Staino: "Mi vergogno della gioia provata per le monetine a Craxi"

Il noto vignettista e giornalista Sergio Staino, ex direttore de L'Unità, racconta di essersi pentitop per quel sentimento che visse nel 1993, quando fu contento per le monetine lanciate al leader del Psi Bettino Craxi

Da Wikipedia

L'età a volte aiuta a diventare saggi, anche se non è una regola scientificamente dimostrata. L'età forse ha aiutato Sergio Staino (78 anni), giornalista e vignettiva ex Pci, a capire che quelle monetine lanciate a Bettino Craxi nell'ormai lontano 1993, simbolo della furia giustizialista, non erano una grande cosa. E soprattutto non era una gran cosa aver goduto per quella scena, consumatasi davanti all'hotel Raphael di Roma. "Mi vergogno della gioia che ho provato quando lanciarono le monetine contro Craxi - dice Staino in un'intervista all'Huffington Post - fu il primo atto di anti politica della storia repubblicana, l'avvento di quello che i Cinque stelle e la Lega oggi hanno portato a compimento con il loro governo". All'epoca il Pds (ex Pci), così come il Movimento sociale e la Lega erano tra i più scatenati, in piazza, contro i "politici che rubano", e in particolare contro quello che era visto come un simbolo del sistema da abbattere, il leader del Psi. Dopo 25 anni arriva un (timido) ripensamento.

"Mi capita di pensare dove abbiamo sbagliato - aggiunge l'ex direttore dell'Unità -. Cosa abbiamo fatto per favorire che forze negative si affermassero e prendessero addirittura il potere in Italia. E mi torna sempre in mente l'assalto al segretario del partito socialista al Raphael". E prosegue: "Allora ci rifiutammo di vederlo come un legittimo rappresentante delle istituzioni. Un uomo con il quale dialogare. Ci lasciammo andare a una pulsione sub politica, a un'estremizzazione dei valori etici, all'esaltazione della magistratura. Sono i sentimenti che hanno aiutato a gettare discredito sul parlamento, sulle altre istituzioni, sulla politica, attraverso la teorizzazione della superiorità della società civile e con una serie di movimenti che, di fatto, hanno prima aperto le porte a Berlusconi, e poi le hanno aperte a Grillo".

Tornando all'attualità politica Staino rivela di essere "angosciato da questo governo", e "preoccupato per lo stato della sinistra in Italia, in Europa, nel mondo. Ho l'impressione di vivere in un paese sempre più cinico, in cui gli altri non sono mai riconosciuti come fratelli, ma sono individuati come avversari, a volte anche come nemici". E sullo stato della sinistra italiana aggiunge un dettaglio interessante, già emerso dallo studio dei flussi elettorali: "Conosco troppi compagni che hanno votato 5 stelle. Non si può far finta che non esistano. Non si possono criminalizzare. Avremmo dovuto cercare di fare quello che ha fatto la Lega, ma al contrario: esaltare il loro elemento di sinistra, mentre Salvini ha esaltato quello di destra".

Insomma, dopo aver affermato che uno dei problemi dell'Italia è il Movimento 5 Stelle, Staino rivela che però, alla fine, non gli sarebbe dispiaciuto governarci insieme.

Commenti
Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Dom, 10/06/2018 - 12:48

Nel 93 il PDS ex PC! usava lanciare monetine, invece nel 1945/46 usava le pallottole. Un po' più pesanti delle monetine, ma con effetti sicuramente diversi. Lo spirito è comunque sempre lo stesso. Stiamo ancora aspettando Baffone. Avvertitemi se arriva.

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 10/06/2018 - 12:54

Il pentimento, anche se è segno dell'essere rinsavito,non porta al PERDONO!!!

rigadritto

Dom, 10/06/2018 - 13:07

Io no.

Altoviti

Dom, 10/06/2018 - 13:21

Le forze negative sono proprio i comunisti ed i pentastelalti sono comunisti travestiti (cf Fico) quanto alla Lega, nasce come un partito di sinsitra e Salvini era un convinto comunista in gioventù (forse lo è ancora). La bestia di sinsitra si è truccata ma sta sempre al comando. Lacrime da coccodrillo sono quelle del ex-direttore dell'Unità.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 10/06/2018 - 15:19

Quello che avrebbe dovuto vergognarsi era Craxi, ma figuriamoci.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2018 - 15:20

Craxi ha "rubato", ma poi ha vissuto tranquillamente all'estero. Un esempio, uno dei tanti, della disonestà di taluni uomini politici che nel bel paese hanno sfruttato ed ancora sfruttano il proprio potere per venderlo a favore di coloro che sono interessati a comprarlo. Staino si vergogna per le monetine? Sbaglia, ma sono fatti suoi.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Dom, 10/06/2018 - 15:27

L'unico presidente del consiglio italiano che non si era venduto agli americani lo abbiamo cacciato via. Povera italietta!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 10/06/2018 - 15:28

Beh, proprio lui parla. Non sono punto cambiati. Lui era uno di quei giovanotti o giovinetti che si radunavano nella 'opulente' e 'demokraticissima' DDR per celebrare i fasti comunisti. Con visita guidata al 'demokratiko' muro tifando per i vopos che mitragliavano chi voleva scavalcarlo per andare nell'imperialista occidente, luogo di 'miseria' e 'disperazione'. Beh, se uno credeva in quelle panzane.... gli é permesso dire tutte le kakate pazzesche che gli saltano per la mente. Porello non é colpa sua .

apostata

Dom, 10/06/2018 - 15:32

ecco, un essere che impiega 25 anni per capire di aver fatto una craxata, come può pretendere di insegnare qualcosa?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 10/06/2018 - 16:04

@pravda 99. Essere mononeuronale. Ma perché continui a scrivere kakate pazzesche. Fai silenzio che fai piú bella figura. Craxi ha detto chiaro e tondo (famoso l'intervento in Parlamento) che tutti partiti del cosiddetto arco costituzionale hanno preso denaro. Il PCI non ne era esente(Greganti ti ricorda qualcosa?). Anzi ne era doppiamente coinvolto (il PCI) perche' oltre a prendersi la sua fetta in Italia, la prendeva pure dall'URSS, il che era abominevole. E non venir fuori con la solita kakata: ma pure la DC prendeva soldi dagli USA. Dimentichi un fatto: gli USA erano nostri alleati e ci difendevano dalle mire d'oltrecortina, la URSS era nostra nemica ed aveva pronti i piani di invasione.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 10/06/2018 - 16:21

i comunisti non si smentiscono mai l'idea iniziale era di portare da noi la democrazia dell'armata rossa e adesso di cosa si pente di BERLUSCONI che ha battuto la gioiosa macchina ochettiana e biasima i 5* che sono la costola peggiore del becero comunismo da lui tanto amato ma va a ciapà i ratt

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 10/06/2018 - 16:27

Non è il solo minus habens che si pente a comodo e gratis!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 10/06/2018 - 16:32

Staino ha decisamente le idee molto confuse. E non è il solo in Italia. La sua è la malattia dell'elettore italiano che fa tanto danno nelle urne. E fa nascere questi governi. -16,31 - 10.6.2018

cir

Dom, 10/06/2018 - 16:47

CRAXI . il solo vero STATISTA dopo Mussolini.

VittorioMar

Dom, 10/06/2018 - 16:59

..quella VERGOGNA vi rimane INDELEBILE a... tutta la SINISTRA !!...quanto vi mancano i RUBLI di MOSCA !!

Ritratto di sances2

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pravda99

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pravda99

Anonimo (non verificato)

Ritratto di CONTRO68

Anonimo (non verificato)

Korintos

Dom, 10/06/2018 - 17:23

Quello che abbiamo oggi in termini di degenerazione della politica e delle istituzioni è il frutto di quel linciaggio spropositato, sorretto da "Mani Pulite". Non fu semplice azione giudiziaria ma un'azione destabilizzante della "Ragion di Stato", un evento giustizialista che ha lasciato sul selciato della vita molti morti suicidi, e quegli autori ancora oggi si aggirano, come spettri sanguinari, nelle anticamere televisive, e delle redazioni di giornali pronti a riattizzare il fuoco del moralismo cieco e impietoso. Non si vuole giustificare nulla delle ragioni che quei fatti determinarono, ma non si può giustificare neanche la barbarie dei metodi e dei sistemi adottati. Il seguito è stato reazione e degenerazione ben peggiore. Quelle monetine pesano sulla storia e oggi pentirsene son lacrime di coccodrillo che segnano la solitudine di chi ne ha condiviso e forse gioito di quella gogna Sig. Staino.

amicomuffo

Dom, 10/06/2018 - 17:39

Tutti i partiti hanno rubato, chissà perchè la magistratura ( non lo dico io, ma è storia ben nota!), si è fermata all'ingresso di Botteghe oscure!

asalvadore@gmail.com

Dom, 10/06/2018 - 17:48

Troppo tardi. Come il perdono che ripetutamente chiede il Papa per la Chiesa che rappresenta. Sono solo parole ín cerca di una verginitá perduta.

Daniele Sanson

Dom, 10/06/2018 - 17:50

@ Korintos ; condivido totalmente quanto da Lei scritto . Degli altri commenti mi rendo conto che alcuni non sanno niente di quanto accaduto nel nostro Paese ...eppure blaterano . DaniSan

Ritratto di sances2

sances2

Dom, 10/06/2018 - 17:58

Ennesimo episodio di pentimento tardivo di un sinistro. Ormai il motto degli ex-pc non è più "avanti popolo" ma "contrordine compagni": hanno cambiato troppe volte idee anche su argomenti essenziali (libero mercato, magistratura, Europa e Nato, lavoro fisso). Quello che mi chiedo è come mai continuano a ergersi maestri di vita, dopo tanti fallimenti. Ancora oggi: criticano ferocemente un governo - che non ha le mie simpatie - appena insiediatosi e non fanno ancora una valutazione sul proprio comportamento che ha portato al loro fallimento del 4 marzo.

stefano.colussi

Dom, 10/06/2018 - 17:59

.. meglio tardi che mai .. colussi, cervignano del friuli, udine, italy

hornblower

Dom, 10/06/2018 - 18:03

Staino, sei una brava ed onesta persona, però come tutti quelli che si schierano a sinistra, forse non capirai mai che la vera sinistra è la destra, quella vera, la destra sociale, perché non capirete mai che Mussolini, lungi da essere il traditore reazionario venduto ai capitalisti, era l'unico che riusciva a portare sul terreno della realizzazione pratica le istanze sociali che i socialisti/comunisti sbandieravano solo in termini di inutile demagogia. E'evidente che oggi, alla luce del tradimento del popolo da parte di un PCI/PDS/DA/PD diventato neoliberista, costituisca per loro un pericolo mortale chiunque, da destra, da sinistra, o da alfa-centuri, stia dalla parte del popolo.

MOSTARDELLIS

Dom, 10/06/2018 - 18:05

Non è mai troppo tardi. Vuoi sapere dove avete sbagliato e dove continuata a sbagliare? Ve lo dico io: voi non sapete cosa è la democrazia e ogni volta che siete in difficoltà affidate l'Italia alla magistratura giustizialista che inesorabilmente interviene e fa piazza pulita (della democrazia).

MOSTARDELLIS

Dom, 10/06/2018 - 18:05

Non è mai troppo tardi. Vuoi sapere dove avete sbagliato e dove continuata a sbagliare? Ve lo dico io: voi non sapete cosa è la democrazia e ogni volta che siete in difficoltà affidate l'Italia alla magistratura giustizialista che inesorabilmente interviene e fa piazza pulita (della democrazia).

pasquinomaicontento

Dom, 10/06/2018 - 18:13

Nun me meravijo più de gnemte...ciavemo pure un primo papa Gesuita,me verebbe da dì :e stica??? purtroppo l'ho detto,er guaio che sberlocca come 'na creatura de du' anni, insomma nun lo sai se lo fa apposta o perchè je viè spontaneo...Ma quello che più me lascia perplesso è che tutti o quasi tutti li papi, dopo un po'd'anni che sò morti, li fanno santi,pure se c'hanno avuto tre o quattro fiji e, sempre pe' virtù divina hanno stritolato l'ossa e allungato gli arti a chi era piccolo de statura...vacce a capì..Riguardo a Staino è uno che se sente solo, dimenticato. Vorebbe rientrà, e pe' fallo, trova la lacrimuccia postuma, pe' uno che, ha arzato li tacchi e se ne ito a svernà dove fa quasi sempre callo.Questo è quello che penzo io.Er resto vie da se.

Daniele Sanson

Dom, 10/06/2018 - 18:27

@ Korintos ; condivido totalmente quanto Lei scrive . DaniSan

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Dom, 10/06/2018 - 20:03

Sta classe di gente non si pente neanche se ammazza il primo genito, ne il secondo, e manco il terzo, tutte chiacchiere e tempo perso, anche di chi ha fatto l'articolo.

giza48

Dom, 10/06/2018 - 22:40

E' veramente penoso leggere della lacrimuccia politica di Staino. Cosa abbiamo combinato quella sera! Oddio abbiamo dato fiato all'anti politica! Ora mi rendo conto dell''errore! Ma quando mai. Perchè non dici la verità Staino sul clima di odio politico che da sempre pervadeva il tuo PCI nei confronti del PSI sopratutto al tempo di Craxi? Come fai a dire che è stato un fatto estemporaneo quando invece tutto era ben calcolato con gli amici magistrati di mani pulite, con l'obiettivo di traghettare indenne il PCI da alleato dell'URSS ad amico dell'Occidente e degli USA mediante il cambio di casacca come PDS. Continua...

Luigi Farinelli

Dom, 10/06/2018 - 22:45

@ Ottimoabondante h15,28: Ottimo e abbondante!

giza48

Dom, 10/06/2018 - 22:56

continua.. E perchè non parlare del ruolo, guarda caso poco discusso, avuto dagli USA che con il crollo dell'URSS, ove i vecchi partiti filo atlantici DC e PSI Italiani erano diventati ingombranti per loro? (sicuramente per gli americani la faccenda di Sigonella doveva essere vendicata contro Craxi tirando le fila di mani pulite). Se ti devi vergognare è di essere stato servo fedele di un partito il PCI che ha consentito e accettato le peggiori nefandezze combinate dall'URSS sempre nel nome del "popolo lavoratore", ricevendo soldi a palate da esso e quindi tradendo il proprio paese. Vergognati Staino.