Ruby ter, Berlusconi in procura come teste

Silvio Berlusconi, ascoltato nell'ambito dell'inchiesta Ruby Ter, scherza coi pm: "Non volete farmi tornare in politica"

Silvio Berlusconi è stato ascoltato come testimone per un paio d'ore negli uffici della procura di Milano nell'ambito dell'inchiesta Ruby ter che indaga sui presunti pagamenti da parte del leader di Forza Italia per condizionare le testimonianze delle cosiddette "olgettine" durante il processo Ruby.

L'ex premier, accompagnato dal suo medico personale Alberto Zangrillo e dall'avvocato Niccolò Ghedini, è stato sentito come persona offesa e ha risposto a tutte le domande dei magistrati, ai quali ha ribadito la sua accusa di estorsione nei confronti di Giovanna Rigato che gli avrebbe chiesto circa un milione di euro per non parlare di particolari accaduti in una delle serate ad Arcore.

Un colloquio disteso durante il quale il Cav ha anche scherzato con i pm, ironizzando sul fatto che il fascicolo sia stato aperto nel 2014, prima cioè che decidesse di tornare attivamente in politica. "Vi siete mossi in anticipo", ha detto con tono definito "leggero" dai presenti.

Silvio Berlusconi si è detto poi "dispiaciuto" per aver denunciato Giovanna Rigato.

Commenti

lavieenrose

Gio, 23/02/2017 - 21:10

Ma i giudici si sono accorti o no che non gliene frega più niente a nessuno di ruby? In confronto a ciò che è successo con montepaschi la ruby è un'educanda e berlusca un chierichetto.

pathos

Gio, 23/02/2017 - 23:29

ai giudici piace vedere da vicino le ragazzine e quando mai possono perdersi un'occasione come questa ? Non escluderei il Berlusca pentax per qualche ammissione pruriginosa e altre virtuali indagini boccaccesche. Non capiscono neppure che la vita privata di una persona è cosa sua.

Ritratto di drazen

drazen

Ven, 24/02/2017 - 01:49

Invece di continuare con questa sceneggiata, dei magistrati seri attiverebbero l'art. 338 del codice penale nei confronti di Grillo e compagni!

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 24/02/2017 - 03:25

Ancora ieri sera il Mentana rilanciava la stupidaggine della nipote di Mubarak , ma Berlusconi A CASA SUA E CON I SUOI SOLDI poteva incontrare tutte le DONNE che voleva !!! Invece gli USURPATORI del PD finanziano con SOLDI PUBBLICI club di PUTTANI GAY e noleggiano aerei presidenziali PIU' COSTOSI dell' AIR FORCE ONE !!! CHE DIFFERENZA !!! SILVIO FOR EVER !!!

glasnost

Ven, 24/02/2017 - 08:19

Ma, di grazia, abbiate un rigurgito di dignità sigg.magistrati! Smettetela di spendere i nostri soldi per fare gossip ed occupatevi di quelli che ci minacciano nelle nostre case o che rubano, impuniti, i nostri soldi. Il rispetto della gente non si ottiene chiedendolo minacciosamente, ma operando bene.