Sì a Tav e Bagnai, così Di Maio diventa leghista"

Dopo la batosta elettorale presa alle Europee, Luigi Di Maio cambia strategia e abbraccia le posizioni di Matteo Salvini sul dialogo con l'Ue e sulla Tav

Dopo la batosta elettorale presa alle Europee, Luigi Di Maio cambia strategia. Da barricadero di sinistra a leader di un Movimento che, se vuole sopravvivere, deve allinearsi sulle posizioni di Matteo Salvini.

Ed è da qui, spiega Repubblica, che nasce l'esigenza di abbracciare la battaglia leghista contro l'Europa, anche a costo di scontrarsi con il premier Giuseppe Conte che, ora, sta assumendo una posizione molto "quirinalizia". Il problema per Di Maio è quello di evitare di lasciare al solo Salvini la propaganda sovranista che potrebbe usare per vincere evenutali elezioni anticipate a fine settembre, qualora il leader del Carroccio trovasse conveniente staccare la spina al governo gialloverde. Per lo stesso motivo sia Di Maio sia Di Battista non si sono messi di traverso quando la Lega ha riproposto i minibot per salvare i debiti che la pubblica amministrazione vanta nei confronti dei privati. Ma non solo. Un altro cavallo di battaglia dei pentastalletta, la netta contrarietà alla Tav Torino-Lione, starebbe per cadere definitivamente. "Se la maggioranza della valle vota per il sì all' opera, che senso ha opporci?", avrebbe detto il vicepremier grillino. Un cambiamento che, secondo Repubblica, potrebbe provocare la caduta della giunta di Chiara Appendino a Torino e ulteriori mal di pancia dalle parti della minoranza che fa capo a Roberto Fico. L'Appendino potrebbe far parte della segreteria a 12, mentre pare ormai scontato che Virginia Raggi non sarà ricandidata a sindaco di Roma. Altre mosse filo-leghiste saranno la lotta ai minimarket gestiti da cinesi, pakistani e bengalesi, mentre l'economista Alberto Bagnai, autore nel 2012 del libro "Il tramonto dell' euro. Come e perché la fine della moneta unica salverebbe democrazia e benessere in Europa", sarebbe pronto a prendere il posto di Paolo Savona come ministro degli Affari europei. Nomina che troverà la contrarietà di Sergio Mattarella, ma stavolta i due vicepremier dovrebbero avere la meglio sul Capo dello Stato. Per la prossima settimana, infine, è previsto il rimpasto di governo.

Commenti
Ritratto di AQUILAVOLSE

AQUILAVOLSE

Mar, 11/06/2019 - 10:59

Un'alleanza tra analfabeti (non funzionali, analfabeti e basta) che farà sprofondare l'Italia in una tomba.

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 11/06/2019 - 10:59

E' sulla via per Canossa

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 11/06/2019 - 11:08

non credo che di maio e i 5 stelle diranno si al passante torino-lione, sicuramente il loro si e alla tav nel resto dell'italia dove manca!

Popi46

Mar, 11/06/2019 - 11:16

Ma è sicuro di riuscire a digerire tutti i rospi che l’amore per la poltrona inaspettata lo obbliga a mandare giù? Quanti ne ha ingurgitati, finora? E senza neppure una colica intestinale? Urca!!!

bernardo47

Mar, 11/06/2019 - 11:22

Di Maio prima servo...ora schiavo!due cialtroni al governo! Basta!

Giorgio Rubiu

Mar, 11/06/2019 - 11:48

Miracolo? No! I risultati elettorali hanno mostrato che i successi raggiunti dal M5* il 4 Marzo erano in gran parte frutto della "mancia" del RdC che si è dimostrato più difficile da ottenere di quanto i furbetti di sempre avessero sperato.Il M5* si sposta dal Primo Posto al Terzo,il PD diventa Secondo e la Lega,che non ha promesso mance ma sta cercando di fare quello che i cittadini (anche non Leghisti) desiderano,viene proiettata al Primo.Gli equilibri,specialmente in vista di possibili elezioni anticipate,sono cambiati e il M5* (di cui Di Maio è il capo politico pro tempore)si adegua.Salvare poltrone e stipendi è vitale mentre si contano i cadaveri e si cerca di riorganizzarsi.Incapacità e dilettantismo messi a nudo dai risultati elettorali che hanno confermato qui sondaggi cui il M5* si è ostinato a non credere. Piccole cause,grandi effetti!

Ritratto di ateius

ateius

Mar, 11/06/2019 - 11:48

prove tecniche di alleanza per le prossime elezioni.. Salvini senza più il fardello del Cav, dimaio con chi avrà la tempra di seguirlo.. e fico che potrà tirare fuori il pugno chiuso assieme al suo PD.

VittorioMar

Mar, 11/06/2019 - 12:08

...finalmente qualcuno ha CAPITO da che parte BUTTARSI e RIPRENDERSI QUALCHE VOTO DI CONSENSO....!!..si VINCE insieme e si PERDE insieme...senza contare che sono POLITICHE DI Centro-Destra e avranno l'APPOGGIO e il SOSTEGNO di FdI...!!

DRAGONI

Mar, 11/06/2019 - 12:11

MEGLIO MORIRE DA NEO LEGHISTA CHE DA GRILLINO.BRAVO.

Indominus

Mar, 11/06/2019 - 12:11

Bagnai OTTIMA scelta: spero che Salvini e Di Maio vadano a testa bassa sul suo nome...

jaguar

Mar, 11/06/2019 - 12:50

Per non perdere la poltrona deve scendere a compromessi.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 11/06/2019 - 13:50

Forse la "RESA DEI CONTI" con gli EUROSERVI finalmente SI AVVICINA...

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 11/06/2019 - 14:00

Il potere di Salvini è ormai enorme. Lui non ha bisogno di andare alle elezioni per comandare e questo per il semplice motivo che è il m5s che ha paura delle elezioni e non le vuole affronare affatto. Se il m5s si sentisse forte sarebbe il primo a vole andare al voto, o farebbe la voce grossa, ma non è così per cui il m5s dove solo abbozzare e far buon viso a cattivo giuoco. Il m5s non ha alternative se non ubbidire a Salvini. Cos'altro potrebbe fare? Salvini si astenga di svolazzare su campi a lui semi-sconosciuti come Mini-bot e cretinate similari. Si mantenga sulla Sicurezza e sulla difesa dei confini. Tenga al guinzaglio Di Maio nel campo dell'economia. E' un territorio al Di Maio del tutto sconosciuto e può fare solo danni anche se sarebbero danni più che altro per il m5s. Salvini si ricordi il detto:"Sutor non ultra crepidama" (il calzolaio non vada oltre la scarpa).

ceo50

Mar, 11/06/2019 - 15:36

Non ho mai votato e non voterò mai 5S ma mi chiedo come possano esserci ancora delle persone che credono a Di Maio e di conseguenza ai 5S. ha fatto l'ultima campagna delle europee atteggiandosi a moderato filo-europeist, rispettoso dei vincoli del 3% e l'ha detto in tutte le salse e in tutte le apparizioni (purtroppo) giornaliere in TV. dopo un paio di settimane si scopre anti-sistema, ant-europeo, anti-vincoli di stabilità...anti-tutto. E ci sarà ancora chi lo vota? spero proprio di no

Reip

Mar, 11/06/2019 - 17:29

Fa quasi pena! Il paladino del sud e’ finito...

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 11/06/2019 - 18:09

La frittata comunque la si giri rimane tale. Allora? C'è chi scende e chi sale. Shalòm e Forza Italia.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 11/06/2019 - 18:40

Sembra u chierichetto abusato in sagrestia.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 11/06/2019 - 18:44

Per forza. E' ormai sotto scopa. Salvini lo ha in pugno. Ha una fifa blue di tornare alle elezioni dove il m5s scenderebbe sotto i 10%. E' per questo che Salvini può divertirsi con lui come il gatto con un topino, un rattino di fogna senza vie di scampo.