Spazzatura, il 69% è smaltito al Nord

Nuovi roghi a Torre del Greco: bruciate montagne di immondizia

Nelle ore in cui s'infiamma la polemica interna al governo sugli inceneritori, bruciano montagne di spazzatura a Torre del Greco. In pochi giorni il comune campano, provincia di Napoli, precipita nell'emergenza. L'ultimo episodio nella notte tra venerdì e sabato: cumuli di rifiuti ammassati fuori dall'isola ecologica di un quartiere dove sorgono palazzine di edilizia popolare, e un parco giochi mai nato, sono stati incendiati da ignoti. Abitanti barricati in casa, finestre chiuse, aria irrespirabile e paura delle tossine. Poi l'intervento dei vigili del fuoco. Il sindaco Giovanni Palomba alza le braccia: «Le autorità stanno indagando per verificare se si tratta di atti di esasperazione o se c'è qualcos'altro». Di certo c'è che dietro alle difficoltà di questi giorni ci sono enormi problemi di conferimento dei rifiuti negli Stir, gli stabilimenti dove la spazzatura viene triturata e imballata, «a causa dei numerosi incendi avvenuti di recente all'interno di diversi impianti in Campania». Ma anche a causa «del piano industriale voluto dalla precedente amministrazione comunale che punta sulle isole ecologiche e sul conferimento 7 giorni su 7 nei cassonetti di vicinato, anziché sulla raccolta porta a porta». Risultato: «Dalla Sapna, azienda della Città metropolitana di Napoli, ci hanno già fatto sapere che abbiamo superato le quote settimanali di conferimento e quindi la raccolta riprenderà solo domani».

Intanto la frattura Salvini-Di Maio sugli inceneritori si allarga, col primo che ne invoca uno per provincia, soprattutto in Campania, e il secondo che non ne vuole sentire parlare. Nella regione natale del grillino esiste un unico inceneritore, quello di Acerra, uno dei più grandi d'Italia con una capacità di 600mila tonnellate l'anno, a fronte di due milioni di tonnellate di rifiuti prodotti ogni anno sul territorio. Gli altri 42 sorgono in maggioranza a nord del Paese. Lo rivela un rapporto Ispra del 2016: l'Italia settentrionale ospita il 63% degli impianti. Concentrati soprattutto in Lombardia, che da sola ne ha 13, e in Emilia Romagna, che ne ha 8. Altri due sono in Veneto, uno in Piemonte, uno Trentino Alto-Adige, uno Friuli Venezia Giulia. Gli altri 14 sono distribuiti tra Centro e Sud: dieci tra Toscana, Umbria, Marche, Lazio. Uno per regione nel Mezzogiorno, due in Sardegna, nessuno in Sicilia e Abruzzo. Esistono impianti più piccoli, con capacità inferiore alle 100mila tonnellate, che funzionano parzialmente. Tanto che dei 5,4 milioni di tonnellate di rifiuti inceneriti nel 2016, il 69% è stato smaltito al Nord. Qui, infatti, arrivano anche i rifiuti prodotti al centro sud: solo la Lombardia ha ricevuto 190mila tonnellate dal mezzogiorno e ha incenerito il 34% del totale dei rifiuti urbani. Seguono l'Emilia Romagna (18%), la Campania (13%), il Piemonte (8%), il Lazio (7%), la Toscana (5%), il Veneto (4%), il Trentino Alto Adige, il Friuli Venezia Giulia la Sardegna e il Molise (2%), Puglia, Calabria e Basilicata (1%).

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 18/11/2018 - 08:26

grillini?: assurdi incapaci! degni solo della incapacità politica ed economica dei loro capi!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 18/11/2018 - 08:34

"Gigante" pensaci tu! Era una vecchia canzoncina pubblicitaria del Carosello.

Asterix il Gallo

Dom, 18/11/2018 - 08:35

Ludovica Bulian, si chiamano TERMOVALORIZZATORI, e hanno un significato se si chiamano così

maurizio50

Dom, 18/11/2018 - 09:04

I napoletani l'hanno scoperto da un pezzo. Tutta la loro spazzatura va smaltita al Nord Italia. Lo pensa anche quel Tizio messo dai 5S. a far il Presidente della Camera. Finchè i Comuni guidati dai Compagni PD e associati resteranno in mano alle Sinistre.Perchè se a Napoli " gnisun è fess", tutti i fessi della Sinistra stanno qui al Nord!!!!!!

Tranvato

Dom, 18/11/2018 - 09:09

Amministrati in questo modo possono scegliere: o affogati nei rifiuti o avvelenati dai roghi. Questo è quanto sta proponendo un loro corregionale il cui Movimento ha ottenuto il 60% dei consensi. Per vincere questa Caporetto, occorre cambiare comandante: e, se tornasse a nascere, il Gen. Armando Diaz tutto potrebbe politicamente essere, tranne che grillino!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 18/11/2018 - 09:30

Tutte le volte che vengono fatte vedere le strade del meridione si nota una variegata monnezza in sacchetti di tutti i colori,e poi a noi del nord è proibito mettere un pezzetto di carta nella plastica.E poi mi si dice "un'Italia unica"(scusate ma mi viene da ridere)SALVINI togliti da questo governo,abbandonali.Vogliono il reddito di cittadinanza ?????????????????????????????????????????

VittorioMar

Dom, 18/11/2018 - 10:01

..il Premier CONTE ha a disposizione i Ministri dell'ECOLOGIA della SALUTE dell'INDUSTRIA chieda una RELAZIONE TECNICA "COSTI BENEFICI" e li mandi in giro a valutare gli IMPIANTI ESISTENTI !!...sono posti di LAVORO DIRETTI E INDOTTI....il Ministro del LAVORO dovrebbe prenderli in considerazione ...!!

DRAGONI

Dom, 18/11/2018 - 10:03

ARRIVANO DAL NORD I RIFIUTI INDUSTRIALI E DAL SUD VENGONO RESTITUITI AL NORD RIFIUTI INDIFFERENZIATI!!CI GUADAGNANO TUTTI CON QUESTO BARATTO ALL'ITALIANA.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Dom, 18/11/2018 - 10:19

no ai termovalorizzatori, no alla raccolta differenziata, no al troppo lavoro anzi meglio no al lavoro, si a fare i mantenuti, si ai falsi invalidi, si alla spazzatura smaltita al Nord Italia (tanto quelli sono poveri fessacchiotti). loro (il Nord) debbono mantenerci perchè a noi meridionali ci hanno derubato delle nostre ricchezze (?) e quindi adesso ci devono tutto (anche il reddito di fannullanza a parziale rimborso di quello che ci hanno portato via).

rokko

Dom, 18/11/2018 - 10:28

gianniverde, vivo nel profondo nord, viaggio molto e ti posso assicurare che anche le strade delle nostre parti sono piene di sacchetti e rifiuti abbandonati ai lati delle strade. Probabilmente meno che in certo zone del sud, non saprei, ma purtroppo l'inciviltà è un qualcosa di diffuso su tutto il territorio nazionale.

MASMAZ1960

Dom, 18/11/2018 - 10:34

A Vienna il termovalorizzatore è in piena città e sono ancora tutti vivi ... i campani farebbero meglio a farsi un serio esame di coscienza invece di dare sempre le responsabilità altrove ... in questo paese bisognerebbe adottare una regola fissa valida per tutti. Non vuoi un termovalorizzatore nella tua provincia? Benissimo, tu paghi la TARI il doppio e chi smaltisce la tua spazzatura la paga la metà! Non vuoi un rigassificatore? Benissimo, tu paghi il doppio e chi ha il rigassificatore vicino lo paga la metà! Toccati sulla tasca smetterebbero tutti di farsi colpire dalla sindrome NIMBY, soprattutto gli amministratori locali che dicono sempre no per garantirsi il voto.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Dom, 18/11/2018 - 10:37

Onefrsttwo dice : Il Nord produce rifiuti e il Nord se li gestisce !!! STOP Cosa c'entra il Sud ? STOP L'industria del Nord usa 10Kg d'imballaggio ogni Kg di prodotto , e il Sud glielo torna indietro : cosa c'è di strano ? STOP Il Nord è la palla al piede del Sud e oramai dell'Europa STOP Se il Nord è arretrato tutto il resto d'Europa deve pagare ? STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhh .

peter46

Dom, 18/11/2018 - 10:50

maurizio50...(solo come capo degl'imparati')...e SE...in considerazione che negl'inceneritori,in sovrannumero al nord certo,può essere bruciata solo monnezza proveniente da 'differenziata',ed essendo il tuo nord solo al 70% della raccolta,forse,FORSE OOOH!,per non fare funzionare in PERDITA i Termovalorizzatori,c'è PROPRIO bisogno di un TOT determinato di rifiuti trattati da far bruciare e forse,FORSE OOHH!,impossibilitati ad averli appunto in loco,ABBISOGNA che si ricorra a quella,sempre proveniente da differenziata che esiste, del mezzogiorno:ti piace come scusa derivante dalla ns 'presunzione'?Vivi a Melano?Ecco...senza la monnezza campana invece dei 135eu/media abitante spenderesti na barcata in + di soldi x ammortizzare i TV(non la televisione)esistenti.(1)segue,forse.

peter46

Dom, 18/11/2018 - 11:03

maurizio50...(ora vedo che sono arrivati gli altri 'imparati',compreso quello che ci aveva 'salutati' ma è tornato al 'richiamo della foresta') .Meeelano:ultimo arrivato in tema inceneritore,Silla2,autorizzato a bruciare 900t/giorno ha dovuto aumentare fino a 1450t per vedersi 'ammortizzato'(a tue spese)in 30anni e dopo essere già 'bello e andato' molto tempo prima:e da smaltire.Si possono in virtù di st'esempi e possibilità(leggi DRAGONI)avere delle remore nel costruirli per ingrassare finora solo l'impregilo dei 'capitani coraggiosi' d'Italia ed alle loro IMPOSTE condizioni?

Lorenzo Cafaro

Dom, 18/11/2018 - 11:13

Si, ma lo fa gratis il nord? Che poi noi terroni siamo pure stupidi è vero. Purtroppo la selezione la fecero i piemuntes quando ammazzarono chi non li voleva. La tecnica degli champignon in caverna, sapete la storiella. Speriamo che pian piano si riformi una società decente quaggiù. Ora gli sciocchi purtroppo sono la maggioranza (o una minoranza aggressiva?). Quando lavoravo mandavo scarti peciosi dello stabilimento in un impianto al confine tra Lombardia e Piemonte. A 700 lire/kg. E, bruciandole, ci facevano pure energia ed acido solforico! Qui non vogliono neanche gli impianti di compostaggio, altro che le favole del sor Di Maio.

carlottacharlie

Dom, 18/11/2018 - 11:18

Il Giggi non ne vuol sentir parlare. Con le teste di legno è inutile ogni logica e, questo campano- sordo come una campana- di logica non se ne intende, anzi, non sa nemmeno cosa sia. Se dalle sue parti ne producono 2milioni di tonnellate l'anno e l'inceneritore ne può smaltire 600mila tonnellate come crede di eliminare il surplus? Lo fa mangiare ai pesci oppure sfrutterà, come sempre, il nord? E poi hanno la faccia tosta di affermare che il nord li sfrutta, 'sti scemi che sono la palla al piede del paese. Se a loro piace, lasciamoli soffocare nella loro ganga dicendogli: -E chi se ne frega del vostro pattume- risolvetevela da soli.- Credo sia arrivata l'ora di dire basta ai loro piagnistei che sono inscenati per fottere il prossimo.

Gianx

Dom, 18/11/2018 - 11:18

Questi grillo/comunisti sono una piaga!! Il problema che anche forza italia lo è....La LEGA deve governare da sola per rifare questo paese, ma non riuscirà mai purtroppo..

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 18/11/2018 - 11:21

rokko 10:28- Io abito in Friuli e giro molto, ma tutta quella spazzatura che tu dici, non l'ho mai vista! Forse ti sei sbagliato, giravi per la Campania e non lo sapevi?

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 18/11/2018 - 11:29

Visto come si stanno mettendo i risultati sull`immondizia e come reagisce quella PERFIDA UNIONE EUROPEA (Formata da gente che solamente sa leggere i giornali ed è totalmente disinteressata sulle manovre sbagliate fatte da parlamentari TOTALMENTE INCOMPETENTI),"""PROPORREI DI SIGILLARE I CONFINI SULLE ALPI E DI FORMARE UN MURO ALL`ALTEZZA DELLA TOSCANA, TRA I DUE MARI. SE LA POPOLAZIONE DEL CENTRO-SUD ITALIANO, DIMOSTRASSE DI SAPER GESTIRE I PROPRI BISOGNI SU TUTTI I FRONTI, POTREMMO ABBATTERE IL MURO ALTRIMENTI CHE MARCISCANO TRA LE MAFIE, LA CORUZIONE E IL MENEFREGHISMO. QUESTO È LO STESSO CHE I FRANCO-TEDESCHI IN COMPAGNIA DEGLI UBRIACONI DI BRUSSEL, VORREBBERO COSTRINGERE IL BEL-PAESE AD ESSERE SCHIAVIZZATO , SPECIALMENTE DEL NORD, QUEL NORD CHE DALL`INIZIO DELL`UNIFICAZIONE D`ITALIA, FA DA BANCOMAT PER IL CENTRO-SUD, CON A CAPO Roma ladrona"""!!!

fisis

Dom, 18/11/2018 - 11:54

Ci mancava solo la polemica Nord-Sud sulla spazzatura, come si evince da certi commenti! Sta di fatto che in tutta Europa esistono gli inceneritori, pardon i termovalorizzatori, se no qualcuno si spaventa. A Copenhagen ce n'è uno proprio di fronte alla statua dela sirenetta, ma anche a Vienna etc. etc.

killkoms

Dom, 18/11/2018 - 11:58

anche quella incenerita!

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 18/11/2018 - 12:00

Il 69% della spazzatura è smaltito al Nord Italia ... ... ... la solita storia, il sud si dimostra come sempre il buco del .... dell'Italia ed il nord deve sempre rimediare e rinsanguare con miliardi la sua incapacità e la sua inerzia. L'Ho sempre detto, non bisognava unire l'Europa, bisognava dividere l'Italia !!!!!

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 18/11/2018 - 12:03

... e un idiota disse: "non bisogna fare termovalorizzatori, servono nuove tecnologie" ... QUALI? finora le nuove tecnologie si sono dimostrate inesistenti e la monnezza continua a confluire nei termovalorizzatori del nord o portata all'estero, sempre a spese del nord !!!!!

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Dom, 18/11/2018 - 12:20

Nel 2016 la Lega era impegnata nella campagna contro il termovalorizzatore in Umbria. Qualche mese dopo Salvini solidarizzava con i consiglieri regionali che occupavano l'aula per protesta contro l'impianto a Terni (che voleva Renzi). L'anno successivo avrebbe vinto le elezioni comunali in città...ps forse grazie anche a questa battaglia...e oggi??? Ah ah ah cosa non combina la brama di potere. Personalmente penso che bisognerebbe differenziare e recuperare tutto il possibile ma è inevitabile che una parte debba essere smaltita...come? Con i Termovalorizzatori che a quanto ho letto, quelli di ultima generazione hanno un impatto ambientale accettabile/buono. Poi non sono una tecnica e quindi a loro do la parola e ad accettare smentite.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 18/11/2018 - 18:22

ROKKO non è vero per quanto mi riguarda noi abbiamo 5 contenitori carta-vetro-plastica-umido-indistinto ,nel quale puoi mettere solo qualcosina che non è recuperabile.Mi creda è la realtà.Saluti gianni

rokko

Dom, 18/11/2018 - 22:42

gianniverde, anche io faccio la differenziata, ho la raccolta porta a porta che rompe pure un po' i maroni, visto che ad esempio carta e indifferenziato una volta a settimana è poco. Ma non parlo delle città, che sono pulite, parlo ad esempio delle provinciali che in corrispondenza di alcune piazzole di sosta sembrano discariche. Stessa risposta anche a Tomari, che vuole fare lo spiritoso.