Salvini ora avverte l'ong tedesca: "La nave non si avvicini all'Italia"

Il fronte migranti potrebbe riaprirsi presto. E Salvini manda un messaggio chiaro alla ong tedesca che ha una nave con rotta sulla Libia

Il fronte migranti potrebbe riaprirsi presto. Dopo il caso Sea Watch, una nave di una Ong tedesca sta nuovamente facendo rotta verso quel tratto di mare che sta di fronte alla Libia. Si tratta della Alan Kurdi che con un nuovo nome è salpata dal porto di Palama de Maiorca con destinazione la Sar libica. Ad annunciare la partenza dell'imbaraczione, qualche giorno fa, era stata la ong Sea Watch con un tweet: "La nave Alan Kurdi di Sea Eye è salpata ieri sera verso la zona Search And Rescue. È importante che laggiù ci sia qualcuno pronto a soccorrere. Il nostro equipaggio e tutta Sea Watch augura loro buona fortuna e buon vento!".

Un gesto che ha il sapore di sfida e che di fatto mette in allarme anche il Viminale. E così il ministro degli Interni, Matteo Salvini manda un messaggio molto chiaro all'equipaggio della nave umanitaria che si appresta nuovamente ad entrare in azione nel Mediterraneo: "Mi risulta ci sia una nave di una Ong tedesca che si sta dirigendo verso la Libia. Li avviso: se pensassero di avvicinarsi all’Italia cambiassero idea, cambiassero itinerario. Lo dico prima, così nessuno poi solleva problemi", ha affermato il vicepremier leghista nel corso di un incontro con i simpatizzanti del Carroccio al mercato civico di Alghero. Il Viminale dunque prende una posizione chiara. Bisognerà attendere qualche giorno per capire in che modo agirà la Alan Kurdi. Ma un altro scontro potrebbe essere davvero dietro l'angolo.

Commenti
Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 19/02/2019 - 11:13

Salvini ora avverte l'ong tedesca: "La nave non si avvicini all'Italia". E se malauguratamente lo dovesse fare , spezzeremo i reni alla Germania.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 19/02/2019 - 11:15

Bloccarli al limite delle nostre acque territoriali, i confini sono sacri e vanno fatti rispettare ! E CHE LA GUARDIA COSTIERA SI DIA UNA MOSSA E GIUSTIFICHI IL SUO STIPENDIO !!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 19/02/2019 - 11:16

La "Alan Kurdi"(ex "Professor Albrecht Penck") ora si trova a 47 miglia a NE di Tunisi,in apparente navigazione verso la Libia......Fra qualche giorno,comincerà la manfrina!

Ritratto di nordest

nordest

Mar, 19/02/2019 - 11:17

Salvini questa gente ci deve rispettare; intanto mandiamo incontro una nave militare assicurando che non entrino nelle nostre acque italiane.

Ritratto di mau.ge61

mau.ge61

Mar, 19/02/2019 - 11:19

credo che sia giunta l'ora di cambiare le regole regole più certe e non ad interpetrazione come ora nel senso che chi raccoglie in mare gli immgrati devono tassativamente essere portati nella nazione a cui la ong appartiene

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 19/02/2019 - 11:23

Stranamente (si fa per dire) durante l'assenza dei "mosconi" sempre intenti a ronzare davanti alle coste libiche...di gommoni neppure l'ombra. Vuoi vedere che ora magicamente torneranno a materializzarsi, con l'ineludibile corollario di richieste di porti sicuri e relativo piagnisteo?

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 19/02/2019 - 11:26

Bravo Salvini. Quanto all'Accordo di Dublino ormai deve essere riconosciuto come superato dai fatti. Ci é costato la forzata accoglienza di oltre 600mila pseudo migranti. Ora basta! Francesi (quelli di Sarkozy, ma anche di Macron) e Tedeschi ridimensionino le loro pretese, con al seguito l'alcolizzato lussemburghese, quello che si é permesso di insultare l'Italia.

Renee59

Mar, 19/02/2019 - 11:33

Anzi, prepariamo delle navi piene di Nigeriani e spediamole in Africa.

nopolcorrect

Mar, 19/02/2019 - 11:43

Il brav'uomo cerca, come Gino Strada, di sfruttare i suoi meriti di bravo medico mettendosi in politica.

sesterzio

Mar, 19/02/2019 - 11:43

Patti chiari e amicizia lunga. Benfatto. L'Italia ha già dato,e anche troppo.Bloccare le navi corsare.Abbiamo abbastanza lordure.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 19/02/2019 - 11:48

@Memphis35 11:23...ci può contare!Stanno già programmando il prossimo "naufragio volontario"...Vediamo se questa volta i Libici arrivano prima di loro...

steluc

Mar, 19/02/2019 - 12:01

Fatela sorvolare più volte da due caccia a bassa quota. E tenetela fuori dalle acque territoriali, è nel nostro diritto.

HappyFuture

Mar, 19/02/2019 - 12:02

La Marina, la Guardia Costiera al limite delle acque territoriali. Controllo di tutte le navi che fanno rotta sui porti Italiani... in mare.

pierk

Mar, 19/02/2019 - 12:05

da un articolo del POST:Il “blocco navale” del 1997 In quell’anno di grave crisi e disordine per l’Albania, in Italia al governo c’era il centrosinistra e il presidente del Consiglio era Romano Prodi. Il ministro degli Esteri era Lamberto Dini; alla Difesa c’era Beniamino Andreatta e agli Interni Giorgio Napolitano. Il governo italiano decise di adottare una duplice strategia: da una parte offrire accoglienza temporanea nei casi di bisogno effettivo, con l’immediato ri-accompagnamento di coloro a cui non era riconosciuto quel bisogno, dall’altra parte evitare un afflusso massiccio di migranti verso l’Italia tramite un accordo con l’Albania.

VittorioMar

Mar, 19/02/2019 - 12:05

..SE RICOMINCIANO LE PARTENZE E LE MORTI IN MARE : CHI SONO GLI ASSASSINI "UMANITARI ??...qualcuno cominci ad INDAGARE PER "ASSASSINIO VOLONTARIO" !!..costa meno PARTIRE CON NAVI O AEREI E CON DOCUMENTI PERSONALI !!...PER LA MIA COSCIENZA NON MI RITENGO EMOTIVAMENTE "RESPONSABILE" !!!

pierk

Mar, 19/02/2019 - 12:06

continua: Il 19 marzo del 1997 venne adottato un decreto legge che regolamentava i respingimenti; il 25 marzo venne firmato un accordo con l’Albania per il contenimento del traffico clandestino di profughi. L’accordo parlava ufficialmente di un «efficace pattugliamento» delle coste dell’Adriatico e dava alla Marina disposizioni per fare «opera di convincimento» nei confronti delle barche di migranti provenienti dall’Albania: in pratica però fu un vero e proprio “blocco navale”, criticato apertamente dall’ONU. capito i rossi maledetti???

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 19/02/2019 - 12:09

La "Alan Kurdi"(ex "Professor Albrecht Penck"),alla velovità attuale,dovrebbe arrivare in "zona di pesca" domani mattina verso le 04:00!

Divoll

Mar, 19/02/2019 - 12:16

Ormai e' evidente anche ai piu' sprovveduti che, nel periodo in cui nessuna ONG e' andata in giro, nessuno e' morto nel Mediterraneo. A questo punto, bisogna dichiarare le ONG come cause primarie dei moti in mare e metterle fuori legge, con sequestro dei natanti e arresto degli equipaggi.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 19/02/2019 - 12:36

Mi pare un problema di semplicissima soluzione: Quando la Alan Kurdi dovesse portarsi al limite delle nostre acque territoriale una nostra nave militare la blocca e la rimanda indietro.

pierk

Mar, 19/02/2019 - 12:58

..e se proprio vogliamo esagerare a documentarci...: ITALIAOGGI - NUMERO 203 PAG. 9 DEL 29/08/2018 leggetelo più e più volte, e fatelo leggere anche ai vostri "vicini" rossi!!!

tosco1

Mar, 19/02/2019 - 13:06

Ok Salvini, "ONG avvisata, ONG salvata" . Fatto questo, ora ,l'importante, e' che non salpi la "Diciotti" in scia alla ONG (come veniva probabilmente fatto prima), affinche' il "guardiacoste italiano" possa prendere in carico i clandestini caricati da questa nave e portarli in Sicilia; cosi',tutto ricomincia da capo.

daniloilo

Mar, 19/02/2019 - 13:09

x marino.bicocco: in questo caso "le reni" non i.

roberto67

Mar, 19/02/2019 - 13:22

La nave batte bandiera tedesca, quindi se dovesse arrivare nelle nostre acque tutta la merce umana trasportata per conto dei trafficanti va inviata in Germania e da lì rimpatriata a spese dei Tedeschi. La nave pirata invece va sequestrata e demolita: solo sequestrando le imbarcazioni delle ong si può mettere fine a questi traffici, in altre parole bisogna fare in modo che non siano redditizi.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 19/02/2019 - 13:29

X daniloilo lo sapevo benissimo senza la tua correzione , era per renderlo più leggibile ai Bananas come te.

dredd

Mar, 19/02/2019 - 13:56

Io spero che arrivi così gianni e pinotto salgono ancora a bordo

SeverinoCicerchia

Mar, 19/02/2019 - 14:05

la cosa buffa è che vanno a salvar naufraghi, peccato che questi si mettano in mare solo all'arrivo dei tedeschi. ma robe da matti. è una tratta di persone a scopo di lucro e chi li va a caricar è complice, mi pare evidente

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 19/02/2019 - 14:16

Adesso anche i francesi hanno donato 6 guardacoste alla Libia..

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mar, 19/02/2019 - 14:20

...marino.birocco deve essere più sveglio e capire a 360° le situazioni....troppo x lei...la mediocrità è un limite purtroppo x lei....scriva meno panzanate e si informi studiando la geopolitica

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Mar, 19/02/2019 - 14:26

Possibile che ci sia ancora qualche stato (in questo caso la Germania) che concede la sua bandiera a questi lestofanti e poi si rifiuta di assumere le responsabilità conseguenti?

Albius50

Mar, 19/02/2019 - 14:32

I DRONI che ha la nostra AEREONAUTICA MILITARE sono in grado di rimanere in volo x 24 ore, quindi basta farli piazzare sopra alla nave schiavista, e appena scorgono i gommoni chiamare subito la guardia costiera Libica, A QUEL PUNTO PRIMA RACCATTANO I GOMMONI POI X FINIRE ALLA GRANDE AFFONDANO LA NAVE PORTA SCHIAVI.

Ritratto di cicopico

cicopico

Mar, 19/02/2019 - 14:32

E ovvio che cercano di farlo apposta di mettere salvini in difficolta,fa parte di una strategia precisa pro soros,attacare chi non e daccordo su progetto di sostituzione etnica,per dominare meglio i popoli.

wintek3

Mar, 19/02/2019 - 14:33

"...non passa lo straniero" cantavano i fanti durante la prima guerra mondiale, con lo stesso spirito patriottico lo dovremmo cantare noi ora se non altro per non disperdere la memoria di coloro che sono morti per salvaguardare le nostre frontiere. Forza Salvini

Libertà75

Mar, 19/02/2019 - 14:40

anche la Germania ha i suoi porti, si possono tranquillamente usare quelli

il corsaro nero

Mar, 19/02/2019 - 14:49

@marino.birocco: puoi dirlo forte, compagnuccio!

il corsaro nero

Mar, 19/02/2019 - 14:53

@marino.birocco ore 13,29: la toppa è peggio del buco! studia che è meglio!

roberto67

Mar, 19/02/2019 - 15:36

Finché il business rende il traffico di schiavi continua. Per fermarlo bisogna renderlo antieconomico. Confisca delle navi e successiva demolizione, è l'unica soluzione. Con la semplice chiusura dei porti invece ci saranno sempre i soliti piagnistei di chi continua a campare sui migranti.

sr2811

Mar, 19/02/2019 - 15:36

Ci risiamo, sempre la solita storia, bisogna salvare tutti ma nessuno li vuole, della serie, io li salvo ma poi li porto a casa tua...

istituto

Mar, 19/02/2019 - 17:02

" È importante che laggiù ci sia qualcuno pronto a soccorrere...."= traduzione = È importante che laggiù riprenda il MAGNA MAGNA.

SpellStone

Mar, 19/02/2019 - 17:19

la cosa piu' grave e' che l'abitudine a far salire a bordo un numero eccessivo di migranti senza regolari permesso su una nave che non e' un traghetto e non e' quindi fatta per ospitare cosi' tante persone.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 19/02/2019 - 17:22

@Albius50 14:32...certo,volere è potere!

giancristi

Mar, 19/02/2019 - 20:32

Ma quale "navi umanitaria"? il Giornale dovrebbe usare parole appropriate. Sono una manica di banditi che agiscono d'accordo con gli scafisti. I "migranti" devono essere raccolti dalla Guardia Costiera Libica.

19gig50

Mar, 19/02/2019 - 21:09

Blocco navale alla prodi e se lo forzano fare come con la Sibilla.

killkoms

Mar, 19/02/2019 - 21:30

portateveli in germania!

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mar, 19/02/2019 - 21:53

"cambiassero rotta" .... Salvini, te ne prego, rimani padano almeno nell'uso dei congiuntivi esortativi che, ancora, rappresentano l'Italiano ufficiale

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 20/02/2019 - 00:41

Secondo me, il Ministero degli Esteri dovrebbe inviare una nota diplomatica al governo tedesco informandolo che non verrà concessa l'entrata in acque territoriali della nave in questione per motivi di ordine pubblico. - Danke und auf Wiedersehen (magari con Copia Conforme a franco-a-trier_DE).

Gion49

Mer, 20/02/2019 - 07:33

Ma i nostri servizi segreti dormono ? Con tutta la tecnologia di oggi possibile che non riescono a smascherare gli evidenti intrallazzi in denaro tra queste finte ONG e i trafficanti ?

cesare caini

Mer, 20/02/2019 - 08:08

Cambio delle leggi sull'immigrazione e blocco navale unica soluzione valida !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 20/02/2019 - 08:36

SpellStone 17:19....questo,come quello di contestare le "regolarità" della nave,è un "espediente amministrativo",che uno "Stato Sovrano",dovrebbe vergognarsi di utilizzare!Non esiste purtroppo una volontà "coesa" POLITICA,sia a livello dell'attuale Governo,che TANTO MENO,in tutto l'"ambaradam" delle "istituzioni stanziali",di contrastare il fenomeno dell'INVASIONE in atto da decenni!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 20/02/2019 - 08:49

La "Alan Kurdi" ora si trova a 70 miglia a NE di Sfax-Tunisia,in apparente navigazione verso la Libia....