Roma, caos nella giunta Raggi: assessore Berdini in bilico

La conferma ufficiale non è ancora arrivata ma, secondo indiscrezioni, al centro della questione potrebbe esserci il nuovo stadio della Roma

L'assessore all'Urbanistica del comune di Roma Paolo Berdini potrebbe presto lasciare la giunta Raggi.

Secondo indescrezioni apprese dall'Adnkronos, la decisione sarebbe stata persa nel corso di una riunione, avvenuta ieri sera, alla quale, oltre alla prima cittadina, avrebbero partecipato anche i suoi più stretti collaboratori.

L'assessore Berdini, contattato da Repubblica.it, sembra però essere all'oscuro della vicenda: "Non so nulla - dice - io non ho partecipato alla riunione, questa informazione me la state dando voi adesso". Il centro della questione potrebbe essere lo stadio della Roma.

Berdini vuol far costruire solo ed esclusivamente lo stadio, come tra l'altro previsto dal Piano regolatore: insomma sì ai 350mila metri cubi e no ai 650mila metri cubi dei tre grattacieli del business park progettati dall'archistar Daniel Libeskind. C'è invece un fronte interno ai 5 Stelle che fa capo al vicensindaco Daniele Frongia, e che forse annovera anche la sindaca Raggi, che vorrebbe una negoziazione secondo la proposta della società As Roma che ha offerto una riduzione delle cubature proporzionale per tutte e tre le torri, ma senza stravolgere il progetto che è ora in discussione alla conferenza dei servizi in Regione.

Dell'abbandono dell'assessore si parlava già a settembre, pochi giorni dopo le dimissioni dell'assessore al Bilancio e alle Partecipate Marcello Minenna e del capo di gabinetto Carla Romana Raineri, ma Berdini, rispondendo all'Huffigton Post, aveva dichiarato: "Non mi dimetto, bisogna mantenere molto fredda la tensione, ma ci sono dei problemi giganteschi sul tappeto".

Scelto dalla Raggi per la sua decennale esperienza nel campo dell'urbanistica, Berdini è stato al centro delle polemiche anche in un'altra occasione. A metà ottobre, Il Tempo ha cercato di contattare l'assessore per chiedere chiarimenti in merito a una passata consulenza riguardante la costruzione di case dello studente al campus universitario di Tor Vergata. Case costruite da una società del Gruppo Caltagirone, holding immobiliare non ben vista dal popolo dei cinque stelle.

Secondo il quotidiano romano, il nodo da sciogliere riguardava però una questione più tecnica interna al Movimento: Berdini ha comunicato oppure no al sindaco d’aver avuto a che fare con Caltagirone?. L'assessore si è detto all'oscuro di tutto e la polemica è finita lì.

Commenti
Ritratto di .viwalitaglia.

.viwalitaglia.

Mar, 06/12/2016 - 13:27

A MAFIAcapitale NON SI PAPPA PIU' come una volta, è l'ora della DIETA, è ora di smaltire la CICCIA ACCUMYLATA, D'ACCORDOOOOOO?

conviene

Mar, 06/12/2016 - 16:41

Erano nelle cosa le dimissioni