Renzi ora batte cassa: fuori dal partito i parlamentari morosi

Il leader Pd a caccia di fondi per finanziare il tour in tutta Italia. Il riassetto in segreteria

Il segretario del Pd batte cassa per finanziare la propaganda renziana. L'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi mette in mora i parlamentari per rivitalizzare le casse del partito. All'orizzonte c'è da affrontare una campagna per il rilancio (un tour per l'Italia) dell'immagine dell'ex capo del governo; Renzi chiede, dunque, un aiuto economico a deputati e senatori per sostenere le spese.

Nella prima giornata al Nazareno dopo la pausa natalizia, l'ex sindaco di Firenze lavora alla riorganizzazione del partito con i possibili cambi in segreteria nazionale e impone al tesoriere del partito Francesco Bonifazi di accelerare le procedure per il recupero dei contributi che i parlamentari devono versare al partito. Servono soldi. Tanti soldi per pagare le iniziative renziane sul territorio. In base a un contratto, stipulato alla vigilia delle Politiche del 2013, gli eletti di Camera e Senato dei democratici hanno l'obbligo di depositare sui conti dei democratici un fardello annuale di 18mila euro. Nel 2013 alla guida del Pd c'era ancora Pier Luigi Bersani: deputati e senatori democratici al momento dell'accettazione della candidatura hanno firmato un atto notarile che li obbligava a versare al partito una parte dell'indennità. Un meccanismo ereditato dal vecchio Pci che il rottamatore pare non voglia cancellare. Al contrario i parlamentari inadempienti non saranno ricandidati alle prossime elezioni. Una minaccia che diventa concreta con lo spettro della fine anticipata della legislatura. Renzi avrebbe chiesto a Bonifazi, l'uomo che ha il compito di controllare entrate e uscite del partito, la copia dell'ultimo bilancio del Pd per avere l'elenco dei parlamentari morosi. Il rendiconto finanziario dei democratici è stato approvato il 12 luglio del 2016: dai documenti spuntano i deputati non in regola. Spicca il nome di Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio e avversario nel pd di Renzi. Tra i furbetti c'è anche il senatore Filippo Bubbico, viceministro dell'Interno che non ha ancora versato il contributo di 18mila euro.

La crociata del segretario Pd contro i morosi ha il sapore della vendetta politica: Boccia sta, infatti, lavorando alla discesa in campo al congresso dei democratici del governatore della Puglia Michele Emiliano per spodestare Renzi dal guida del partito. In attesa della resa dei conti interna, il Pd va a caccia di soldi e consenso: la guerra ai morosi si è spostata anche a livello regionale. Dalle varie federazioni italiane sono partite le lettere di messa in mora per chiedere a deputati e senatori il pagamento delle quote. La Campania è un caso emblematico: in virtù di un altro contratto, sottoscritto a livello regionale, deputati e senatori eletti nelle due circoscrizioni, erano obbligati a versare una quota di 40mila euro al momento dell'ingresso a Montecitorio. Renzi ha ordinato al segretario regionale Assunta Tartaglione di avviare le procedure per il recupero dei soldi creando malumori nel partito. A malincuore in molti stanno effettuando i bonifici.

Al timone del Pd c'è ancora Renzi: nessuno vuole correre il rischio di essere escluso della liste alle prossime elezioni.

Commenti

cgf

Mer, 11/01/2017 - 09:21

se Deputati e Senatori prendessero meno, il Partito pretenderebbe meno, ma è così che funziona TUTTO il pubblico in Italia. Non ti basta lo stipendio per la poltrona che ti abbiamo dato? Aumentati lo stipendio.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mer, 11/01/2017 - 10:14

Sbaglio o il giovane Renzi aveva detto che non avrebbe più fatto politica se avesse vinto il NO? E allora cosa fa sempre a mezzo?

Ritratto di Ghino

Ghino

Mer, 11/01/2017 - 10:19

Ma è legale tutto questo: contratti, notai, ecc...? Mi sembra il versamento del pizzo. Già, dimenticavo, quando è in ballo il PD, tutto è legale. In Italia esistono due codici, uno applicato al PD, l'altro al resto della nazione.

unosolo

Mer, 11/01/2017 - 10:48

ammazzalo ao ,,, 20,000 euro e rimborsi non gli bastano , le casse sono vuote e da anni i parlamentari non versavano soldi pattuiti nelle casse , ladri anche tra loro , vuoi vedere che il segretario ha necessità di rimborsi per spostarsi in elicottero e questa volta lo deve pagare il cassiere del PD ? scorte gratis , rimborsi , cene e pranzi di lavoro ma non è più PCM quindi è in disgrazia un solo stipendio e rimborsi senza fotocopia , che fine ,, certi vizi sono difficili da estirpare , ma quel cavolo d'aereo ? lo pagasse il PD,

unosolo

Mer, 11/01/2017 - 10:53

poverino prima prendeva due stipendi e due rimborsi ora uno stipendio e un rimborso ( solo sul PD e non più dalla PCM ) è in disgrazia e abituato a scialare e spendere vuole mantenersi quel tenore di vita che si era creato , sono c,,,i loro ora tirino fuori i soldi per soddisfare le voglie del quarantenne irresponsabile ,altro che partito , gli piace la bella vita e il lusso ,., aereo e elicottero oltre a tante , tante scorte e gite anche intercontinentali ,, daie ,,,

gian paolo cardelli

Mer, 11/01/2017 - 11:40

Ora spiegatemi la differenza tra questi "atti notarili", passati sotto silenzio finora, ed i tanto esecrati ed "illegali" contratti fatti firmare ai parlamentari del M5S, per cortesia!!!!!

g-perri

Mer, 11/01/2017 - 12:08

Le intenzioni di questo soggetto sono davvero pericolose per l'Italia. Per lui non basta un semplice occhionero.

agosvac

Mer, 11/01/2017 - 12:59

Tu, eletto col Pd, dovrai versare un "tot" al Pd. Se non lo fai non ti metteremo in lizza per le prossime elezioni!!! A mio parere, si tratta di ricatto. Né più né meno di quanto fanno i 5 stelle!!!

Una-mattina-mi-...

Mer, 11/01/2017 - 13:20

NON BASTA: NON SOLO FUORI I PARLAMENTARI MOROSI, MA ANCHE I MOROSI DEI PARLAMENTARI

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 11/01/2017 - 13:21

Ahhh,fonzie, hai visto che cattivoni??Il loro motto è :ognuno per sé ed il pd per tutti e nun te ammollano manco un nichelino!!!

Il giusto

Mer, 11/01/2017 - 13:24

Vi ricordo che tutti i partiti fanno pagare i loro rappresentatnti.Ricordate la diatriba in f.i.per il debito di 100 milioni che il preg.si e' rifiutato di pagare obbligando i suoi derelitti a pagare il dovuto?

gian paolo cardelli

Mer, 11/01/2017 - 13:52

il giusto, le ricordo che i soldi con cui i "partiti" stanno giocando inquesto modo sono anche suoi: se giustifica in qualsiasi modo questo scempio ne è complice, ovvero poi non si lamenti se mancano i soldi per gli altri servizi per cui paga le tasse!

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 11/01/2017 - 14:11

Ma mi domando: questa forma di finanziamento dei partiti é lecita? I partiti non prendono già i soldi dallo stato? Ecco perché esistono le tangenti. I soldi ai partiti non bastano mai.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 11/01/2017 - 15:01

Sarebbe l'unica cosa giusta ma ci riuscirà?.....

Ritratto di orcocan

orcocan

Mer, 11/01/2017 - 15:28

Anche i morosi adesso? Ma lasciateli amoreggiare in santa pace no? :-D

unosolo

Mer, 11/01/2017 - 15:39

i parlamentari hanno stipendi alti per passarne una parte al partito , oltre questo ci sono i rimborsi elettorali o finanziamento ai partiti da parte dello Stato , aboliti ma subitamente e scaltramente se li sono riassegnati , ladri è un complimento , le sentenze non le rispettano , quella sulle Fornero , per mantenersi sprechi e diritti ormai acquisiti sulle spalle proprio dei derubati , ladri , questo segretario è il peggiore che il PD abbia mai avuto come sprechi politici personali , è coperto e tutelato , si è creato le presine appositamente per non scottarsi ,,

settemillo

Mer, 11/01/2017 - 16:27

Ma questo coso perché no va a scopare il mare ed impedire agli eXtraKomunitari di entrare in ITALIA che è stata ridotta in un vera e propria LATRINA? Il soggetto in questione quando si deciderà a vendere l'aereoplano che sta arruginendo e che costa quotidianamente fior di quattrini? E' urgente riaprire i MANICOMI!

diesonne

Mer, 11/01/2017 - 16:37

diesonnea fine della cuccagna-la gallina dalle uova d,oro è andorseata a brodo durante le feste trascorse-siamo in bolletta-è tempo di carestia e le vacche grasse sono morte

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 11/01/2017 - 18:26

Tutti cercano sempre soldi.

aldoroma

Mer, 11/01/2017 - 18:48

ma quando ti eclissi tu? ricordati che avevi detto se vince il no esco di scena... allora???

Anonimo (non verificato)