La Rai renziana usa il canone per diventare Telereferendum

Viale Mazzini prepara un'infornata di programmi per tirare la volata al Sì. Alla faccia dei telespettatori

La sede della Rai in viale Mazzini

Fatti i direttori e pure i vicedirettori (ben 25, «un numero impressionante, altro che tagli!» protesta il piddino Anzaldi) per garantire la linea desiderata dai vertici di Viale Mazzini, la Rai è pronta a trasformarsi in Rai-ferendum, o TeleReferendum. Un piano preciso per l'area news in verità non c'è, anche se il direttore unico dell'informazione Rai, Carlo Verdelli, ci lavora da mesi con valenti e ben retribuiti consiglieri (i consiglieri Rai sono molto innervositi dal ritardo). Ma il dg Dall'Orto ha comunque spiegato a grandi linee al Cda, e poi alla Vigilanza parlamentare, come cambierà il palinsesto della tv pubblica in vista della consultazione del 4 dicembre. Di cui peraltro si parla già da mesi in Rai, finora con una sproporzione a favore delle ragioni del Sì certificata dall'AgCom nell'ultimo mese analizzato (luglio) con un 51,3% di tempo per i sostenitori del Sì contro il 36,4% del No (gli altri sono catalogati come «neutri»). Ma l'esito referendario dipenderà dalla massa di elettori ancora indecisi, ed è a loro soprattutto che parlerà la Rai schierando i nuovi programmi pensati ad hoc per il referendum sulla riforma renziana della Costituzione (da qualche giorno è entrata in vigore la par condicio, ancora in forma soft fino a 45 giorni prima del voto), nel trimestre in cui incasserà le rate del canone Rai la cui riscossione, grazie all'espediente della bolletta, stando ai rumors governativi sta andando molto bene.

Ma come sarà questa Rai-ferendum? Il programma Politics, voluto dalla Bignardi in sostituzione di Ballarò ma già oltre il livello di guardia per lo share minimalista, verrà riadattato all'esigenza referendaria: «La direzione che lo segue ha già deciso che faremo una programmazione più legata al referendum fino al 4 dicembre - spiega il direttore generale Rai - Poi la formula sarà ripensata». In sostanza il talk di RaiTre diventa una tribuna elettorale per il referendum, con un nuovo nome Tribuna Politics, poi si vedrà che farne. «Ci siamo impegnati a fare anche attività ulteriori a quelle richieste sul fronte del quesito referendario - spiega ancora Dall'Orto - Ne cito alcune: tre prime serate su Rai1; una parte che riguarderà, invece, la fascia di access prime time (cioè la fascia tra la fine dei tg e la prima serata, ndr), sempre su Rai1 a cura del Tg1, un'altra curata dal Tg2». Si lavora ad una striscia dopo il Tg1, tutte le sere nelle settimane prima del voto. Non si sa chi condurrà gli speciali serali, ma tutti i conduttori non di stretta osservanza renziana (da Giannini a Porro) sono stati già fatti fuori dalla Rai, quindi non ci saranno problemi a trovare i nomi adatti. Il referendum invaderà anche gli spazi informativi già presenti «da Unomattina a Linea Notte, da Agorà a In mezz'ora» spiega la Rai, ma anche la Radio Rai, RaiNews24, RaiParlamento e pure la TgR saranno invase dai dibattiti sul referendum. Mentre la Berlinguer, come compensazione per aver perso la direzione del Tg3 (è in quota minoranza Pd) avrà un programma suo, che si chiamerà Carta Bianca. Che parlerà, ovviamente, del referendum.

Una data da cui dipenderanno probabilmente anche le sorti dei vertici Rai, sempre più in difficoltà tra flop, grane con l'Anac e tetto degli stipendi per legge, che «avrà conseguenze sulla capacità di attrarre persone importanti in ruoli chiave» avverte Dall'Orto, costretto a tagliarsi lo stipendio da 650mila a 240mila euro. Nuovo problema, poi, con l'Istat, che ha inserito la Rai tra le Pa, con effetti su contratti e appalti. La Rai si oppone ed è pronta a fare ricorso.

Commenti

routier

Ven, 07/10/2016 - 08:18

A dispetto dei Santi, i telespettatori che guardano i programmi di informazione politica della TV di Stato sono una netta minoranza di indottrinati, pertanto non fanno opinione.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 07/10/2016 - 08:19

Vista la testata satirica, potete anche fare foto più comiche.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 07/10/2016 - 08:25

La pubblicità, ovvero gli slogan, sovente è più avveniristica delle scoperte fatta da rinomati scienziati: DI TUTTO DI PIÙ è il motto da premio Nobel per la sua preveggenza.

rossini

Ven, 07/10/2016 - 08:25

E noi, che vogliamo essere cittadini e non sudditi, rispondiamo con il PASSA PAROLA. Ciascuno convinca un altro a votare NO al referendum e così via, come per una catena di Sant'Antonio. Io personalmente ho convinto già una decina di amici o conoscenti, che, al loro volta, ne convinceranno altri. In breve diventeremo una valanga inarrestabile.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 07/10/2016 - 08:34

PD = Partito Dittatura

egi

Ven, 07/10/2016 - 08:37

Gli imbecilli della par condicion dove sono?

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 07/10/2016 - 08:37

Non commento l'utilizzo della RAI ma più cose fanno per il SI più profonda è la fossa che si scavano.

Ritratto di leoni_da

leoni_da

Ven, 07/10/2016 - 08:42

ma l'opposizione dov'e', sembra....... sparita.

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 07/10/2016 - 08:44

MI AUGURO CHE MEDIASET A QUESTO PUNTO NON FACCIA PIU' VEDERE LA FACCIA DEL BUFFONE NEI TG E FACCIA TRASMISSIONI SOLAMENTE A FAVORE DEL NO AL REFERENDUM.

m.nanni

Ven, 07/10/2016 - 08:47

scandalo planetario. scandalo che il capo dello stato sia schierato con il si renziano; della serie: una mano lava l'altra. pover'Italia! bene hanno fatto i grillini a ricorrere al TAR contro quesiti che istigano al si. VERGOGNA!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 07/10/2016 - 08:50

Io ho notato che pure mediaset da una mano a renzi.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 07/10/2016 - 08:52

Gli Italiani dovrebbero rendersi conto che all'estero un Italia con un Renzi del PD (già PCI) al Governo e con un'Äopposizione guidata da un comico (Grillo), fa una certa impressione . La solita impressione che da Caporetto.

terzino

Ven, 07/10/2016 - 08:59

L'osservatorio di Pavia ora tace, e la par condicio? Macchè è dittatura democratica.

19gig50

Ven, 07/10/2016 - 09:04

Sempre che qualcuno guardi i programmi di quello schifo di emittente.

m.nanni

Ven, 07/10/2016 - 09:16

a Berlusconi volevano tappargli la bocca(ci sono anche riusciti), e ricordo i deliri per imporgli interventi con il contascatti. e per fortuna che Renzi doveva restarci cento giorni!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 07/10/2016 - 09:20

La "democrazia renziana". La televisione di stato ai suoi servizi e quattrini tolti alla sanità ed alle pensioni. Un vero democratico. Meglio di Stalin.

linoalo1

Ven, 07/10/2016 - 09:23

Non solo alla Faccia dei Telespettatori,ma,soprattutto,alla faccia della tanto reclamata PAR CONDICIO,quando ancora c'era Berlusconi!!!Vi ricordate????Se Qualcuno,in TV,parlava anche un solo secondo più dell'altro,scoppiava la Guerra,mediatica,ovviamente!!!Del resto,quale era l'Argomento Primario dei Sinistrati,Santoro in testa??Sempre e solo lo stesso,ossia:Berlusconi!!!La sua Defenestrazione,da parte di NAPOLITANO,nel 2011,li ha spiazzati,eliminando la loro Unica Fonte di discussione!!!!!Quanti Media,sono falliti o quasi,per questo motivo??

antipifferaio

Ven, 07/10/2016 - 09:26

Scusate...ma la magistratura esiste ancora??? Se qualcuno l'ha vista...sentita...batta un colpo! Praticamente con l'occupazione militare dei media è già DITTATURA?...Beh, lo dicano e ci togliamo il pensiero...ma credo che poi, visti risultati economici, debbano cominciare a camminare super scortati....

antipifferaio

Ven, 07/10/2016 - 09:30

Altra cosa...ormai da quel pochissimo i tv che vedo mediaset gli sta dando una mano...eh....almeno si contrapponeva!...Macchè!...E invece va in onda lo sceneggiato sui migranti su canale 5!...Continuate pure...l'Italia la state regalando ai pentastellati...

antipifferaio

Ven, 07/10/2016 - 09:37

La verità è che l'opposizione è anche per il si...siamo solo noi poveri fessi a pensare che in Italia esistano i partiti...di partito ce n'è solo UNO...ed è quello del Nazareno. Gli altri si accodano nonostante i bla bla bla... E' sparito persino Salvini...Spero solo che stringano il cappio intorno al collo degli italiani sempre di più in modo da farli svegliare...e poi son dolori....

Eraitalia

Ven, 07/10/2016 - 09:42

SU TELERENZI CHISSA' DA CHE PARTE OSCILLA LA BILANCIA DEL REFERENDUM SONO TALMENTE OBIETTIVI CHE A FIDARSI E' DA MASOCHISTI. VOTIAMO E FACCIAMO VOTARE NO

t.francesco

Ven, 07/10/2016 - 09:53

Nella foto dell'articolo Renzi guarda il cielo. Si aspetta un miracolo?? Non riesco a capire: la lega vota no, forza italia vota no,i cinque stelle votano no,mezzo pd vota no.....il si come fa a vincere. Ci sono molti bari????? Staremo a vedere!!!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 07/10/2016 - 10:04

Stamattina Vespa in radio negava l'evidenza, quando si parlava dei dati dei giovani che vanno all'estero a cercare lavoro anche perché ci sono condizioni migliori.

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Ven, 07/10/2016 - 10:08

Ormai la RAI la vedo solo durante i TG regionali. Sembra l'Istituto Luce dei cine-giornali degli anni Trenta. Andrebbe dismessa e venduta ad investitori privati, perdendo qualsiasi qualifica e connotazione di TV di Stato.

maurizio50

Ven, 07/10/2016 - 10:09

Continuo a domandarmi dove son finite le migliaia di iperidioti che sbraitavano nelle strade e nelle piazze che "Berlusconi è il padrone di tutte le Televisioni". Ecco perchè continuoi a sostenere che soltanto una massa di ignoranti può continuare a votare per iol PD!!!!!!!!

cameo44

Ven, 07/10/2016 - 10:26

Renzi ed il PD sono insorti contro il l'esponente del M5S che ha paragonato Renzi a Pino sce è la verità assoluta visto che Renzi ha occupato tutto ciò che cera da occupare e della TV ne ha fatto una cosa propria altro che pubblica vive di ricatti e false promes dse da numeri che non esistono le aziende chiudono e questo ci ddice che il paese è ripartito grazie alle sue riforme

avallerosa

Ven, 07/10/2016 - 10:40

Ormai renzi è costretto a parlare solo agli ignoranti,e purtroppo in Italia ce ne sono molti e agli immigrati, scommettiamo che al referendum andranno a votare molti immigrati con una falsa residenza italiana? Dal PD bisogna aspettersi di tutto e di più. Antipifferaio la magistratura non esiste più da un bel pezzo, abbiamo solo la magistratura di napolitano. L'opposizione per il no c'è ma se arriva dopo con il botto non credi che molti degli incerti che saranno quasi convinti a votare SI alla fine resterannno solo i motivi per votare il NO ?

giginonapoli

Ven, 07/10/2016 - 11:07

Come godo, io sono all`estero e non pago questo schifo di RAI.

luna serra

Ven, 07/10/2016 - 12:58

basta cambiare canale come sta succedendo con Rai 3 il martedi oppure Rai 2 di Mercoledi e vediamo cosa ne pensano gli alti dirigenti della Rai

mariod6

Ven, 07/10/2016 - 13:47

Adesso che è riuscito a colonizzare tutte le poltrone disponibili ed a crearne altre per aumentare il controllo, il nostro Frottolo deve farne l'uso a lui più comodo. Il furto del canone serve per pagare anche i boiardi PD e SEL e Verdiniani e Alfaniani ed ecc. ecc.

the_wanderer

Ven, 07/10/2016 - 14:27

semplicemente basta non pagarlo...

Santippe

Ven, 07/10/2016 - 17:32

SANTIPPE. Da qui a Natale si possono leggere buoni libri, invece di guardare la TV. Oppure, per i teledipendenti, si possono vedere canali dove non si parla di politica e tanto meno di referendum. Dopo Natale, spero che qualcuno prenda l'iniziativa di affrontare l'angoscioso problema RAI-TV. E' una situazione molto, molto peggiore del MINCULPOP. E' tutta propaganda-non c'è un briciolo di informazione corretta-, tesa a un ossessivo lavaggio del cervello. Lo scopo di questi signori è di servire chi li paga e rimbecillire i telespettatori. E per evitare che qualcuno sfugga al trattamento hanno messo il canone in bolletta : una trovata degna di paesi tipo Birmania o Corea del Nord.

VittorioMar

Ven, 07/10/2016 - 17:36

...non capiscono che ottengono l'effetto contrario indisponendo chi paga il canone???