Se sono eroi, noi stiamo dall'altra parte

Celebrano i loro miti come fossero dei santi, ma non possono riscrivere la storia

L'Italia è sempre generosa nel celebrare i suoi eroi. A patto che abbiano manifestato, in parole e opere, una visione del mondo diversa da quella liberale. Possibilmente opposta, ma va bene anche un generico contributo in favore del conformismo (di sinistra). La cronaca ci offre tre casi molto diversi. Partiamo dal più vistoso, le celebrazioni di Pier Paolo Pasolini, ucciso il 2 novembre 1975 all'Idroscalo di Ostia. Chi si aspettava nuove interpretazioni e contributi critici è rimasto deluso. Il poeta, lo scrittore, il regista non interessano. Si è glorificato il Pasolini che sapeva tutto senza avere le prove di nulla ma voleva comunque processare la Democrazia cristiana. Al massimo si è fatto un po' di complottismo sull'omicidio, per dire che sono stati i fascisti, i poteri occulti, i servizi segreti. Senza prove, naturalmente, perché anche i biografi di Pasolini «sanno» e tanto basta. Pasolini dunque è ridotto a santino anti-capitalista, per via del suo marxismo. Se bisogna forzare la storia, non è un problema: non abbiamo letto grandi rievocazioni dell'ostracismo da parte del Partito comunista; né articoli vibranti sul poeta che simpatizzava con i poliziotti dopo gli scontri di Valle Giulia.

La forzatura della storia, anzi: la riscrittura, è parsa evidente alla morte di Pietro Ingrao. I «coccodrilli» cantavano la democraticità del suo comunismo ed esaltavano il suo ruolo di eretico all'interno di Botteghe Oscure. Peccato che Ingrao fosse direttore dell' Unità quando il quotidiano definì «un putsch controrivoluzionario» l'insurrezione di Budapest del 1956. Ingrao stesso firmò l'editoriale in lode dell'invasione sovietica.

Molti anni dopo, il presunto eretico pronunciò un discorso durissimo contro i «dissidenti» del Manifesto . Meno male che li considerava politicamente «figli suoi». Elogi sperticati anche per Giulia Maria Crespi, ex proprietaria del Corriere della Sera , in occasione della pubblicazione della sua autobiografia ( Il mio filo rosso , Einaudi). Vittorio Feltri ha già ricordato, su queste colonne, che fu proprio la «zarina» a licenziare Giovanni Spadolini per spostare il quotidiano a sinistra. Piero Ottone divenne direttore, Indro Montanelli fondò il Giornale. Nel 2016 cade il ventennale della morte di Renzo De Felice. La sua biografia di Mussolini faceva a pezzi il mito dell'antifascismo. Lo storico sapeva e aveva anche le prove ma fu sottoposto a un linciaggio intellettuale. (Per coincidenza, la feroce campagna di delegittimazione segue di pochissimo l' io so di Pasolini). Vedremo se l'Italia sarà capace di celebrare questo formidabile liberale come celebra le icone del pensiero illiberale. O se farà finta di non sapere.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 03/11/2015 - 13:09

Viva l'altra parte.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 03/11/2015 - 13:13

RAPPRESENTANO MOLTO BENE L'IGNORANZA COMUNISTA.

Italianoinpanama

Mar, 03/11/2015 - 13:16

lo celebrano perche e un marikon

lorenzovan

Mar, 03/11/2015 - 13:19

ahy gnocchi...va beh che devi guadagnarti la pagnotta...scusa...il sugo...ma certi articoli!!!!paragonare la Crespi..o Ingrao a PPP ce ne vuole di coraggio...la crespi...la carneade di oggi... ingrao...una figura sempre controversa e grigia...paraonate a PPP e' come...nel vostro campo ..paragonare mussolini a pavolini o la petacci.....

pc64

Mar, 03/11/2015 - 13:23

Da un celebre articolo di Pasolini: "Il Partito comunista italiano è un Paese pulito in un Paese sporco, un Paese onesto in un Paese disonesto, un Paese intelligente in un Paese idiota, un Paese colto in un Paese ignorante, un Paese umanistico in un Paese consumistico". Parole che lette oggi mostrano solo spocchia, arroganza e, dico davvero, provincialismo culturale. poi rimproveriamo certi atteggiamenti ai sinistri? Evidentemente sono ne DNA loro e dei loro "padri nobili": Sempre che di nobiltà si possa parlare...

giovanni951

Mar, 03/11/2015 - 13:28

possono anche ritenerli degli dei cosí i sinistri se le cantano e se le suonano da soli. Ma gli eredi attuali non valgono nemmeno una scarpa dei tre della foto.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 03/11/2015 - 13:28

Ma sono tre ZOMBI, come possono fare EROI tre ZOMBI DEVASTATORI ???

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Mar, 03/11/2015 - 13:29

Non varrebbe neppure la pena di sprecare tempo e fatica per questi sepolcri imbiancati, ombre che si trascinano senza lasciare traccia, esseri senza né qualità né umanità. Uomini di un'arroganza inferiore solo alla loro colossale, crassa ignoranza. Il tempo li dimenticherà, Dio lo farà, noi lo abbiamo già fatto.

jeanlage

Mar, 03/11/2015 - 13:29

La ricca annoiata, il combattente di tutte le sconfitte della storia (dall'iscrizione al GUF, Gruppo Universitario fascista allo stalinismo perpetrato oltre ogni ragionevole decenza) ed il pedofilo favoreggiatore della prostituzione minorile, hanno una sola caratteristica positiva in comune: sono morti.

elio2

Mar, 03/11/2015 - 13:29

Ma quali eroi, ma quale sinistra, i comunisti non hanno mai avuto eroi, in compenso tra le loro fila non sono mai mancati, criminali, avventurieri e tantissimi parassiti, nemici dei loro stessi sostenitori, ai quali per definizione è vietato fare e dire qualunque cosa di intelligente. Come si potrebbero classificare altrimenti coloro che sostengono una strampalata idelogia che ovunque imposta, mai in modo democratico, ha sempre e solo fallito, se non incapaci di intendere e volere?

glasnost

Mar, 03/11/2015 - 13:35

bene, sono veramente contento ed orgoglioso di non appartenere a questa banda, falsa e bugiarda!

Tuthankamon

Mar, 03/11/2015 - 13:36

Sulle singole persone non intendo dare giudizi morali che credo inopportuni. Tuttavia, dal punto di vista POLITICO, STORICO e culturale sono condannati all'oblio e (questo CREDO io) a renderne conto in una sede dove non ci sono sconti. Nemmeno per me ovviamente, non mi illudo. Come altre ideologie, passate e presenti, il "comunismo" è un cancro del mondo!

hectorre

Mar, 03/11/2015 - 13:39

eroi comunisti che vengono glorificati per appartenenza e non certo per le loro qualità....come oggi saviano,moretti e altri mille mediocri che hanno creato le loro fortune sulla stupidità di chi li osanna....se fossero dall'altra parte della barricata verrebbero sbeffeggiati....sinistri,siete patetici.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 03/11/2015 - 13:41

I prossimi potranno essere i kompagni Moretti, Morucci, Fiore.....

Pelican 49

Mar, 03/11/2015 - 13:44

Una cretina e due comunisti.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Mar, 03/11/2015 - 13:45

Grazie,Jeanlage. Mi hai strappato un sorriso..

electric

Mar, 03/11/2015 - 13:51

Questi tre individui rappresentano il meglio del meglio che il comunismo riesce a partorire. E' normale quindi che gli imbecilli comunisti li considerino dei geni. Poverini, più di così il loro partito non riesce proprio a fare.

Giampaolo Ferrari

Mar, 03/11/2015 - 13:53

Questi per fortuna non rompono piu.

giottin

Mar, 03/11/2015 - 13:53

@ LANZI MAURIZIO. Mi permetto di apporre una piccola modifica al suo postato: rappresentano molto bene l'ignoranza di chi li vota, in quanto costoro sono tutt'altro che ignoranti!

Ciro81

Mar, 03/11/2015 - 14:01

Grazie al cielo, non sono comunista! E non lo sarò mai...

luciano32

Mar, 03/11/2015 - 14:01

Chissà perchè i preti pedofili sono espulsi dalla chiesa e condannati alla prigione e il "poeta" rosso invece glorificato con un ministro che porta un "Giglio"??? sulla sua tomba, un giglio???

Efesto

Mar, 03/11/2015 - 14:02

Fondamentalmente i comunisti sono dei credenti e come tali applaudono i loro santi.

moichiodi

Mar, 03/11/2015 - 14:02

ma chi vi ha chiesto di ritenerli eroi? siete voi qui al giornale che li usate, in modo strumentale, per avviare i soliti commenti degli sprovveduti. state pure dall'altra parte. chi ve lo potrebbe impedire. vivere in un sistema che consente il pluralismo è una grande opportunità.

ziobeppe1951

Mar, 03/11/2015 - 14:03

Del resto questo è il massimo dell'intellighenzia komunista

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 03/11/2015 - 14:05

Data l'età ricordo Ingrao quando inneggiava ,insieme a Napolitano,per l'intervento URSS in Ungheria a sopprimere ,nel sangue, l'anelito di libertà del popolo. Eppure Napolitano è diventato Presidente della Repubblica,Ingrao un mito. Pasolini,con tutto il rispetto per defunti,ha prodotto film e scritti di una noia mortale e banalità sconcertante .Eppure è stato promosso ad un artista geniale. Morale : Per avere fortuna in Italia bisogna essere Comunisti. Oggi Fazio,Benigni,Santoro etc. sono esempi viventi di questo teorema:quotati cifre incredibili per prestazioni scontate.

Pinozzo

Mar, 03/11/2015 - 14:06

Gnocchi non dovresti nemmeno permetterti di citare PPP. Proprio il suo schierarsi dalla parte dei poliziotti nel '68 dimostrano la sua lucidita' e indipendenza, due qualita' di cui tu ignori il significato.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 03/11/2015 - 14:06

Accetto tutti gli EROI immolati per la PATRIA. Se questi sono gli "eroi" allora hanno dimenticato altri: MUSSOLINI, ALMIRANTE ecc ecc ecc VERGOGNATEVI non sapete più dove aggrapparvi solo alla MESCHINITA'!!

Alessio2012

Mar, 03/11/2015 - 14:06

"Pasolini avrebbe votato M5S".

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 03/11/2015 - 14:08

e mica solo questi! ce ne sono di migliaia, di delinquenti comunisti! ad esempio ingrao :-) oppure occhetto... alla larga!!

Ritratto di Attila51

Attila51

Mar, 03/11/2015 - 14:09

Vomitevole. La prima una capitalista "dalle belle braghe bianche" Il secondo un rinnegato fascista che passato comunista era collettore dei soldi Ussr e passibile di alto tradimento. Il terzo un frocio ucciso da tale Pino la Rana dopo un incontro sadomaso. Complimenti

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 03/11/2015 - 14:12

Tre personaggi in cerca di un autore che smascheri le miserie e doppiezze che hanno caratterizzato le loro vite .

lorenzovan

Mar, 03/11/2015 - 14:21

beati gli ultimi perche' saranno i primi....beh...se e' vero...voi che in cultura e capacita' intellettiva siete senza dubbio gli ultimi...in paradiso sarete tutti einstein...he he he

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 03/11/2015 - 14:21

Ma come "non può riscrivere la Storia". Ma se é proprio questo il loro plus, quello di gabellare una visione unilaterale come Verità assoluta. Passi magari l'intenzione di portare acqua solamente al proprio mulino, quello che hanno scoperto e che li aiuta a vendere patacche per oro colato é la miriade di creduloni, di gelosi, d'infingardi che sono disposti ad essere resi succubi. La sinistra non ha mai avuto alcun merito storico, non ha mai agito nell'interesse delle masse ma solo alle ristrette oligarchie al comando che si riempiono la bocca con parole come democrazia, di fatto attuando una dittatura.

Edmond Dantes

Mar, 03/11/2015 - 14:21

Quando finalmente riusciremo ad avere dei media non asserviti alla "vulgata", di questi qui nessuno si ricorderà più. Sarà il momento in cui si potrà dire finalmente, parafrasando Fantozzi, che anche l'opera omnia di Dario Fo' è una c....a pazzesca, e se a lui hanno dato un Nobel ai fratelli Vanzina avrebbero dovuto darne almeno 10.

dario_faber

Mar, 03/11/2015 - 14:24

Checché se ne dica Pasolini è stato uno dei registi e scrittori più importanti del novecento, non solo italiano. Banalizzare la sua figura (comunista pederasta) è operazione scorretta: chiunque abbia letto i suoi libri e visto i suoi film sa che era molto di più, e questo a prescindere da ogni ideologia. "Il Vangelo secondo Matteo" è a detta di molti (tra cui Martin Scorsese) uno dei più bei film sul vangelo mai stati girati, "Mamma Roma" (con un'immensa Anna Magnani), "Uccellacci e uccellini", Teorema sono altrettanti capolavori. Romanzi come "Ragazzi di vita" e "una vita violenta" sono stati fondamentali nel portare nuova linfa alla imbalsamata letteratura italiana dell'epoca. Non dico che si debba condividere in tutto le sue idee, ma Pasolini è stata una delle personalità delle qual, in quanto italiani, dovremmo tutti andare fieri.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 03/11/2015 - 14:27

a Pasolini da ragazzo gli mandai tanti accidenti, per quei film zozzi, all'epoca una innovazione in confronto a quello che proiettavano anni dietro....Aoooh mi hanno ascoltato.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mar, 03/11/2015 - 14:30

Spiegate anche a me che sono una capra intellettuale: Pasolini era quel poeta, scrittore, artista che è riuscito a rendere mortalmente noiosa la Medea? Un dramma intriso di assassinii e tradimenti? E' forse quel signore ucciso mentre tentava di espletare le sue mansioni di pederasta con un ragazzo di 17 anni? Qualcuno gentilmente mi spiega la grandezza artistica e morale di questo mio corregionale?

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 03/11/2015 - 14:36

LA BELLA (la divulgatrice astratta) , IL BRUTTO (quanti soldati Italiani ha barattato per i soldi del Cremlino al PC?) e IL PEDOFILO (Quanti po@@@@i a minori )! Il trio sinistro !!! E renzì? montì, lettà il poveretto bersy', il napò ,dove li mettiamo?? ,il prodì Robin Hood rubava ai poveri per dare al partito... SANTI SUBITO!!! a Francè!! SANTI TUTTI!! cosi li festeggiamo tutti in un BOTTO, Ognissanti, e via .

Pinozzo

Mar, 03/11/2015 - 14:36

(dimostra, non dimostrano)

antipifferaio

Mar, 03/11/2015 - 14:39

Un miliardo di volte meglio Mussolini. Anche se non condivido alcune cose del fascismo rispetto a questi loschi figuri Mussolini è da preferire a vita.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 03/11/2015 - 14:39

Pasolini lo vedo come un pesce fuor d'acqua. Non condivido la sua faccia in compagnia delle altre. Solo il fatto di aver difeso le forze dell'ordine definendole rispettosamente "figli del sud" non lo accomuna agli altri. Sarà stato pure simpatizzante di sinistra ma rimane sempre di un' altra pasta. Più che comunista era un attento realista che contestava un sistema borghese, come di moda in quegli anni, forse anche per difendere le sue tendenze omosessuali che agli occhi della borghesia considerava tabù. Probabilmente col tempo, come spesso avviene nei grandi intellettuali coraggiosi, avrebbe rinnegato l'ideologia comunista. Lui grande lo era....

unz

Mar, 03/11/2015 - 14:43

De Felice mon potrà che essere dimenticato, come ogni intellettuale che non fa da giullare ai loro credo asfaltati dalla storia.

krgferr

Mar, 03/11/2015 - 14:46

E' mai possibile che si debba sempre, nella scala dei meriti, santificare la pochezza altrui per trovare posto alla propria nullità? Saluti. Piero

__analisiCritica__

Mar, 03/11/2015 - 14:48

col senno di poi i sovietici fecero bene a intervenire in Ungheria e in Cecoslovacchia, se non l'avessero fatto si sarebbero trovati subito coi missili Nato al confine. La cosa ironica è che oggi, sia l'Ungheria che le repubbliche Ceca e Slovacca, si sono riavvicinate a Mosca, una volta assaggiata la "libertà" occidentale si sono subito accorti di cosa significa. In quanto a Ingrao, meglio uno come lui che è rimasto coerente che un Napolitano, che è passato dallo stalinismo all'europeismo pur di rimanere sulla cresta dell'onda.

nordest

Mar, 03/11/2015 - 14:49

Guardare questa gente e pensare alla storia ti viene da vomitare.

nordest

Mar, 03/11/2015 - 14:51

questi tre fanno pena e non la storia

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 03/11/2015 - 14:54

vecchi feticci coperti di polvere.

lorenzovan

Mar, 03/11/2015 - 14:56

fra l'altro mi sa ch siate gli ultimi giapponesi a sostenere che PPP fu ucciso da Pelosi a causa di un rapporto sessuale...lololol.. risulto' che il Pelosi era un "cliente abituale" di Pasolini..percio' non certo una verginella insidiata nella sua virtu' ...he he he he he

giovanni PERINCIOLO

Mar, 03/11/2015 - 15:09

jeanlage. Sintesi perfetta che sposo al 100%!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 03/11/2015 - 15:11

Do solo atto a Ingrao di essere stato coerente, da fascista a comunista, sempre! L'unica cosa che non lo ha mai sfiorato é la democrazia!

Nonlisopporto

Mar, 03/11/2015 - 15:12

vecchi e nuovi PCI PDS DS ULIVO PD fanno vomitare. La rovina di questo paese

Ritratto di elisa65

elisa65

Mar, 03/11/2015 - 15:15

basta parlare di questi "personaggi"! che noia! esaltati solo perché comunisti :-((((((((((

AH1A

Mar, 03/11/2015 - 15:21

Mai considerato personaggi del genere come eroi, come non lo sono Dell'Utri, Scajola, Previti e Berlusconi condannati in sede definitiva. Preciso che non ho mai avuto apprezzamenti per i 5 stelle, per cui NON sono di parte, mi piace semplicemente la realtà dei fatti e non il far vedere che "quelli" NON sono perchè gli "altri" siano. E' necessario rendersi conto che la gente è in grado di ragionare e scegliere.

vince50_19

Mar, 03/11/2015 - 15:27

pc64 (13:23) - Ha ragione, però allora il Pci fu all'opposizione, quindi andava in qualche modo glorificato, giusto? Un po' come fece Longo (su rinascita nov. 1968) quando disse che i brigatisti furono ragazzi che sbagliarono (ma si guardò bene dal dire che spararono e ammazzarono).. Oggi, se fosse vivo, Pasolini pronuncerebbe quelle stesse parole? .. mmmmm .. Mi sa che emigrerebbe ..

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/11/2015 - 15:30

ci vorrebbero piu Pasolini e meno Gnocchi

aitanhouse

Mar, 03/11/2015 - 15:33

ma di chi andate parlando? smettetela di continuare ad affliggere un popolo che fortunatamente ha scansato la cortina di ferro,ma che purtroppo ha dovuto sopportare personaggi che hanno solo male operato contro la patria per poi sedere sui" troni di cartapesta" da se stessi eretti. P.S. ho usato" troni di cartapesta" per evitare termini più appropriati.

Ritratto di sitten

sitten

Mar, 03/11/2015 - 15:38

Magari, avessero detto Gentile, Mascagni Marconi etc. Povera Italia!

marcomasiero

Mar, 03/11/2015 - 15:47

questi eroi ????? hahahahahahahhahahaa ... mavalà !!! questi sono solo cianfuteri !!! rimasugli dei delinquenti che dal 43 fino ad oggi hanno ridotto l' Italia quello che è oggi !!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 03/11/2015 - 15:53

IO; LI CONOSCO BENE I KOMUNISTI; É DA TOGLIATTI; INGRAO; NAPOLITANO; D;ALEMA; BERSANI; FRANCESCHINI; SCALFARO; ROSY BINDI IL NOSTRO PAESE NON HA MAI AVUTO NIENTE DI POSITIVO; É IL RISULTATO DELLA LORO POLITICA SONO I MILIONI DI ITALIANI CHE COME ME SONO DOVUTI ESPATRIARE PER CERCARSI UN FUTURO DOVE NON C;ERA IL KOMUNISMO!. É;MENTRE 100 DI MIGLIAIA DI ITALIANI DOVEVANO ESPATRIARE; I KOMUNISTI COME D;ALEMA CHE ERANO ARRIVATI A ROMA CON LE PEZZE IN KULO DIVENTAVANO MULTIMILIONARI STRUTTANDO GLI IDIOTI COME PINOZZO E LORENZOVAN; CHE ANDAVANO PER LE STRADE CANTANDO BELLA CIAO É BANDIERA ROSSA! IO HO UNA CERTA ESPERIENZA É NE HO VISTO DI TUTTI I COLORI;MA DELLA GENTAGLIA COME I KOMUNISTI NON NÉ VOGLIO SAPERE; PERCHE FANNO SCHIFO LORO É LA LORO IDEOLOGIA!.

MEFEL68

Mar, 03/11/2015 - 15:58

ççç dario-faber - A parte che non considero Pasolini uno dei maggiori esponenti della letteratura italiana del novecento, devo dire che mi ripugnano le sue osannate celebrazioni. Specie se considero la finta bigotta morale sfoderata dalla sinistra per alcune cene eleganti fatte nell'ambito delle quattro mura domestiche. Il sesso pasoliniano non era gioioso, ma affondava il suo essere nella ricerca dello squallore e nel vizio. Pasolini amava la turpitudine, il frequentare le periferie degradate e cercare il piacere facendo prostituire minori del suo stesso sesso. Gay è tutta un'altra cosa. A differenza dell'anfitrione delle cene che non aveva la pretesa di divulgare il suo pensiero in materia, Pasolini, in quanto scrittore e regista, aveva la responsabilità morale della divulgazione delle sue idee. Non per niente Cristo diceva che chi dà scandalo è meglio per lui che si leghi una pietra al collo e si getti nel fiume. E' questa doppia morale di chi lo celebra che dà fastidio.

danielee

Mar, 03/11/2015 - 16:04

Jeanlage, il tuo commento è simpatico, c'è solo un problema: Giulia Maria Crespi è viva.

onurb

Mar, 03/11/2015 - 16:38

jeanlage. La Crespi è ancora vivente.

dario_faber

Mar, 03/11/2015 - 16:53

Mefel68: qui non si tratta di dire "mi piace Pasolini", si tratta di ammetterne l'importanza nel panorama culturale italiano (e europeo, perché Pasolini è stato uno dei non tantissimi scrittori italiani del dopoguerra ad avere un peso all'estero). La sua opinione che il sesso pasoliniano non fosse "gioioso", che affondasse il suo essere nello "squallore e nel vizio", non mi trova per niente d'accordo, e comunque i discorsi moralisti mi annoiano. Pasolini non cercava quella che lei chiama "la turpitudine", cercava semmai la bellezza, e la vedeva soprattutto in ciò che il moralismo dell'epoca (ma non solo, come testimoniato dal suo commento) vedeva come turpe. (Continua)

dario_faber

Mar, 03/11/2015 - 16:53

(2) Pasolini fu un esempio di coraggio, nel bene e nel male, non ebbe mai paura di essere scomodo e di essere odiato - da sinistra come da destra. Era certamente un animo tormentato (comunista, omosessuale, ateo ma con un profondissimo senso del sacro, opinionista influente e allo stesso tempo critico dei mezzi di comunicazione di massa, intellettuale che detestava i salotti) e come tutti i grandi artisti conviveva con delle contraddizioni.

Pinozzo

Mar, 03/11/2015 - 16:56

Pasca', rilassati senno' ti viene un ictus. Per tua informazione, non sono mai stato comunista, e tanto per ovviare alla tua ennesima prova di ignoranza: nemmeno rosy bindi (democristiana da sempre). Prost.

motofrera

Mar, 03/11/2015 - 17:02

Di Pasolini e della sua militanza nel glorioso PCI si è detto molto, ma non si ricordato il fatto che quando la sua omosessualità fu conclamata,il PCI (sempre glorioso), gli ritirò la tessera del partito ritenendo che tale "imperfezione" non fosse compatibile con la militanza nel partito stesso.

lorenzovan

Mar, 03/11/2015 - 17:11

haaaaaaaa pasquale esposito...era meglio che conoscevi meno i Komunisti e di piu' la tASTIERA DEL TUO PC E L'ORTOGRAFIA/sintassi italiana...iopure vivo all'estero da 50 anni...lololololol

lorenzovan

Mar, 03/11/2015 - 17:13

mefel 68...un vero conoscitore dell'anima gay....lolololololol

routier

Mar, 03/11/2015 - 17:14

@ jeanlage. La fotografia è perfetta. Complimenti, non avrei saputo far di meglio! Bertolt Brecht diceva: "Beato quel Paese che non ha bisogno di eroi". Se poi gli eroi sono questi, non siamo mica messi bene!

lorenzovan

Mar, 03/11/2015 - 17:16

e bravo marcomasiero...e nessun commento per i banditi criminali..guerrafondai..cagasotto...che imperversarono in italia prima del 43??

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 03/11/2015 - 17:21

cari idioti di sinistra, ma è vero che pasolini faceva sesso con i minori, nel 1975? :-) come a forteto... :-)

Palladino

Mar, 03/11/2015 - 17:33

...una "dispotica guatemalteca" (così la definì Montanelli),un comunista amico dei russi e nemico degli italiani,ed un pseudo intelettuale,scarso come regista e come scrittore,ma con il grande merito di guardare a sinistra sempre.Di questi eroi io ne faccio volentieri a meno.

michetta

Mar, 03/11/2015 - 17:34

Non mi ricordo di aver visto mai tanti forumisti dedicarsi a gentaglia, come questi tre rappresentanti del nulla! Io, pero', di omosessuali e comunisti , mio rifiuto di dire anche una sola parola......ANDIAMO/ANDATE AL VOTO TUTTI!!!

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 03/11/2015 - 17:36

motofrera: Allora, la sinistra è peggio di Salvini. E quelli che oggi lo criticano ...."hanno tirato la pietra e già nascosto la mano" . Come è piccolo il mondo e come è "corta o ... volutamente corta" la loro memoria.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 03/11/2015 - 17:36

x moichiodi 14.02: Perchè? Il comunismo è un sistema pluralista? Ma vaff....

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 03/11/2015 - 17:41

Segue:"Un mondo di intelligenze dolenti (ma anche no) arrivato alla stazione Termini nel 1950 dopo una fuga dai dissapori e dalle discriminazioni friulane a seguito di camporelle rustiche, con partiti comunisti molto omofobi rispetto a vizi pluto-capitalistici, e strappo della tessera PCI numero 1480079, firmata Palmiro Togliatti," Tratto da rivistastudio.

mariolino50

Mar, 03/11/2015 - 17:43

pasquale.esposito Conoscerai i comunisti, ne dubito, ma la storia no di certo, fino al 94 ha comandato sempre la dc, e hai anche messo trà i comunisti Franceschini, Scalfaro e la Rosy, democristiani da sempre, e forse la Rosy dell'opus dei, la parte più destra della chiesa, fondata da un franchista.

@ollel63

Mar, 03/11/2015 - 17:45

sinistri cogli, come sempre. Niente di nuovo sotto la luce di questo sole.

apostata

Mar, 03/11/2015 - 17:51

La celebrazione della morte di pasolini è esempio di come la storia possa essere manipolata a uso e consumo dei detentori del potere e dell’informazione per un popolo non in grado di intendere e di volere.

Pinozzo

Mar, 03/11/2015 - 17:51

pasca' numero uno, ' e' dovuto espatriare perche' in italia al potere c'erano "komunisti come scalfaro".. scalfaro, un anticomunista come pochi! mi fai sganasciare, pasca', ti prego scrivi ancora!

Ritratto di pigielle

pigielle

Mar, 03/11/2015 - 17:57

@Lorenzovan ...lolololololollolololololollolololololol ...e poi ancora lolololololollolololololol. ..Non so che ca220 voglia dire ...ma visto che ti piace tanto.....

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 03/11/2015 - 18:06

Ah io sono giovane. Dei primi due non ho sentito il nome fino oggi e di Pasolini ho visto film mica belli ma pure poco brutti e i documentari divertenti e interessanti. Per il resto, santi comunisti o religiosi sono la stessa roba, grandi procacciatori.

routier

Mar, 03/11/2015 - 18:32

Alcuni nomi fanno la Storia (con la "s" maiuscola), altri fanno solo tenerezza. (per non infierire su dei personaggi.....ininfluenti)

ziobeppe1951

Mar, 03/11/2015 - 18:40

@pinozzo...diciamo che scalfaro è stato un Kattokomunista

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 03/11/2015 - 18:41

Montanelli ha detto : il partito comunista non è un partito, ma è un chiesa, una religione. Ebbene, aveva ragione, e questi tre sono i suoi santi. Amen!!!

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 03/11/2015 - 18:57

I comunisti? Tutti eroi, ci mancherebbe altro. Le medaglie di cartone che ornano i loro petti le vendono un centesimo al chilogrammo agli angoli delle strade di tutta Italia, da settant'anni a questa parte.

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 03/11/2015 - 19:06

Certo che stiamo dall'altra parte, noi siamo gente pulita e nelle fogne ci devono andare loro.

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 03/11/2015 - 19:11

I MIEI EROI SONO SUL PIAVE SUL DON GIARABUB CEFALONIA ERITREA IN FONDO AL MARE A NASSIRYA QUESTI SONO I VERI EROI NON QUESTI CHE HANNO SCENDUTO L'ITALIA E PRIMA HANNO CERCATO DI DARLA AI COMUNISTI RUSSI A STALIN E BERIA. I MIEI EROI NON SONO IN QUESTA FOTOGRAFIA. E TUTTI COLORO CHE SONO CONTRO LA SINISTRA

marcomasiero

Mar, 03/11/2015 - 19:22

lorenzovan prima del 43 avevamo un ONORE oggi abbiamo renzifonzi e kattokompagni malefici e dall' altra parte berlusconi rinco e ancora grillo ... bella roba davvero !!!

Edmond Dantes

Mar, 03/11/2015 - 19:25

@Agrippina. Preferirei più gnocca e meno Pasolini.

diwa130

Mar, 03/11/2015 - 19:33

Non e' difficile capire che in un paese dove c'e' stato il fascismo non e' facile celebrare "eroi" che in qualche modo siano stati vicini al fascismo. E poi su Ingrao e gli altri. Nessuno e' perfetto e le prese di posizione politiche vanno contestualizzate la periodo storico. Con lo stesso metro che lei usa in questo articolo accusano Cristoforo Colombo di essere stato razzista e schiavista ! Una sciocchezza , come la maggiora parte delle sue conclusioni. De Felice non e' un eroe, ma un grande scrittore molto interessante da leggere anche per uno di sinistra come me. Il mio giornalista preferito era Montanelli, pur non condividendo le sue idee politiche. Ho tutti i suoi libri.

zucca100

Mar, 03/11/2015 - 19:47

Ma che pena questi interventi! Possibile che siate così scontati, così prevedibili, così terra terra? Pederasti, komunisti, froci, non sapete dire altro, forza sforzatevi di esprimete qualcosa di originale, ingrao e Pasolini non sono stati due personaggi banali. È' possibile che un leghista o uno di destra debba dire sempre le stesse icose come un disco rotto? Al giornale: ditemi dove, come e quando sono stati celebrati questi miti? Ricordare i 40anni dalla morte di Pasolini sarebbe celebrare un mito? Ma per favore

lorenzovan

Mar, 03/11/2015 - 20:03

frNZJOSEF...LANZI MAURIZIO...PASQUALE ESPOSITO...soo una delle 77 meraviglie del mondo..sono uno e trino...scrivono tutti e tre con una tastiera senza minuscole..sono tutti e tre sgrammaticati,,,e tutti e tre non riescno a svolgere un semplice discorso logico e consequenziale....miracolo della santa trinita'...he he he

Ritratto di Sig. A

Sig. A

Mar, 03/11/2015 - 20:08

La sinistra, si sa, è maestra nel manipolare tutto ciò che può esserle utile. Questo si chiama disonestà intellettuale. Ma il vero problema è che la cultura di destra, se esiste, ed esiste, non ha il coraggio di far sentire la propria voce. Gli spazi ci sarebbero anche, pur se limitati, ma la timidezza pone un freno invalicabile. Una chiosa: l'autore di "Ragazzi di vita" non è mai stato fustigato per i suoi rapporti con prostituti minorenni. Se qualcuno ponesse il problema, si risponderebbe che la sua era una ricerca culturale per trovare ispirazione per i suoi capolavori. Così va la vita.

zucca100

Mar, 03/11/2015 - 20:42

Jeanlage, hai scritto una minchiata

Giorgio5819

Mar, 03/11/2015 - 20:45

Questi sarebbero i padri dell'attuale comunismo italiano...? Ecco perché sono così squallidi.

elio2

Mar, 03/11/2015 - 20:45

Caro compagno moichiodi, definire il comunismo un sistema pluralista, è la prova provata che per un elettore di sinistra esiste solo l'obbligo di portare in giro il pensiero degli altri, non di comprenderlo.

disturbatore

Mar, 03/11/2015 - 20:59

«un putsch controrivoluzionario» ??? Penso a Kiew ed alla Maidan. Solo che questa volta al putsch non erano presenti Russi , ma molti Parlamentari della vecchia Europa , guardacaso conservatori e verdi , coppia molto strana che per ad un secondo sguardo vengono dalla stessa pasta . Borghesia benestante dalla quale i figli in cerca di verdi praterie hanno fondato una propria casa ma per mantenere lo stile di vita e parlare nello stesso tempo di ecologia ( e´tanto di moda nei Palazzi ) fanno una capatina dai genitori per rifornirsi di carburante . Al cospetto quelle repressioni nell´est singoli casi ma ben esaltate dall´occidente mediaticizzato , sono piccola cosa . Se guardassimo i guai ed i morti che noi abbiamo causato nel mondo , allora l´est sarebbe un paradiso , ma nessuno ci obbliga a farlo per cui , va bene cosi´.

Ritratto di yuriilgiuliano

yuriilgiuliano

Mar, 03/11/2015 - 21:28

Per principio sono contrario a chi cambia idea a ogni piè sospinto, per cui a ingrao (in piccolo) posso solo dire che è stato un piccolissimo uomo e che ha sfruttato gli italiani tutti sedendo al parlamento per tutta la sua vita senza mai aver lavorato. Al ppp sempre in piccolo posso dire che i pederasti (quello per cui era famoso in tutti gli ambienti) mi hanno fatto sempre e solo schifo a prescindere dal lavoro da loro svolto, che qualcuno poi lo considerasse un artista.....boh. Riguardo alla signora? l'unica cosa che a fatto e quella di riuscire a far scappare dal suo giornale l'unica persona che effettivamente dava lustro alla testata...Lui si che nel giornalismo era un vero artista.

marcomasiero

Mar, 03/11/2015 - 21:30

sarebbe curioso sapere cosa abbia scritto di così indimenticabile per lo scibile umano un poetuncolo come pasolini. quanto a ingrao a vissuto da vero comunistoide nipote di politico e figlio di proprietari terrieri il solito noto motivetto del comunista con il deretano degli altri ! condannò duramente la rivoluzione ungherese in nome del credo comunista e della repressione sovietica ... penoso davvero ! poteva sedere solamente in un Parlamento espressione del tradimento del '43

paolonardi

Mar, 03/11/2015 - 21:39

Non v'e' dubbio: questi supposti eroi sono squallidi personaggi che meriterebbero la gonga di un TSO per manifesta malattia mentale.

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Mar, 03/11/2015 - 22:00

Sapevo solo di Pasolini il regista-intellettuale, gli altri due 'eroi' ho saputo leggendo l'articolo chi fossero. Saranno anche lacune della mia generazione, ma se la sx osanna tali signori, preferisco stare dall'altra parte...

kali

Mar, 03/11/2015 - 23:19

ho vergogna per questo "giornalista". Quante cretinate.

Edmond Dantes

Mer, 04/11/2015 - 00:10

@zucca100. Veramente se c'è qualcuno che sembra un disco rotto è proprio lei che non va mai oltre la fastidiosa petulanza bacchettona dei pappagalli di sinistra che si credono aquile.

zucca100

Mer, 04/11/2015 - 00:15

Dasmodel, ma secondo te la sinistra osanna ingrao e Pasolini? Stai scherzando, vero?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 04/11/2015 - 01:29

Sono gli eroi dei trinariciuti ma non degli italiani. La Crespi poi rappresenta la peggior parte del paese. Quella dei capitalisti chic che si sono schierati a sinistra per apparire alla moda. Quella stoltissima moda di stare dalla parte di intellettuali di sinistra per non venire additati come FASCISTI. L'EPITETO CHE TUTTI GLI STOLTI INTELLETTUALI DI SINISTRA RIVOLGONO A CHI NON SI UNISCE AL GREGGE BELANTE DELLE PECORE ROSSE.

claudioarmc

Mer, 04/11/2015 - 03:27

Tutta la vita dall' altra parte, mi farei troppo schifo altrimenti

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 04/11/2015 - 10:04

Sig.Mariolino 50.lei ha mai sentito parlare del "governo ombra del PCI"

Edmond Dantes

Mer, 04/11/2015 - 10:23

@kali. Vale per lei quanto detto al suo compagno di merende zucca100. Ad maiora

elio2

Mer, 04/11/2015 - 17:02

Caro compagno mariolino50, forse lei dimentica i governi balneari che duravano solo pochi mesi giusto il tempo di riempirsi le tasche e lasciare il campo al collega in lista, erano tutti governi di minoranza DC supportati dall'allora PCI con il suo appoggio esterno, non a titolo gratuito, che permetteva una maggioranza.....e il debito pubblico è iniziato ad andare fuori controllo.