Renzi mette le mani pure sul piccolo credito

Dopo il pasticcio Popolari, il premier vuole riformare anche gli istituti cooperativi. Ma il decreto "salva banche" rischia di mandare in rosso tutto il sistema

Dopo aver rivoluzionato il mondo delle banche popolari italiani con un decreto, Matteo Renzi intende mettere le mani (o comunque il cappello) sul credito cooperativo. Nell'intervista di ieri al Corriere il premier ha accennato alla riforma degli istituti che gravitano nell'orbita della cooperazione. «Abbiamo sistemato le popolari, tra mille polemiche», ha dichiarato aggiungendo che «dopo Natale vogliamo consolidare le banche del credito cooperativo, facendone uno dei gruppi bancari più solidi sul modello del Crédit Agricole».La citazione della banque verte è la vera spia dei sogni renziani di grandeur. Le banche di credito cooperativo (Bcc) sono la prima realtà in Italia per numero di sportelli (oltre 4mila), ma rappresentano un universo molto frastagliato in quanto le singole entità sono 370. Il governo, che aveva imposto alle Popolari con oltre 8 miliardi di attivi di trasformarsi in spa alla velocità della luce, con le Bcc aveva usato il guanto di velluto. Il ministro dell'Economia Padoan qualche mese fa aveva, infatti, caldeggiato assieme al governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, un progetto di autoriforma da completare entro la fine dell'anno, pena l'intervento con un decreto.Dopo una fase iniziale di maretta legata ai vari localismi, qualche settimana fa era stata trovata la quadra: un'unica società per azioni, partecipata dalle singole cooperative, avrebbe controllato le attività bancarie, proprio come accade in Francia con il Crédit agricole e con il Crédit Mutuel. La componente identitaria del Trentino e dell'Alto Adige (con il gruppo Raiffeisen) si sarebbe salvata, mentre tutto il resto sarebbe confluito otto il controllo di una casa madre che avrebbe potuto essere Iccrea, la società di servizi delle Bcc. Nonostante il paziente lavoro di cucitura dei presidenti di Federcasse (l'associazione di categoria), Alessandro Azzi, e di Confcooperative, Maurizio Gardini, le resistenze non si sarebbero del tutto placate. Un fattore di destabilizzazione è rappresentato dal recente decreto salvabanche che impone alle Bcc di versare entro il 7 gennaio 225 milioni al Fondo che salverà i 4 istituti in difficoltà. Questo prelievo, assieme ai 120 milioni che le banche-coop versano al loro fondo di categoria che assiste le Bcc in dissesto causa crisi economica, rischia di mandare in rosso quasi tutte le banche.Renzi ne ha così approfittato per sfoderare il suo pugno di ferro. «In passato i governi hanno deciso di non intervenire per il consolidamento del sistema bancario: noi, invece, non ci tiriamo indietro dinanzi alle responsabilità». L'interventismo finanziario del premier, però, non gli sta portando bene. Ieri sotto Palazzo Chigi si sono raccolti alcuni manifestanti, tra i quali alcuni M5S, che protestavano per l'azzeramento dei bond subordinati delle quattro banche salvate esibendo cartelli con le scritte «Politici servi delle banche», e «Risparmiatori unitevi». Caustica Daniela Santanché (Fi): «I cittadini sono stati derubati dei loro soldi e il premier ha pure il coraggio di dire che il governo ha salvato le banche».

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 07/12/2015 - 08:36

Ogni volta che parlano in video sproloquiano di aver abbassato le tasse,tutti quelli della sinistra più i vari traditori,mentre la gente si è accorta del contrario.Bugiardi erano e bugiardi lo saranno sempre.

linoalo1

Lun, 07/12/2015 - 09:16

Quindi,la mia teoria che al Governo,ci sia una Armata Brancaleone,continua ad affermarsi glusta!!!!Poveri noi!!!Napolitano,Monti,letta,renzi!!L Piaghe d'Italia!!!Che altro,di peggio,ci potrà mai capitare????

antipifferaio

Lun, 07/12/2015 - 10:01

Cosa volete che dica...un buffone dice tutto e il contrario di tutto. Vedremo alle prossime elezioni se la gente ne ha le palle piene...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 07/12/2015 - 10:48

sono una massa di arraffoni, svuotano le casse peggio dei rapinatori. Il potere gli da la possibilità e loro non si fanno scrupoli, sapendo pure che ci sono leggi che glielo permettono e nel calderone ci sono tutti potenti e "nullatenenti", i primi perchè hanno le redini gli altri perchè ai partiti fanno comodo.

cameo44

Lun, 07/12/2015 - 10:59

Quelli del PD parlano come un disco rotto tutti i santi giorni a dire che hanno abbassato le tasse sapendo che non è vero vogliono fare il lavaggio al cervello ma tutto ciò che dicono è falso dalla ripresa che solo loro vedono ignorano ciò che mostrano le TV e non solo i tanti po veri costretti a dormire in auto o nei parchi i tanti anziani che vanno nei mercati all'ora di chiusura per raccattare qualcosa da mangiare ai tanti che non possono curarsi non parliamo della viabilità ridotta ad una gruviera ma loro prendono aerei e Freccie rosse oltre alle auto blu motivo per cui non vedono lo stato pietoso in cui versano le stra de o i treni dei pendolari la colpa è dei cittadini che li applaudono anzicchè prenderli a pedate

unosolo

Lun, 07/12/2015 - 11:11

Sanna dire quello che il popolo sinistro vuole sentirsi dire , sono abili ma la realtà è che siamo andati indietro perdendo potere d'acquisto , stiamo finendo i soldini accantonati in una vita di duro lavoro , aiutiamo i nostri figli e nipoti per mancanza di lavoro , le bugie della sinistra e non solo in quanto hanno occupato i posti dal quale si controllano i mercati e le oscillazioni del debito , la INPS e la Consob sono due degli enti occupati che danno notizie positive e dopo smentite una in previsione e l'altra per consuntivo , la realtà è che le pensioni scendono per le ritenute che alzano regioni e comuni per via del governo che gli ha tolto i soldi quelli della sbandierata che ha abbassato le tasse , latri .,.,

mifra77

Lun, 07/12/2015 - 11:39

Lo hanno chiamato "salvabanche" ma altro non è che un ripianare i fondi rubati e fatti sparire, sempre a carico dei risparmiatori.In pratica truffati due ...tre....quattro..... volte. Se non basteranno quelli dei risparmiatori...., una tassetta più o meno mascherata, farà il resto!