Scacco matto in cinque mosse. Così l'Italia ha perso la partita

Gli errori sui profughi, l'autogol con Putin, persino la figuraccia in Libia La Germania vince perché ha le carte migliori. E gliele ha regalate tutte Renzi

Se alla fine del pranzo con la «cara» Angela Merkel uno come Matteo Renzi, abilissimo nello spacciare per coppe spumeggianti bicchieri quasi vuoti, riesce solo a ricordare che i punti d'intesa son più di quelli su cui litigare allora c'è da preoccuparsi. Il rischio d'ingoiar bocconi indigesti era però prevedibile. Sulle questioni fondamentali l'Italia è da tempo alle corde. E non solo perché la Cancelliera ha sempre avuto in mano carte migliori, ma anche perché Renzi ha contribuito a servirgliele. Ecco i cinque assi di Angela Merkel che hanno reso assolutamente velleitaria la partita del nostro premier.

1 BRUXELLES, UNA DIGA AL SERVIZIO DELLA CANCELLIERA

La diga europea costruita da Angela Merkel si basa sul controllo esercitato sulla Commissione tramite Jean Claude Juncker. Recuperato dopo lo scandalo che mise fine ai suoi 18 anni da premier del Lussemburgo e promosso alla presidenza della Commissione Ue Juncker è oggi il mastino della Cancelliera. Un mastino pronto ad azzannare il discolo Renzi colpevole di mettere in dubbio le regole europee costruite su misura per la Merkel. Ma nei labirinti di Bruxelles s'è dissolta anche la fedeltà di una Federica Mogherini che deve a Renzi la promozione da oscura «peones» parlamentare a ministro degli Esteri prima e ad Alto Commissario poi. Sedotta dal potere e convinta di poter diventare la prima donna Segretario Generale dell'Onu ha abbandonato il proprio mentore per allinearsi a Berlino. E durante la recente missione in Turchia ha ribadito la necessità di versare alla Turchia i tre miliardi di euro che Erdogan pretende dall'Europa per fermare i profughi. Una pretesa garantita dalla parola di una Merkel che Renzi non è riuscito, ieri, a far arretrare di un millimetro.

2 CAMPO PROFUGHI ITALIA

Grazie agli errori sulla questione rifugiati Angela Merkel si gioca la poltrona da Cancelliera. Eppure la sua Germania resta per l'Europa più affidabile di un'Italia delegittimata dall'handicap di una procedura d'infrazione per la mancata identificazione dei profughi. Una procedura scaricataci addosso grazie agli errori di un governo Renzi che ha puntato sulla mancata identificazione dei migranti irregolari per agevolare il loro transito verso i confini settentrionali e la Germania. Ma Renzi non è stato in grado di battersi alla pari neppure quando aveva mezzi e ragioni. A ottobre si fece escludere dal vertice voluto dalla Germania per fermare le decine di migliaia di migranti che risalivano verso Slovenia e Austria tracimando anche nel nostro Friuli Venezia Giulia. Spiazzata e squalificata l'Italia si ritrova ora alla mercé di una Merkel che minaccia d'isolarla chiudendone, attraverso la sospensione di Schengen, i confini e trasformandola, al pari della Grecia, in un enorme campo profughi.

3 L'ERRORE HOLLANDE

Uno dei temi del pranzo di ieri era il riequilibrio di quell'asse Berlino-Parigi che domina le politiche europee e garantisce ai francesi d'infrangere regole inderogabili per l'Italia. Renzi paga l'errore commesso dopo le stragi di Parigi quando oppose un «no» sprezzante a Hollande che gli chiedeva una mano nella lotta allo Stato Islamico. Detestato dal compare francese e guardato con insofferenza dalla Cancelliera, Renzi non poteva certo rimediare con un pranzo agli errori compiuti.

4 SNOBBÒ PUTIN, ORA IMPLORA IL GAS DI ANGELA

«É un progetto che non consideriamo fondamentale per l'Italia». Così nell'ottobre del 2014 Renzi commentò lo stop al progetto South Stream decretato da un Vladimir Putin infastidito dalla passività dell'Italia di fronte agli ostacoli frapposti da Germania ed Unione Europea al progetto energetico concordato, a suo tempo, con Silvio Berlusconi. Oggi però Renzi piange lacrime da coccodrillo ed elemosina una partecipazione a quel North Stream Due che assegnerà a Berlino il controllo degli approvvigionamenti energetici di fonte russa. E Angela ride. Perché chi è colpa del proprio mal pianga se stesso.

5 LIBIA, LO SCACCO MATTOKOEBLER

Matteo Renzi s'è fatto mettere all'angolo dalla Cancelliera persino in Libia, l'ex colonia dove l'Italia manteneva, grazie a legami decennali, un'egemonia invidiatale da Washington e dagli alleati europei. Facendo nominare inviato speciale dell'Onu il tedesco Martin Koebler la Cancelliera s'è garantita il controllo del processo di costruzione del governo d'intesa nazionale. Spiazzando un'Italia che non potendo esercitare, in caso d'intervento, un'egemonia militare puntava almeno su quella politica.

Annunci
Commenti

gigetto50

Sab, 30/01/2016 - 08:30

..eh vabbeh....presto ci sorbiremo un nuovo capo di governo imposto....magari fanno rimettere Monti, tanto caro all'Europa... Ma le elezioni a quando? Nel 2018?

patrenius

Sab, 30/01/2016 - 08:35

Ahia!Non continuate ad usare il politicamente corretto, ma falso! Non abbiamo perso la partita abbiamo perso la guerra d'invasione! fate finta di non capire che non sono profughi ma occupanti. Dove sono le mogli, madri, figlie? Perchè sono tutti uomini giovani? E quando cacceranno fuori il machete chi li ferma? 4 carabinieri in età da pensione?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/01/2016 - 08:47

La strategia consiste nel scegliersi gli amici e Renzi è amico del nemico dell'Unione Europea: Obama.

amedeov

Sab, 30/01/2016 - 08:55

Ma il puffo fiorentino è riuscito,in questi due anni che fa finta di essere il capo del governo,a fare qualcosa di buono in politica estera per l'Italia e per gli italiani? Per non parlare della politica nazionale dove ha collezionato un flop dopo l'altro. Uno su tutti: il decreto salva banche ossia salva boschi

linoalo1

Sab, 30/01/2016 - 09:02

L'Italia perderà sempre ed ovunque,finchè sarà rappresenata da un Usurpatore!!!Infatti,Renzi,a differenza di tutti gli altri Capi di Governo,non è stato eletto dal Popolo con Regolari Elezioni!!!!E,proprio questo fatto,lo fa malvedere da tutti gli altri Capi Regolari!!!!

hellas

Sab, 30/01/2016 - 09:12

Ma era evidente che sarebbe andata così , e che non avremmo ottenuto niente......questo arrogante ragazzotto ha le capacità per organizzare al massimo un campo scout, e il cinismo per piazzare i suoi compagni di merende nei posti chiave, ma NON può trattare in Europa con politici che abbiamo un minimo di spessore.... E sì che la Merker è indebolita, l'immagine della Germania appannata, ma niente da fare....Questo Renzi solo in Italia poteva passare per uno statista....il dramma è che in questo paese slabbrato e demolito, non c' è praticamente niente di meglio.....

peter46

Sab, 30/01/2016 - 09:17

Oggi,voi,ma non solo,gli avete fatto guadagnare un sacco di punti di percentuale,a Renzi, nei sondaggi.L'Italia,e Renzi,hanno perso la partita,vero?Agli occhi del mondo purtroppo,e so di non sbagliare,state tirando la sua volata come unico 'oppositore' all'egemonia tedesco-francese...e che opposizione.Ma siete per l'Italia o per la Merkel e Juncker?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 30/01/2016 - 09:18

Qualcuno pensava che Tartarino di Tarascona avrebbe potuto vincere la partita?

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 30/01/2016 - 09:31

Queste cose dette non da un giornalista sportivo, ma da un inviato di guerra devono terribilmente far riflettere! Cominceremo a pagare caro e pagare tutto, in primis i COMPAGNI che per anni hanno sostenuto degli IMBELLI che con le loro scelte miopi si sono dimostrati anche Anti italiani. Praticamente l' Europa è come una nave che comincia ad innabissarsi dalla poppa mentre noi siamo già in fondo con l' acqua alla gola gli altri almeno sono a prua e godono ottima salute.

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 30/01/2016 - 09:33

Fatti!!!non pugnette.

soldellavvenire

Sab, 30/01/2016 - 09:45

patrenius, sei un ingenuo: le mogli, madri, figlie sono arrivate MOLTO PRIMA di loro, vai in Africa a trovare un paese abitato da sole donne, se lo trovi

un_infiltrato

Sab, 30/01/2016 - 09:53

La Cancelliera, questa volta, si è presentata all'appuntamento in tutta la sua ufficialità: come Merkel e non già come "Anghela". E per giunta, con un ritardo di oltre un'ora, vestita a lutto e visibilmente sbrigativa. Il Nostro era là ad attenderla, inamidato, con una tensione che si tagliava a fette.

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Sab, 30/01/2016 - 09:53

La politica estera non si fa con twitter e sliders e ciò che ha combinato l'accoppiata Renzi/Gentiloni resterà (negativamente) negli annali di storia. Resterà semi stordito per un bel po' di giorni, ma quando si riprenderà speriamo che abbia la decenza di dimettersi, così da liberare l'Italia della schiera di ministri e vice fra i più incapaci della storia della Repubblica.

Ritratto di gangelini

gangelini

Sab, 30/01/2016 - 10:02

Parolaio magico che riesce solo a prendere per i fondelli i sui sinistri elettori. Per tutti gli altri un buffone è ed un buffone rimane.

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 30/01/2016 - 10:04

Peter46,quello che dici tu andava fatto al tempo di Berlusconi,al posto di far la guerra al Berlusca bisognava che tutta la politica si dedicasse a rafforzare la nostra geopolitica,perche'a quel tempo eravamo piu'forti come paese.Ora siamo in svendita grazie alle politiche massoniche condivise dai sinistroidi.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 30/01/2016 - 10:21

Benissimo l'articolo di Micalessin. Il quadro è completo: questo personaggio bizzoso che gode a parlare di "Angela", "Francois" e "Jean Claude" (come ammiccherai della parrocchia) ha avuto il suo benservito e si è capito, pubblicamente, di che pasta è fatto. Non ha né statura, né capacità, né presenza da statista; il suo giulivo, ma amaro, accenno a continui furbeschi sorrisetti, pieni di sottintesi non espressi, rileva la sua inconsistenza e ambiguità sulla scena politica e nei rapporti con gli altri, veri premier di altri paesi.

SAMING

Sab, 30/01/2016 - 11:04

L'asfaltatore è rimasto asfaltato. Il bulletto del quartiere che crede di poter trattare con le alte sfere.Saluti a tutti

luigi.muzzi

Sab, 30/01/2016 - 11:28

se tutti questi fallimenti (voluti o no) li avesse fatti il B, ci sarebbero centinaia di manifestazioni, girotondini, popoli viola, ecc... invece son tutti lì in fila a pagar bollettini...

Iacobellig

Sab, 30/01/2016 - 12:03

UN BUFFONE NON ELETTO E INCOMPETENTE ALLO SBARAGLIO, CHE FA DERIDERE GLI ITALIANI CHE PERALTRO NON L!HANNO VOTATO! SI PRESENTA COME PREMIER, NEPPURE PER CAPACITÀ!

Keplero17

Sab, 30/01/2016 - 12:07

Matteo Renzi è pericoloso per gli italiani, perchè non riesca a vedere il loro disagio, non riesce a prendere atto del fallimento della sua politica estera e dell'immigrazione, pericoloso perchè nega l'evidenza dei fatti come nel caso di questo incontro con la Merkel. Le persone che negano la realtà sono pericolose.

Klotz1960

Sab, 30/01/2016 - 12:15

Renzi ci ha messo un anno e mezzo per capire cos'e' l' UE e perche' Berlusconi, che si opponeva all'UE, era tanto osteggiato? L'errore maggiore e' stato quello di non sostenere Cameron contro la nomina di Juncker, il peggio in assoluto. Il secondo e' stato nominare una anonima sciacquetta da centro studi e priva di qualunque valore prima a Ministro degli Esteri e poi a rappresentante UE. La sciacquetta si e' subito alleata ai piu' forti, e saluti all' Italia. Indimenticabile il "non respingeremo nessuno" della sciacquetta all' Onu. Ora Renzi ha capito, ed andrebbe sostenuto da tutta Italia su questo fronte. Anche la nomina di Caliendo e' un ottimo segnale: sicuramente sara' capace a dire NO, ogni tanto.

scimmietta

Sab, 30/01/2016 - 12:31

Povero renzi, mi ricorda quel vecchio detto popolare: ... lei me ne ha date tante, ma io gliene ho dette tante ... fa quasi tenerezza.

scimmietta

Sab, 30/01/2016 - 12:37

X peter46: il vero oppositore allo strapotere di alcuni in Europo era Berlusconi, e lui si che è stato cacciato. Questi che comandano se ne guardano bene da cacciare quel bau bau micio micio che è renzi con tutta la sua pletura di questuanti al seguito ... ma sei in buona compagnia, non sei il solo che non l'ha ancora capito, purtroppo di ottusi come te ce ne sono in giro ancora troppi.

un_infiltrato

Sab, 30/01/2016 - 12:53

Le mani in tasca, dove abitualmente le ripone il Premier, quasi per aggrapparvisi, evidenziano oltre che un portamento inelegante, un segnale di debolezza.

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Sab, 30/01/2016 - 12:55

FUORI DALL'EUROPA SUBITO E SENZA REMORE

roberto zanella

Sab, 30/01/2016 - 13:04

...concordo in pieno...la Merkel la si sconfigge solo uscendo dalla UE...lo dicevano gli americani che la riunificazione tedesca doveva stare sotto controllo , prima creando la UE e poi creando l'Euro . Nonostante ciò gli altri Partner hanno osservato le mosse nazionalistiche della Germania in silenzio lasciando rifinanziare le sue Banche , si sapeva che poi la Merkel avrebbe posto il veto per gli altri Paesi . In sostanza essere nella UE per l'Italia è stato un danno , abbiamo buttato a mare le ns manifattura e ora c'è il Quarto Reich senza Wermacht con il nuovo kesserling , Jean Claude Junker

peter46

Sab, 30/01/2016 - 13:16

thunder...innanzi tutto devo 'ricordarti' che la parola 'pugnette', su questo 'il giornale',è stata finora,e da anni ormai,di 'mio esclusivo commentare':sarebbe stato più 'educato' chiedermi il permesso di usarla,ma...va bene lo stesso.Sul 'contenuto':quello tuo descritto rimane un tuo punto di vista.Ti ricordo che nel 2001 al 'Berlusca' gli è stata data una maggioranza tale che per il 'mondo'e soprattutto per l'Europa,col suo 'gruppo più numeroso' al parlamento europeo...altro che il 'renzi di ieri' o la geo:ma con le 'pugnette'(barzellette)si fa solo 'ridere' in Italia quelli pagatixridere,ed in Europa non si riesce a 'contare' data l'abitudine a ridere per 'altre barzellette'.Pensaci un attimo:se per Lui bisognava essere tutti 'partecipi',a che serve quest'articolo di 'critica' a Renzi?(1)

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 30/01/2016 - 13:32

soldellavvenire carissimo, la prossima volta che vai in Africa a visitare i villaggi, VEDI DI RESTARCI!!!lol lol Pax vobiscum. PS Oggi la "battaglia" con i COCOMERIOTAS comincia presto.

Aries 62

Sab, 30/01/2016 - 14:00

Per quanto riguarda il capitolo ''immigrazione'',non sono stati fatti errori,e' stato fatto BUSINESS.

rosa52

Sab, 30/01/2016 - 14:06

non ci voleva questa ulteriore prova x dimostrare l' inettitudine di Renzi..basta constatare come si sta in questo paese ora e come si stava qualche anno fa e nonostante tutto c' e' ancora chi gli crede...

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 30/01/2016 - 14:16

soldavenire,quardi che lei sta veramente male.....

Duka

Sab, 30/01/2016 - 14:20

Come da copione: LA GERMANIA NON E' IL COMUNE DI FIRENZE : CON I TEDESCHI LE BALLE NON FUNZIONANO.

Keplero17

Sab, 30/01/2016 - 14:21

Un esempio del fallimento di una unione europea ci fu nella 1^ guerra mondiale, quando era presente in Europa uno stato che riproduceva le caratteristiche federali dell'Europa e cioè il regno asburgico, che si componeva del regno del Lombardoveneto del regno diAustria, del regno d'Ungheria, con la Boemia, la Slovacchia, la Moravia, la Galizia la Dalmazia, la Slovenia, la Croazia, un enorme contenitore di polacchi, dalmati, tedeschi italiani, ungheresi, croati, un guazzabuglio di lingue e tradizioni diverse che franò con la disfatta della prima guerra mondiale soprattutto all'interno dell'esercito con ammutinamenti di massa da parte delle varie nazionalità che lo costituivano. L'Europa tende a riprodurre quel modello arcaico che non ha retto agli urti del particolarismo. Molto diversa è l'esperienza americana dove un nuovo cittadino butta via tutto quello che è il suo passato e cambia lingua tradizioni e cultura integrandosi pienamente, cosa non riproducibile in Europa.

nunavut

Sab, 30/01/2016 - 15:07

@ Keplero17 concordo in pieno il suo commento,l'altro giorno scrissi quasi quasi le stesse cose,l'unica nazione che riesce a sopravvivere alla differenza delle lingu e cultura mi sembra sia la Svizzera anche se la parte tedesca si pensa la migliore.In quanto agli Usa ha ragione tutti gli stati hanno le leggi di base federali uguali per tutti e non parliamo della lingua per diventare cittadino devi saper abbastanza bene la lingua. L'eu sarebbe stata viabile se tutti gli stati avessero avuto le stesse regole,pensione a 65 anni per tutti donne e maschi,confini esterni difesi da tutti con mutuali doveri,una polizia "federale"centralizzata,lasciando una polizia a ogni stato e via di seguito,come l'hanno costruita mi sembra la torre di Babele,certi stati hanno la moneta comune certi no, certi fanno parte solo quando fa il loro affare,certi possono sforare altri no.

OttavioM.

Sab, 30/01/2016 - 15:12

Ieri ho visto dei giornalisti notoriamente renziani che dicevano chiaramente che Renzi in Europa è andato solo a prenderle,perchè l'arroganza non paga,e che è tornato con le mani vuote.Se lo dicono i renziani vuol dire che allora è prprio vero.Su Junker il Pd lo ha votato.Sugli immigrati nessuno ha mai detto alla sinistra di fare mare nostrum e invitare masse di clandestini africani finti rifugiati a vivere sulle nostre spalle.La pretesa che i paesi UE si prendono sti finti profughi è ridicola.Che l'Italia con Renzi non conta un cappero lo avevamo capito,ci escludono da tavoli a cui invitano pure l'Albania.Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

nunavut

Sab, 30/01/2016 - 15:15

L'Italia ha perso la sua dignità, quando pur di far cadere il nemico giurato che aveva sconfitto il PCI relegandolo alla fine fuori del gov. si fece alleato di chi con furbizia fece cadere un governo eletto per rimpiazzarlo con uno non eletto e di connivenza con la Frau Merkel.La Merkel in Europa ha fatto esattamente quello che Renzi sta facendo in Italia mettere nei posti chiave i suoi fedelissimi amici allora scacco matto per i nemici politici.

angelovf

Sab, 30/01/2016 - 15:39

Che spazzatura il nostro governo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 30/01/2016 - 15:40

RIPROVO!!! Soldellavvenire carissimo, quando vai in Africa a "visitare" i villaggi, VEDI DE RESTARCEEE!!!!lol lol Pax vobiscum PS Gia inviato alle13e30 NON PUBBLICATO.

OttavioM.

Sab, 30/01/2016 - 15:48

Renzi ha passato gli ultimi anni a farsi nemici.Quando doveva stare dalla parte di Tsipras contro l'austerità,si è accodato alla Merkel.Quando doveva sostenere la Merkel in difficoltà l'ha attaccata.Quando Hollande ha chiesto aiuto contro il terrorismo ha fatto finta di niente.Quando doveva dire no alle sanzioni contro Putin si è allineato ad Obama.Adesso ha attaccato Junker.Renzi è uno che si aggrega.Peccato che si aggrega a quelli sbagliati,nel momento sbagliato.E' ovvio che non lo prendono in considerazione.Attorno a se e all'Italia ha fatto il vuoto.

Libero1

Sab, 30/01/2016 - 16:05

Cane che abbaia non fa' caccia.Che l'abbaiare del burattino di rognano non spaventasse la volpona merkel non si scopre oggi.Che lui contasse in europa e nel mondo quanto un fico secco ormai non fa' piu' notizia ne in italia ne nel mondo.Per evitare che faccia sempre piu' figuracce potrebbe nascondersi nelle box che sono state usate per nascondere le statue nude in campidoglio.

Ritratto di saca

saca

Sab, 30/01/2016 - 16:37

Sulla visita di Renzi in Germania,la stampa tedesca oggi non ha scritto neppure due righe e la televisione ieri ne ha parlato DUE SECONDI solo al TG delle 19.00. Non contiamo nulla! E non vogliamo capirlo!!!!!!!!!!

edo1969

Sab, 30/01/2016 - 17:07

la merkel è un panzer ha già dato un calcione a berlusca che ancora gli fa male... figuriamoci col renzino, non ci mette nulla

Blueray

Sab, 30/01/2016 - 17:22

Renzi o non Renzi, finchè i problemi dovremo affrontarli ai pranzi del IV Reich (come simpaticamente si esprime Roberto Zanella), anziché nelle sedi burocratico-istituzionali europee a ciò deputate, saranno sempre cavoli amari. Perché il problema dell'Unione oggi, vogliate crederlo o no, non è l'Italia ma la Germania. Detto da uno di DESTRAAAAAAAA.

Cheyenne

Sab, 30/01/2016 - 17:34

prima questo inetto incompetente e sbruffone se ne va prima forse potremo respirare

Cheyenne

Sab, 30/01/2016 - 17:36

purtroppo grazie al mostro renzano e al demente chiamato a torto papa saremo soggiogati dai negri

peter46

Sab, 30/01/2016 - 17:43

scimmietta...ottuso IO.Questa è come quella dell'altro giorno,che non sei andato a leggere il link di quell'articolo,sugli abusi edilizi a sud...ma non al nord.Almeno 'comprendere' quel che uno scrive no vero?Comunque più tardi se la squalifica è finita(normalmente dopo(1)c'è sempre un seguito)te 'lo do io' quanto contava Berlusconi.ES:Ricordi quando è andato a 'piangere' in quel G8(7-10?)'inginocchiato'ad Obama perchè era,a suo dire,'rincorso' dalla magistratura italiana piuttosto che parlargli dei 'problemi del mondo'?...e come è andata a finire?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 30/01/2016 - 18:56

Quando è politica interna è giusto scontrarsi democraticamente a tutto campo tra i vari partiti. Quando si tratta di politica estera sto sempre con il premier che ci rappresenta. Se Renzi ha perso, non ha perso solo Renzi ma tutti gli Italiani e i loro interessi nazionali. Quando egli va all'estero deve sentirsi rappresentante di 60 milioni di Italiani e deve sentire che lo appoggiano. Questo è buon senso.

vince50_19

Sab, 30/01/2016 - 19:02

Ma .. in Germania, con la "maestrina" Merkel, lo schema adottato dal ragazzotto toscano secondo cui gli oppositori sarebbero "il vecchio che resiste" mentre lui è "il nuovo che avanza" non mi pare funzioni. Direi proprio di no e credo che lui - da venditore di aria fritta e alter ego dell'omo di Arcore di cui ha perfezionato mirabilmente l'arte nota del marchese del grillo e promesse non mantenute, decuplicandole - lo sappia molto bene. Ma io non "amo" sta gente, non "amo" di sicuro questo governo inchinato miseramente a Troika, abbronzato e cellulitica amburghese. No, proprio no.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 30/01/2016 - 19:11

Gian Micalessin ha preconfezionato l'articolo prima dell'incontro Renzi-Merkel poi lo ha solo aggiustato. Infatti i commentatori più neutrali affermano che non c'è stata vittoria di uno o dell'altra, ma evidenziano che l'Italia con Renzi è sempre meno succube della Germania e che la Merkel tifa Renzi che può essergli utile come partner dopo il raffreddamento del suo rapporto con Hollande. (terzo invio: terrore del censore a pubblicare?)

zen39

Sab, 30/01/2016 - 20:37

Mi sembra di aver letto tempo fa che in un discorso abbia detto di volersi allineare ai dettami e principi del NWO cioè quel gruppo di occulti poteri (una specie di Spectre) che vuole mettere il mondo ai suoi piedi per i suoi sporchi interessi. Forse ubbidisce per questo ? Gli hanno promesso un posticino nel governo mondiale ? Per questo permette che tutti ci comprino e ci freghino ? Forse mi sbaglio è il popolo che è un gran fesso che si beve tutte le sue panzane.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 30/01/2016 - 21:58

E che ti potevi aspettare da questo saltafossi!!! Die Kulona lo ha messo sul dest riga e gli ha fatto fare un bel dietro front. Al suon di pifferi tamburi gli hanno dato il passo con ''L'Alte Kameraden Marsch'' e lo ha rispedito oltre l'Aarlbergpass.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 31/01/2016 - 00:17

Keplero fai pace con la Storia. All'epoca della 1ª guerra mondiale il Lombardo Veneto era morto e sepolto fin dal 1866 e la sua morte fu decretata da quel grande imbroglio del plebiscito gestito da quei truffatori matricolati italosavoiardi. Una vera truffa perpetrata ai nostri danni. Nostri nel senso di veneti, friulanni e mantovani.

franco-a-trier-D

Dom, 31/01/2016 - 10:30

giullare vai a casa tanto lo stipendio ti arriva lo stesso.

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 01/02/2016 - 12:22

Libero" - Credo sarebbe meglio se, con tutto quello schifo di governo che abusivamente "dirige", andasse a tuffarsi nella più schifosa discarica, a disposizione di gabbiani e pantegane. Sempre che non lo schifino anche loro.

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 01/02/2016 - 21:17

da gente incapace, idiota, rincoglionita, politicamente zero, enon votati ma inposti dal compagno RE NAPOLITANO, cosa potevamo e cosa speriamo di aspettarci se non l´enensima inculata alla PROIDI...

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 01/02/2016 - 21:57

A furia di pacche sulle spalle, di risolini da ebete, da bulletto dell'oratorio, Renzi si è mostrato finalmente per quelle che è: un povero bamba nominato a premier per distruggere l'Italia. E i sinistr**zi ancora non l'hanno capito!

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 01/02/2016 - 21:57

A furia di pacche sulle spalle, di risolini da ebete, da bulletto dell'oratorio, Renzi si è mostrato finalmente per quelle che è: un povero bamba nominato a premier per distruggere l'Italia. E i sinistr**zi ancora non l'hanno capito!