Salvini mette alle strette Raggi: "Visiterò i campi rom di Roma"

Stretta del Viminale su Milano e Roma. Salvini pronto a chiudere tutti i campi rom. In Campidoglio M5s diviso: c'è chi ha paura dell'alleato leghista e chi vuole aiuto

Aveva promesso una stretta sui campi rom. E stretta sarà A partirte dalla Capitale. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini intende fare una visiterina per "vedere com'è la situazione". Vuole andarci insieme al sindaco Virginia Raggi, così come ha già fatto con il governatore del Lazio Nicola Zingaretti per la villa confiscata ai Casamonica. Per il momento non si sa ancora quando, ma dove sì. E, come annuncia il Messaggero, non si tratta di due campi rom scelti a caso: il Camping River e la Barbuta.

"Non voglio che ci siano pezzi fuori controllo dello Stato italiano dove non vengono pagate le tasse e non vengono mandati i bambini a scuola". Il messaggio di Salvini è forte chiaro. I sindaci di tutte le città italiane sono avvisati: il Viminale non sarà più disposto a tollerare "zone franche". "Voglio chiudere i campi rom, non perché ci vivono i rom - aveva spiegato il leader leghista durante un comizio a Marina di Pietrasanta - ma perché sono indegni di un paese civile. Non mi interessa l'etnia ma che si rispettino le regole e salvare da un futuro di ladri e rapinatori dei bambini che vengono avviati a questo fin da quando hanno due anni". La scorsa settimana era stato avvisato il primo cittadino di Milano, Beppe Sala, domenica da Pontida è toccato alla Raggi. D'altra parte Roma e Milano sono sicuramente le due città maggiormente prese d'assalto di nomadi.

"Come da protocollo, in questi casi contatto l'assessore alla Sicurezza competente in materia, sempre nel rispetto dei ruoli degli amministratori locali - ha spiegato Salvini - a Roma ho saputo che il dossier è in capo direttamente al gabinetto della sindaca, quindi la contatterò per compiere un' ispezione insieme". Secondo il Messaggero, l'annuncio del ministro degli Interni ha subito creato non pochi mal di pancia in Campidoglio dove la Raggi e la Giunta grillina stanno cercando in più modi di risolvere il problema. Senza riuscirci. Anche per colpa delle sparate senza senso fatte di tanto in tanto. Non da ultima quella di versare 5mila euro ai rom che intendono aprirsi una attività commerciale. Un'idea che sta scontentando gli artigiani capitolini che si sentono discriminati dall'iniziativa (guarda il video). Se da una parte il Movimento 5 Stelle preferirebbe non lasciare all'alleato leghista, dopo il dossier immigrazione, anche la risoluzione del nodo capi rom, dall'altra sono tentati a farsi dare una mano laddove continuano a toppare. "Le segreterie sono in contatto, quindi ci incontreremo quanto prima - ha confermato la stessa Raggi - sarà bello portare il ministro a vedere i campi, soprattutto l'attività che stiamo facendo e che ci suggerisce l'Europa per superarli nel segno dell'inclusione e dell'applicazione per tutti dei diritti e dei doveri come stabilisce la Costituzione".

Commenti

Duka

Mar, 03/07/2018 - 13:48

Bene, se non ricordo male ha già preso LEZIONI DI RUSPA.

Michele Calò

Mar, 03/07/2018 - 14:24

Ma basta!!! Non sono italiani, vivono da criminali ed ancora non li cacciamo a pedate?!? Ovunque in Europa se non sei cittadino residente e con la loro nazionalita' vieni espulso se non dimostri di avere un reddito legale ed una casa, di proprieta' o in affitto. Qui in Repubblica Ceca gli zingari boemi che non hanno una casa e non ne accettano una popolare in affitto unitamente ad un lavoro socialmente utile e retribuito va in galera!!! Chiaro?!?

sparviero51

Mar, 03/07/2018 - 17:34

A VIRGI' SPARA MENO FREGNACCE !!!

killkoms

Mar, 03/07/2018 - 20:06

vai Matteo!