Smascherato il Pd: controllava L'Unità con lo 0,01%

La Gabanelli inchioda i dem: grazie a un patto parasociale il partito decideva presidente, ad e direttore, pur detenendo solo lo 0,01% delle quote

Che L'Unità fosse da sempre l'organo ufficiale prima del Pci e poi del Pd non è mai stato un mistero.

Ufficialmente, però, il quotidiano fondato da Antonio Gramsci è stato posseduto sempre e solo da privati. Oggi però un servizio di Emanuele Bellulo per Report su Rai3 che andrà in onda questa sera svela un inedito retroscena: il partito di Renzi avrebbe controllato tutto, del quotidiano, grazue a una società che possedeva appena lo 0,01% delle quote.

Il tutto sarebbe stato reso possibile da un patto parasociale, finora tenuto segreto, stretto tra Eventi Italia Srl, interamente di proprietà del Pd, il segretario sardo piddì Renato Soru, la Monteverdi Srl (di proprietà di Soru e del fratello Emanuele), oltre che della Gunther Reforming Holding Spa.

In questo patto, di cui dà notizia anche il Fatto Quotidiano ripreso da Dagospia, sarebbe previsto che la Eventi Italia Srl possa nominare un consigliere d'amministrazione e debba esprimere "previo assenso" su direttore, amministratore delegato e presidente del foglio fondato da Gramsci. Il placet della società del Pd sarebbe stato inoltre necessario per approvare bilancio e piani industriali, acquistare immobili e assumere finanziamenti.

Incalzato dai cronisti della Gabanelli, il tesoriere del Pd Francesco Bonifazi ha tirato in ballo il socio di maggioranza assoluta del quotidiano, Matteo Fago, "che aveva la responsabilità". Il quale però sembra cascare dalle nuvole, svelando peraltro quello che agli occhi di tutti è il più classico dei segreti di Pulcinella: "Il Pd (...) ci ha sempre imposto le scelte o ci ha impedito di fare scelte di un certo tipo - spiega ai microfoni di Report - una volta perché c’erano le primarie, poi c’erano le elezioni (...) Di fatto non si poteva fare niente. E questo con lo 0,01% delle quote”.

Ora che la società editrice è fallita e il tribunale ha stabilito il pignoramento dei beni del direttore Concita De Gregorio e di diversi giornalisti, quale sarà la posizione del Pd e la sorte di Eventi Italia Srl?

Commenti

Atlantico

Lun, 11/05/2015 - 17:49

Quindi Gabanelli non è più 'comunista' ? O è ancora 'comunista' ma non è vero che i 'comunisti' si aiutano tra di loro come avete sempre detto ? :-)

mister_B

Lun, 11/05/2015 - 17:56

per il Giornale oggi la Gabanelli è una brava e bella giornalista.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 11/05/2015 - 18:00

Trattasi di democrazia, governo del popolo, equa divisione: c'è chi comanda, chi paga, chi incassa. A OGNUNO IL SUO COMPITO.

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Lun, 11/05/2015 - 18:08

La gabanelli ora inchioda aahhahahaha poveracci come siete messi, la prossima trasmissione che vi tocca ridiventa stronza? li trattate come ebeti i vostri poveri lettori

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Lun, 11/05/2015 - 18:09

La gabanelli ora inchioda aahhahahaha poveracci come siete messi, la prossima trasmissione che vi tocca ridiventa stronza? li trattate come ebeti i vostri poveri lettori

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 11/05/2015 - 18:19

riecco, i metodi mafiosi della sinistra! :-) poi dicono che berlusconi faceva leggi ad personam per propri interessi! poracci, la coerenza neanche sanno cosa sia!! delinquenti, mafiosi, venduti....

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 11/05/2015 - 18:47

un altro schifo smascherato dalla gabanelli e non dalla magistratura....una cosa da vomito: facevano debiti su debiti per un giornale finito, come del resto la loro ideologia che ha fallito in tutto il mondo, sapendo che rogitando gli immobili alle loro fondazioni i loro finanziatori si sarebbero rivalsi sullo stato.....e quindi pagheremo noi. Fanno semplicemente schifo!!!...e se gli italiani continuano a votare questi vermi schifosi, allora è proprio vero quello che diceva curchill : "ogni popolo ha il governo che si merita!", se neanche davanti a queste cose ci si sveglia, ci meritiamo il peggio del peggio se il PD continua ad avere il consenso popolare.

Giorgio5819

Lun, 11/05/2015 - 18:55

La solita porcata rossa, niente di nuovo.

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 11/05/2015 - 19:09

e come se non bastasse, il loro tesoriere davanti alla telecamera si vantava dicendo di essere stato bravo a fare tutta l'operazione, praticamente si vantava di averlo messo in quel posto a tutti gli italiani!!!....senza vergogna e senza pudore...ma cosa deve succedere in questo paese affinchè qualcuno vada a prenderli a schiaffoni e a pedate nel cxxo???

piertrim

Lun, 11/05/2015 - 19:11

La Gabanelli ha dimostrato, con l'intervista a Sposetti, le furbate delinquenziali del PD, che per non rispondere alla chiamata in causa dei suoi editori e giornalisti per l'enorme solito buco da 125 milioni che hanno fatto, ha convogliato tutti i suoi beni in una fondazione che risulta inattaccabile ai sequestri.

Ritratto di sempreforzasilvio#

sempreforzasilvio#

Lun, 11/05/2015 - 20:25

Ma ora che dice cose che ci piacciono, la Gabanelli diventa attendibile? Ma quanto siete ridicoli?

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 11/05/2015 - 20:26

Eh si`, le proprieta` degli organi di propaganda dei partiti sono spesso delle vere e proprie "coperture", a volte addirittura in famiglia... Piuttosto, che ci dite della Diavolessa Gabanelli, tanto disprezzata come agente bolshevica? E magari ricordateci anche l'ultima volta che un giornalista del Giornale ha osato smascherare qualche malefatta dell'editore di riferimento...

Pelican 49

Lun, 11/05/2015 - 21:13

L'Unità e fallita e la direttora ha da paga' .... per la gioia di tutti.

GUARDACOMEDONDOLI

Lun, 11/05/2015 - 21:13

E' mia opinione che, forse, è stato stato troppo semplice individuare la responsabilità della Signora De Gregorio per le vicende risarcitorie di cui tratta l'articolo. Visto lo scenario societario che si apre con la individuazione della quota PD e del potere di cui "il partito" godeva, a me viene in mente la figura dell'imprenditore occulto: figura che di fatto gestisce e governa una società anche se altri, "le teste di legno", compiono operazioni. E' configurabile in un simile contesto ? Se sì sarebbe interessante capire fin dove arriva la effettiva responsabilità in sede civile della signora De Gregorio. Saluti r.s.

GUARDACOMEDONDOLI

Lun, 11/05/2015 - 21:23

Ho letto la notizia e mi viene in mente che nel nostro ordinamento esiste la figua dell' "imprenditore occulto": in altri termini, si individua colui che effettivamente governa una società anche se non figura. Potrebbe adattarsi alla situazione ed alle vicende societarie dell'UNITA' ? Saluti r.s.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 11/05/2015 - 21:33

Ancora una volta la conferma che PCI, PDS, DS, PD, sono sempre la stessa cosa: una banda di Ladri e Farabutti.

tRHC

Lun, 11/05/2015 - 22:43

Atlantico:quindi se adesso qualcuno ha un senso di ammirazione della zigzagante Gabanelli,vuol dire che questi non sono piu' mafiosi,ladri e magnaccia rossi?

Povera_Italia_75

Mar, 12/05/2015 - 05:58

Tutti parlano di tutto, pero nessuno dice il fatto piu importante, il direttore del UNITA deve pagare no per il fallimento, deve pagare per le diffamazioni a mezzo stampa,che la magistratura a riconosciuto hai diffamati da questo giornale, quindi dove lo scandalo?? la prossima volta meglio publicare cose vere!!

Tipperary

Mar, 12/05/2015 - 06:28

Trinariciuti erano e trinariciuti restano. La gabanelli , a quanto pare, arriva un po' in ritardo con la sua inchiesta sul fatto. Forse non e' stata assecondata dal pd? Vendetta?

Duka

Mar, 12/05/2015 - 07:34

E' un partito di ladri e imbroglioni da sempre che non ostante il cambio d'abito comunista è e rimane. Nessuno di coloro che vota questo partito può dire di aver mai visto un della momenklatura lavorare o con le mani sporche di terra. Eppure si sono eletti a difesa dei lavoratori facendo leva sulla loro arma migliore IMBROGLIARE. Ottengono voti non ostante tutto. L'ottusità di troppi italiani è davvero incomprensibile; più li freghi più godono della fregatura.