Rivolta tra gli eurodeputati Pd: "Antigay la capo delegazione Toia"

L'eurodeputata renziana eletta alla testa del gruppo piddì in Europa. Ma il mondo omosex non ci sta: "Bigotta e clericale, come potrà rappresentarci?"

Patrizia Toia, neo capo delegazione Pd all'Europarlamento

Sono i diritti civili, una volta di più, a spaccare la sinistra italiana. Questa volta a scatenare la bufera è stata l'elezione a capo delegazione piddì a Strasburgo della renziana Patrizia Toia, considerata una delle più tiepide nel partito quando si parla di diritti delle persone e delle coppie omosessuali.

Una che, tanto per capirci, appena due anni fa firmava su Europa un articolo dal titolo inequivocabile: "Il nostro no alle nozze gay". Per la verità, va detto, nemmeno Matteo Renzi si è mai esposto eccessivamente sull'argomento, ammettendo sin dalle primarie di dicembre di essere "più timido" rispetto all'ipotesi di matrimoni tra persone dello stesso sesso e limitandosi a proporre le civil partnerships sul modello tedesco.

Le premesse parevano chiare, ma la vittoria della cattolica Toia sul più "laico", cuperliano, Antonio Panzeri, ha sollevato comunque un polverone in tutta l'area più rossa della sinistra, dentro come fuori il partito.

La "antigay Toia" alla testa degli eurodeputati Pd? Impossibile, inammissibile. Aurelio Mancuso, storico esponente del movimento omosessuale, si scaglia contro i quattro civatiani rei di aver supportato la candidatura di quell'eurodeputata definita "omofoba e clericale" . Una scelta ritenuta incoerente per quell'area del Pd da sempre in trincea nel difendere i diritti degli omosessuali e spiegata da Mancuso come funzionale ad ottenere altri incarichi per esponenti della corrente che fa capo a Pippo Civati. Nel dettaglio, la contropartita consisterebbe nell'incarico da tesoriere conferito a Daniele Viotti. Che a sua volta si sente in dovere di fornire spiegazioni su Facebook, spiegando di aver votato come capo delegazione "una persona con cui non siamo d'accordo praticamente su nulla".

La tesi di Mancuso è stata retweettata, senza ulteriori commenti, anche da Anna Paola Concia, lesbica dichiarata e storica esponente del Pd in Europa. Ma non finisce certo qui: la neo capo delegazione Toia ha dovuto incassare anche le bordate di Franco Grillini, ex deputato Ds e storica voce dei gay italiani, secondo cui questa elezione "non è certo una buona notizia per il movimento lgbt", mentre il presidente nazionale di Arcigay Flavio Romani si domanda invece se le posizioni della Toia siano realmente "rappresentative dei democratici al Parlamento Europeo, al punto di poter condizionare la sintesi politica" su temi etici e diritti civili.

Una domanda decisiva, a cui il voto del gruppo piddì a Strasburgo sembrava aver dato una risposta chiara. Una risposta decisa a maggioranza, ma chiara. Evidentemente, però, c'è qualcuno a cui questo modo di decidere non va giù. E che non sembra avere alcuna intenzione di tacere.

Commenti

angelomaria

Ven, 25/07/2014 - 18:04

VA' CHE PER UNA VOLTA MI VIENE SERIAMENTE DA RIDERE!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 25/07/2014 - 18:14

Ecco dove si era "RICICLATA" questa DEMOCRISTIANONA degli anni 90 Che ho conosciuto quando era assessore regionale o comunale NON ricordo piu bene un pomeriggio ad Arcore!!! Questo DEMOCRISTIANI NON FINISCONO MAI!!!!! Saludos

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 25/07/2014 - 18:17

E' antigay? Bene! Allora Strasburgo è il posto giusto! Ci hanno stufato queste cretinate su diritti dei gay...i finocchi sono sempre esistiti!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 25/07/2014 - 18:17

ennesima dimostrazione che il PD non sa fare la politica, è miope, ottusa, cretina, idiota, dannosa e procura danni ad altri, però è stravotata. con l'inganno ovviamente :-)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 25/07/2014 - 18:46

Guarda un pò!Questa gente che rappresenta in italia,un 5-6%(ammesso che nel PD,la percentuale,sia anche del 6-8%),PRETENDE di essere "rappresentata",da un/una filo gay.Belle gioie,adattatevi!!!

Massimo Bocci

Ven, 25/07/2014 - 18:50

Come il PD, non pensa ai BUCHI!!! Ma se e' un partito GROVIERA,tra quelli in bilancio e quelli fatti nelle nostre tasche dai LORO.......LADRI!!!! E' CON I MISTIFICATORI, COOPTATI E L'UNICA COSA IN AVANZO ESPONENZIALE!!!

giovanni PERINCIOLO

Ven, 25/07/2014 - 19:25

Chissà come ha fatto il mondo ad andare avanti fino ad oggi senza rappresentanti graditi "nominati" dai gay!

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 25/07/2014 - 20:02

Oddio , ecco come si va a rotoli.La minoranza vuole capovolgere le regole. MA andassero dove piace a loro andare.

Ritratto di spectrum

spectrum

Ven, 25/07/2014 - 20:09

Ora vediamo di che pasta e' fatta la Toia. Le lobby aggrediranno come al solito, o fara' come Barilla, .... o speriamo, come Mr. Cathy (Chick-fil-a).

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 25/07/2014 - 20:48

ANCHE NEL PD OGNI TANTO SI TROVA UNA PERSONA INTELLIGENTE. TOIA NON TI CURAR DI LORO, DIFENDI I DIRITTI ETERO CHE SON I MIGLIORI, L'IMMONDIZIA LASCIALA AI GAY.

nino47

Ven, 25/07/2014 - 21:16

mamma mia,che partito!!!

mariod6

Ven, 25/07/2014 - 21:57

Cosa avete da brontolare??? Gli italiani si devono sentire rappresentati dalla Kyenge?? E' tutta roba vostra, certamente non nostra. Avete votato per il PD ?? E adesso godetevi quello che vi passa. Meglio comunque una come lei che una come la congolese. Siete quattro gatti spelacchiati e pretendete di dettare legge a tutti gli altri che non sono gay??

Marco2012

Sab, 26/07/2014 - 01:28

LA TV, LA POLITICA, L'INDUSTRIA SONO PIENE DI OMOSESSUALI. CHI LI DISCRIMINA? IL FATTO È CHE LE MILIARDARIE LOBBIES GAY ODIANO GLI ETERO,VOGLIONO OMOSESSUALIZZARE TUTTI. SPERO CHE QUELLA MAGGIORANZA DI OMOSESSUALI ONESTI, PRATICI E A VOLTE GENIALI, RIESCANO A FARSI SENTIRE(COME ACCADE IN FRANCIA) PER FERMARE LA TERRIBILE GAYSTAPO MONDIALE.

linoalo1

Sab, 26/07/2014 - 08:49

Non badate ai Gay e lasciateli brontolare!Sono solo una piccolo minoranza senza importanza!Loro,vorrebbero sovvertire la Natura!Ma,purtroppo per loro,non ci riusciranno mai,finchè alla maggioranza degli UOMINI,piace ancora la FIGA!Lino.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Sab, 26/07/2014 - 09:07

Ma si’, e’ vero, questi gay hanno proprio stufato con le loro pretese e con la loro OSTENTAZIONE. Se e’ giusto che ognuno faccia sesso come vuole e con chi vuole….e’ altrettanto giusto che lo faccia in silenzio, senza OSTENTARE la propria preferenza contro natura. E per dimostrare che nei loro confronti non c’e’ alcuna discriminazione, ricordo che anche tra gli etero, un certo tipo di rapporto sessuale e’ sempre stato definito CONTRO NATURA. Ma nessuno ha mai PRETESO CHE VENISSE RICONOSCIUTO COME NORMALE, NATURALE.

@ollel63

Sab, 26/07/2014 - 09:15

se non sono gay al pd non li vogliono.

fabio55

Sab, 26/07/2014 - 09:31

lanzi maurizio immondizia lei e quello che scrive

albertzanna

Sab, 26/07/2014 - 09:43

Per la prima e unica volta nella mia vita faccio il tifo per un politico del PD. La cosidetta "cultura" GHEI è la disgrazia della civiltà umana.

albertzanna

Sab, 26/07/2014 - 09:44

The futility and homosexually obsessive partisan comments by Fabio55. AZ

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 26/07/2014 - 09:45

La promozione dell'omosessualità (notate, promozione, non tutela) obbedisce al generale piano Kalergi, ossia il genocidio degli Europei. Questo passa per l'imbastardimento razziale e lo scoraggiamento della natalità.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 26/07/2014 - 09:48

Ma secondo voi ai poteri forti davvero interessano i "diritti" dei gay? Ovviamente no. A loro interessa solo la divisività del tema e la sovversione dell'ordine naturale. Vogliono una Europa sempre più sterile, individualista, vuota e quindi votata solo al consumo materialista.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 26/07/2014 - 09:51

La Toia fimmina è... Però quelli del sesso degli angeli ci fanno perder tempo nel semestre di presidenza europea, per cui sarebbe il caso di lavorare sodo. Per esempio, quale stato fondatore, l'Italia potrebbe mettere ai voti la lingua inglese quale lingua ufficiale della Comunità, giacchè tutti o quasi sono in grado di leggerla. Purtroppo per noi, e non solo noi, la pretesa "flessibilità" scritta con accezioni "ostrogote" nei trattati, di fatto era illeggibile. Anche gli "stanziamenti" restavano solo teorici, perché i nostri tradutori, messi sulla torre di Babele non capivano un tubo. E sì che i nostri traduttori dovrebbero essere ben diversi da certi italici magistrati, incapaci perfino di "leggere la Legge", che purtroppo dicono di "interpretare" con erudite esegesi ed arzigogolate ermeneutiche, per fare i loro porci comodi... Ad ogni buon conto evitiamo di pensare male, e specialmente che i poveri gay alzino i loro gridolini perché eccitati dai seminatori di zizzania, e speriamo in bene...

elalca

Sab, 26/07/2014 - 09:53

fabio55: ma lo sa che ha proprio rotto le palle con questi suoi post cretini? se lei è frocio stia nel suo angolo e la smetta di torturare le persone normali. come cittadino può vantare gli stessi diritti di chiunque ma come gay NO

Beaufou

Sab, 26/07/2014 - 10:07

"Bigotta e clericale, come potrà rappresentarci?". Non occorre che rappresenti il cosiddetto "mondo omosex". Basta che rappresenti l'Italia, che non è solo il mondo omosex.

Anonimo (non verificato)