A Renzi piace vincere facile

Vola a New York per rubare la scena alle nostre tenniste. Ma su alluvioni e contestazioni non si è mai visto

Da caso sportivo a caso politico. L'irruenza mediatico-opportunistica di Matteo Renzi rischia di offuscare uno dei giorni più belli dello sport italiano, la finale tutta azzurra - caso senza precedenti nella storia del tennis - tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci agli Us Open di New York. Intravista venerdì sera l'incredibile opportunità - un palcoscenico mondiale con tanto di diretta tv -, il premier ha annullato tutti gli impegni e ha ordinato di preparare l'aereo di Stato per trasvolare a New York. Il presidente del Consiglio non è andato a Bari, come da sempre fanno i premier, ad inaugurare la Fiera del Levante, atteso dal mondo imprenditoriale e politico del Sud Italia. Salta anche la sua annunciata partecipazione a «Controcorrente», la festa del Giornale in corso a Pietrasanta. In sé la cosa non è certo un dramma. È abitudine dei politici farsi belli con il sudore degli atleti e sfruttarne i successi. De Gasperi evitò la guerra civile nei giorni dell'attentato a Togliatti grazie a Gino Bartali, vincitore del Tour de France. Pertini passò alla storia praticamente solo per la partita a scopone con Bearzot, Zoff e Causio sull'aereo di Stato che riportò in patria gli eroi calcistici di Spagna '82. In tempi più recenti, Prodi premier prese ossigeno dagli azzurri campioni del mondo nel 2006 e la Merkel non perde una finale che veda in campo una squadra tedesca.

Oggi ognuno dirà la sua, sulla trasferta e sul fatto - anticipato ieri da alcuni quotidiani - che il premier si è fatto comprare un super aereo dotato di tutti i comfort - un piccolo Air Force One, l'aereo fortezza del presidente americano - per raggiungere più velocemente ogni parte del mondo. In entrambi i casi, non ci uniamo al coro degli scandalizzati sul premier giramondo a nostre spese. Se il vecchio aereo andava cambiato, lo si cambi. Se il premier vuole farsi immortalare sul campo centrale di New York, si accomodi. Al massimo gli si può rinfacciare di essere un paraculo: facile andare a tifare Italia quando sai che, comunque vada, sarà un'italiana ad alzare la coppa. Renzi va giudicato male non per i viaggi, ma per gli insuccessi del suo governo in campo economico e sociale. Chi se ne frega se stamane non sarà alla Fiera di Bari, è stato grave che non fosse tra gli alluvionati della Liguria, che non abbia messo la sua faccia sullo scandalo di Roma. Lui va solo dove è sicuro di vincere, dove ci sono coppe da alzare e non dove c'è da sporcarsi le mani o rischiare di essere contestato. E dire che ascoltare qualche fischio non gli farebbe che bene.

Commenti

m.nanni

Dom, 13/09/2015 - 16:46

troppo elegante, caro direttore Sallusti. se l'avesse fatto Berlusconi non l'avrebbe di certo passata liscia. tenendo conto che chi rappresenta l'Italia non è il premier ma il capo dello stato. non c'è in America un ambasciatore italiano capace di portare il saluto del capo dello stato e quindi degli italiani alle due bravissime atlete pugliesi, che dopo tanta fatica per conquistare la medaglia si sono viste offuscare la vittoria e le prime pagine dalle polemiche che l'incauta visita del premier non ha mancato, com'era prevedibile, di alimentare.

Zizzigo

Dom, 13/09/2015 - 17:39

Ma è la mentalità del soggetto, che dovrebbe spaventare gli italiani... la posizione istituzionale che occupa, se fosse eticamente consapevole, lo situerebbe in ben altre posizioni che in TV, alla finale US Open! Il personaggio è un "politico titolato", pesantemente!

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Dom, 13/09/2015 - 18:23

ogni popolo ha i politici che si merita. Sopratutto se stavamo in pantofole ad assistere al match in contemporanea a renzie anzichè andare ad aspettarlo all'aeroporto.

manente

Dom, 13/09/2015 - 23:41

Renzie ha avuto la singolare capacità di guastare la festa alla due campionesse del tennis ed anche di infastidire gli italiani con la sua ingombrante presenza. Un re Creso alla rovescia che trasforma in letame tutto quello che tocca.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Lun, 14/09/2015 - 00:28

Non si è visto nemmeno a Dolo dopo il tifone....Perchè se veniva da quelle parti lo facevano nero come il catrame.

karl99karl

Lun, 14/09/2015 - 09:50

Pertini volò al Santigo Bernabeu e nessuno si scandalizzò. Anzi aprì una tradizione ben accolta e amata dagli Italiani e ben presto imitata da molti altri leader europei. Neppure Pertini viaggiò gratis, anche se costi e lunghezza del viaggio erano più contenuti e gli impegni di Stato, forse, meno frenetici. In conclusione non vedo lo scandalo. Anzi: ben fatto Renzi; continua così!!

Una-mattina-mi-...

Lun, 14/09/2015 - 16:06

Più che vincere facile pretenderebbe di passare alle premiazioni (sue) possibilmente saltando i tornei...

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 14/09/2015 - 17:18

Direttore, non ha rubato nulla Renzi anche se rubare è prerogativa della sinistra. Semmai ha fatto la figura del pagliaccio quale è.

glasnost

Lun, 14/09/2015 - 17:39

Ma è soltanto un povero ragazzo senza dignità servo dei poteri finanziari che guida un paese al tracollo economico e morale

moichiodi

Lun, 14/09/2015 - 20:37

il direttore detta l'agenda a renzi. c'è da masticare amaro. se il centrodestra non si organizza per rovesciare il governo, a che servono queste tirate di orecchi?

VittorioMar

Lun, 14/09/2015 - 23:23

..vincere facile?Se non ha mai giocato!

karl99karl

Mar, 15/09/2015 - 08:30

La Pennetta e la Vinci sono avversarie, ma unite dall'Italia e dalla Regione in cui sono nate. Hanno condito la loro impresa, rendendola ancora più grande, con la salsa di una complicità affettuosa che si allarga come bella immagine su tutta l'Italia. Ciononostante qualche politico e qualche giornalista si comporta come un guardiano di portineria che sorveglia i condomini e i visitatori che entrano ed escono. Fin qui farebbe il suo dovere, ma quando inizia a spettegolare su qualche condomino: come era vestito, chi ha ricevuto o salutato, con quale auto è arrivato e così via. Allora personalmente considero queste cose .. "portinaiate"! Sono ... piccolezze, bazzecole sciocche ma purtroppo sono anche velenose e cattive.

pastiglia

Mar, 15/09/2015 - 11:15

Sinceramente non me frega niente del tennis, la cosa che mi fa schifo è lo sperpero di denaro dei contribuenti italiani.

brownbigsteel1945

Mar, 15/09/2015 - 17:48

bigsteel1945 è vero "un paese non è fatto solo di PIL e statistiche " ma purtroppo anche di S....nzi sbruffoni ciarlatani irresponsabili e chi più ne ha più ne metta .Diceva un GRANDE "italiani popolo bue" votate gente votate PDioti

sorciverdi

Mar, 15/09/2015 - 21:38

E' vedo che Renzi vada giudicato male per gli insuccessi in politica più che per una trasferta che aveva il solo scolo -mi pare ovvio- di rubare una scena preparata da altri, in questo caso dalle tenniste Italiane. Ciò che deve scandalizzare, invece, è l'ipocrisia di un Primo Ministro di dubbie capacità, nominato da uno del suo stesso partito ma non eletto e soprattutto lontanissimo dai bisogni di questo disgraziato Paese che non necessità né di comparsate televisive di chi dovrebbe lavorare giorno e notte per salvarlo dal suo rapido declino né di vedere lui e i suoi ministri correre per soddisfare le lobby gay e quelle che lucrano sull'invasione quando ci sono milioni di Italiani finiti in miseria proprio per le scelte assure impostate da quel partito all'Italia!

Mingami

Mar, 15/09/2015 - 22:29

Cosa c'è di male, infondo l'Italia è "fuori dalla crisi", PIL in crescita, disoccupazione in calo. Come un buon manager che si rispetti e che ha lavorato bene deve prendersi un meritato svago! Caro ex 41%, fai fare le rilevazioni dopo l'Expo e non in piena estate che, essendo stata particolarmente bella, avvantaggia un paese ad alta vocazione turistica come il nostro e poi vediamo se è un fuoco di paglia o è ripresa vera.

soldellavvenire

Mer, 16/09/2015 - 09:43

intanto l'articolo bufala sui due marò è tempestivamente scomparso, resta il rodimento perché renzino si porta a casa anche quelli: rodimento per il successo dell'expo, rodimento per i dati economici in ripresa, rodimento per le critiche europee al grande statista; e se invece di rosicare trovaste qualche idea?