Rischiamo un'altra stangata per salvare il Monte Paschi

S&P: "Il decreto non avrà impatto negativo sul rating". Ma Bruxelles potrebbe imporre all'Italia altre tasse

Standard & Poor's, per il momento, non ha intenzione di rivedere al ribasso il rating dell'Italia, quel «BBB-» che si trova un gradino sopra il livello «spazzatura». Secondo gli analisti dell'agenzia statunitense, «anche se i 20 miliardi del decreto salvarisparmio fossero totalmente utilizzati, il rapporto debito/Pil a fine 2017 salirebbe di 1,2 punti percentuali al 131,6% dal 130,4 stimato». Troppo presto, però, per tirare un sospiro di sollievo visto che al nostro Paese si potrebbe chiedere, in cambio, di aumentare le tasse per rendere i conti pubblici sostenibili.

La nota di S&P, infatti, si conclude con un ammonimento. «Crediamo che questa mossa potrebbe ridurre le passività potenziali dell'Italia trasformandole in debito pubblico», si legge nel testo. Cosa significa? Che per salvare le banche bisogna emettere titoli di Stato per finanziare quella spesa, cioè bisogna fare ancora più deficit.

Può l'Italia permetterselo? La risposta è no. In base al Fiscal Compact, infatti, il nostro Paese è chiamato a ridurre il proprio debito pubblico di 3,5 punti di Pil ogni anno, grosso modo una sessantina di miliardi di euro. Ovviamente, l'Italia non ha mai rispettato tali prescrizioni per una serie di circostanze contingenti (dalla flessibilità sulle riforme alle varie crisi congiunturali che si sono succedute), confidando, soprattutto con il governo Renzi, che la maggiore spesa si traducesse automaticamente in un rilancio della crescita economica che avrebbe minimizzato i sacrifici da compiere. Infatti, con una crescita del Pil vicina all'1,5% i sacrifici cui soggiacere annualmente si ridurrebbero a una decina di miliardi. Il problema è che la nostra crescita non arriva all'1% e nel 2016 e nel 2017 ci si è giocati per le varie mancette renziane oltre 30 miliardi di euro che non hanno prodotto nessun miglioramento stabile dell'occupazione né tantomeno una ripartenza dell'inflazione, visto che i consumi continuano a essere contenuti.

La nostra legge di Bilancio è tuttora sub iudice a Bruxelles, ma nel prossimo marzo è lecito pensare che si chiederà la solita mini-correzione dei conti, poiché aprire una procedura di deficit eccessivo nei confronto di una nazione che rischia il tracollo del sistema bancario sarebbe un atto di puro autolesionismo. Tuttavia, la resa dei conti con la Commissione Ue e con la Germania potrebbe essere solo rimandata, come dimostra l'inusitata severità nei confronti di Siena da parte della Vigilanza europea. A quel punto, si potrebbe chiedere un rientro parziale dell'esposizione eccessiva e, ironia della sorte, quei 20 miliardi stanziati per Mps potrebbero tradursi in un'attivazione delle clausole di salvaguardia di importo più o meno simile su Iva e accise. Una manovra che determinerebbe un'immediata recessione e, nel peggiore dei casi, il ricorso al Fondo salva-Stati e alla Troika, cioè un assoggettamento totale alla Germania.

Commenti

Royfree

Gio, 29/12/2016 - 21:57

Stato formato da luridi pezzi di mxxxa. Sfido a smentirmi.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 29/12/2016 - 22:07

Fino a che ci saranno governi abusivi e golpisti sarà sempre peggio.Continuate,o somari,a votare Pd.

moichiodi

Gio, 29/12/2016 - 22:08

Il giornale ci fa venire i brividi nella schiena. Sempre catastrofi. Tasse, fallimenti, terrorismo, immigrati. centrodestra, per mettere la spazzaturatappeto?

moichiodi

Gio, 29/12/2016 - 22:11

Il giornale ci fa venire i brividi nella schiena. Sempre catastrofi. Tasse, fallimenti, terrorismo, immigrati. Da toccarsi le plle

Ritratto di pinox

pinox

Gio, 29/12/2016 - 22:15

fallita grazie all'intreccio di potere che i dirigenti Pd esercitavano sul consiglio di amministrazione tramite i nominati che dirigevano la fondazione della banca stessa.....gli stessi che adesso ci dicono che vogliono il bene degli italiani e che stiamo migliorando.....miserabili!!!

VittorioMar

Gio, 29/12/2016 - 22:43

E' LA CONTROPARTITA CHE CHIEDE L'UE..!!

Una-mattina-mi-...

Gio, 29/12/2016 - 22:47

MASSI', MANTENIAMO TUTTI GLI INCAPACI ED I TRUFFATORI DELL'UNIVERSO, I BANCHIERI IMBOSCATI, I MANTENUTI, FIGLI DI COTANTI PADRI, I VITELLONI UUTOCERTIFICATI AFRICANI, I FANNULLONI, I PREDONI-LADRONI, MASSI', CHE VUOI CHE SIA...

ziobeppe1951

Gio, 29/12/2016 - 22:50

Moichiodi..22.11....non vi è peggior cieco di chi non vuol vedere

Paul58

Gio, 29/12/2016 - 22:51

governo di stronzi e di ciarpame. solo a pensare di doverci mettere 1 euro per salvare queste schifose luride ladre banche italiane mi fa venire il voltastomaco

angelovf

Gio, 29/12/2016 - 22:56

Siete cxxxxxi vorrei dirvi tante cose brutte, ma non è possibile. Perché tartassare gli italiani? Dove sono i soldi della banca? Dove sono chi ha rubato? I soldi non hanno i piedi, perché non sequestrate i beni di tutti i ladri MPS, allora che facciamo nelle banche rubano e gli italiani pagano? Dove sta la giustizia, e sopratutto dove stanno i giudici? Quando gli italiani si stancano di questa situazione, o devo desumere che stanno tutti bene e che va bene così, o sono vigliacchi, perché se non lo fossero, non permetterebbero di essere invasi e di pagare più tasse d'Europa. ,

leo_polemico

Gio, 29/12/2016 - 23:02

E gli italiani pagano. In compenso nessuno si muove per recuperare gli importi usati per le "ridicole" e "misere" liquidazioni di tutti i vari amministratori delegati, presidenti, direttori e dirigenti di tutte le banche mandate volutamente, a mio parere, in rovina: si sapeva a priori che qualcuno sarebbe intervenuto per il salvataggio. I danneggiati sono solo i piccoli, coloro che si sono fidati di quanto raccontavano i dipendenti delle stesse banche poi anche premiati per l'impegno nel loro lavoro (poco onesto). I "grandi", abbiamo letto recentemente, ad esempio Sorgenia di De Benedetti e gli acciai di Marcegaglia, nonostante i debiti importanti sono stati abbondantemente rifinanziati. E, ripeto come Totò, gli italiani pagano...

uberalles

Ven, 30/12/2016 - 00:01

Lo sanno tutti che Mussari & Co. agivano per conto della dirigenza PD: il mefitico D'Alema che spacciava a ettolitri quello che normalmente si chiama vino da taglio=aceto a 24 euro la bottiglia alle Coop rosse, in cambio di appalti pubblici, il cui surplus era pagato dagli Italiani...

QuebecAlfa

Ven, 30/12/2016 - 00:52

Notizia eccellente. Gli italiani capiranno certamente che per rimandare di qualche decennio la cessazione dell'esistenza del proprio stato, è necessario contribuire con ancor maggiori entrate fiscali. La strada è comunque quella di un crash entro questo 21° secolo. D'altra parte niente è eterno.

massimopa61

Ven, 30/12/2016 - 01:23

Quindi se l'Europa lo riterrà necessario il governo dovrà aumentare l'IVA ... qualche giorno fa, dal nulla, sono sbucati fuori 20 miliardi per il Monte dei Paschi Komunist Bank ... eppure il governo oggi ha dichiarato di avere fatto tutto il possibile per evitare il licenziamento odierno dei 1.600 lavoratori di Almaviva ... Ebbene, da più parti si dice che la spesa annua dovuta all'immigrazione sia di circa 4 miliardi, fatti due conti risulta che ci si potrebbero pagare gli stipendi di quei 1.600 ragazzi per circa 20 anni! È fantascientifico, oltre che profondamente disgustoso, che un governo di sinistra trovi montagne di soldi per tutti tranne che per salvare posti di lavoro!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 30/12/2016 - 01:36

Se fate una cosa del genere, vi dovete addossare la colpa dello scoppio di una guerra civile. A voi la scelta. Avete superato ogni limite di dignità. Non faremo prigionieri.

eternoamore

Ven, 30/12/2016 - 05:15

I SOLDI SONO ANDATI AGLI AMICI DEL PD. QUESTI SONO I RISULTATI.

Popi46

Ven, 30/12/2016 - 05:51

@angelovf, riguardo agli italiani è buona la seconda

swiller

Ven, 30/12/2016 - 06:00

Governati da criminali.

paràpadano

Ven, 30/12/2016 - 06:28

Se questi non vanno via presto distruggono quel poco che resta dell'economia italiana , o sono pazzi o sono ubriachi di potere!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 30/12/2016 - 06:47

Deve essere dura per loro, poveretti. Stare lì a governare e non capirci niente...a meno che non si tratti di rapine.

Ritratto di salvo38

salvo38

Ven, 30/12/2016 - 07:23

ci risiamo questi bastardi per salvare le banche aumentano le tasse,, e questa non è una di quelle leggi at personam? e come sempre paga pantalone

Ritratto di salvo38

salvo38

Ven, 30/12/2016 - 07:26

è certo che mo i chiodi con questo nomigliolo ha detto tutto, sarebbe consigliabile che mettesse il cervello in lavatrice per un lavaggio rapido

il sorpasso

Ven, 30/12/2016 - 07:27

Basta con questi komunisti al governo: mandiamoli a casa per sempre o se vogliono in Russia ma nei lager.

antonmessina

Ven, 30/12/2016 - 07:49

chiedersi chi sono i manovratori delle agenzie di rating e perche tutti pedissequantente credano alle loro bufale farebbe bene alla vera conoscenza. le banche da chi son state create? la carta straccia che circola e che non fa che produrre debito fasullo cui prodest? il MPS dovrebbe in primis farsi restituire i prestiti dati a ufa ai vari verdini mercegaglia ecc. ecc.ecc..

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 30/12/2016 - 08:38

Vedrete che sarà l'aumento dell'iva la loro geniale soluzione, cosi daranno un nuovo colpo ai consumi, un bel colpo in testa!

Ritratto di pedralb

pedralb

Ven, 30/12/2016 - 08:41

L' ennesimo bel regalo alle ZONE FRANCHE ed alle multinazionali che vendono su internet e frodano l' IVA!!!!

Lucaferro

Ven, 30/12/2016 - 08:42

Si applichi il bailin correttamente. Non può pagare tutto il popolo italiano il risultato delle scorribande PCI DS e successori! Troppo comodo!

nordest

Ven, 30/12/2016 - 08:51

Sono contento perché con l'aumento dell'iva anche i rossi pagheranno le truffe dei loro compagni comunisti .

Duka

Ven, 30/12/2016 - 09:07

Succede esattamente la stessa cosa quando una azienda è di fatto in stato fallimentare. NON sapendo da che parte voltarsi per salvare il salvabile aumenta il debito con il risultato non solo di fallire ma di scivolare in bancarotta.