Se i vescovi non vedono il disagio degli italiani

Il Papa ringrazia l'Italia per l'aiuto agli immigrati. La Cei bacchetta la Ue per la sua assenza. Chi pensa agli italiani?

La situazione è ai limite della sostenibilità. Anche i sindaci del Pd hanno aperto gli occhi e si sono accorti che così non si può andare avanti. Gli sbarchi dal Nord Africa continuano a lievitare e il numero di immigrati da accogliere e sistemare nei centri di prima accoglienza sta diventando ingestibile. Il Viminale tampona dove può e demanda ai prefetti una soluzione concreta. E, mentre governo e Unione europea voltano lo sguardo da un'altra parte, ci sono alcuni vescovi che gettano benzina sul fuoco. Perché, se da una parte sollecitano un maggior spirito di accoglienza, dall'altra sembrano non vedere i disagi e i sacrifici cui sono chiamati quotidianamente gli italiani.

Nel suo discorso al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, papa Francesco ha voluto esprimere "gratitudine per l’impegno che l’Italia sta profondendo per accogliere i numerosi migranti che, a rischio della vita, chiedono accoglienza". "È evidente - ha aggiunto il Santo Padre - che le proporzioni del fenomeno richiedono un coinvolgimento molto più ampio. Non dobbiamo stancarci nel sollecitare un impegno più esteso a livello europeo e internazionale". Parole che hanno fortemente indispettito il leader della Lega Nord Matteo Salvini. "C’è il Papa che ringrazia il presidente Mattarella per quello che l’Italia fa per gli immigrati - ha commentato ai microfoni di Radio Padania - mi piacerebbe che lo ringraziasse anche per quello che l’Italia fa per gli italiani". Ma l'eurodeputato del Carroccio se la prende in particolar modo con la Cei e con quei vescovi che non pensano mai agli italiani in difficoltà. "Qua sono tutti occupati e preoccupati di aiutare colui che arriva dall’altra parte del mondo, quando ci sono milioni di nostri cittadini, di nostri vicini di casa che soffrono, che non hanno, che non mangiano, che non dormono - ha concluso Salvini - chissà quando anche i vescovi si accorgeranno che il bisogno c’è pure sul pianerottolo di casa nostra, oltre che dall’altra parte del mondo".

Se nelle accuse all'Unione europea Salvini e la Cei sembrano sostanzialmente sulla stessa lunghezza d'onda (entrambi accusano Bruxelles di voltarsi dall'altra parte), nella soluzione del problema si dividono diametralmente. Innanzitutto, perché per il lumbard l'immigrazione è una emergenza da risolvere chiudendo le frontiere, mentre per i vescovi è un dramma da sanare trovando soluzioni alternative all'"intervento armato". "Se siamo seri dobbiamo dire anche che gran parte di queste situazioni sono state favorite, se non proprio create da tipi di interventi incauti, da interventi dietro i quali stiamo scoprendo un poco alla volta che c’erano soltanto interessi - ha detto il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino - altro che voglia di esportare valori, altro che voglia di esportare democrazia". All'anteprima dell'ostensione della Sindone, l'arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, ha ricalcato lo stesso pensiero di Galantino. Pur condannando la barbarie degli immigrati musulmani che hanno gettato in mare quelli cristiani, ha chiesto all'Italia di continua ad accogliere: "Dobbiamo fare in modo che queste tragedie non siano di impedimento a quello spirito, aperto e grande, che l’Italia ha dimostrato e continua a dimostrare verso gli immigrati".

Il vescovo di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva, si è rivolto ai suoi fedeli con una lettera che sarà letta domani in tutte le parrocchie della diocesi: "La nostra terra, povera, ma abitata da gente semplice e di grande dignità, si ribella di fronte ad ogni forma di xenofobia, di sospetto e pregiudizio verso lo straniero. Non crediamo che gli immigrati possano essere fautori di sconvolgimenti nella sicurezza sociale: che ci facciano perdere identità e cultura, che possano alimentare concorrenza sul mercato del lavoro o, addirittura, introdurre nuovi fattori di criminalità". Quello del vescovo Oliva è un messaggio dedicato all’accoglienza, con il quale si evidenziano i tantissimi sbarchi di immigrati che giungono lungo le coste calabresi: "A noi è richiesto di dare loro una mano non una fredda accoglienza. In una Calabria, già piegata da mille problemi, l’accoglienza è la grande sfida del nostro tempo".

Anche da Parigi la cantilena è sempre la stessa. Il cardinale Andrè Ving-Trois ha affidato a Twitter il suo auspicio: "È necessario riflettere su come salvare questi sfortunati senza lasciare l’Italia da sola a gestire questa situazione". Per gli italiani, invece, nessuna preghiera.

Commenti

FRANZJOSEFF

Sab, 18/04/2015 - 18:17

SE NE SBATONO DEGLI ITALIANI. QUANTO VALE UN ILLEGALE O CLANDESTINO CHE ENTRA IN ITALIA CON I BARCONI?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 18/04/2015 - 18:21

e quando si accorgeranno gli italiani, sarà la fine per la sinistra, e la rivincita di berlusconi! :-)

giolio

Sab, 18/04/2015 - 18:22

la chiesa non riceverà neanche 1 centesimo dei miei soldi .Se mi va aiuto io qualche italiano in difficoltà ,e se ho voglia di pregare lo faccio senza andarci in chiesa così....non mi sento fregato da questi pseudo prelati

terzino

Sab, 18/04/2015 - 18:24

Solo ipocrisia. Migrante non vuol dire soggiornante ad libitum coi fessi che pagano. Gli ospiti sono come il pesce, dopo tre giorni puzzano.

Anonimo (non verificato)

obiettore

Sab, 18/04/2015 - 18:28

La "Chiesa" se ne sbatte degli italiani, la "Chiesa" è "Universale". Si ricorda di noi solo per l'ottopermille.

lupo1963

Sab, 18/04/2015 - 18:28

Scusate ma ad ognuno il suo mestiere.Io sono contro l'immigrazione e votero' Salvini ma non si puo' certo pretendere che la chiesa cattolica ragioni cosi'.Altrimenti siamo come quelli che vogliono che la chiesa accetti matrimonio omosessuale ecc...Loro esprimono legittimamente un'opinione senza mai usare violenza.Tanto mi basta.Poi ognuno decide cosa fare.

Ritratto di hardcock

hardcock

Sab, 18/04/2015 - 18:29

La legge italiana vieta e punisce l'arricchimento sfruttando la credulita popolare. Quindi tutte le religioni, ed I loro propagatori vanno esiliati e buttati fuori da questo paese

masbalde

Sab, 18/04/2015 - 18:29

E' tutto chiaro: il Vaticano si prende una bella fetta di finanziamenti per l'accoglienza degli immigrati insieme alle cooperative rosse e bianche, ecco perché preferisce dimenticarsi degli Italiani e coccolare i mussulmani.

eternoamore

Sab, 18/04/2015 - 18:34

SONO TESTE DI CAZZO

gigetto50

Sab, 18/04/2015 - 18:35

........non dobbiamo stancarci nel sollecitare un impegno piu' esteso a livello europeo ed internazionale... Ormai é il ritornello da disco rotto che i cattocomunisti al governo ed i loro sostenitori/elettori con il clero ed il Papa in primis ci propinano tutti i giorni piu' volte al giorno.... Ma si accorgono che ormai sono diventati ridicoli?

eternoamore

Sab, 18/04/2015 - 18:35

SIGNORI VESCOVI SIETE FUORI DAL MONDO A NON ACCORGERVI DEL DISAGIO DEGLI ITALIANI

eternoamore

Sab, 18/04/2015 - 18:36

SE VERAMENTE ARRIVANO 1 MILIONE DI IMMIGRATI DOVE LI METTIAMO SUL CAZ......

INGVDI

Sab, 18/04/2015 - 18:37

La Chiesa secolarizzata ormai ha ben poco di cristiano. La sua vocazione spirituale si sta esaurendo e non ha la forza (morale) di difendere i veri cristiani. La Chiesa relativista, materialista è diventata un soggetto sociale, non si occupa delle anime ma dei bisogni terreni, ha bisogno di nuovi clienti e così è favorevole all'immigrazione clandestina e incontrollata.

eternoamore

Sab, 18/04/2015 - 18:38

ATTENZIONI VESCOVI, QUESTE PERSONE CHE ARRIVANO SONO CONTRO IL CRISTIANESIMO E VOI SARETE I PRIMI AD ASSERE TOLTI DALLA FACCIA DELLA TERRA (VI TAGLIANO LE GOLE)

Ritratto di Ausonio

Anonimo (non verificato)

canasa

Sab, 18/04/2015 - 18:40

finalmente siamo arrivati al dunque...finora nessuno, neanche velatamente aveva chiamato in causa il Pontefice...non conviene...sarebbe impopolare....MA IL VERO PROBLEMA E' LUI, PAPA BERGOGLIO! se stiamo morendo di buoinismo è colpa Sua...perchè è andato a Lampedusa è ha dato copertura morale all'accoglienza indiscriminata...perchè fa sentire razzisti e xenofobi gli italiani che vivono nella povertà e che si ribellano a questa invasione...bisogna avere il coraggio di dirlo...finchè ci sarà questo Papa ci sarà quest'assurdità...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 18/04/2015 - 18:40

La chiesa è universale.... ecumenica... ricordatelo. E' quindi più che lieta di partecipare al progetto massonico del piano Kalergi.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 18/04/2015 - 18:44

Non solo i vescovi ma le nostre istituzioni non si accorgono della mostruosità nell'accogliere gente che ora e in un domani non lontano creeranno problemi a non finire?????Possibile che il popolo "ignorante" se ne accorga ed i nostri dis onorevoli continuano imperterriti nella distruzione della nostra civiltà.?????

magnum357

Sab, 18/04/2015 - 18:49

Nessuno ovvio !!!!!!!!!!!

Beaufou

Sab, 18/04/2015 - 18:53

A me di quello che dicono i vescovi non importa nulla. Un cittadino italiano deve poter contare sullo Stato per avere un ordinamento civile basato su regole condivise, rispettate e fatte rispettare, e disposto a difenderlo dall'invasione di orde di migranti per lo più spinti dal desiderio di godere di una condizione che non hanno fatto nulla per guadagnarsi. L'immigrazione deve essere "gestita" e non "subìta", altrimenti non può portare ad altro che a conflitti e prevaricazioni. Ma evidentemente i vescovi di questo non si rendono conto. Forse aveva ragione mia nonna che diceva "più studiano, più stupidi diventano".

bernaisi

Sab, 18/04/2015 - 18:55

I vescovi sono in linea quell'incapace del loro capo sicuramente non vedranno mai più il mio 8 per mille

opinione-critica

Sab, 18/04/2015 - 18:58

Finchè la Chiesa troverà agevolazioni fiscali non si renderà conto del disagio degli italiani. Finchè riceve soldi per clandestini, tossici &C dirà che ne servono di più. Purtroppo esiste un deficit di pensiero laico e un eccesso di (falso) buonismo usato per turlupinare la credulità popolare. I cristiani ammazzati non vengono neppure ricordati; auguro a questi vescovi di trovarsi nella situazione in cui si sono trovati i 12 cristiani uccisi sul barcone, noi siamo disposti a perdonare chi uccide chi dice che bisogna perdonare negando per opportunismo una incompatibilità religiosa.

Agev

Sab, 18/04/2015 - 19:01

Poveri inutili/utili idioti .. Vi è rimasto poco tempo .. Fra breve in un attimo sparirete per sempre dalla faccia della terra .. Della vostra miseria non rimarrà traccia . Voi create volutamente miseria per eternizzare il vostro piccolo miserabile poterino . Siete giunti a fine corsa . Gaetano

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 18/04/2015 - 19:04

Ma che domanda fa Rame?? Ci pensa REEEEEENZI!!! Tagliando continuamente i trasferimenti agli enti locali(perchè gli servono sempre piu soldi per MANTENERE tutte ste RISORSE) ed inducendoli ad aumentare le tasse LOCALI, che gli Italiani PECORONESCAMENTE continuano a pagare. Meno male che in Italia NON HO PIU NIENTE!!! Hasta mañana dal Leghista Monzese

Opaline67

Sab, 18/04/2015 - 19:12

Io questa chiesa non la sopporto proprio più. Ci si mette anche la chiesa a sancire la nostra condanna e rovina

Opaline67

Sab, 18/04/2015 - 19:19

Che qualche sceicco abbia promesso al Vaticano qualche miliardo di Euro in più se agevolano l'invasione dell'Italia ?

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Sab, 18/04/2015 - 19:19

Noi italiani non contiamo nulla e dobbiamo arrangiarci.Noi siamo la mucca da latte da mungere,perciò zitti e cerchiamo di sopravvivere senza rompere le palle a chi ci guida e comanda, loro sono gli istruiti e sanno cosa fare,non noi.

Settimio.De.Lillo

Sab, 18/04/2015 - 19:22

OK : Se tutto va bene, saremo rovinati.Grazie angelino, grazie renzino, siamo ANSIOSI DI ANDARE AL VOTO; poi ne riparleremo.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Sab, 18/04/2015 - 19:43

Giolio, cosi sia amen !

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 18/04/2015 - 19:44

chi pensa agli italiani? Ma chi fa da sé il ciel lo aiuta. Mancano solo le bombe e il governo Renzi va a gambe all' aria. Dai Salvini , vedrai che valanga di voti....!!

Nonmimandanessuno

Sab, 18/04/2015 - 21:42

Noi non ci faremo prendere ancora in giro da tali parassiti.

VittorioMar

Sab, 18/04/2015 - 22:05

..sono mai entrati in un campo Rom senza i paramenti?Sono mai andati in una periferia disagiata senza paramenti?Fanno mai una passeggiata nelle strade malfamate di giorno o di notte senza i parasmenti?Hanno mai aperto l'Arcivescovado ai bisognosi,ai senza tetto?Papa Francesco vuole dare l'esempio ma nessuno lo segue!!!Loro come i politici sono nel limbo assoluto!!

massimo trevia

Sab, 18/04/2015 - 22:15

traditori di Cristo:si aprono in suo nome le porte a chi appena potrà(vedi i fatti del barcone...vedi la storia....),ci impedrà di vivere da cristiani:in iraq,dopo secoli,non si dice più messa:e non vi è cristianesimo,senza!ma anche vigliacchi traditori degli italiani,degli europei,credenti o meno!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 19/04/2015 - 00:48

Siamo vittime dei TRUFFATORI DELLA RAGIONE. La stoltezza della sinistra si aggiunge alla falsa misericordia di un episcopato che ha perso di vista la chiesa per dedicarsi alla politica. Entrambi fingono di ignorare la realtà sconvolgente vissuta da cittadini che vedono il proprio paese sempre più in balia di estranei. CHE DIRITTO HANNO LA SINISTRA ED I VESCOVI DI IMPORCI LA LORO DISTORTA E UNILATERALE INTERPRETAZIONE DELLA REALTÀ?

cangurino

Dom, 19/04/2015 - 08:03

il problema è la coerenza. Se si ritenesse che sia cristianamente doveroso aiutare tutti quelli che stanno peggio, è indispensabile reperire risorse adeguate. Esseri umani che stanno peggio degli italiani ce ne sono diversi miliardi, quindi sarebbe necessario donare gran parte (99%?) delle nostre proprietà personali per riequilibrare queste diseguaglianze. Tale redistribuzione deve trovare un limite nella volontà di chi deve donare. Io faccio donazioni personali, ma non mi va che le donazioni ed i contributi a non italiani li faccia lo stato italiano, la cosa non è equa. Poi salta fuori che gran parte di queste donazioni (contributi per immigrati ecc.), finiscono a cooperative (quindi stipendi e contributi di politici e loro accoliti ecc.,) ed enti di assistenza (fondazioni per missionari ecc.) In breve, la Lega è l'unico soggetto politico che dichiara di voler limitare questo altruismo di stato alla Boldrina ecc..

claudio faleri

Dom, 21/06/2015 - 16:18

I vescovi vedono quello che gli fa comodo, il resto non conta, sono persone che non conoscono la realtà, la loro esistenza è una totale finzione

Cacciamo i Padani

Lun, 10/08/2015 - 21:01

Nella Chiesa ci sono stati laici che con una chitarra e una Bibbia sono andati in mezzo agli zingari e ai poveri annunciando Gesù Cristo. Non ricordo Vescovi che a Roma abbiano fatto altrettanto. Evangelizzare dietro una scrivania è troppo facile. Sporcatevi le mani e date il buon esempio di Cristo. Se no cambiate mestiere che fate più bella figura.

manente

Lun, 31/08/2015 - 12:42

Ridateci papa Ratzinger ! Le affermazioni surreali di alcuni prelati rafforzano ogni giorno di più l'idea che Bergoglio sia l'anti-Papa che finirà con il provocare un nuovo scisma nella Chiesa. Il tutto secondo i progetti e le aspettative delle lobby della finanza massonico-criminale di Wall-street e della City, da sempre nemici giurati del Messaggio di Cristo e della dignità dell'uomo.

Franco40

Ven, 08/01/2016 - 18:51

Vedo che la chiesa, con la scusa del suo mandato universale e dopo aver capito che nel mondo occidentale (Europa et Americhe) quasi nessuno se la fila più, stia pensando di fare proselitismo in Asia e nel resto del mondo. Essa quindi vuol presentarsi con l'etichetta di chi aiuta i poveri. L'unica arma che abbiamo è quella di non dare più una lira a questa chiesa. Per andare in paradiso abbiamo bisogno di condurre una vita corretta e pregare Dio anche stando in casa nostra.

Tuthankamon

Sab, 16/04/2016 - 13:56

Una parte dei Vescovi non vede ....

Silvio B Parodi

Mer, 01/06/2016 - 16:56

certo che lo sanno il disagio degli italiani,m ma signori miei piu' noi si soffre e piu' loro guadagnano, la stessa cosa coi comunisti, fanno I soldi con le coop rosse e la cartitas difatti il vaticano oltre ad essere lo stato PIU ricco al mondo, e' anche quello che non e' mai in perdita, chiamali scemi!!!

nippur62

Ven, 10/06/2016 - 22:45

Tranquilli le preghiere per gli italiani le diranno nella nuova chiesa che costruiranno a Ferrara con i soldi del 8 per mille, costo 3,3 milioni di euro ; alla faccia dei poveri. P.S. se non ci credete leggete l'articolo sulla Nuova Ferrara