Roma, Marino in campo: ​ipotesi primarie a sinistra

Gli anti-renziani romani al lavoro per organizzare primarie a sinistra del Pd. Il candidato potrebbe avere il volto di Bray o Marino (entrambi del Pd)

Organizzare primarie a sinistra del Pd. L'idea che da tempo serpeggia nei capannelli politici della Capitale, non è l'unica carta degli anti-renziani romani. Si affianca a un'altra ipotesi: far convergere diverse forze attorno a un candidato unitario supportato da un listone civico e senza simboli. E quel candidato potrebbe avere il volto di Massimo Bray o Ignazio Marino, entrambi del Pd. I contatti tra i due sono già avviati.

"Per noi sono ipotesi che non esistono e ci stupisce non siano state già smentite - taglia corto il commissario dem di Roma Matteo Orfini - noi le primarie le abbiamo già fatte e ora chi si candida al di fuori, si candida contro il centrosinistra lo fa senza alcuna possibilità, per far vincere la destra e Grillo". Dei giochi dovrebbe far parte anche Pippo Civati e la componente Sel-Sinistra Italiana, o almeno una parte di essa. Tutto dipenderà dallo strumento utilizzato per la nuova candidatura. "Se saranno le primarie, no problem - dicono - altrimenti Stefano Fassina potrebbe portare avanti la sua candidatura a sindaco". Il nome di Bray, ex ministro nel governo Letta ed ex braccio destro alla fondazione Italianieuropei di Massimo D'Alema, era già stato fatto circolare nelle settimane precedenti alle primarie dem del 6 marzo. Poi Bray aveva declinato, spiegando di non voler compiere scelte divisive. Ma ora, forse, ha cambiato idea. In un caso o nell'altro, l'incognita alimenta più di un mal di pancia all'interno del partito.

Se martedì seea era stato il candidato ufficiale dei dem Roberto Giachetti a scagliarsi apertamente contro "una candidatura che non ha speranza" e che avrebbe come unico esito "quello di far andare M5S e centrodestra al ballottaggio", ieri ha rincarato la dose Roberto Morassut. "Vedo che, alla nostra sinistra, ci si preoccupa di come costruire uno schieramento che può rischiare di farci perdere anzichè accettare un confronto serio e aperto sulle prospettive possibili di un nuovo governo democratico e di centrosinistra della città - ha detto - così, rischiamo di non fare molta strada e di non cogliere il segnale netto che molti nostri elettori ci hanno inviato non partecipando alle primarie". Intanto Marino ha messo la parola fine al libro sugli anni della politica romana. Dovrebbe uscire a breve. E dovrebbe riservare più di qualche sorpresa. I suoi supporter, riuniti nell'associazione Parte Civile, hanno già iniziato le raccolte fondi e sognano una campagna elettorale per riportarlo al vertice del Campidoglio.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 10/03/2016 - 13:18

Nostalgia delle liste spese taroccate?

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 10/03/2016 - 13:29

Credo che le divisioni nel Pd siano molto profonde e, in gran parte, spiegabili con la presenza al vertice di un personaggio intollerabile come Renzi, che vuole fare soprattutto i suoi interessi personali, mandare avanti amichetti ed amichette, sfruttare il partito trasformandolo in una sorta di feudo di sua proprietà, far fuori ogni minoranza. Sono quindi soddisfatto della guerra che gli viene fatta dall'interno del suo partito, ancora di più se ciò porterà qualche vantaggio al cdx.

Lapecheronza

Gio, 10/03/2016 - 13:37

Ignazio Marino ? Quei 4 o 5 voti che riuscirà ad ottenere dovranno pagarli molto cari.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 10/03/2016 - 13:41

Anche io ce lo vedo,e benissimo,l'ex sindaco PD Marino in campo....di patate e verze a zappare. LADRO.

Ritratto di mavi5247

mavi5247

Gio, 10/03/2016 - 14:13

hai digerito bene quello che hai mangiato e adesso vuoi ricominciare?....romani svegliatevi!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 10/03/2016 - 14:14

Rimandatelo, se si ricorda ancora l'anatomia, in sala operatoria. Magari farà meno disastri.

Duka

Gio, 10/03/2016 - 14:40

MARINO VAI SOTT'ACQUA E' MEGLIO -

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 10/03/2016 - 14:47

Nostalgia di ottimi pasti e carissimi vini aggratiss???

Libero1

Gio, 10/03/2016 - 15:01

Chi si rivede e si risente."IL TALIBANO".Ma non se ne era andato in Africa a curare le scimmie malate di testa.

Libertà75

Gio, 10/03/2016 - 15:20

Marino è un santo, l'hanno cacciato per aver caricato alcune cene sui conti del Comune di Roma. Invece chi ha tolto i risparmi di kompagni da banca etruria siede al suo posto tranquilla come un pascià

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 10/03/2016 - 15:36

Marino si è dimesso con la poltrona attaccata al cxxo e non si vuole rassegnare a staccarsela. Sembrerebbe duro di comprendonio, ovvero consapevole che la politica fa vivere bene e arricchisce senza dover faticare. Il dubbio è che sia proprio duro di comprendonio o che sia convinto di essere furbo. In tal caso sarebbe uno dei tanti che si inventano la professione di politico per vivere a sbafo e nel lusso a carico dei cittadini visti sempre un gradino sotto. Questa, però, è la loro convinzione. I cittadini quando vogliono sono più intelligenti di quanto possa sembrare. Spero che i romani abbiano capito la lezione.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Gio, 10/03/2016 - 16:32

Taccio onde non dire spropositi

Fossil

Gio, 10/03/2016 - 16:34

E' evidente che non hanno nessuno valido da proporre, come d'altra parte pure a destra, dato che sembra che oltre al Bertolaso di turno ci sia il nulla. Saranno le peggiori elezioni, specialmente a Roma che è una piazza molto importante...sempre peggio, sempre più in basso...mala tempora currunt!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 10/03/2016 - 17:32

Lo buttano dalla porta e rientra dalla finestra.

baio57

Gio, 10/03/2016 - 17:32

Ancora con le brogliarie ? E bastaaaaaaa!!!

un_infiltrato

Gio, 10/03/2016 - 17:50

Ma questo vuol essere, davvero, essere preso a pernacchie?

unosolo

Gio, 10/03/2016 - 18:08

mai voterei un sindaco che non aiuta e difende la Sanità e la sicurezza , uscito il Marino sono usciti fuori soldi dalla regione per gli ospedali , non per tutti ma qualcosa ha fatto capire che era isolato e mal visto , quindi ci vuole un sindaco sensibile e che viva la reale situazione caotica in cui è ridotta la grande Roma.

cicero08

Gio, 10/03/2016 - 18:42

quando la lotta si fa dura...

Massimo.G

Gio, 10/03/2016 - 19:13

È' rimasto disoccupato e ha un gran bisogno di soldi,in più non cia voglia di fare un C....o per mangiare adesso se lo deve pagare da solo.(sic).

Azzurro Azzurro

Gio, 10/03/2016 - 20:01

ma questo non e' quello che gonfiava i rimborsi spese? ci vuole un bello stomaco a votarlo