Per Repubblica pure un furgone va considerato come un'auto blu

Attribuiti 4 mezzi con autista a un Comune dell'Abruzzo di 271 abitanti. Il sindaco: "Abbiamo solo vecchi veicoli e una ruspa"

La deriva dell'informazione è sotto gli occhi di tutti. Sia come qualità (anche della scrittura), sia come rispettabilità della professione. Quando ci si imbatte in certe bufale si ha la controprova di quanto questo mestiere sia caduto in basso. Fonti non verificate, notizie false, incaute accuse.

Stavolta tocca a Repubblica. Giovedì il quotidiano del Gruppo Espresso è uscito con un serioso reportage sulla inflazionata notizia delle auto blu, attribuendo a Pietracamela, un piccolissimo comune abruzzese di 271 abitanti, il possesso di 4 auto blu con autista mentre, invece, si tratta di tre furgoni e una ruspa.

In un passaggio Repubblica prende in giro pure quel ridicolo teatrino dell'ex premier Matteo Renzi quando, nel marzo 2014, mise all'asta su eBay le Maserati blindate di Palazzo Chigi. Solo a parole. Il pezzo parte con un tono melodrammatico: «La valanga delle auto di Stato non si arresta. Anni di polemiche e denunce hanno solo scalfito un sistema che continua a proliferare nonostante la spending review e la necessità di moralizzare la vita pubblica. A conti fatti parlare di riduzione è stato un bluff». Ma il bluff è un altro.

Si legge che nel censimento del 28 febbraio del 2017 sulle auto della Pubblica amministrazione, emerge che nel 2016 ci sono 8.791 auto di servizio in più: si è passati da 20.891 a 29.682, in contrasto con ciò che sostiene il governo il quale sottolinea una riduzione di 1.049 auto.

Secondo Repubblica il vero boom delle auto blu è nei Comuni: «Nel 2016 siamo arrivati a 16mila, quasi il doppio rispetto all'anno precedente e al numero dei municipi che sono 8mila». «Paradossali i casi di Roccasecca dei Volsci (Latina) che denuncia 10 veicoli con autista - scrive il giornale di Mario Calabresi -. E delle tre regine dell'auto di servizio: Roseto degli Abruzzi (Teramo), Monopoli (Bari) e Bagheria (Palermo), Comuni con più di 50 vetture a disposizione. A Pietracamela (Teramo), invece, con 271 abitanti, ci sono 4 auto di cui 3 con autista».

Il sindaco del paesino abruzzese perennemente sotto organico, Michele Petraccia (40 anni) dice risentito: «Non solo non ho nessuna auto blu ma nessuno dei 3 dipendenti (in tutto) a tempo pieno del Comune ha la mansione di autista». I 4 mezzi a cui fa riferimento Repubblica sarebbero «a una vecchia Suzuki Ignis in uso sia all'ufficio tecnico che all'unico vigile urbano; un vecchio Mitsubishi pick-up, usato dall'unico operaio; un furgone Iveco Daily cassonato, usato dallo stesso operaio per caricare materiali più ingombranti; un furgone Fiat Ducato per il trasporto persone, usato dalla protezione civile durante i rilevamenti post sisma 2009 e donatoci dalla Regione Abruzzo. Volendo si potrebbe aggiungere anche una vecchia ruspa». Detto questo il sindaco si chiede «dove sia finito il dovere giornalistico di verificare le fonti prima di divulgare una notizia» e se sia «tutto lecito quando non si sa cosa scrivere ma si vuole fare per forza clamore».

Ce lo chiediamo anche noi.

Commenti

Dordolio

Lun, 10/07/2017 - 09:09

Queste di Repubblica sono le fake news vere, contro le quali certo nè la Boldrini nè organizzazioni governative apposite e create ad hoc diranno mai nulla!

elio2

Lun, 10/07/2017 - 09:52

Ci vuole coraggio a definire quel giornale, inutile anche come carta igienica degno di attenzione.

cesrosan

Lun, 10/07/2017 - 12:23

dovreste voi del Giornale, Libero, Tempo e tanti altri, mettere in Prima Pagina la gaffe di Repubblica. Loro lo farebbero. Cesare da Biella

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 10/07/2017 - 12:27

I furgoni elencati dal sindaco indignato servono a lavorare e quando si parla di lavoro gli scolari del gruppo Espresso con Mario Calabresi in testa perdono la trebisonda. Guai.

Max Devilman

Lun, 10/07/2017 - 13:25

Si, OK, si parla di repubblica, lo leggono solo gli stupidi e quelli del PD......che poi in italia venda molto, la dice lunga sul numero di stupidi che abitano questo paese....

Demetrio.Reale

Lun, 10/07/2017 - 14:30

tutto pur di distogliere i poveretti che li leggono dall'invasione terzomondiale in corso...calabresi strano che non l'abbiano ancora messo in rai, secondo me ha tutte le credenziali, posizione ginocchioni, lingua consumata, schiena bassa, manca solo il guinzaglio per portarlo a spasso

27Adriano

Lun, 10/07/2017 - 14:40

Mi chiedo se l'inutile ordine dei "giornalai" non prenda provvedimenti nei confronti di una testata "di tubo" come repubblica che si diverte a raccontare frottole e a disinformare la gente. ..I Magistrati so che non interverranno...contro il loro quotidiano..

veromario

Lun, 10/07/2017 - 14:48

io invece mi domando come mai un piccolo paese di di 270 abitanti faccia comune.