Quando Renzi in Senato disse: "Se perdo il referendum, lascio"

Ora il premier ha cambiato idea sul referendum e ha messo le mani avanti. Ma a gennaio diceva: "Se perdo, mi dimetto per dignità"

La coerenza: quella virtù facile da sventolare ma difficile da mantenere. In politica, è una trappola su cui si incappa spesso, salvo poi infischiarsene di quello che si è detto il giorno prima. Ne sa qualcosa, o almeno dovrebbe, il premier Matteo Renzi. E se non lo rammenta, lo aiutiamo noi pubblicando di seguito uno stralcio del discorso che pronunciò in Senato il 20 gennaio parlando della riforma costituzionale e del referendum. Parole chiarissime, nette, perentorie, pronunciate con veemenza e determinazione. Adesso il capo del governo ha cambiato idea e sta cercando di spersonalizzare il risultato della consultazione popolare. Ma qualche mese fa ecco cosa diceva:

Il discorso di Renzi in Senato

"Ho personalmente affermato davanti alla stampa e lo ribadisco qui davanti alle senatrici e ai senatori che nel caso in cui perdessi il referendum, considererei conclusa la mia esperienza politica. L'ho fatto perché credo profondamente in un valore che è il valore della dignità del proprio impegno nella cosa pubblica, penso che quando qualcuno in questo dibattito ha scomodato il personalismo ignorando che c'è una grande distinzione tra il personalismo e la personalizzazione, lasciatevelo dire da chi è cresciuto con Mounier, col pensiero del personalismo comunitario, non è che perché uno ha Twitter allora ha dimenticato i punti di riferimento e i padri nobili del pensiero da cui proviene, ma il punto chiave di questa discussione oggi non è la personalizzazione esasperata, non è il tentativo di trasformare un referendum in un plebiscito, è recuperare quel filo di credibilità della persona e dell'impegno politico. Come è possibile immaginare dopo una cavalcata così emozionante e straordinaria unica in 70 anni di potere andare a un referendum su quella che è la madre di tutte le riforme e di non trarne le eventuali conseguenze qualora non vi fosse un voto positivo. Come è possibile non prendere atto che è terminata la stagione dell'impegno politico fatto a prescindere dal consenso dei cittadini, come è possibile immaginare che in un momento come quello che noi stiamo vivendo non possiamo provare a rendere palese ed evidente la grandezza della sfida di fronte alla quale ci troviamo, questa sfida dimostra che il potere che noi esercitiamo e dal quale non ci nascondiamo, perché la parola potere non è una paroal né positiva né negativa, è uno strumento di servizio a favore di una idea e di un processo di cambiamento del paese, il potere che noi esercitiamo ha un senso se viene messo in campo per cambiare l'Italia. Io prendo qui l'impegno esplicito, in caso di sconfitta trarremo le conseguenze ma dico anche che proprio per questo motivo sarà affascinante vedere le stesse facce gaudenti di adesso il giorno dopo il referendum quando i cittadini con la riforma avranno dimostrato da che parte sta l'Italia: sta dalla parte di chi ci crede, di chi ci prova, di chi non passa il tempo a lamentarsi, questa è l'Italia che sta ripartendo. Nei momenti chiave del mio impegno politico come questo mi capita di ripensare alla mia formazione educativa legata allo scoutismo con una espressione programmatica che molti conoscono anche in questa aula per esperienza personale. Pongo il mio onore nel meritare fiducia...".

Commenti
Ritratto di Roberto53

Roberto53

Mar, 23/08/2016 - 17:52

Ma le senatrici e i senatori, se lui dovesse lasciare, inizierebbero a tremare temendo per la poltrona.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ..£aCa$ta

..£aCa$ta

Mar, 23/08/2016 - 18:06

"Se perdo il referendum, lascio", continuavano a chiamarlo Il Bomba

flip

Mar, 23/08/2016 - 18:07

E' PROPRIO IL CLASSICO BESCHERO1

filder

Mar, 23/08/2016 - 18:10

LA DIGNITA' QUEST'UOMO CE LA?......INDOVINATE DOVE!

Ritratto di gino5730

gino5730

Mar, 23/08/2016 - 18:11

Se non avesse fatto marcia indietro sarebbe stato un autolesionista.La poltrona rende bene e al diavolo la dignità

GMfederal

Mar, 23/08/2016 - 18:14

UN CONSIGLIO: mandare in onda ad oltranza la dichiarazione dell'ebetino nelle poche reti anti-renziane rimaste.. e vediamo se gli itaglioti inziano a connettere i neuroni.

cgf

Mar, 23/08/2016 - 18:15

se ne andrà, eccome se andrà via...

cgf

Mar, 23/08/2016 - 18:15

se ne andrà, eccome se andrà via... se vinceranno i NO, purtroppo ho molti timori al riguardo.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 23/08/2016 - 18:18

Fa solo bene a non dimettersi , l'alternativa a lui secondo voi chi sarebbe Salvini?

gianpiz47

Mar, 23/08/2016 - 18:19

Per dimettersi per dignità bisogna prima avercela la dignità stessa.

arkangel72

Mar, 23/08/2016 - 18:27

Ma che grande statista!!!!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 23/08/2016 - 18:28

Ne ero sucuro fin dall'inizio di questa storia, che si sarebbe RIMANGIATO le sue parole, ecco perche lo chiamo da sempre FROTTOLO!!!!lol lol.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mar, 23/08/2016 - 18:29

Un discorso che ci rende conto di chi è il protagonista di una riforma voluta da lui e dalle pecore "centriste" che lo supportano, un protagonista che usa parole improvvide e a sensazione, da rinnegare a futura convenienza e nel momento più conveniente. Questo è l'uomo a cui parte del popolo italico da ancora fiducia. Non essere servi sciocchi di questo individuo, questa la nostra aspirazione di libertà.

19gig50

Mar, 23/08/2016 - 18:37

Per questi discorsi dimostra che la dignità ce l'ha sotto i piedi.

dalo49

Mar, 23/08/2016 - 18:39

TIPICO ATTEGGIAMENTO DA PINOCCHIO ..... UN PAGLIACCIO NEL VERO SENSO DELLA PAROLA , DA LUI POSSIAMO SOLO SENTIRE CORBELLERIE CHE FANNO SOLO SORRIDERE ..........

giovanni PERINCIOLO

Mar, 23/08/2016 - 18:40

""Se perdo, mi dimetto per dignità."" Presupposto primordiale é possederla la dignità e tutte le giravolte fatte non depongono certo a favore!

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 23/08/2016 - 18:43

"Se perdo, mi dimetto per dignità"... ma quando mai il furfante di Rignano ha avuto uin solo briciolo di dignità? Non si dimetterà, non si dimetterebbe mai, aspetta che lo mandino a casa i burattinai.

@ollel63

Mar, 23/08/2016 - 18:57

cosa vi aspettavate di diverso dal blaterante!?

@ollel63

Mar, 23/08/2016 - 19:04

discorso senza capo né coda, prolisso e confuso, raffazzonato con frasette scopiazzate da qua e da là. Indice di pensiero confuso e di baldanzosa cristallina ignoranza. Orrore sinistrato! Italico obbrobrio!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 23/08/2016 - 19:06

Qualsiasi politico privo di dignita'e scrupoli NON lascia mai la poltrona,anzi congiura per avere anche sedie sgabelli & sofa'.Renzi non è da meno.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 23/08/2016 - 19:48

Era solo per illudere Brunettino!!!!!!!!!!!!!!

brunosel

Mar, 23/08/2016 - 20:10

E' pinocchio e quindi vuole essere di parola

Ritratto di leoni_da

leoni_da

Mar, 23/08/2016 - 20:29

non lascia,non lascia, non lascia.... non puo' abbandonare..... una banca.....

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 23/08/2016 - 20:32

Può sempre tornare a fare il boy-scout..ammesso che lo accettino!

Squalo2

Mar, 23/08/2016 - 20:34

Dignità?Tale lessico sicuramente non compare nel vocabolario di famiglia,me che meno in quello del PD.

Alessio2012

Mar, 23/08/2016 - 21:12

Figurati... può dire quello che vuole, che tanto la gente girerà la testa dall'altra parte.

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 23/08/2016 - 22:09

Una sola parola .....''PAGLIACCIO''! e non mi dite che non è vero!

abacon

Mar, 23/08/2016 - 22:12

Dignità? saprà cosa vuol dire? Non era lui che diceva che non sarebbe mai diventato Premier se non eletto dal popolo? Speriamo vada via.

robertofo

Mar, 23/08/2016 - 22:55

ma questo è un SUPERBAGLIACCIO

corangle

Mer, 24/08/2016 - 00:32

SEMPLICE. I magistrati dovrebbero punire i colpevoli applicando la legge. Il problema è che sembrano applicare le leggi per "eventualmente, se inevitabile" punire i colpevoli. Non dovrebbero essere al servizio del Cittadino???? Mio padre era un contadino. Mi ha insegnato una cosa semplicissima. Lo sentivo dire: La mia "parola" è una PAROLA. Meglio di un contratto scritto. Purtroppo un' altra generazione... Il tOSCANO evidentemente ha avuto un' educazione MOLTO diversa......

vince50_19

Mer, 24/08/2016 - 06:53

Si è rimangiato la parola data, promesse fatte e non mantenute parecchie volte, tanto che una più una meno non lo salveranno da un comportamento che si può definire pinocchiesco. Una balla resta sempre una balla, ma questo è difficile che entri nella capoccia dei suoi fans che si attaccano a tutto pur di dargli ragione. Quasi a voler ricordare: «Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità.» (J. Goebbels)

Ritratto di Tibursi

Tibursi

Mer, 24/08/2016 - 07:49

Sono quelle maledette poltrone su cui siedono i nostri ministri che li trasformano. Prima avevamo Pinocchio che era il burattino per eccellenza ma che da burattino riusci' a diventare un uomo. Oggi abbiamo i nostri ministri che,eccetto rarissimi casi,non appena messo il culto su quella fatidica poltrona,da uomini si trasformano in Burattini e che burattini.Di fronte a loro Pinocchio diventa un esempio di onesta' ed integrita' morale.Sembra che Alf-ano stia piano piano contagiando tutti i nostri politici e infatti esulta di felicita' quando vede che un ministro si trasforma in voltagabbana.All'inizio di questa legislatura imposta da Napolitano,avevamo un solo Alfano,oggi il Parlamento Italiano comincia veramente ad essere occupato da una fitta schiera di Alfani il cui numero cresce ogni giorno di piu'.

linoalo1

Mer, 24/08/2016 - 08:06

Del resto,non poteva essere diversamente!!!Quante promesse ha fatto il Marinaio Renzi??E quante facce ci ha messo sopra??Ha mai mantenuto qualcosa????No,ed allora,che pretese abbiamo???

claudioarmc

Mer, 24/08/2016 - 08:37

Scemo chi ha dato fede ad un buffone del Pd

gesmund@

Mer, 24/08/2016 - 08:52

Ma non lo perde: tutti gli elettori di sinistra voteranno SI, adesso si sono espressi per il SI anche quelli dell' ANPI (non avevo dubbi), e voteranno SI quelli del M5S, che non hanno mai fatto mancare il loro voto ai comunisti nelle occasioni importanti, al di là delle doverose commedie d'ufficio.

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Mer, 24/08/2016 - 08:58

marino.birocco 1 10 100 1000 Salvini piuttosto che il bomba un patacca o quello che hai in foto come avatar !!!!

vince50_19

Mer, 24/08/2016 - 08:59

Quando disse che Letta jr. doveva rimanere al suo posto perché lui non sarebbe mai diventato p.d.c. senza elezioni politiche, da allora iniziò ad allungarglisi imperiosamente il naso. E subito dopo, simil marchese del Grillo, assumere quella carica SENZA alcuna elezione politica "accoltellando" alla schiena, estromettendo Letta jr.. Tutelato e spronato dalla solita cariatide in quota alla Three Eyes da molti anni. Se questo è un comportamento coerente, onesto (sicuramente e solo cristallino) io sono un plutoniano. Certe ragioni politiche come questa non hanno alcuna giustificazione: comportarsi ed essere bugiardi è assolutamente vomitevole. Questo tranne che per chi, usando schemi secondari (ben spiegati da Karl Popper), ha i prosciutti sugli occhi come "certa claque pidina tout court".

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 24/08/2016 - 08:59

Visto che anche lui come che l'ha preceduto non mantiene le promesse dovrebbero essere gli Italiani a cacciarlo senza tanti complimenti.

peppe964

Mer, 24/08/2016 - 09:02

Ma pensate veramente che lascerà? Appena insediatosi disse che se non avesse pagato i debito della P.A. alle piccole imprese sarebbe andato a piedi da Firenze ad un santuario li in zona non ricordo il nome. Promessa fatta in T.V a Porta a Porta , i debiti non sono stati pagati e del pellegrinaggio al santuario nessun segno.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 24/08/2016 - 09:44

Senza ritegno e senza vergogna. Ma il giorno verrà.

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Mer, 24/08/2016 - 09:49

Non avete altro da scrivere? Direi che ora basta.

ilbelga

Mer, 24/08/2016 - 10:33

beh, sicuramente ha letto di quel politico del novecento (di cui non ricordo il nome) che diceva: "solo gli imbecilli non fanno marcia indietro".

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 24/08/2016 - 10:59

il piccolo dittatore ha fatto marcia indietro davnti a un po' di milioni di persone!. Non se ne vergogna minimamente ...questa la dice lunga su che razza di uomo può essere ! Calpesterebbe chiunque pur di farsi vedere sorridendo abbracciato alla merkel........che schifezza!

ilbelga

Mer, 24/08/2016 - 11:03

però è strano che la sinistra non lo faccia fuori coma ha fatto due volte con prodi...

Totonno58

Mer, 24/08/2016 - 11:07

Su, non facciamo troppo i moralisti...diciamo che Renzi voleva superare per coraggio il suo Maestro Silvio che, come tutti ricordiamo, aspettava i risultati delle consultazioni referendarie o amministrative per sancire se si era trattato di un riconoscimento su se stesso oppure no.... Renzi aveva provato ad essere più impavido con la sparata preventiva "se vince il NO me ne vado" ma a metà strada ha capito che non gli conveniva!:):) P.S.Questo referendum, a parte il dietrofront di Renzi, è diventato UNA BUFFONATA COLLETTIVA...non me ne frega più nulla e mi troverò altro fare quel giorno...ANDASSERO TUTTI A QUEL PAESE!!:)

moshe

Mer, 24/08/2016 - 11:37

parole di un cialtrone

vince50_19

Mer, 24/08/2016 - 11:49

peppe964 - Secondo la Cgia di Mestre ha restituito solo 7 dei 68 mld. di euro promessi alle Pmi che avevano eseguito lavori per la p.a. E pensare che aveva promesso alle elezioni eurpoee del 2014 di restituirli TUTTI nello stesso anno! E la sua claque giù a bere felice e contenta!!! Poverino, non è riuscito a farlo forse per colpa di un'opposizione troppo energica? .. Questa è una delle tante "farloccate" rignanesi..