Sondaggio Pagnoncelli: un italiano su due non vuole l'Italicum

Il 51 per cento si dice contrario alla riforma della legge elettorale: critiche sui capilista bloccati

L'Italicum si prepara alla prova del voto. Mentre nel Pd è guerra aperta tra il premier e la minoranza dem gli italiani cominciano a farsi qualche idea sulla nuova legge elettorale che il governo si appresta a varare. La percezione è che l'opinione degli italiani è cambiata. Nell'arco di un anno, come rileva un sondaggio di Nando Pagnoncelli, nell'arco di un anno le posiizoni sull'Italicum si sono letteralmente capovolte. A marzo 2014, subito dopo l'insediamento del governo Renzi, prevalevano nettamente i pareri favorevoli con il 58 per cento di consensi per la riforma della legge elettorale. Ma già a dicembre scorso i contrari erano tornati in testa con un 45 per cento di pareri negativi sull'Italicum e un 32 per cento di favorevoli. Ora che lo scontro in Aula è vicino, proprio questa settimana il premier col governo deciderà se porre la fiducia sulla legge elettorale, arriva una sonora bocciatura dai sondaggi.

Infatti, sempre secondo la rilevazione di Pagnoncelli, i giudizi negativi sull'Italicum adesso toccano il 41 per cento contro il 34 dei pareri positivi. Il punto che più fa discutere riguarda la presenza del capolista bloccato nei 100 colleggi elettorali. Il 61 per cento degli italiani afferma di essere contrario mentre solo il 26 si dice favorevole.

Commenti

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 26/04/2015 - 09:51

E' UN DISASTRO, SBARRAMENTO AL 3% VUOL DIRE ANCORA DI VEDERE IN AULA GENTE COME ALFANO E VENDOLA, IL SENATO CHE NON SI SA A COSA SERVE, TANTO VALE ELIMINARLO PER SEMPRE, DI RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI NON SE NE PARLA, INSOMMA QUESTO ITALICUM E' UNA SCHIFEZZA COME IL SUO MENTORE, L'ILLUSIONISTA BUGIARDO FIORENTINO.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 26/04/2015 - 09:51

E quindi? Sai che frega al palazzo di quello che vogliono gli italiani.

st.it

Dom, 26/04/2015 - 09:55

sembra che questa legge elettorale sia la copiatura malfatta di quella precedente , però deve essere costituzionale a costo di dimissionare tutta la commissione .

Giulio42

Dom, 26/04/2015 - 10:00

Io dico si non perché è una buona legge, ma perché spero che alla fine esca un vincitore e che questo possa Governare. La burocrazia ci sta uccidendo, siamo gli ultimi a utilizzare le nuove tecnologie, ci stanno invadendo e potrei continuare all' infinito. Chi sarà chiamato a Governare, non avrà scuse e se non riformerà il paese sarà solo per incapacità.

linoalo1

Dom, 26/04/2015 - 10:04

E' proprio un sondaggio del cxxxo!Primo:chi lo ha indetto,di che Partito è?Secondo:chi lo ha fatto fisicamente,a chi si è rivolto?Io,non sono stato interpellato ed i Media non ne hanno parlato!Quindi,come si fa ad affermare che il 51 percento degli Italiani ha risposto i un modo?E poi,il 51 percento di quanti Italiani intervistati?taliani di quale Colore Politico?Queste notizie,sicuramente strumentalizzate,per decenza,non dovrebbero nemmeno essere pubblicate,altrimenti,qualche Ignorantone,ci crede!E poi,tanto per finire,quanti Italiani conoscono esattamente i termini di questa Nuova Legge Elettorale?E,quindi,come possono giudicarla se non la conoscono?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 26/04/2015 - 10:11

e se dicono no, forse è perchè ha ragione berlusconi? :-)

AH1A

Dom, 26/04/2015 - 10:29

...ma solito articolo fuorviante...in realtà crescono i favorevoli e diminuiscono i contrari...

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 26/04/2015 - 10:31

scassa domenica 26 aprile 2015 I compagni hanno messo le mani rapaci attorno al collo della democrazia e non molleranno più la presa ,perché gli eroi sono finiti e rimangono solo le zecche ,che come è noto ,succhiano sangue di mestiere ,quindi a cosa serve la legge elettorale ? Nelle loro mani è solo una truffa e tale resta anche se la dipingono mi oro !!!!!!!!!!!!!!scassa.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 26/04/2015 - 10:32

A volte gli Italiani ci mettono molto a capire, ma in fine capiscono. Confesso di aver sperato anche io in Renzi, ma poi ho capito, rapidamente, con la stessa rapidità con cui lui faceva le sue fregnacce, cominciando con gli 80€ incostituzionali, sui quali il Cav, malgrado Brunetta lo avesse detto, ha preferito passare sopra, sperando di tenere ferme le bocce in attesa di “tempi migliori; un’ attesa assurda quanto fallimentare, ed il furbetto ne ha approfittato per sfornare tutte le sue furbate, ora indigeribili perfino a Bersani e D’Alema.

elpaso21

Dom, 26/04/2015 - 10:36

Certo, dato che la legge elettorale non va, non ci resta che aspettare che Berlusconi vinca le elezioni e ne faccia una lui.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 26/04/2015 - 10:37

L’Italicum è una autentica porcata, giustificata solo dal programma partitico dittatoriale concepito da Renzi. Una legge che vuole assicurare agli uomini della poltica che la base elettorale non possa esprimere personalità non gradite alla “casta”: si vuole fermamente mantenere il privilegio partitico che al parlamento arrivino solo i designati dalla politica, senza aprire a forze nuove che non offrano adeguate “garanzie”, soprattutto che non siano oneste, come il popolo bue le vorrebbe.

VittorioMar

Dom, 26/04/2015 - 10:48

..avremo occasione di valutare l'operato del Presidente della Repubblica e apprezzeremo o criticheremo!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 26/04/2015 - 11:28

Il presidente della repubblica si è già espresso il 25 aprile,non a favore di tutti gli italiani,non superpartes.

unosolo

Dom, 26/04/2015 - 11:40

parliamoci chiaro una legge elettorale che inizialmente occorrevano tre mesi al massimo dopo tre anni ancora vacilla e forse peggiora in quanto non accettata da tutte le forze politiche e senza discussione sarà il caso di mandare tutti a casa e ricominciare daccapo cambiando tutti i politici fannulloni e autoritari , abbiamo perso milioni per non aver fatto nulla di buono anzi regalato soldi 80 euro per mantenere la poltrona.

gillette

Dom, 26/04/2015 - 12:10

Non capisco come alle persone non spaventi il premio al partito invece che alla lista. Possibile che quelli di destra non si rendono conto che il premio al partito vedrà sempre vincitore il PD ad ogni elezione? e non capisco come mai i giornali moderati non puntino il dito su questo ENORME pericolo per la democrazia!!!

moranma

Dom, 26/04/2015 - 12:20

gli italiani sono un popolo veramente strano, qualche hanno fa hanno bocciato sonoramente le preferenze con un referendum seguendo la maggior parte dei politici che in quel periodo si sgolava nell'affermare che le preferenze portavano solo corruzione e vendita dei voti ( cosa tra l'altyro vera , basti pensare alle regioni). Ora che le preferenze, giusto per contrastare Renzi, sembra siano diventate la panacea di tutti i ali...anche l'opinione pubblica cambia idea...che popolo di pecoroni!!!!!!!

agosvac

Dom, 26/04/2015 - 12:41

Non credo che agli italiani importi poi tanto delle liste bloccate. In fondo c'è stato un referendum che aveva bocciato le preferenze. Credo che l'ostilità nei confronti dell'italicum sia dovuta più al premio di maggioranza alle liste e non alle coalizioni. Renzi, forte del suo 40% alle europee, ha cercato di fare una legge elettorale che premia il partito. Ma anche questo è sbagliato perché vale solo se appena il 50%degli aventi diritto al voto andasse a votare. Se solo ci andasse il 70% Renzi potrebbe avere delle molto triste sorprese!!! Questa è l'unica speranza che resta agli italiani: che a votare ci vada una grande percentuale di aventi diritto al voto. Infatti mi sembra difficile che l'italicum non sia votato, perché la minaccia di elezioni anticipate terrorizza i sinistroidi molto di più che quelli del centro destra.

squalotigre

Dom, 26/04/2015 - 13:13

linoalo1- forse gli italiani non conoscono la nuova legge elettorale di Renzi, però molti hanno conosciuto una legge analoga, quella che prende il nome di Acerbo. Che è egregiamente servita al Duce per impadronirsi del Paese pur avendo in quel tempo meno del 20% del consenso. Poi gli italiani sono diventati tutti fascisti. Comprese persone come Bocca o Scalfari che scrivevano sui giornali a sostegno della superiorità raziale degli ariani e che poi, alla caduta di Benito, sono diventati partigiani. Evviva.

moshe

Dom, 26/04/2015 - 13:37

State sereni! i pidioti voteranno la fiducia, piuttosto che perdere la poltrona, venderebbero la madre!

moshe

Dom, 26/04/2015 - 13:38

La vera LIBERAZIONE, deve ancora arrivare !!!

Paolino Pierino

Dom, 26/04/2015 - 13:53

Che Italicun Italicun di Renzi nominatelo per quello che in realtà è. SPREGEVOLE PERNICIOSA DITTATURA

Villanaccio

Dom, 26/04/2015 - 14:33

Un parlamento di buffoni di destra e di estrema sinistra. La nuova legge elettorale viene concordata con tutti compreso Berluconi, modificata ed approvata alla camera da tutti. Va al senato, rivista ed approvata da tutti (destra e sinistra) . Ora che ritorna alla camera per l'ultima approvazione non va piu' bene a nessuno? Buffoni!

Ritratto di ...superciuck....

...superciuck....

Dom, 26/04/2015 - 14:34

lo SCONCIO RENZUSCONCELLUM, figlio dell'INCIUCCIO PD PDL P2

Villanaccio

Dom, 26/04/2015 - 14:35

Brunetta, se cade il governo,....se ne fa un altro. Ci vuoi andare tu?

magnum357

Dom, 26/04/2015 - 14:36

La putain de la republique !!!!

luna serra

Dom, 26/04/2015 - 14:43

dopo questo sondaggio Renzi non farà il Referendum come promesso

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 26/04/2015 - 15:52

scassa domenica 26 aprile 2015 Non c'è più niente da fare ,ma è stato bello sognare,una sinistra sincera ed un felice futuro ...ma perché lo stiamo prendendo ...prendendo ...prendendo nel c..o ? Perché siamo dei pecoroni e lo si vedrà molto presto ; i compagni andranno a votare intruppati e noi/voi in fila al. Mare anche se piove ! Ecco perché il mondo intero ,come i crucchi ci ama ma non ci stima !!!!!!!!!!!scassa.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 26/04/2015 - 19:45

Sull'italicum devo ammettere non ne so molto e neppure mi interessa saperlo ma penso che come al solito i cittadini ancora una volta non avranno voce in capitolo. Auguro buona fortuna e una buona permanenza ai concittadini che ancora oggi restano in Italia, un tempo chiamato il Bel Paese, il Paese della pacchia e della Dolce Vita. Oggi Nazione dell'ossessione della confusione e della persecuzione dei lavoratori e della classe media. Il paradiso dei clandestini e dei Rom.