Silvio Berlusconi: "Compito di Fi è rinnovare Italia e politica, senza rottamare"

Silvio Berlusconi illustra alcuni punti del programma che Forza Italia intende portare avanti, a partire dalla riduzione delle tasse e dall'istituzione di una pensione minima e di una speciale per le mamme

Centro-destra unito, pensioni, attenzione al Sud, meno tasse e meno Europa sono alcuni dei temi toccati da Silvio Berlusconi in un messaggio inviato in occasione della manifestazione "L'Albero della Libertà - Ripartiamo dalle nostre radici", in svolgimento a Pescara.

"La fragile bellezza dell'Abruzzo rende la vostra regione ancora più vicina al mio cuore. I drammi che avete vissuto, da quello dell'Aquila nel 2009 a quello di Rigopiano poche settimane fa, sono pagine tristi e dolorose nelle quali la gente abruzzese ha dato però il meglio di sé - ha commentato il Presidente in un messaggio inviato al coordinatore di Forza Italia in Abruzzo, Nazario Pagano - La civiltà, la forza, la dignità che ho trovato nella gente d'Abruzzo quando sono venuto tante volte all'Aquila dopo il terremoto mi resteranno per sempre nel cuore".

Una pensione per le mamme

"Noi proponiamo fra le altre cose meno tasse (nessuna tassa sulla prima casa, nessuna imposta di successione e nessuna tassa sulla prima automobile), meno Stato (no all'oppressione fiscale, all'oppressione burocratica, all'oppressione giudiziaria), meno Europa con una seconda moneta nazionale, no bail in per le banche, no alle politiche di austerità che ci hanno affossato e sono un frutto miope delle burocrazie europee. Proponiamo una pensione minima di 1.000 euro per tredici mensilità, proponiamo una pensione per le nostre mamme che dopo una vita di lavoro e di sacrifici hanno diritto ad una vecchiaia serena e dignitosa - prosegue il leader di Fi - Abbiamo una particolare attenzione verso il Sud, con l'orgoglio di essere stati il governo che per il Sud ha fatto di più in assoluto, in termini di infrastrutture, di investimenti, di lotta alla criminalità, di controllo dell'immigrazione clandestina".

Rinnovare senza rottamare

"Un centro-destra unito, compatto, a trazione liberale può davvero vincere e cambiare l'Italia. Questo è il grande compito che spetta a Forza Italia. Un Movimento Politico che dev'essere capace, come lo è stato da quando siamo discesi in campo 23 anni fa, di rinnovare la politica italiana, nel linguaggio, nei metodi, nelle persone, nei contenuti - spiega Silvio Berlusconi - Noi non abbiamo mai voluto imitare i vecchi partiti, le loro burocrazie, i loro apparati costosi, non siamo mai diventati un partito di professionisti della politica. Anche oggi stiamo lavorando per portare nelle istituzioni, senza rottamare nessuno, donne e uomini che vengano dalla società civile, dalle professioni, dal lavoro, che abbiano dimostrato concretamente di essere persone serie, preparate e credibili. A loro vogliamo riservare almeno la metà dei posti nelle nostre liste".

Finanziamenti a Forza Italia

"Ci hanno combattuto in tutti i modi, i tanti professionisti della politica, in questi vent'anni, con aggressioni mediatiche e giudiziarie senza precedenti, con brogli elettorali, con leggi liberticide come la par condicio. Oggi hanno inventato un altro metodo, come sapete: una norma che mi impedisce di continuare a finanziare, come ho sempre fatto, l'attività del nostro Movimento - ricorda il Presidente di Forza Italia - Per questo abbiamo ancora ridotto all'osso la nostra struttura organizzativa, basandoci quasi totalmente sul volontariato, e abbiamo trovato tante persone entusiaste e disponibili. Però alcuni costi esistono, ed è necessario l'impegno di tutti anche su questo fronte. Per questo vi invito a responsabilizzare tutti i nostri militanti, elettori, simpatizzanti, proprio in questo periodo dell'anno, sullo strumento del 2xmille. È un metodo che non costa nulla a chi aderisce, basta indicare il codice F15 sulla Vostra dichiarazione dei redditi: un metodo che ci consente di raccogliere risorse importanti per le nostre battaglie di libertà".

Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 07/04/2017 - 21:12

Come si possa credere ancora ad un cialtrone simile, è inammissibile. Nel 2008 aveva una maggioranza schiacciante, poteva veramente cambiare l'Italia, cosa ha cambiato? Nulla, in più s'è fatto beccare a trastullarsi con giovani ragazze passando per chissà cosa quando a sinistra ne fanno di molto peggio ma sono coperti dalla stampa e dalla magistratura. Inoltre ha la testa dura, non gli permetteranno di rientrare in politica.

salvatore40

Ven, 07/04/2017 - 22:27

ogni giorno Berlusconi respira e aspira, con perfetta fantasia e grandi sogni. Non si rassegna, avrebbe potuto passare il testimone, ma è incatenato all' Ego...

umbe65it

Sab, 08/04/2017 - 01:33

Caro Berlusconi, negli anni addietro, purtroppo, di cialtroni ne ha imbarcati anche lei, e non pochi. Personaggi non dello stesso calibro, ma della stessa indole di verdini, nel suo partito ce ne sono ancora. Se spariscono potrei tornare a votarla, altrimenti non se ne parla. Faccia però un'accurata pulizia, se dà solo una spoverata non andrà più da nessuna parte.

ivanox

Sab, 08/04/2017 - 02:48

Chi ipotizza di reintrodurre sotto qualsiasi forma la Lira ha sicuramente in animo di iniziare a stamparne a vagonate per pagare stipendi, pensioni, debito pubblico, BTP, BOT, CCT, ecc, mediante Lire-Carta-Straccia di infimo valore. Gli italiani precipiteranno nella miseria a seguito di svalutazioni continue e l'acquisto di beni e servizi sarà un miraggio per il costante aumento dei prezzi. L'apparente benessere degli anni '80 e '90 era fondato su sempre nuovi debiti per ottenere il consenso elettorale che ora ci troviamo a dover pagare. Chi ha buonsenso si tiene gli Euri (moneta di valore sicuro) e lascia le Lire-Carta-Straccia ai politici che le ripropongono!

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 08/04/2017 - 07:42

Magari, ma, anche per ragioni di età, Berlusconi non è più credibile; ha avuto tutto il tempo ed i numeri per farlo ma non l'ha fatto (dire che è stata colpa degli alleati non basta). E' l'unico capo (non) politico italiano degno del suo ruolo, ma ora deve lasciare spazio ad un successore di spessore. Di Maio e Di Battista hanno molto più carisma di tutte le mezze tacche adulatrici che lo circondano messe insieme. Per definizione, una destra senza un capo carismatico non è una destra.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 08/04/2017 - 07:49

E' incredibile. Questo figuro ancora circola a parlare di Italia dopo che è stato condannato a 4 anni di galera? Condannato per aver truffato il Fisco, ergo lo Stato, ergo il popolo italiano!!!!!!!!!!

cicero08

Sab, 08/04/2017 - 08:22

non mi sembra una buona idea soprattutto dopo il successone di Renzi con la rottamazione delle cartelle Equitalia...