"Servivo al bar, ma studiavo per vincere a Sanremo"

Il trapper Mahmood trionfatore a sorpresa: "Servivo caffè al bar, ma studiavo per vincere a Sanremo. Non mi sento italiano, lo sono. E ho già il nuovo disco pronto"

dal nostro inviato a Sanremo

Poi uno dice la sorpresa. Mahmood, chi l'avrebbe detto: è passato da (quasi) zero a cento in poche settimane. A dicembre ha vinto il Sanremo dei Giovani e adesso quello dei Big, quello tradizionale, quello che cambia la carriera. Ed è pure diventato un simbolo perché Alessandro Mahmoud, in arte Mahmood con due o («Ma per gli amici sono soprattutto Ale»), classe 1992 e fisico minuto, è figlio di padre egiziano e di mamma sarda, è nato in Italia e vissuto nel popolare Gratosoglio a Milano. Per molti è già l'icona dell'integrazione. Per altri, la maggioranza, è semplicemente un italiano. Con Soldi, che ha un ritornello appiccicoso e tendenzialmente irresistibile, ha stravinto soprattutto nella giuria d'onore e nella sala stampa, risultando più basso nel televoto rispetto, a esempio, a Ultimo. E sabato era già il più trasmesso dalle radio. «Sono totalmente incredulo, per me era già un sogno esserci perciò non riesco a capacitarmi di avere addirittura vinto», spiega mentre viaggia a cento all'ora per Milano, obiettivo Che tempo che fa.

Allora, Mahmood, si sente un'icona o no?

«Mi sento soprattutto italiano, anzi solo italiano».

Ma crede che questo retropensiero le abbia portato più voti?

«In realtà spero proprio che non abbia avuto alcuna importanza. Io non sono passato per la politica, non c'è relazione ed è anche giusto così».

Quindi Mahmood chi è?

«Un ragazzo che è parte di una generazione mista. Sin da quando ero a scuola, i miei compagni di classe non erano soltanto italiani. C'erano cinesi, spagnoli, russi e via dicendo: Una miscela che per forza ha generato una nuova idea di convivenza. Ma la politica non c'entra».

Soldi non è un brano politico.

«Tutto è nato da un beat (un ritmo - ndr) che avevo trovato io a casa mia, poi abbiamo fatto la preproduzione con Dario Faini».

Un musicista compositore che si è anche fatto conoscere come Dardust e, su Spotify, vanta più streaming di tanti Big del Festival.

«Proprio lui. Infine con Charlie Charles, che è una delle figure più importanti della trap italiana, abbiamo completato il tutto. È stato un lavoro di squadra».

Mahmood, sa cosa colpisce molti che l'hanno votata? Lei ha 26 anni.

«A rotazione molti ce l'hanno, mica è così significativo».

Ma non hanno partecipato a X Factor e a Sanremo (tra i giovani nel 2016) senza lasciare traccia ma anche senza perdersi d'animo. Molti ventenni al primo stop mollano.

«Non mi sento di giudicare gli altri. Per me però la musica è sempre stata essenziale. Facevo il barista al mattino ma al pomeriggio andavo a lezione di pianoforte».

Caffè e cappuccini?

«Sì, al bar Top 11 in Piazza San Babila. Per tre anni. Capisco che ci si possa perdere per strada e lasciarsi scoraggiare. Ma a me non è successo».

Dal bancone all'Eurovision Song Contest di Tel Aviv, fino alla firma di brani da classifica come il singolo di Mengoni, Hola (I say). Mahmood vuol dire eclettismo.

«Preferisco esprimere passione».

Cos'ha detto sua mamma?

«E chi lo sa, l'ho vista di sfuggita sabato all'Ariston dopo la vittoria e poi sono scappato via. Magari dopo la chiamo. Mi sa che inizia un periodo vorticoso per me».

Tra poco esce il suo primo disco.

«In realtà è il mio primo disco fisico perché ho già pubblicato altri brani e un Ep, del quale il mio disco avrà lo stesso titolo, Gioventù bruciata».

Commenti

maurizio50

Lun, 11/02/2019 - 08:54

Figurati. Anche io mi sono sempre sentito Americano (USA, come John Wayne) ma non lo sono MAI diventato, caro Mamouth o come diavolo ti chiami!!!!

cgf

Lun, 11/02/2019 - 09:23

studiava per vincere a sanremo con quella canzone? auguri, forse ha studiato come 'guadagnarsi' i voti della giuria speciale. Per caso incontrato mai nessuno del Qatar in Sardegna? Emissari sono spesso da quelle parti, sarebbe strana coincidenza.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 11/02/2019 - 09:23

Anche se si fosse chiamato Carugati o Brambilla il giudizio sul brano non cambierebbe: semplicemente insulso. Come, del resto, tutti i rap. Gli auguro di cuore successo per il futuro. Quando a strumentalizzarlo non ci saranno più i vari Severgnini e Dandini, ma varrà solo il successo delle vendite.

maurizio-macold

Lun, 11/02/2019 - 09:25

Signor MAURIZIO50, sarebbe ora che entrasse nella sua testolina un concetto semplice semplice: Mahmood e' ITALIANISSIMO. Anche se non vedo cosa ci sia da vantarsi dall'essere italiano, visto che lo e' anche lei.

jaguar

Lun, 11/02/2019 - 10:02

Passata la sbornia di Sanremo, tornerà a servire al bar.

beowulfagate

Lun, 11/02/2019 - 14:47

Il posticino al bar tientelo stretto,perchè ci tornerai presto.con macold a pulire i cessi,così finalmente vi renderete utili.

caren

Lun, 11/02/2019 - 19:30

Tempo fa, a Sanremo ci andavano i fuoriclasse della musica leggera. Ho detto Musica, con la M maiuscola, e parole che avevano un senso compiuto. Da qualche anno a questa parte invece...

ziobeppe1951

Lun, 11/02/2019 - 22:16

Prontooo..vorrei cappuccio e brioches con cioccolato..mi mandi il ragazzo..largo Toscanini1..grazie

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Mar, 12/02/2019 - 11:12

no ho guardato il festival. ma sìono passato su RAI 1 giusto per curiosità e per sentire se avevano sistemato l'audio dolby che era pessimo lo scorso anno. Casualmente ho beccato proprio il brano di questo sconosciuto ragazzo. Ho pensato: "ma che canzoni orrende ci sono quest'anno" ed ho cambiato canale. Ebbene ha vinto .. figuriamoci le altre. Povera musica italiana. Ah, l'audio era un disastro anche quest'anno. E questa sarebbe musica ? Bah.

DemetraAtenaAngerona

Mar, 12/02/2019 - 15:51

Un italianobtra i tanti..Italia..Nel 2017 sono nati 458.151 bambini, quasi 120 mila in meno rispetto al 2008...in calo di più i nati da genitori entrambi italiani, che scendono 358.940. Diminuiscono anche gli italo/stranieri circa 30.000 e anche i nati da genitori entrambi stranieri: sotto i 70mila. Cari xenofobi pensionandi la pensione viene pagata dai lavoratori...fatevi due calcoli e vedrete che per averla servono i migranti i 55enni sono il doppio dei 15enni, le partite iva 1 su 5 è aperta da uno straniero (che ringraziano Salvini per la flat tax)...fonte il Sole 24 Ore, imprese aperta da stranieri 600.000...fonte la Stampa...ma facciamo parlare i nostri stessi occhi..gli esercenti nei negozi ecc spesso sono stranieri e a volte hanno dipendenti italiani, le nuo ve coppie 1 su 7 e' mista..le badanti...i bimbi a scuola...

Divoll

Mar, 12/02/2019 - 18:19

Ha studiato maluccio...

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 12/02/2019 - 18:48

---zio peppino---i fratelli della mamma di questo ragazzo 13 fratelli--come le famiglie di una volta---tutti lavoratori sardi trasferitisi a milano----lavorando come pazzi hanno aperto 10 bar---in uno di questi lavorava Mahmood --per cui roba di famiglia---vada come vada la sua carriera di musicista --non rimarrà mai col sedere per terra---in ogni caso- complotto o non complotto--le classifiche di itunes e spotify parlano da sole--ed io ogni volta che accendo la radio becco la canzone----la mettono a palla tutte le radio dello stivale--swag rollsroyce

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 12/02/2019 - 18:59

Ho conosciuto molte persone, colleghi e amici, che dopo il lavoro, andavano a lezione di pianoforte, ma nessuno è finito a Sanremo e, ancora meno, ha vinto il festival.

DemetraAtenaAngerona

Mar, 12/02/2019 - 19:30

A elkid delle 18.48 BRAVO!!! BELLA RISPOSTA!!! IO L'HO SENTITA SU RADIO 24...e a Giano ah ah ah "UNO SU MILLE CE LA FA" e perché come per le kebbaberie i turchi o giù di li le aprono e lavorano...mentre le polenterie...in cui tra l'altro andrei preferendo un sostanzioso piatto vegetariano alla carne...le polenterie i polentoni non le aprono?...viva Mamhood viva la nuova Italia multicolore viva un mondo multicolore...gli italiani sono ovunque...e pure gli altri piacendogli sono venuti e vengono a trovarci e ci mescleremo sempre più...evviva!!!

ziobeppe1951

Mar, 12/02/2019 - 20:12

DEMENTEecc...anche tu ce l’hai fatta ...ti sei reincarnato in ..elpirla

DemetraAtenaAngerona

Mar, 12/02/2019 - 20:44

@ziobeppe1951...evviva evviva mi sono reincarnata, evviva in chiunque io mi dovessi reincarnare la mia anima leggera ne sarà lieta...la sua caro zio beppe1951 l'allegerisca...pensi a cosa le accadrebbe se dovesse reincarnarsi in una donna nera incinta respinta/grazie all'accoglienza di Salvini o di un futuro salvini (che Dio glie ne scampi)...io le auguro di essere salvata e accolta in una splendida struttura di MSF...una ONG...bellissima!

ziobeppe1951

Mar, 12/02/2019 - 22:31

DEMENTEecc...solo gli idioti credono nella reicarnazione..sono vaccinato contro la pelle nera...le donne nere devono rimanere nel loro habitat naturale, imparare a pescare e non a portar loro il pesce su un piatto d’argento...sicuro che le ong..farebbero la fame

nino49

Mar, 12/02/2019 - 23:22

Cos'ha costui di italiano? Povera Italia ... non più donna di provincia ma bordello!!!

DemetraAtenaAngerona

Mer, 13/02/2019 - 07:36

@ziobeppe1951 Non ti regalo il pesce, ma ti insegno come si costruisce una canna da pesca. E ti spiego come si usa. È il mantra di chi non vuole solo lavarsi la coscienza sfamando l’Africa. Ma impegnarsi a trasformarla. E se, però, non ci sono più pesci? Se gli africani imparano a costruirsi la canna, ma impigliato all’amo non resta nulla? È quello che accade, ad esempio, in Senegal, dove negli ultimi 10 anni le coste si sono svuotate. Hanno visto prosciu garsi dell’80% la quantità di pescato. Il milione e mezzo di senegalesi che vivono in mare tornano ogni sera con le barche più vuote, perché pescherecci europei, russi, cinesi fanno incetta di tutto il pesce al largo. Una situazione che sta impoveren do le famiglie, spingendo soprattutto i giovani a tentare la traversata del Mediterraneo.

0071

Gio, 14/02/2019 - 01:57

Non è il problema di cosa si sente questo tizio o di come si vede, il problema è che la sua canzone fa veramente schifo ed il festival è stato ampiamente taroccato.

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 14/02/2019 - 20:52

io sta schifezza che chiamano sanremo non la guardo. Vincere perdere li non serve a niente. Poi un arabo. Ma chi credono di imbrogliare sti qui con l'"italiano". E' uno straniero, un arabo. Punto. Italiano ? DOVE ? Ha vinto ? certo che no. Ha fatto solo schifo, come gli organizzatori. E chi l'ha guardato ? babbei.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 16/02/2019 - 12:05

-mailaico-scrivo oggi ad una settimana da san remo---alla faccia del complotto comunista---se di complotto si è trattato lo hanno organizzato alla perfezione --pianificando anche il dopo--Mahmood vince anche su YouTube, iTunes, Spotify, Amazon---sul tubo scaricato 9 milioni di volte---primo su itunes---primo nelle vendite su amazon--primo con quasi due milioni di streaming su spotify---primo nel numero di volte che le radio dello stivale lo mandano a palla----swag --mannaggia a sti comunisti come sono organizzati---o forse è solo perchè la canzone funziona--