Il senatore Fornaro: «Ho passato gli atti, ma erano già diventati pubblici»

Il senatore Federico Fornaro, scissionista a sinistra del Pd, citato in un'intercettazione nell'inchiesta di Trapani sulla Jugend Rettet precisa a il Giornale «di non aver mai passato documenti non ancora pubblici della Commissione parlamentare sull'attività delle Ong». Il medico Stefano Spinelli, imbarcato sulla nave Iuventa dei tedeschi messa sotto sequestro, ha sostenuto in una telefonata di avere ricevuto il documento conclusivo della Commissione da Fornaro. Il senatore ammette che Spinelli è amico su Facebook, ma di averlo incontrato solo a un'audizione in Parlamento. Il 16 maggio a una richiesta di Spinelli via Messenger «gli ho inviato il documento, ma dopo le 21 quando era già pubblico in seguito alla conferenza stampa». Il 9 maggio i rappresentanti della Jugend Rettet si erano presentati davanti alla Commissione con Spinelli. Il senatore Fornaro era intervenuto rimarcando «la meritoria opera umanitaria svolta da Jugend Rettet e dalle altre Ong», ma spiegando che bisognava trovare una soluzione di fronte al rifiuto della polizia a bordo «per contrastare la deplorevole attività dei trafficanti di esseri umani». Proprio in maggio e giugno l'inchiesta di Trapani ha raccolto prove evidenti della collusione della Ong con i moderni schiavisti. FBil