Renzi cavalca il decreto ​per la campagna elettorale

Battage mediatico martellante. Boschi torna in pista. L'ex premier: "Per noi la salute prima delle polemiche"

Matteo Renzi mette il cappello sul decreto vaccini dopo aver disarmato il contrasto tra Beatrice Lorenzin e Valeria Fedeli grazie all'intervento della fedelissima Maria Elena Boschi, che a sua volta torna in azione dopo la ritirata strategica per l'affaire Etruria. Il tutto con la benedizione di Paolo Gentiloni. Per l'ex premier e per il suo Pd, di certo, il decreto che sancisce l'obbligatorietà dei vaccini sarà un tema da spendere in campagna elettorale, soprattutto come arma da lanciare al nemico più temuto, Beppe Grill.

E non è un caso che sia il partito sia il governo si siano mossi con coordinazione quasi perfetta, prima per evitare gli ostacoli al via libera al provvedimento e poi nell'erogare dichiarazioni altrettanto univoche, dallo stesso Renzi (che detta la linea, «aprendo» ai Cinque Stelle solo per bastonare Grillo e il complottismo antivax strisciante nel Movimento) alla Boschi, lapidaria: «Sulla salute dei bambini non si scherza». Qualcuno si fa prendere la mano, come il renzianissimo senatore dem Andrea Marcucci, che salutando il «deciso passo in avanti» e la «prima vittoria di Matteo Renzi e del Pd» finisce per scoprire le carte. Ma tant'è, ieri era il giorno per portare a casa il risultato e tutto è filato liscio, persino l'attuale premier Gentiloni, in conferenza stampa, oltre a ringraziare Lorenzin e Fedeli ha riconosciuto pubblicamente il ruolo chiave giocato dalla Boschi nell'appianare gli spigoli tra le titolari della Salute e del Miur. Poi è stato il segretario Dem a scegliere Facebook per parlare. «Molto bene il governo sui vaccini. È un passo in avanti nella giusta direzione. La salute viene prima delle polemiche di parte», attacca Renzi, che lancia «un appello» agli amministratori targati Cinque Stelle: «Conosciamo le posizioni assurde di Grillo su questo tema», attacca l'ex premier, «ma voi siete padri e siete madri. Schieratevi dalla parte della scienza, non dalla parte degli apprendisti stregoni. Su questo tema nessuna polemica: avanti, insieme». Ma l'apertura ai sindaci grillini suona più come scusa per attaccare le posizioni controverse del «capo» del Movimento. E infatti le parole di Renzi non salvano dagli attacchi del Pd la sindaca capitolina Virginia Raggi, finita nel mirino del portavoce del segretario Dem, Michele Anzaldi, per aver affossato una mozione del Pd in assemblea capitolina, che puntava all'obbligatorietà dei vaccini nei nidi di Roma. Mozione bocciata in attesa del decreto nazionale, ma l'esito del voto in Campidoglio offre comunque uno spunto per punzecchiare la prima cittadina. Per Anzaldi la Raggi «ha preso in giro Bebe Vio» ricevendo con tutti gli onori la campionessa paralimpica e bandiera pro-vax in Campidoglio mercoledì scorso per poi, il giorno dopo, imporre «ai suoi consiglieri di bocciare la mozione Pd per la vaccinazione obbligatoria». All'attacco anche la dem capitolina Valeria Baglio («M5S poteva anticipare il governo e mandare da Roma un segnale chiaro, invece ha votato no sull'obbligo dei vaccini per i più piccoli») e la governatrice del Friuli-Venezia Giulia, Deborah Serracchiani, che saluta «l'approvazione da parte del governo del decreto vaccini» come un «risultato importantissimo in difesa della salute», e rimarca la differenza «tra chi si affida alla scienza per tutelare la salute di tutti e chi, come Raggi e il M5S, va dalla parte opposta inseguendo gli spettri e le paure antivaccini».

Commenti

PEPPINO255

Sab, 20/05/2017 - 10:55

Menzogna ! Quando mai Raggi ed il M5S sono stati contro i vaccini? La campagna è contro i vaccini NON VERIFICATI. La ricerca, in questo campo, è affidata alle multinazionali e così pure la farmaco sorveglianza. Quale sicurezza hanno i cittadini che nelle fiale ci sia il "rimedio" giusto ? Quando poi un Ministro insiste tanto ed ha tanta fretta di distribuire i vaccini, cominciare ad insospettirsi è il minimo sindacale...!

cameo44

Sab, 20/05/2017 - 11:11

Renzi ed il Governo si devono solo vergognare per il decreto sui vaccini hanno fatto solo un pastrocchio all'Italiana per non creare dissapori fra il Ministro all'Istruzione e quello della Sanità hanno reso obbligatorio per le materne e l'Asilo ma per i più grandi saran no sanzionati i genitori in caso di mancata vaccinazione ma se non è obbligatorio perchè sanzionarli uno dei tanti miracoli Utaliani

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 20/05/2017 - 11:15

ormai non è piu credibile! i voti se li è comprati con le primarie farsa, in cui hanno votato i cinesi che non capiscono italiano, però capiscono benissimo i 10 euro per votare.... :)

unosolo

Sab, 20/05/2017 - 11:24

sveglia quei cavolo di vaccini li avevamo e gratuiti insieme a molte altre prestazioni sanitarie e ce li hanno tolti , la gratuità dei servi contro i diritti dei parlamentari e tutta la casta , differenza di classe peccato che noi paghiamo per avere i servizi e loro quei soldi se li dividono per i vizi che si sono regalati , non sono ladri ? allora come mai assumo per galleggiare togliendo soldi ai servizi ? il bonus mamma verrà assorbito con tanto di interessi , non danno bonus ma investono per avere adesioni nelle votazioni e dai sindacati , correi che si sostengono a vicenda , domandatevi come mai i sindacati non pretendono la gratuità dei vaccini .....

Sise

Sab, 20/05/2017 - 11:35

Fossi in Renzi, ci penserei non una, ma dieci volte prima di cavalcare questo decreto per la campagna elettorale: 12 vaccini obbligatori sono uno sproposito e una norma simile non esiste in alcun paese al mondo. Quanto alla minaccia di togliere la potestà genitoriale è follia pura: è la quintessenza dell'autoritarismo.

ramc

Sab, 20/05/2017 - 12:14

La posizione del PDL???? mi sa che si va verso l'astensione

Tarantasio

Sab, 20/05/2017 - 12:26

foto già vista E commentata con ''SCAPINO, MATAMOR0 E LA GIOVANE ISABELL'

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 20/05/2017 - 12:50

Innanzitutto dico che sono a favore dei vaccini. Erano obbligatori durante la mia infanzia e la scuola non ti avrebbe iscritto se non l'avessi fatti. Ma 12 vaccini obbligatori mi sembra un assurdo. Perché in altri paesi europei l'obbligo é solo per pochi vaccini? L'Italia ha più soldi per permettersi questo. Qui non é il solo costo dei vaccini ma, bensi, di tutto il sistema sanitario nazionale che dovrà far fronte ad un impegno più oneroso in termini di personale. Cosa si farà? Si assumeranno moltissimi infermieri con relativa catena di comando e si locheranno altri locali comprando altre attrezzature? A me sembra una pessima soluzione perché hanno creato una gallina dalle uova d'oro senza parlare di favoritismo verso le case farmaceutiche. Qui, in Francia, i vaccini obbligatori sono solo 4; come mai?

Garganella

Sab, 20/05/2017 - 13:28

Basta! Sono stanco e stufo di vedere la faccia di Renzi e di sentirne parlare! E' un'ossessione! Possibile che non si possa fare a meno di pubblicare le sue comparse e le sue saccenti battute da bulletto? Spero solo che gli italiani alle prossime elezioni non lo prendano neppure in considerazione! Sarà difficile, ma io spero sempre.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 20/05/2017 - 15:51

Sembra che sto governo abbia scoperto la penicillina. È che ogni volta fanno una cavolata si imbizzarriscono come scemi davanti a Facebook che credono di aver partorito la frase del giorno.

OttavioM.

Sab, 20/05/2017 - 16:15

La salute degli italiani si tutela non chiudendo gli ospedali e non tagliando la sanità. Questa storia del decreto vaccini è semplicemente ridicola e serve a nascondere i problemi del governo.In un paese dove c'è chi manda i figli a mendicare,li fa vivere nella spazzatura,non gliene frega niente a nessuno, in un paese dove chi arriva fa quello che gli pare come fossimo terra di nessuno, dove entra gente non controllata, poi vogliono togliere la patria podestà ai genitori.