto dell'utero in affitto.

L'assenza di Bossi e Maroni al tradizionale raduno leghista è un segno di come né l'ex governatore della Lombardia né il Senatur approvino a fondo la linea salviniana. Già anno scorso Bossi era rimasto in disparte, tanto che il giorno dopo era arrivato a dire che da Pontida era arrivato il "segnale che devo andarmene". Per ora il fondatore è ancora al suo posto e Salvini l'ha ricandidato al Parlamento. Ma la frattura è ormai insanabile, tanto che più volte il Senatur non ha lesinato critiche alle decisioni politiche del successore.

Dal canto suo, però, Salvini non ha mancato di ricordare dal palco chi l'ha preceduto alla guida della Lega. "Non finirò mai di ringraziare chi mi ha dato la voglia, il coraggio, le idee per cominciare che non ha altro nome che Umberto Bossi". E ancora, riferendosi a Maroni: "Nessuno può togliere dal cuore l'onore e la passione di essere il segretario della Lega". E in serata è arrivato il tweet di Maroni: "Oggi è stata una Pontida straordinaria, che ho vissuto da orgoglioso militante. Ho ringraziato Matteo Salvini per la citazione che ha fatto di me dal palco. Il suo intervento è stato davvero super".

Commenti

Giorgio1952

Dom, 01/07/2018 - 15:12

L'assenza di Bossi e Maroni al tradizionale raduno leghista è un segno di come i due non approvino la linea salviniana, lo scorso anno Bossi era rimasto già in disparte, arrivando a dire che era arrivato il "segnale che devo andarmene". Per ora il Senatur è ancora al suo posto e Salvini l'ha ricandidato al Parlamento, ma la frattura è ormai insanabile. Nè Maroni né Bossi si sono presentati sul pratone di Pontida per ascoltare il discorso del ministro dell'Interno che ha parlato di immigrazione, legge Fornero, visione europea della Lega e rigetto dell'utero in affitto, temi a lui cari ma agli italiani interessa il lavoro e soprattutto per i giovani. Matteo Salvini con i suoi proclami, farà la fine dell'altro Matteo, quello che raggiunse il 40% alle elezioni europee sappiamo poi come è andata a finire.

cir

Dom, 01/07/2018 - 15:49

i due esclusi cono ormai "degni" di entrare in FI.

edoardo11

Dom, 01/07/2018 - 15:58

Mi dispiace per il senatur,se non fosse stato per quel "discolo" del figlio.......comunque il senatur mi ha sempre emozionato.

franfran

Dom, 01/07/2018 - 17:03

Sbagliano loro! Maroni si è autoescluso e ha sbagliato. Forse sperava che Salvini facesse flop; Bossi ormai ha fatto il suo tempo. Ha ragione Salvini quando dice che la lotta ormai si fa contro l' Europa e le multinazionali. Non basta più la secessione del Nord, serve l' aiuto di tutta la gente di buona volontà.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Dom, 01/07/2018 - 17:11

Avranno preferito passare la domenica in Brianza,ad Arcore c'é un clima particolarmente gradevole.

Ritratto di Ausonio

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 01/07/2018 - 17:42

Il problema non è Bossi Maroni o chissà chi ma di chi al governo deve prendere decisioni, non dichiarazioni di guerra, al fine di dirigere verso il "porto sicuro" la "nave Italia" prima che affondi in alto mare.

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 01/07/2018 - 18:10

Non é la lega, é altro ...

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 01/07/2018 - 18:11

Non é più la lega, é altro ...

tosco1

Dom, 01/07/2018 - 18:11

Ci dispiace. Ma anche nel ciclismo, quando i corridori sono stanchi, si staccano dal gruppo. Ma il gruppo non si ferma ad aspettare nessuno.

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 01/07/2018 - 18:25

Ci credo questa non é lega é altro ...

Ritratto di Finfurfen

Finfurfen

Dom, 01/07/2018 - 19:00

eh je rode ai due: a bobo la tastiera s'é rotta e non suona piú e il babbione 2 ovvero senatur é fuori tempo massimo: viva il blu viva chi blocca l'invasione!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/07/2018 - 23:14

Anche se le scrivi 3 volye le tue STUPIDATE e te le pubblicano caro Nahum 18e10/11/25 sempre stupidate restano!!! Lasciatelo dire da chi li ha conosciuti fino dal 1990 e ci e stato insieme. La Lega NON e piu stata la Lega, dal 2001 in poi, ma SOLO un "protettorato" di Berlusconi, che non e mai riuscito a concludere niente di quello che predicava!!!SECESSIONE,FEDERALISMO,PADRONI A CASA NOSTRA ecc. Cose che ora con le AUTONOMIE stanno iniziando a fare capolino finalmente!!! TUTTO IL RESTO E SOLO INVIDIA!!! Buenas noches.

un_infiltrato

Lun, 02/07/2018 - 04:50

E allora significa che la Lega è diventata, ma per davvero, una realtà degna del massimo rispetto. Siamo noi Italiani che non finiremo mai di ringraziare Matteo Salvini per aver cambiato la Lega.

Ritratto di italiain

italiain

Lun, 02/07/2018 - 06:52

Bossi? Se lo conosci lo eviti. Foera di ball.