Quelle statue coperte simbolo vergognoso della sottomissione

Ci siamo abituati a illuderci che, se ci adattiamo, il fuoco dell'integralismo ci risparmierà. Ma può solo aumentare, se non viene contrastato

Il filosofo americano Noam Chomsky oggi potrebbe dire che gli italiani sono una rana bollita, e avrebbe ragione. Secondo il suo celebre principio, una rana immersa in un pentolone di acqua fredda - a fuoco acceso si adatta piano piano all'aumento di temperatura. Finché l'acqua diventa troppo calda, l'animale non ha più la forza di reagire e finisce bollito. Se invece la rana fosse stata immersa nell'acqua già calda, avrebbe dato un colpo di zampe per salvarsi.

È quel che sta accadendo a noi con il mondo islamico. Si potrebbe ricordare che appena 27 anni fa l'intero Occidente Italia compresa - si scandalizzò, e si mobilitò, contro la fatwa lanciata dall'iman Khomeini contro Salman Rushdie. A chi trovasse il paragone eccessivo, si potrebbe ricordare che appena pochi anni fa si accampava in ogni discussione che «Se noi non possiamo costruire chiese negli stati musulmani, perché loro possono costruire moschee da noi?». Anche quel paragone è sbagliato: noi occidentali abbiamo conquistato, dopo secoli di lotte contro l'integralismo cristiano, la tolleranza religiosa. Non possiamo privarcene mettendoci allo stesso livello di chi quanto a tolleranza religiosa vive ancora nel medioevo. Ma nel caso delle statue non si tratta di tolleranza, bensì di sottomissione.

Ecco dunque che il principio della rana bollita è l'unico modo per spiegare la vergogna delle sculture inscatolate per non turbare gli occhi di Rohani. Ci siamo abituati a rassicurarci nella paura, pensando che se ci adattiamo ancora un pochino il fuoco ci risparmierà. Non è così: gli individui, le società, i popoli, gli stati che accettano passivamente degrado e vessazioni, sono destinati a subirne sempre di maggiori, perché per sua natura il sacro fuoco dell'integralismo religioso può solo aumentare, se non viene contrastato.

Peggio mi sento se come sembra - nessuno, dall'Iran, ha preteso quell'insulto alla nostra arte, alla nostra storia, quindi a noi stessi. Vorrebbe dire che qualcuno si è sottomesso volontariamente, soggiogato dalle notizie sempre più frequenti di crocefissi contestati, presepi aboliti, ragazze islamiche massacrate in Italia dalle famiglie. Che qualcuno ha incamerato più o meno inconsciamente il terrore per la visione televisiva di statue e templi millenari distrutti dalla furia iconoclasta di un gruppo di fanatici e di stati oppressivi.

Non godo fama di baciapile. Ma ho ammirato papa Francesco, con la sua bella croce al collo, mentre riceveva Rohani. E ancora di più ho ammirato l'ufficio stampa del Vaticano, che sull'incontro ha diffuso una foto non è un caso, non è un caso dove fra i due appare sullo sfondo un grande crocefisso. Con Cristo seminudo.

@GBGuerri

Annunci

Commenti
Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 28/01/2016 - 13:52

Bella l'analogia con la rana. Ma vede, Guerri, noi abbiamo il PD che ci dice che l'acqua bollente è bella. Anzi, che è una risorsa. E i ranocchi italici bruciano ma continuano sorridenti a votare PD. Cosa vuole farci? Siamo fatti così, contenti di bollire in pentola.

tRHC

Gio, 28/01/2016 - 13:55

ma che bel quadretto nel titolo!!!Le baciapile per convenienza... ma la serrachiani non era piu' giovane della bonino???

Tuthankamon

Gio, 28/01/2016 - 13:57

Condivido anche per esperienza diretta, quanto detto nell'articolo. Alle tre foto a corredo potete aggiungere anche la presidente Boldrini e varie altre pasionarie. Anche lei (con tutta la sua prosopopea) e molte altre si sono messe qualche velo (di fatto in segno di sottomissione), ne sono stato testimone diretto o indiretto. Altre donne con incarichi importanti nel passato, "colo cavolo" che hanno messo il velo! Anche le donne, in particolare di sinistra, stanno diventando qua-qua-ra-qua?

ammazzalupi

Gio, 28/01/2016 - 13:59

Che belle, queste donne italiane! Siamo passati dallo slogan del 1968 "la f..ga è mia e me la gestisco io" ... al 2015 dove, coprendosi la testa in segno di sottomissione all'islam, la "f..ga la gestirà l'ISIS". COMPLIMENTI vivissimi, signore komuniste! Anzi... ACCATTONE-KOMUNISTE!!!

giovauriem

Gio, 28/01/2016 - 13:59

queste tre dovrebbero essere indagate per alto tradimento ,nel nostro paese si dichiarano laiche e fuori si travestono da integraliste, voi tre siete quelle che apparite in queste foto .

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 28/01/2016 - 14:03

Non posso credere che a nazione che ha prodotto oltre la meta delle opere d'arte di tutto il Mondo con un capo di Governo che è di Firenze, la città di numerosi e brillanti artisti che tutto il Mondo c'invidia, abbia potuto fare una cosa del genere, vergognarsi della propria cultura e storia, relegare l'Italia e il popolo italiano in cantina per nasconderlo alla vista di barbari in visita. Non mi sento rappresentato da queste Istituzioni vergognose come cittadino italiano orgoglioso della propria storia.

michetta

Gio, 28/01/2016 - 14:04

Gli Italiani, o almeno tutte quelle pupazze, che ci fate vedere in foto ed altri amici loro, sono soltanto dei RUFFIANI incalliti, quando non rubano. Sentirle, a volta in TV, parlare e difendere le loro posizioni comuniste e pregne di appecoronismo piu' sdegnato, mi fa' schifo! E queste, dovrebbero essere le rappresentanti, che l'Italia, manda in giro, per rappresentarla? Non vale la pena nemmeno parlarne! ANDIAMO/ANDATE TUTTI AL VOTO !!!

glasnost

Gio, 28/01/2016 - 14:06

Ma lo sapete che il nostro governo ci rappresenta? noi Italiani all'estero siamo giudicati così : pronti ad inginocchiarci e senza onore.

elgar

Gio, 28/01/2016 - 14:09

Certo. In questo frangente ha avuto più coraggio Papa Francesco. Lui, nonostante sia alquanto "politically correct" non ha coperto mica i crocefissi quando ha accolto Rohani. Noi abbiamo invece coperto le statue fatte in epoca in cui la cristianità non c'era. E pertanto opere d'arte di cività pagane e politeiste. Ma pur sempre opere d'arte. E l'arte è bellezza da ammirare. Di una bellezza "classica" appunto. Che ha formato la nostra cultura. Occidentale. Classica greco-romana. Se ci dobbiamo vergognare di questo per prostrarci di fronte ad una cultura iconoclasta non ci siamo proprio. Di quale "multiculturalismo" stiamo a parlare se non abbiamo una nostra identità culturale? Così ci facciamo solo umiliare.

Tergestinus.

Gio, 28/01/2016 - 14:22

Su tolleranza e medioevo Guerri sbaglia tutto. Nel medioevo il problema della tolleranza per altre religioni semplicemente non si dava, in quanto in Europa da tempo non vi era quasi altra religione che il cristianesimo; l'unica religione non cristiana esistente era l'ebraismo che, in linea di massima, fu sempre tollerato, seppur tra restrizioni a seconda di momenti e luoghi, e anzi i luoghi in cui i ebbe la maggior tolleranza erano quelli di dominio pontificio. L'intolleranza dura contro gli ebrei, con le espulsioni di massa come in Ispagna, comincia nel Cinquecento a medioevo bello che finito.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 28/01/2016 - 14:26

Concordo con le parole di Guerri, anche se andrei non a 27 anni fa ma a 31, cioè al maggio del 1985, quando Andy Luotto, che su 'Quelli della notte' faceva la macchietta dell'arabo, fu costretto a cancellare la macchietta, perchè la comunità araba, che si stava cominciando ad allenare a darci ordini, espresse malumore perchè Luotto, a loro dire, con quel personaggio, poichè pronunciava spesso il nome 'Allah', mancava di rispetto all'Islam. Arbore, che, notoriamente fa il pacioccone e non vuole rogne, si 'scusò' pubblicamente, espresse 'comprensione' e rimosse la macchietta. Ma neanche la società 'civile' di allora mostrò una sia pur debole reazione di fronte a quella intromissione! Noi italiani siamo così 'buoni'!

ArturoRollo

Gio, 28/01/2016 - 14:28

Dr GUERRI, io invece ammiro I Blooggers Atei del Bangladesh, uccisi a colpi di machete dagli estremisti islamici. Ammiro Giuseppe GARIBALDI, che aveva capito gia' 160 fa chi erano I "nemici atroci dell'Umanita' ed in particolare dell' ITALIA". Ammiro chi antepone L'Uomo agli Dei. Le sue Croci e/o Mezzelune Arabe o le Papaline dei Giudei, gliele regalo: le ammiri tutte Lei.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Gio, 28/01/2016 - 14:31

Care femministe dialoganti, guardate bene la foto qui sopra, che ritrae tre vostre esimie rappresentanti di punta, e prendete nota. Fantasie e floreali e tinte pastello sono l'ultima moda per quanto riguarda i cosidetti foulard "pacificatori" a voi oggi tanto cari.

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 28/01/2016 - 14:32

Mi auguro vivamente che ad un prossimo Gay Pride qualunque in qualunque posto, un'orda di integralisti islamici si scagli sui depravati e facciano il loro dovere di musulmani.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Gio, 28/01/2016 - 14:38

"Il velo è mio e lo gestisco io": questo è il nuovo slogan delle pasionarie islam-friendly.

Sarudy

Gio, 28/01/2016 - 14:38

Che dire, come si fa a non dar ragione a Giordano Bruno? Lo sappiamo tutti che c'è sempre qualched'uno più realista del Re che nella corsa al lecca cul....ismo fa qualcosa che l'altro non ti chiederebbe nemmeno. Questo è l'agire di un popolo inferiore e servile. Diventeremo mai un popolo adulto?

BUBUCCIONE

Gio, 28/01/2016 - 14:42

Queste sono solo le prime avvisaglie. Vista la nostra quasi endemica tolleranza religiosa e adesso anche sottomissione, grazie a questo governicchio di PiDioti, stiamo rovinando definitivamente la nostra civilta'. Svegliatevi cattokomunisti e buonisti della domenica, non siamo sulla stessa linea culturo-sociale. Questi "cul-in-aria" sono medievalisti. Obbligano i loro figli fin dalla piu' tenera eta' a studiare il corano sino che gli lavano il cervello. Osservate nei loro paesi cosa fanno a chi si rifiuta di aderire al corano Non hanno alternative o il corano o sei spacciato. L'unica cosa chiara che e' scritta nel corano e' portare la “luce” a tutto l'occidente: tradotto colonizzare la nostra cultura.

Megghy

Gio, 28/01/2016 - 14:42

Le donne ritratte nella foto sono le prime ad essere sottomesse all'islam!Io le manderei in vacanza un pò con i terroristi dell'Isis.

Libero1

Gio, 28/01/2016 - 14:45

Il burattino di rognano invece di far arrossire dalla vergogna gli italiani per aver fatto coprire con le scatole di cartone le statue nude in campidoglio per evitare che si scandalizzasse il copo terrorista iraniano, per non far scandalizzare e redilicolizzare gli italiani da tutto mondo dovrebbe far coprire con scatole di cartone le foto delle sue amichette PiDiote serracchiani,monechini che si sono coperte il volto quando sono andate in iran.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/01/2016 - 14:57

Una tragicommedia. Le due ministre con il velo (la terza non conta più). Le statue "velate", ma non si sa per ordine di chi: forse di Maometto? Mi viene da piangere, ma poi penso a Renzi ed allora rido: non mi resta che ridere!

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 28/01/2016 - 15:00

W il Crocifisso, W il mio Dio....chi viene a trovarmi a casa sappia che vedrà crocifissi e Gesù appesi su tutte le pareti...questo è il mio credo e non intendo sottomettermi a nessuno a maggior ragione a persone ferme all'età della pietra!

frabelli1

Gio, 28/01/2016 - 15:11

Sono sicuro che queste "donnette" se dovessero recarsi in chiesa, non si coprirebbero i capelli, invece lo fanno di fronte a persone che non meritano il minimo rispetto.

baio57

Gio, 28/01/2016 - 15:13

La Serracchiona col velo sembra una komunista folgorata..... sulla via de La Mecca .

compitese

Gio, 28/01/2016 - 15:35

Dopo cinque secoli restituiamo l'onore a Daniele da Volterra e passiamo il titoli di "braghettone" a Matteo Renzi.

i-taglianibravagente

Gio, 28/01/2016 - 15:51

orrore

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 28/01/2016 - 15:55

Nessuno vuole spiegare che se al corano si tolgono la jihad, la discriminazione religiosa e di sesso più qualche altro reato sparso qua e la, ciò che resta è la bibbia su cui esso si basa. Un musulmano non può essere europeo perchè non può essere fedele alle costituzioni. Per dettato CORANICO non per estremismo o salafismo (parole senza senso nell'islam).

EFISIOPIRAS

Gio, 28/01/2016 - 15:56

Spero che al più presto il Signore faccia sparire dalla faccia della Terra questo ciarpame di governo e tutti gli imbecilli che lo sostengono, ad iniziare da quel figuro di napolistalin che lo ha permesso. Renzi&co, abbassandosi pantaloni e mutande per la goduria di Rohani hanno toccato il fondo!!!!!! Un bravo a Mentana che ha censurato il bulletto !!!

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Gio, 28/01/2016 - 15:58

@frabelli1. Tu metti il dito nella piaga del conformismo servile delle donne "emancipate". Si collega alla considerazione di elgar: se rinunciamo alla nostra cultura, 'multiculturalismo' è una parola senza senso, diventa monoculturalismo islamico.

VittorioMar

Gio, 28/01/2016 - 16:21

..per un musulmano potrebbe essere interpretato come un'offesa ,un oltraggio alla sua religione..da un non credente...

vince50

Gio, 28/01/2016 - 16:25

Non accusiamo altri di prepotenza,prendiamo atto della nostra incapacità e predisposizione a sottometterci.Non illudiamoci possiamo dire commentare e altro ancora,siamo ormai spacciati.

Blueray

Gio, 28/01/2016 - 16:32

Ogni Stato ha le sue usanze e non si trasforma in un teatro di posa quando riceve visite estere, spostando oggetti, coprendone altri, erigendo quinte. Queste sono penose pagliacciate. Chi vuol venire libero di farlo, ma si adegua alle usanze locali. Le tre grazie hanno messo il velo in Iran? Bene, brave, però allora per par condicio le iraniane se lo tolgano quando vengono in Italia. Qui non serve e non si usa. Non lo vogliono fare? Allora stiano a casa loro, che non perdiamo niente. La società multietnica, multirazziale e multireligiosa è l'ennesima utopia che fa il pari con l'Ue. Non foss'altro che per il fatto che, come non si può dare tutto a tutti, non si può neanche permettere a tutti di fare tutto dappertutto, salvo far saltare il banco

Pinozzo

Gio, 28/01/2016 - 16:42

Ma che andate blaterando? Se voi invitaste a cena a casa vostra un indu' non spostereste dal salone, temporaneamente solo durante la cena, una riproduzione del "Bue squartato" di Rembrandt? E' una questione di sensibilita'. Se poi quell'ospite vi portasse 17 Mld di dollari in dote sareste degli imbe*illi a non spostarlo. Suvvia, e' su altro che si deve combattere la battaglia identitaria dell'Occidente.

giuliana

Gio, 28/01/2016 - 16:54

Parlare di "reciprocità" e "tolleranza religiosa" si continua nella confusione tra islam politico e il suo grimaldello, il fantomatico islam religioso. Tolleranza religiosa non significa che qualsiasi SEDICENTE confessione religiosa sia libera di agire senza alcun limite. Ogni Stato laico ha improntato la propria legislazione su leggi laiche, quella LAICISSIMA DICHIARAZIONE UNIVERSALE dei Diritti dell'UOMO, che i musulmani rinnegano al punto di essersene scritta una tutta per loro basata sulla sharia. Il primo motivo per NON concedere ai musulmani diritto di voto, nè moschee, nè centri culturali , nè scuole coraniche, nè piscine per sole donne, nè macellazioni halal, nè cimiteri separati...... (art.30 Dichiaraz. univ.-art.8comma2 Cost.è il loro RIFIUTO non solo a riconoscere validità alle nostre leggi, ma alla volontà incondizionata sia di seguirne altre incompatibili con le nostre che porsi come obiettivo la sostituzione delle nostre con le loro.

Pelham

Gio, 28/01/2016 - 17:13

Grande articolo, complimenti Dr Guerri! E complimenti ad ammazzalupi...niente di più vero su quello che ha scritto! Ormai anche le pseudo femministe si sono "inginocchiate" di fronte a questi barbari selvaggi!

blackbird

Gio, 28/01/2016 - 17:17

Ricordo ancora l'immagine di un militare statunitense, inviato quale ambasciatore alla corte di un regnate (non ricordo quale, Cina? Inghilterra?), quando l'interprete lo invitò ad inchinarsi di fronte al re, l'americano rispose che lui si inchinava solo di fronte alla propria bandiera. Erano altri uomini, altri governi e altri tempi, ma soprattutto, erano altri soldi!

Giovanmario

Gio, 28/01/2016 - 17:19

ma di cosa meravigliarsi caro guerri.. è dai tempi del piano marshall che l'italia si piega a venti unghie davanti a chi le porta soldi.. ricordi quella barzelletta su pertini ed i pantaloni abbassati che circolava quasi quarant'anni fa? perchè.. quanto ci deve dare?.. aveva chiesto l'ingenuo presidente..

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Gio, 28/01/2016 - 18:43

D'accordo con il Sig.@@ Ammazzalupi-13,59- aggiungo- osserviamo anche le giornaliste dei tg(incluso Mediaset)da quando ogni giorno ai tg tutte pimpanti come x un défilé, solo 'mise audaci' e 'impupazzamenti' vari, oggi... vestiti informi, colori tetri, nessun monile,appaiono come perpetue da sagrestia. Le femministe sempre in piazza infuriate a prescindere, dove sono rintanate... a confezionare il burka?