Salvini: "Minacce di morte? Sono penosi"

Dopo le minacce di morte apparse ieri a Bolzano per Matteo Salvini, arriva la reazione del ministro degli Interni

Dopo le minacce di morte apparse ieri a Bolzano per Matteo Salvini, arriva la reazione del ministro degli Interni. Il leader del Carroccio ha infatti commentato quei messaggi di morte arrivati dal "festival" che si è tenuto nella città del Trentino Alto Adige: "Salvini muori male', 'Basta buonismo, Salvini muori'. Penosi. Pare che il Comune di Bolzano abbia finanziato con soldi pubblici questo simpatico "festival", fosse vero ci sarebbe da preoccuparsi, e anche un po' da arrabbiarsi".

Di fatto nel mirino di alcuni attivisti del festival multiculturale è finito il ministro per le sue scelte portate avanti in materia di immigrazione. La chiusura dei porti e lo sbarco dei migranti dell'Aquarius in Spagna non è stato certob gradito da alcuni movimenti di sinistra che così si sono sfogati minacciando il titolare del Viminale. A far discutere è anche il finanziamento che ci sarebbe dietro questo festival. Infatti l'evento è stato organizzato da un'emittente radiofonica locale, Radio Tandem vicina al gruppo linguistico tedesco. Ma non finisce qui. Secondo alcuni esponenti di CasPound presenti nel consiglio comunale di Bolzano, il festival sarebbe stato patrocinato con 9mila euro dal Comune di Bolzano.

Commenti

robertolibero

Lun, 18/06/2018 - 13:55

Commento 3 di 3: Mi complimento per la grande resistenza alla provocazione Social-Comunista, l'Italia senza accorgersi, ha trascorso gli ultimi 8 anni e più - se consideriamo il governo Prodi -, sotto la più infame dittatura Social-Comunista. Hanno ridotto la Nazione a uno straccio, svenduto le nostre aziende e brevetti, ridotto in povertà milioni di Italiani, da 1 milione sotto i governi di destra agli attuali 7 milioni. Oggi tutto questo si intravede, ma lo leggeremo sui libri di storia tra qualche decennio, i danni creati dalla dittatura Social-Comunista. Tanti auguri e successo per il futuro del governo, mi raccomando, non si scoraggi davanti a tanta provocazione.

robertolibero

Lun, 18/06/2018 - 13:57

Commento 1 di 3: Salvini ha tutta la mia solidarietà, non sono un militante della Lega o del M5S, sono dichiaratamente anarchico nel senso puro del termine, in quanto non c'è attualmente un partito o movimento politico che mi rappresenti. Ho una particolare tendenza nei confronti di partiti di destra, in quanto inclini a un dialogo e confronto con idee diverse. A mio modesto parere è un requisito minimo per dichiararsi rispettosi di un pensiero democratico. La sinistra si sta rilevando per quella che è, allergica a qualsiasi forma di confronto, reagiscono - da sempre - in modo scomposto, con insulti per i quali se fossero rivolti a loro, avrebbero già da tempo sguinzagliato il LORO giustizialismo. A distanza di pochi giorni dal Vostro insediamento, hanno attivativato le procure di mezza Italia alla ricerca del colpevole, con l'unico e solo scopo di denigrare chi la pensa diversamente. Non hanno la cultura del dialogo, solo insulti e minacce, tipiche delle più grandi dittature.