Santanché si scaglia contro il burqa: "Presto una proposta di legge"

L'Europa si interroga sulla legittimità del burqa nei luoghi pubblici. La parlamentare FI: "Lo dico da tempo: va vietato. Giustizia per le musulmane"

Il burqa continua ad essere al centro del dibattito. In alcuni Paesi europei come la Francia, la Spagna, il Belgio e la Gran Bretagna il divieto del burqa è già previsto dalla legge. L'Italia manca all'appello, nonostante alcune iniziative a livello regionale.

Coloro che invocano il divieto dell'indumento tipicamente islamico fanno notare come la misura andrebbe innanzitutto a garantire la sicurezza e l'ordine pubblico. A questo primo argomento fanno poi seguito diversi altri, che rimarcano l'incompatibilità di questa pratica con una società secolarizzata e liberale quale è quella occidentale. Non manca poi chi difende la libertà e la dignità delle donne, "costrette" a seguire i rigidi dettami dell'Islam.

Tra i sostenitori della messa al bando di quello che venne definito dalla Fallaci "orribile cencio del medioevo" c'è anche Daniela Santanchè: "I fatti di Colonia hanno segnato un punto di non ritorno. Migliaia di bestie islamiche affamate pronte a violentare e seviziare studentesse, mamme, ragazze. Orrore del XXI secolo. Questa è la considerazione che l'islam ha della donna e in un Paese civile è inammissibile. Vietare il burqa in Italia, lo dico da tempo, è il primo passo per dare giustizia a tutte le giovani musulmane. Presenterò presto una proposta di legge e mi auguro di vedere un'ampia convergenza di tutte le forze parlamentari", ha annunciato la deputata di FI in una nota.

Commenti

MgK457

Lun, 18/01/2016 - 20:49

VIETARE L'ISLAM, VIETARE IL BURQA, VIETARE L'INGRESSO AGLI INFEDELI ISLAMICI MAOMETTANI.

Lugar

Lun, 18/01/2016 - 20:50

Ma l'Italia è sempre latitante, lo dicono tutti, ora anche Juncker.

Anonimo (non verificato)

wotan58

Lun, 18/01/2016 - 21:01

Il problema non solo il "cencio islamico" , è l'islam in quanto tale. E' la pratica dell'islam che è incompatibile con la civiltà occidentale ed in quanto tale è l'ora che sia vietata in tutta Europa. Come avviene nei paesi dove vige la barbarie della sharia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 18/01/2016 - 21:11

vietare anche i veli. Molte non le indossano nemmeno nei Paesi islamici chissà perchè devono farlo qua. La Serracchiani si è messa il velo sbarcata in Iran, non sapendo che il velo va messo solo se entra in una Moschea.La solita buffona che si piega all'Islam e combatte con tutta forza la Lega.

Silvio B Parodi

Lun, 18/01/2016 - 21:15

Ma guardi signora io vieterei I mussulmani in toto, non solo il burqa, nelle moschee farei la vendita di maialini, e I mussulmani se vogliono restare in Europa dimostrino di meritarselo andando a combattere contro l'Isis. E' Ora Di Finirla. Con Questi Farabutti.

AG485151

Lun, 18/01/2016 - 21:20

Già che ci sei presentane anche una per tagliare il 30% della spesa pubblica tolto il welfare.

leserin

Lun, 18/01/2016 - 21:58

Divieto assoluto di burqa e niqab in luoghi pubblici o privati con accesso al pubblico, per ragioni di sicurezza in primis, e poi di incompatibilità culturale. E divieto di emanare sentenze insensate a quei giudici che lo giustificano.

Iacobellig

Mar, 19/01/2016 - 06:21

IN ITALIA VISI SCOPERTI E POSSIBILMENTE SENZA VELI. LE STESSE IMPOSIZIONI DI CHI NEI LORO PAESI ANCHE IN SEMPLICE VISITA DEVE INDOSSARE IL VELO!

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mar, 19/01/2016 - 09:51

Non riesco a capire perchè in europa è stato possibile proibire nazismo e fascismo e non si riesca a proibire l'islam. Qualcuno mi spieghi la differenza. In entrambi i casi siamo di fronte a predicatori d'odio, razzisti, antisemiti, misogeni, prepotenti, antiliberali, guerrafondai, persone feroci che uccidono i prigionieri e non rispettano nessuna regola. Queli sono le differenze?

elgar

Mar, 19/01/2016 - 09:52

Se noi occidentali andiamo nei paesi mussulmani ci obbligano a rispettare le loro leggi anche con pene severissime per chi trasgredisce. E se uno di noi sbaglia gli si dice "beh ... lo sapevi che in quei paesi è così, quindi è colpa tua". Va bene. Però non capisco perchè loro qui da noi non debbano fare lo stesso. Loro hanno le loro leggi e noi le nostre. Che le rispettassero punto e basta. Come noi facciamo con loro. E' così difficile da accettare? Ovvero se ti piace è così, se non ti piace, te ne vai anche perchè nessuno ti ha costretto.

buri

Mar, 19/01/2016 - 10:45

se non snaglio esiste una legge di pubblica sicurezza che vieta di andare in giro nascondendo la faccia, basterebbe farla aplicare seriamente, niente burqa, caschi integrali no ytasparenti, passamontagna ed altri tipi di mascheramento