La sinistra manda in soffitta le regole sulla legittima difesa

Dopo aver stravolto il testo del centrodestra, il Pd alla Camera fa rinviare il dibattito In rivolta Forza Italia, Lega e Fdi: «Non vogliono proteggere i cittadini onesti»

La legittima difesa può attendere. Almeno secondo il Pd che così provoca la sollevazione di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia a Montecitorio perché, fanno notare dai banchi del centrodestra, mentre la sinistra rimanda la discussione furti, rapine ed aggressioni non si fermano. Seduta incandescente ieri alla Camera teatro di un durissimo scontro tra Lega, Fi e Fdi uniti contro la scelta del Partito democratico che ha prima annacquato la proposta di modifica dell'articolo 59 del codice penale in materia di legittima difesa e poi, vista la bagarre in Aula, ha deciso di rimandare la seduta e la discussione sulla legge. Il confronto in Aula è partito subito con toni molto caldi. In piedi tra i banchi del centrodestra molti deputati mostravano sotto le giacche la maglietta con la scritta «La difesa è sempre legittima». Sotto accusa lo stravolgimento del testo iniziale targato centrodestra presentato in commissione Giustizia ed in particolare la modifica voluta dal Pd, che prevede la possibilità di esercitare il diritto di legittima difesa soltanto quando si versa in uno stato di «grave turbamento psichico». L'azzurro Francesco Paolo Sisto, avvocato, fa notare come sia difficile determinare «la portata giuridica del concetto di grave turbamento psichico previsto affinché vi sia l'esenzione dalla responsabilità penale di chi si difende». Per Sisto si tratta di un «obbrobrio giuridico». Una mossa del Pd, aggiunge, che punta sostanzialmente ad «impedire al centrodestra di tutelare i cittadini ed il loro diritto a difendersi».Anche Daniela Santanchè indossava la maglietta che rivendica il diritto a difendersi da parte del cittadino. «L'approccio del Pd è tutto ideologico - attacca la Santanchè - La verità è che proprio non ce la fanno ad affrontare il tema sicurezza e si sono sottratti al dibattito. Scappano come ladri dal Parlamento, non hanno il coraggio di metterci la faccia».Le proteste più rumorose sono arrivate dai banchi della Lega che ha accusato il Pd di aver «scippato» la proposta di legge per poi stravolgerla. Toni accesi e provocazioni hanno caratterizzato tutti gli interventi del Carroccio dopo che il relatore Nicola Molteni aveva già rinunciato al suo ruolo e tutti i deputati della Lega avevano ritirato le firme dal provvedimento.«Salva ladri, svuota carceri, benefici ai criminali - attacca il leghista Davide Caparini - Non è possibile far passare l'ennesima legge a favore dei delinquenti che lega le mani ai cittadini onesti sempre più vittime di attacchi a beni e persone care».La protesta del Carroccio si estende anche fuori dal Parlamento. Sulla questione interviene il governatore del Veneto, Luca Zaia. «Gli italiani e i veneti hanno bisogno di sentirsi protetti e chiedono di non essere considerati dei criminali se si vedono costretti a difendere la propria casa, il lavoro, la famiglia da un delinquenza sempre più aggressiva - dice Zaia - Non rispondere ad una diffusissima aspettativa della gente significa incapacità di governare».Ignazio La Russa, Fdi, fa notare come sia stato leso anche «il diritto dell'opposizione ad avere un proprio testo perché la maggioranza si avvale della potestà di cambiarlo radicalmente». Per Fdi, conclude La Russa, «la difesa è sempre legittima».Tocca a Walter Verini, capogruppo Pd in Commissione Giustizia, difendere la scelta della sinistra. Il rinvio è stato deciso, dice, «per impedire uno spettacolo triste fatto di propaganda».

Annunci

Commenti

Cheyenne

Ven, 11/03/2016 - 08:35

io vorrei che i criminali svuotassero le case di questi delinquenti del pd. Purtroppo sono ben protetti. Ma polizia e CC non si vergognabo a proteggere questi delinquenti

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 11/03/2016 - 08:43

Non c'è nulla da fare: la sinistra non vuole che il cittadino possa difendersi. E' obbligato a subire furti e violenza senza poter minimamente reagire, pena il carcere o l'esborso di ingenti quantità di denaro. Finché gli italiani continueranno a votare questa sinistra, per il cittadino onesto non c'è speranza!!

tonipier

Ven, 11/03/2016 - 08:51

" I CRITERI DI SELEZIONE DEI GIUDICI" Soltanto una radicale inversione di corrente, potrà preservare la società italiana dalla definitiva dissoluzione politica-e sociale e garantire la introduzione di strutture e di organi funzionali e capaci di portare nella realtà concreta valori sinceri di antiretoricità, di eticità, di rinvigorimento dei costumi sociale di legalità. Non vi può essere società senza diritto. il diritto alla "difesa".

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 11/03/2016 - 08:54

Eppure.....tutte le sere nella trasmissione Televisiva Dalla Vostra Parte, i signori del PD asseriscono il contrario di quanto riportato nell'articolo. PAZZESCO!!! PAZZESCO!!

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 11/03/2016 - 08:58

Se un malintenzionato entra in casa mia ne esce morto, alla faccia di Librandi e di quelli come lui.

giovanni951

Ven, 11/03/2016 - 08:58

le solite zecche rosse.... ignoranti ed arroganti.

rossini

Ven, 11/03/2016 - 09:19

È inutile. Convincetevi. Per i comunisti LA PROPRIETÀ È E RESTA UN FURTO. Da questa premessa deriva la loro contrarietà alla legittima difesa. Quelli di Sinistra stanno dalla parte dei ladri e degli aggressori. Le vittime, secondo la loro filosofia, devono subire, tacere e lasciarsi scannare dai lupi come agnelli.

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 11/03/2016 - 09:22

la prova provata che il partito DEMENTI e' un'abominevole idiozia e iattura, che pone la societa' completamente in mano ai criminali

morghj

Ven, 11/03/2016 - 09:25

I membri della sinistra italiana e del partito antidemocratico, confermano ogni giorno di più di avere un'intelligenza inferiore a quella di un criceto. Ho letto sui giornali che un membro del governo ha proposto di ammettere la possibilità per colui che viene aggredito in casa propria di poter difendersi sparando a quei pezzi di mexxa che dovessero introdursi a casa sua, quando in casa sono presenti bambini.Giusto, sacrosanto, ma se invece ci sono solo (si fa per dire) donne e uomini, oppure anziani, allora secondo questa raffinata testa di formaggio è legittimo lasciare che costoro rischino di rimetterci la vita?????

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 11/03/2016 - 09:29

In soffitta dobbiamo mandarci la "Sinistra" TUTTA. La legge sulla legittima difesa va rivista completamente dando ai Cittadini la possibilità di difendersi, sempre e comunque. Chiediamoci perchè le Stato difende i "LADRI".

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Ven, 11/03/2016 - 09:31

Godrei sentire che uno dei sinistri passasse un brutto quarto d'ora con i ladri in casa....

idleproc

Ven, 11/03/2016 - 09:38

La "legittima difesa" collettiva è normalmente delegata allo Stato. Questo è comodo e pratico, garantisce sia il cittadino che le forze che ne hanno il compito in quanto ci sono meno armi in giro ed è più difficile che finiscano in mano a qualche matto. Sepperò la scelta politica è quella di una invasione programmata a prevalenza "maschile" magari con un bel po' di ex-mercenari o semi-professionisti che invece dis tare a difendere casa loro "emigrano", le cose cambiano. La situzione diventa quella di faine in un pollaio. Il Pollo Sovrano quindi chiederà a gran voce in una prima fase di fare da solo legalmente e in una seconda fase non si preoccuperà più se sia legale o no visto che sono in ballo le regole di sopravvivenza. Non è che chi ha creato il problema possa illudersi che andrà diversamente.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 11/03/2016 - 09:39

Per forza sono i maggiori collaboratori di questo colabrodo di delinquenti che entrano e arricchiscono i centri d'accoglienza e tutto il business che ci gira intorno. Non sia mai che in Italia si inizi a sparare per legittima difesa, i clienti andrebbero altrove.

piertrim

Ven, 11/03/2016 - 09:48

Poveretti non hanno nemmeno il tempo di aiutare i cittadini onesti a difendersi, perché a loro interessano solo gli extracomunitari, i gay, i rom e le coop varie. Ma, con questo sistema, se credono di continuare a sbafare a lungo si sbagliano sicuramente.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 11/03/2016 - 10:10

Il problema gravissimo dei pidioti è che se votassero una legge a favore degli Italiani onesti,i delinquenti,loro compari di merenda, NON LI VOTEREBBERO più!Ciaparatt

Joe Larius

Ven, 11/03/2016 - 10:16

Signori: comperate e leggetevi il glorioso "Manifesto del Partito Comunista" del Karluccio Marx versione originale: vi troverete la spiegazione di tutto quanto sopra.

avallerosa

Ven, 11/03/2016 - 10:25

Ci dimentichiamo ssempre del detto:QUELLO CHE E' MIO E' MIO QUELLO CHE è DI TUTTI E' NOSTRO.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Ven, 11/03/2016 - 10:26

Purtroppo temo che #rossini abbia ragione: per la sinistra la proprietà è e rimane un furto! Se a questo principio ideologico sommiamo la volontà di non nuocere agli stranieri "operanti" sul suolo italiano, per motivi ancora ideologici ma anche di interessi economici, abbiamo un quadro sintetico che spiega il comportamento del PD e dei suoi compagni di merende.

scarface

Ven, 11/03/2016 - 10:43

Per quale motivo il (P)artito (dei) (D)elinquenti dovrebbe tutelare le persone oneste ? Sarebbe una clamorosa contraddizione in termini (ed intenti).

Aegnor

Ven, 11/03/2016 - 10:48

Non possono mettersi contro al loro ste4sso bacino votante,è un controsenso

PatriaNuova

Ven, 11/03/2016 - 11:03

Tutto nelle norma. Il pd/bolscevico non sopporta la proprietà privata "degli altri" considerandola un furto. La norma da scrivere è di una semplicità estrema: la proprietà privata è un diritto e chi la infrange.....muore. Tra l'altro non ci sarebbe assolutamente un aumento di porto d'armi poichè per la difesa della propria casa e dei suoi abitanti serve solo l'autorizzazione alla detenzione presso il proprio domicilio senza possibilità di portare l'arma all'esterno.

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 11/03/2016 - 11:47

allora riassumiamo la "filosofia" del PartitoDementi: far entrare caterve di nullafacenti e reietti INIDENTIFICATI, lasciarli liberi di scorrazzare indisturbati per il paese, farne entrare ancora, NON AVERE IL CONTROLLO DEL TERRITORIO E NON AVER RISORSE PER FARLO, RIDURRE LE RISORSE DELLE FORZE DELL'ORDINE,E nonostante ciò ridurre e condannare la legittima DIFESA..schifare le ronde..morale solo dei DEFICENTI, FOLLI, CRIMINALI..possono avere un simile atteggiamento. le armi andrebbero usate..altro che coi "criminali"...

unosolo

Ven, 11/03/2016 - 13:38

a questo punto diventa illegale pagare la tassa sulla proprietà . in casa o nel posto di lavoro o nella mia auto mi devo difendere , lo Stato è assente , non abbiamo la sicurezza e paghiamo la tassa sulle proprietà o mi difende la Stato anche dai giudici o ci difendiamo da soli decidete ma non lasciatevi prendere dalla paura di calcare la mano sui cattivi , è solo la paura che vi impedisce di fare leggi serie e di farle rispettare in pieno .,

Ritratto di hermes29

hermes29

Sab, 12/03/2016 - 06:05

La sinistra (Monti-Letta-Renzi) non solo hanno affossato la legittima difesa, ma principalmente e determinamente hanno cancellato la classe borghese. Questa amara realtà oggi è in evidenza con le multiple rappresentazioni televisive di estrema povertà ed angoscia sociale, perchè i poveri allora sopravvivevano impiegandosi al servizio umile della borghesia, oggi inesistente. Questo conflitto comunista continua ad esistere perchè nel suo essere apparentemente una lotta di classe per militanti, in verità è l'unica ragione di esistere politicamente: l'importante è dividere ed accentuare le differenze di classe: senza dare alternative o soluzioni economicamente valide. Il dissidio o odio perenne è la vittoria del socialcomunismo.