Lo sfogo di Cazzola: "I tagli sulle pensioni? Sarà macelleria sociale"

Il taglio delle pensioni ormai è alle porte. Il governo accelera e da gennaio 2019 gli assegni da 4500 euro in su subiranno una forte sforbiciata

Il taglio delle pensioni ormai è alle porte. Il governo accelera e da gennaio 2019 gli assegni da 4500 euro in su subiranno una forte sforbiciata. Di fatto il taglio delle pensioni in questo modo ha pochi precedenti in Italia e così di fatto comincia già la protesta di chi si vedrà tagliare il proprio rateo nel giro di pochi mesi. Giuliano Cazzola, giuslavorista, sulla mossa dell'esecutivo ha le idee molto chiare e definisce il prvvedimento un atto di "macelleria sociale". "Ci troveremmo in presenza – per quanto riguarda i trattamenti passati – della più grande operazione di macelleria sociale compiuta della storia pensionistica dell'umanità", spiega sul suo blog sull'HuffPost. Una posizione chiara che di fatto accende il dibattito sul taglio degli assegni. Un putno su tutti viene messo nel mirino da Cazzola e riguarda le penalizzazioni che arriveranno sul rateo in base all'età in cui il pensionato ha lasciato il lavoro. C'è una penalizzazione per ogni anno di anticipo dell'uscita rispetto all'età fissata dalle norme che porterà via dagli assegni fino al 17 per cento. "Un pensionato e ancor di più una pensionata vengono penalizzate oggi se alcuni decenni or sono sono andati in quiescenza ad un'età che non solo non esisteva, ma che viene definita adesso per ieri", spiega Cazzola.

Altro punto caldo è quello della quota 90mila euro lordi annui che di fatto è il muro sotto il quale si arresta la sforbiciata: "Si parla indifferentemente di 90mila euro lordi annui e di 4,5mila euro mensili netti: come se fosse pacifica la corrispondenza tra i due importi e se tale corrispondenza restasse immutata nel tempo a prescindere dal possibile variare del sistema fiscale e contributivo e di quant'altro determina il differenziale tra il lordo e il netto". A questo punto viene fatta una riflessione interesante sul valore dell'assegno rispetto al passato: "Una pensione di 8 milioni (netti) al mese negli anni '70 e '80 era di gran lunga maggiore dei 4,5 mila euro di oggi. Peraltro i 4,5 mila euro di oggi tra 10 anni saranno pari alla metà del valore di adesso. Non sarà il caso di prevedere meccanismi di equiparazione e di rivalutazione?". Insomma per Cazzola questo provvedimento che è ormai in dirittura di arrivo fa acqua da tutte le parti. E la "macelleria sociale" rende bene l'idea di uno "scippo" che sarà fatto ancora una volta sulla pelle dei pensionati...

Commenti

buri

Mar, 25/09/2018 - 10:32

a quando i grillini istalleranno i soviet come forme di governo?

colomparo

Mar, 25/09/2018 - 10:53

Dove vive Cazzola....sulla luna ? La macelleria sociale è già in atto da parecchi anni con tutti i precari e i milioni di nuovi poveri italiani !! Questa gente povera in qualche modo bisogna aiutarli a "sopravivere" o no ????

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 25/09/2018 - 11:33

Se uno prende piu' di quello che ha versato, ben venga il taglio. Non vuoi il taglio? Allora aggiungi tutti i mancati versamenti, punto.

babilonia

Mar, 25/09/2018 - 12:25

Lo dico in italiano:quà nessuno è fesso! Il poveraccio Cazzola (poveraccio nel senso che arriva a malapena alla fine del mese),ha paura che gli portino via qualche pensioncina, a proposito, quante pensioni e/o vitalizi prende il poveraccio?

frank173

Mar, 25/09/2018 - 13:07

Da 4.500 euro? E' cosa buona e giusta.

mainardi2000@gm...

Mar, 25/09/2018 - 15:37

mainardigiacomo Signori ignoranti: non viene fatto un calcolo sui contributi versati (nessuno ne è a conoscenza, quindi non possono farlo). Allora seguono la strada dell'essere andato in pensione prima dei 67 anni della Fornero. Scusate cosa vuol dire. Io potrei essere andato prima ma in regola con i contributi in relazione alla pensione che percepisco. Quindi ladri, ed ignoranti coloro che hanno prima di me commentato.

Ritratto di mailaico

mailaico

Mar, 25/09/2018 - 15:40

(Super)Cazzola di nome e di fatto.

unosolo

Mar, 25/09/2018 - 15:48

quando hanno rubato soldi ai pensionati veri , quelli non parlamentari o politici , per quelli tutto regolare togliergli 50 / 80 euro x mese o anche 10 euro , nessuno li ha difesi eppure sono stati loro a rendere ricca e grande la Nazione che poi i politici tutti si sono regalati il meglio ,,,,,, ora gli scoccia consegnare una parte del furto ?

OttavioM.

Mar, 25/09/2018 - 16:08

Chi non ha versato i contributi è giusto che abbia un taglio della pensione d'oro, anche perchè in questi anni ha avuto più di quanto versato e nessuno gli chiederà di restituire, ma almeno per il futuro è giusto un taglio a vantaggio delle pensioni minime.

ToniDaRoma

Mar, 25/09/2018 - 18:02

Andiamo al pratico. Una volta che una pensione sia stata tagliata a 90.000 Euro lordi, potrà poi essere rivalutata (ammesso che non blocchino nuovamente le rivalutazioni)? In altre parole se nel futuro la pensione dovesse essere rivalutata a 90.100 Euro, quei 100 Euro in più verrebbero segati in modo da tenere fermi i 90.000 Euro a vita?

AntonioV

Mar, 25/09/2018 - 18:42

Signori rosiconi / buonisti, ma prima di scrivere vi siete letti la bozza della legge? Il taglio proposto non è assolutamente legato ai contributi versati, semplicemente perchè non hanno i dati per poterlo fare. E' invece legato all'anzianità contributiva che ha veramente poco a che fare con i contributi versati. E' una proposta di legge "roulette russa" che non trova riscontro nel contratt0 Lega-M5S

Robertin

Mar, 25/09/2018 - 18:45

mainardi2000 ha ragione: il problema non è politico ma giuridico

venco

Mar, 25/09/2018 - 19:13

Macelleria sociale è tagliare le pensioni basse non quelle esagerate come queste sopra i 4500

GCUK

Mar, 25/09/2018 - 19:29

parlare di "macelleria sociale" in riferimento a pensioni da 4500 euro netti in su e' un insulto al buon senso, un ipocrita farneticazione. chi da fiato alle trombe dovrebbe ragionare sulla pelle chi campa con 500 euro di pensione al mese prima di usare un certo linguaggio. l'autore ha un background che rispecchia alla perfezione la dimensione delle nefandezze che dice, sono gli esperti come questo quelli che portano voti ai cosi' detti populisti, non i tagli alle pensioni. Franco Grilli dovrebbe vergognarsi, ma si sa che per il giusto prezzo la faccia questo tipo di personaggi e' sempre in vendita

stefano_

Mar, 25/09/2018 - 19:37

colomparo, gzorzi, babilonia,frank173, mailaico, OttavioM. ecco un'accozzaglia di stupidi grillini o simili che fanno finta di non capire che dopo i tagli a queste pensioni di "privilegiati", gli stessi principi saranno applicati a milioni di altri pensionati...questo è il vero obiettivo di quei demagoghi alla di maio e, purtroppo, anche alla salvini. Tutti giacobini del cxxxo che con questo provvedimento vogliono sia raccogliere voti che soddisfare la loro sete di stupida vendetta! state tranquilli, rincitrulliti vari, che se questo provvedimento passerà poi arriverà anche il vostro turno! Ridete pure per il momento assieme a quelli che vi stanno manovrando assieme ai di maio e salvini. Siete solo degli stupidi che contribuirete a far sprofondare in un burrone questo paese assieme a voi stessi.

Blueray

Mar, 25/09/2018 - 19:53

La sforbiciata verrà restituita con tante scuse dopo la sentenza della Consulta.

illavoro

Mar, 25/09/2018 - 19:56

l'invidia regna sovrana dare soldi a chi non ha pagato contributi evadendoli ed evadendo le tasse molto spesso è meglio che non mettere le mani in tasca a chi ha comunque pagato fior di contributi e decine di migliaia di euro di tasse ogni anno mantenendo chi si ora pappa le pensioni senza avere pagato i contributi. complimenti Italia fannullona ed invidiosa

giomag42

Mar, 25/09/2018 - 20:15

Mache fine fanno i miei commenti? Capisco che spesso non sono proprio "policaly correct", ma credevo che almeno Il Giornale li avrebbe condivisi...o mi sbaglio?...

jaguar

Mar, 25/09/2018 - 20:18

Cazzola ci prende per scemi, non ci vuole un genio per capire che una pensione di 8 milioni di lire era di gran lunga maggiore di una di 4500 euro.

mariolino50

Mar, 25/09/2018 - 20:53

Chi è contento non vede più la del proprio naso, è una porta che dovrebbe restare chiusa. Quando dicono che con il contributivo prendi in base ai contributi mentono, si tengono più della metà, ne ho le prove dirette nella parte di pensione contributiva che ho, una cosa indecente, un vero furto, era molto più equo il vecchio sistema, e anche con quello non riavevi il maltolto.

Ritratto di elio2

elio2

Mar, 25/09/2018 - 22:03

Dare peso al pensiero di Cazzola che non sa neppure ciò che dice, ci vuole coraggio. Sono anni che le pensioni non vengono rivalutate e quello si preoccupa di chi supera i 4.500 euro al mese, chiamandola macelleria sociale? Chi prende più di quanto ha versato, escluso le pensioni di reversibilità, lavori disagiati e pochi altri casi, dovrebbero tutte essere ricalcolate, su quanto effettivamente versato, ma certamente ci saranno ancora dei privilegiati, che continueranno a incassarla come prima, grazie a qualche diritto acquisito, che non vale per i pensionati veri, che hanno versato per 40 o più anni.

kobler

Mar, 25/09/2018 - 22:11

Se questa sarà macelleria sociale allora saremo fortunati perché stiamo uscendo dal tritacarne usato dai vari regimi passati!

kobler

Mar, 25/09/2018 - 22:16

Comunque chi ha versato per avere anche più di 5000 euro/mese alla fine li avrà perché sarebbe anticostituzionale negarlo e l'azione sarebbe passibile di reati vari