Raggi "paladina del diritto d'autore" che copia i programmi di altri

La Raggi scrive sul Comune di "credere nel valore sacro delle idee e nel diritto alla tutela della loro proprietà", ma poi si scopre che le sue linee guida sono copiate

Nella pagina ufficiale del sito del Comune di Roma dedicato al sindaco/sindaca Virginia Raggi (il bisticcio è capitolino, non nostro, poiché sul sito compaiono indifferentemente entrambe le diciture) la prima cittadina della Capitale è presentata con una biografia essenziale ma non priva di elementi di interesse.

Si legge che la Raggi è nata a Roma nel 1978 e cresciuta nel quartiere San Giovanni - Appio Latino. Si legge per esempio che la carriera di avvocato è "dovuta al semplice sudore della fronte di mio padre e di mia madre". Si legge soprattutto che fra le principali occupazioni dell'avvocato Raggi figurano i temi legati al "diritto civile, giudiziale e stragiudiziale e in particolare di diritto d'autore, di proprietà intellettuale e nuove tecnologie."

Non solo: la nuova sindaca "crede profondamente nel valore sacro delle idee e nel diritto alla tutela della loro proprietà." Parole encomiabili, non v'è dubbio.

Ma che dire delle linee guida per il governo di Roma Capitale, con cui la stessa Raggi si è presentata al Campidoglio, scopiazzato a mani basse da diversi documenti raccolti qua e là da vari siti internet. A venire "saccheggiate" furono una conferenza dei Verdi e il sito dell'Agenza digitale.

Chissà che ora a qualcuno non venga in mente di saccheggiare anche la biografia della sindaca pubblicata sul sito ufficiale del Comune e non le rinfacci quell'interesse sbandierato per "il valore sacro delle idee". Proprie e altrui.

Commenti

Kosimo

Mer, 03/08/2016 - 17:42

Che buffonata, non esiste un programma assolutamente inedito, c'è sempre qualcuno che ha già pensato a delle buone cose a cui nessuno ha mai dato credito. La lungimiranza sta proprio nel fatto che Raggi stia dando credito alle cose buone, da qualunque parte provengano, ciò che con umiltà è stato più volte ribadito. Anche Renzi ha copiato gli annunci in parte dal programma dei 5 stelle, solo che nei fatti fa altro

Kosimo

Mer, 03/08/2016 - 17:48

quindi mai più nessuno può inserire nel programma i tagli ai vitalizi poiché c'è il copyright, e se il M5s, che ha il diritto d'autore, non va al governo, rassegniamoci. #chestronzatadipolitica a chi è stato lo scopritore e ai giornali che gli hanno dato credito

Linucs

Mer, 03/08/2016 - 19:10

Ma quale valore sacro, manica di disperati.

Lino.Lo.Giacco

Mer, 03/08/2016 - 19:36

il problema non sono le idee, e' metterle in pratica, forse la Raggi lo fa, mentre gli altri le promettevano.

tuttoilmondo

Mer, 03/08/2016 - 19:41

Le idee buone si possono copiare, la scrittura no. Sicuramente la Raggi ha incaricato qualche collaboratrice a scrivere e la collaboratrice, o collaboratore, pigro, ha fatto copia e incolla, copia e incolla. Così sembra, anzi è assai probabile, che la materia sia stata trattata con sufficienza e leggerezza. Semo itagliani. Voia de lavorà sarteme addosso. Io licenziavo. Ma siccome la politica è un covo, e nei covi ci sono affiliati, complici e associati, non succederà.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 03/08/2016 - 20:38

Che cosa non si dice e non si fa per difendere l'indifendibile: anche a costo del ridicolo.....I seguaci riciclati del pluriomicida, se non scopiazzano, di loro hanno poco o nulla...E.A.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 03/08/2016 - 21:38

...ma poi si scopre.... Cioè invece di fare gruppo ed aiutarla per sistemare Roma, si prendono la briga, pagati dai romani,di andare a spulciare ogni difetto innocente? Nemmeno fosse scoprissero che qualcuno del m5s rubi o faccia altro fuorilegge?

VittorioMar

Mer, 03/08/2016 - 22:00

...come hanno sempre fatto le icone della sinistra!!!

Ritratto di Alfred_Kissinger

Alfred_Kissinger

Mer, 03/08/2016 - 22:01

Questa è una scema miracolata lasciatela perdere, e parlate di Grillo e del clan dei casaleggesi! Perché la destra ha consegnato la Capitale d'Italia in mano alla Casaleggio srl un'azienda di marketing di Milano. Un errore clamoroso compiuto da Salvini che si crede un grande stratega invece è un grandissimo pirla. Coi suoi metodi ha perso anche Varese.

un_infiltrato

Gio, 04/08/2016 - 04:26

Non mi sono del tutto simpatici gli Stellati, non conosco Raggi. Di lei però so che ci mette la faccia in una situazione capitolina veramente difficile, e che è stata eletta a furor di popolo. Detto questo, le cose da pianerottolo che scribacchia Ivan Francese (chi?) non contano. Omnia munda mundis.