La regola del doppio mandato ora rischia di devastare il M5s

Se si andasse alle elezioni non potrebbero ricandidarsi molti big. E già si medita di stracciare il codice etico

Era il 20 agosto 2017. Luigi Di Maio, in un comizio a Gela, riscuoteva applausi scroscianti al pronunciare queste parole: «Da noi vale la regola dei due mandati e vale anche per me. Nel Movimento 5 stelle chi pensa di fare un terzo mandato è fuori». E ha ribadito il concetto persino a due giorni dalle elezioni: «Il tema del limite del doppio mandato è fondamentale per noi e si basa su un concetto importante: non esistono politici di professione».

Adesso però la musica è cambiata. E il M5s sembra pronto a passare dalle regole alle deroghe. Negli ambienti pentastellati serpeggia l'incubo di dover fare armi e bagagli e tornare alla vita quotidiana lontana dai riflettori mediatici. E non è un caso che a dire vaffa ai principi fondanti del Movimento sia uno che traballa. Parliamo del deputato Carlo Sibilia che ha dato per certa l'ipotesi di un terzo mandato per il candidato premier Di Maio e che ha preannunciato: «Sulla deroga al secondo mandato ci rifletteremo con la dovuta ragionevolezza».

Insomma, scurdámmoce 'o ppassato. Eppure non sono lontani i tempi in cui Beppe Grillo ricordava sul blog che «una delle regole fondanti è quella dei due mandati elettivi a qualunque livello. Consigliere comunale, sindaco, consigliere regionale, parlamentare nazionale ed europeo. Questa regola non si cambia né esisteranno mai deroghe ad essa». Era il marzo 2017. E per conferire maggior peso al comunicato citava una frase emblematica di Gianroberto Casaleggio: «Ogni volta che deroghi a una regola praticamente la cancelli».

Il problema è che per i pentastellati il rischio adesso è quello di cancellarsi da soli. Già, perché se si tornasse alle urne, una folta schiera di parlamentari dovrebbe appendere al chiodo la giacca di onorevole. A partire dallo stesso Di Maio.

Qualche nome? Non sarebbero più deputati Giulia Grillo, Manlio Di Stefano, il presidente Roberto Fico, Riccardo Fraccaro, Marta Grande, Carla Ruocco, Giulia Sarti, Angelo Tofalo, solo per citarne alcuni. I grillini perderebbero diversi volti noti pure in Senato. Dal capogruppo Danilo Toninelli, colui che si vantava in televisione di essere tra «i killer di Berlusconi», alla vicepresidente Paola Taverna passando per i fedelissimi Vito Crimi e Nicola Morra, fino ad arrivare ad Andrea Cioffi, Michele Giarrusso, Elio Lannutti (già senatore dell'Idv), Barbara Lezzi e Alberto Airola.

E ancora: spazzati via il senatore Stefano Patuanelli, già consigliere comunale del Movimento 5 Stelle a Trieste; il senatore Gianluca Perilli, già consigliere della Regione Lazio; Stefano Buffagni, deputato ed ex consigliere regionale della Lombardia; Antonio Federico, ex consigliere regionale del Molise e Alvise Maniero, per cinque anni sindaco di Mira e poi eletto alla Camera. Sarebbe praticamente uno tsunami. Una spada di Damocle che taglierebbe le teste più mediatiche e di peso all'interno del Movimento stesso. Persone, e non più politici, che sarebbero costrette a ricominciare da capo. E che potrebbero al massimo trasformarsi in un alter ego di Alessandro Di Battista, girovago ex parlamentare libero di sparare contro gli avversari politici senza dover rendere conto a nessuno. Con l'unica sostanziale differenza che per tutti gli altri sarebbe una scelta forzata che li obbligherebbe, nella maggior parte dei casi, alla disoccupazione. E col paradosso che il prode «Dibba», avendo saltato un giro visto che non si è candidato alle Politiche, potrebbe invece tornare in pista.

Insomma, Di Maio ora è davanti a un bivio: esibirsi nell'ennesima giravolta rinunciando ai principi fondanti del M5s oppure rispettare quelle stesse regole che lui ha sottoscritto. Col rischio di tornare a fare lo steward allo stadio del Napoli.

Commenti
Ritratto di alejob

alejob

Gio, 03/05/2018 - 14:10

Questo deve andare a vendere panini allo stadio del Napoli, forse in questo ruolo, può trovare consensi se il panino da lui venduto, era mangiabile o NO.

adal46

Gio, 03/05/2018 - 18:55

L'ignoranza che monta in scranno è una brutta bestia;e gli sproloqui fanno il resto. Almeno si faccia chiarezza.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 03/05/2018 - 19:10

Se stracciano il "codice etico da loro redatto" è la dimostrazione di quanto valgono:un'emerita cippa!!!

Romolo48

Gio, 03/05/2018 - 19:11

Eccome NO, vedrete che giri di valzer farà lo scugnizzo assieme a tutti i disoccupandi. Le regole vanno bene per gli altri e per i comizi di piazza; poi la realtà è tutt'altra cosa.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 03/05/2018 - 19:16

IMPRESENTABILI BUFFONI.

manfredog

Gio, 03/05/2018 - 19:18

..i grilli saltanti..dal codice etico al codice..eretico..!!..si, del doppio mandato a fan....!! mg.

Ritratto di Gisvelto

Gisvelto

Gio, 03/05/2018 - 19:33

Nel MCS le "condizioni meteo" sono variabili, rispettando il ritmo delle allucinazioni!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di RobertoBello

RobertoBello

Gio, 03/05/2018 - 19:42

La regola del doppio mandato è una soluzione stupida ad un problema concreto così come lo è stata l'abolizione delle preferenze e così come lo è l'idea di introdurre il vincolo di mandato. Anzi, le ultime due (abolizione delle preferenze e introduzione del vincolo di mandato) sono devastanti per la Democrazia. Ma, nessun problema per il M5S, aboliranno la regola del doppio mandato senza problemi tanto, gli elettori che si sono "dati" al "movimento" digeriranno anche questo, con un ruttino, così come hanno digerito le altre giravolte (noeurosieuro nonatosinato siputinnoputin ecc). Pochi pensanti capiranno che cos'è davvero il movimento, ad insaputa stessa dei "dipendenti" in parlamento (chiamare questi robot deputati o peggio ancora onorevoli sarebbe un insulto a veri rappresentanti del Popolo)

Ritratto di blackeye

blackeye

Gio, 03/05/2018 - 19:46

Etica e morale sono due belle bestie da trattare con i guanti e che spesso e volentieri si rivoltano contro il loro stesso padrone-

necken

Gio, 03/05/2018 - 19:51

il limite dei 2 mandati era dettato dalla necessità di Casaleggio e Grillo di gestire meglio o più facilmente la situazione, però l'appetito vien mangiando quindi fanno bene a ribellarsi e prorogare il mandato finchè c'è il consenso degli elettori

g-perri

Gio, 03/05/2018 - 19:52

Si sono fatti largo predicando a destra ed a manca onestà e rispetto delle regole. Ma una volta assaporato il gusto del potere si rivelano persino peggiori degli altri. E pensare che, pur non votandoli, facevo il tifo per loro. Speriamo che i polli che li hanno votati al prossimo giro non cadano nuovamente nella loro trappola.

giosafat

Gio, 03/05/2018 - 19:55

l'M5S sta letteralmente sbracando alla grande. Risalirà con le terga infiammate le valli che aveva disceso con tanta baldanza e boriosa sicumera. Siamo già ai titoli di coda...

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 03/05/2018 - 20:06

Se si andasse a nuove elezioni non avrebbero completato il mandato, neppure il 50%. Quindi il giovane "fenomeno" lanciato da Grillo allieterà ancora le nostre giornate? Quousque tandem, Grillus, abutere patientia nostra?

wrights

Gio, 03/05/2018 - 20:18

Già il 14 Marzo, sui alcuni giornali appariva questo: Il vincolo del doppio mandato è una «regola sacra» per i grillini, ma ogni regola ha una deroga in casi eccezionali. «E se si dovesse tornare al voto entro un anno — dice Di Maio — non faremmo le parlamentarie per le liste. Confermeremmo i candidati di questa legislatura». Penso che il giornalista legga poco.

Ritratto di REDUCE

REDUCE

Gio, 03/05/2018 - 20:24

certo che il giovane ha sempre l'espressione di chi lo ha preso nel cxxo looooool

lavieenrose

Gio, 03/05/2018 - 20:29

ma basta nominarla la parola etica con questi pataccari

jaguar

Gio, 03/05/2018 - 20:29

Chissà se i cosiddetti big preferiscono non ricandidarsi, o preferiscono governare col centrodestra.

tosco1

Gio, 03/05/2018 - 20:32

Non mi ricordavo questa cosa. Se e'cosi', vista la situazione, sara' una bella ramazzata, con le prossime elezioni. Il futuro e' sempre un rebus per tutti.Ma a questa schiera di improvvisati, almeno il lavoro non dovrebbe mancargli,in considerazione della generosa offerta di Berlusconi per una assunzione a Mediaset.

michettone

Gio, 03/05/2018 - 20:45

Da che mondo è mondo, si sa che è sempre esistito il motto "Dio li fa e poi l'accoppia!" Non poteva essere altrimenti per questi panettieri, venditori di noccioline, saltimbanchi, che una volta trovato il loro capo bastone Grillo, si sono adeguati ed impossessati del diritto di FREGARE chiunque passasse dinnanzi a loro. Lo hanno fatto per benino dalla Campania alla Sicilia, isole comprese, riuscendo ad impossessarsi di 338 parlamentari a ventimila euro mensili, che provvederanno a rimpinguare le casse del movimento a più non posso, oltre, naturalmente a darla a bere agli elettori gabbati. Povera Italia, come sei finita in basso!

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Gio, 03/05/2018 - 20:48

Et voilà, a fronte del quanto vedremo le acrobazie che metteranno in atto i pseudo trombati da loro stessi. All'inizio presi dall'euforia di voltare l'Italia a forza di vaffa, dovettero, per riuscire nell'intento far apparire i politici in servizio degli accaparratori di sedie e poltrone e presentarsi come integerrimi fustigatori del malcostume, prendendo l'esempio dagli Yankee del doppio mandato. Ora se verrà formato un nuovo governo e loro non abiureranno quanto promesso, dovranno raccogliere gli stracci di cui sono coperti e tornare nel pollaio dal quale sono venuti, altrimenti mi auguro che coloro che li hanno votati per rispetto di loro stessi prendano i forconi. Coraggio clown e casalegno , l'ora del commiato è più vicina che mai.

Ritratto di venividi

Anonimo (non verificato)

sereni

Gio, 03/05/2018 - 22:33

certo, adesso questo è il problema dominante. quante chiacchere che fate inutili. la paura invece è un'altra: andare ad elezioni, ed applicare la regola del doppio mandato facendo rientrare di battista, alle prossime elezioni prendono il 53%. questa è la paura che hanno tutti con nuove elezioni subito!

magnum357

Gio, 03/05/2018 - 22:49

Questo qua va bene solo a vendere gadget allo stadio !!!!

Anonimo (non verificato)

michettone

Ven, 04/05/2018 - 09:15

Non c'è più trippa per i gatti! Se si va alle elezioni subito e con la stessa stupida legge, come dice qualcuno, non se ne esce, si va a sbattere al muro, di nuovo! Se, invece, si modifica la legge, con opportuna maggioranza, da concedere a chi prende più voti, sarà l'inizio di una legislatura, che durerà cinque anni! Chiaro che comunque si faccia, a vincere, ormai tutti i sondaggi lo dicono,compresi i meridionali buggerati dal precedente imbroglione pentastellato, metteranno la crocetta sulla scheda del centrodestra, ergo, SARA' UN PLEBISCITO per i TRE MOSCHETTIERI!

titina

Ven, 04/05/2018 - 09:53

ma tranquilli, dopo il secondo mandato faranno anche il terzo e il quarto. dirammo che hanno fatto votare gli elettori grillini e questi hanno chiesto di continuare e così lòoro ,fanno il sacrificio a restare in politica "per il bene supremo del paese". Ah,ah,ah!

Ritratto di leonida65

leonida65

Ven, 04/05/2018 - 10:10

Berlusconiani a me, vi vedo in forma più che mai rinvigoriti dai risultati eccezzionali che Silvio ha ottenuto alle ultime regionali in lochi di cruciale importanza. Silvio anche dopo il film in suo onore sta recuperando e come dice nel film lui oltre a governare presto sarà amato da tutti perchè ci riporterà, come sua abitudine ad essere tra le prime potenze economiche al mondo.

leopard73

Ven, 04/05/2018 - 11:14

CERVELLO ESAURITO...poveretto non lo lasciano governare..

peter46

Ven, 04/05/2018 - 11:38

Ferrara...sembra che avrà rimpianti anche lei per la forzata rinuncia di tutti quelli che ha nominato,se i loro nomi e cognomi le son rimasti così perfettamente in mente qualcosa,di positivo o negativo,finanche,avranno 'combinato' nell'unica,per ora, legislatura che hanno potuto 'frequentare',o no?.Non c'erano prima e ci sono arrivati e si son fatti 'ricordare'.Ne sono arrivati altri(che forse non faranno alcuna legislatura e saranno ricandidati)e si faranno ricordare come hanno fatto questi...ed altri ancora a 'partire' ed 'arrivare'...e,a suo 'dispetto',tutti torneranno senza 'sindrome di calimero' ai lavori o impieghi o alla disoccupazione che già avevano,certo,come...Yana Ehm(m5s), laureata ad Heidelberg(germania),5 lingue parlate,tornerà a fare la disoccupata,come no?O come Flavio Gastaldi,26enne leghista di Cuneo,operaio elettricista,quello di 'fino a ieri mi alzavo alle 5:30 e prendevo 1200eu' o i tanti altri nell'elenco o fuori elenco .Ok x la cronaca.

Ritratto di adl

adl

Ven, 04/05/2018 - 13:29

E' come nell'industria moderna, nella quale i prodotti sono ormai concepiti e fabbricati per avere un ciclo di durata breve. Il M5S è un partito che ha in re ipsa, l'autoestinzione STATUTARIA.

Ritratto di leonida65

leonida65

Ven, 04/05/2018 - 14:13

Peter46 non so se hai letto le diatribe che ho avuto con i miei colleghi Leonida55 e l'ecclesiasta Adriano perchè in quanto, io leader dei berlusconiani, portatore di nuovo corso, sono interessato al parere degli avversari, bada bene avversario e non nemico, come tu ben sai, Silvio ci ha insegnato.

peter46

Ven, 04/05/2018 - 16:06

leonida(65)...letto e 'lagnato' e...'legnati',quel giorno,quei due,ma...mi ero proprio dimenticato prima dell'invio di fare il tuo nome a chi di dovere e il 'bastone' è rimasto 'sospeso'.NB:In giro per gli articoli di oggi ho promesso a due-tre una tua visita di 'conforto' o di 'parere'(tipo su "Di Maio:Governo di tregua..." , se non devi rientrare....provaci.

dagoleo

Ven, 04/05/2018 - 17:29

Ecco che i codici etici cominciano a stare stretti e vacillano. Sono davvero 5 peracottari.